Tnt village
tntvillage.scambioetico.org · Statuto T.N.T.      Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario

Senza il vostro contributo questo sito non ci sarebbe

Puoi donare anche utilizzando PostePay, Per versare la tua donazione chiedi il numero di carta

Sostieni movimentopirati.org

 

  Discussione chiusaInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

> [GUIDA] AVInaptic Windows e Linux, by Kakihara, zabuza89 e R4z3R
Kakihara
  Inviato il: Mar 23 2007, 04:55 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 361
Utente Nr.: 119337
Iscritto il: 20-February 07



AVInaptic:
  • user posted image Installazione ed estrazione dei dati tecnici del rip by Kakihara
  • user posted image AVInaptic su LINUX by zabuza89
  • Lettura del Report Avinaptic, concetti basilari by R4z3R

AVInaptic

1 - Che cos'è Avinaptic? Che tipo di file è in grado di analizzare?

AVInaptic è un programma con una semplice GUI (GTK+ 1.2) che analizza file di tipo AVI, ASF/WMV, MP4/MOV, Matroska (MKV), OGG, OGM e FLV, e mostra molte informazioni sulle caratteristiche tecniche utili per prevedere se il filmato verrà letto dal proprio lettore stand-alone o per individuare le cause di una eventuale riproduzione non corretta dello stesso.

Permette inoltre di:
  • fare semplici modifiche al volo ai file AVI, come:
    • impostare i ritardi (o anticipi) su tutte le tracce audio;
    • modificare il FourCC.
  • estrarre qualsiasi traccia presente nel file (video, audio, sottotitoli, allegati);
  • su richiesta dell'utente, può effettuare l'analisi dei DRF, cioè un'analisi completa dei parametri di quantizzazione usati nelle codifiche di tipo MPEG-4 ASP e AVC (H.264);
  • apportare semplici modifiche a sottotitoli "srt" per migliorarne la compatibilità con i lettori stand-alone.
N.B. I formati diversi da AVI possono essere non ancora completamente supportati.


2 - Installazione di AVInaptic

Il programma AVInaptic è rilasciato già compilato per i sistemi Windows e Linux.
  • Installazione su Windows:
    La prima volta che si installa il programma, è necessario scaricare il file avinaptic-*-full.zip che si trova sul sito http://fsinapsi.altervista.org, e decomprimerlo su una cartella.
    In caso di aggiornamento di una versione precedentemente installata, sarà sufficiente scaricare il file avinaptic-*.zip dallo stesso sito (si noti la mancanza di "-full" dal nome del file) e sostituire il file avinaptic.exe in esso contenuto all'omonimo file della precedente versione.
    Per disinstallare il programma, basterà cancellare la cartella in cui lo si è installato, e di esso non resterà alcuna traccia.
3 - Come estrarre i dati tecnici del Rip

Avviate AVInaptic e fate File --> Aprire un file
quindi caricate il vostro filmato (AVI, ASF/WMV, MP4/MOV, Matroska (MKV), OGG, OGM e FLV).
Per l'analisi dei DRF fate Statistiche --> Analisi DRF o cliccate direttamente sul tasto user posted image
questo è quello che otterrete:

user posted image

Una volta effettuata l'analisi DRF completa AVInaptic vi offre la possibilità di restringere l'intervallo dell'analisi DRF:
basta andare sul menu Statistiche -->Escludi i Titoli di Testa e su Statistiche -->Escludi i Titoli di coda.
In questo modo si può scegliere il numero di frame da escludere in testa e in coda: il report viene modificato istantaneamente.

Potete salvare il rapporto generato da AVInaptic in in formato html facendo FILE --> Esporta --> html
oppure in un file di testo (con tag bbcode) facendo: FILE --> Esporta --> bbcode (il file di testo verrà salvato con lo stesso nome *.txt e nella stessa posizione del file che avete analizzato).


 ESEMPIO DI RAPPORTO AVInaptic:

[ Info sul file ]

Nome: es_finale_Kaki.avi
Data: 12/03/2007 00:26:00
Dimensione: 61,425,664 bytes

[ Info generiche ]

Durata: 00:05:00 (300.08 s)
Tipo di contenitore: AVI OpenDML
Streams totali: 2
Tipo stream n. 0: video
Tipo stream n. 1: audio
Audio streams: 1
ISFT: VirtualDubMod 1.4.13
JUNK: VirtualDub build 14328/release

[ Giudizi sulla qualità ]

Risoluzione: ALTA (528 x 400)
Larghezza: multipla di 16 (BENE)
Altezza: multipla di 16 (BENE)
Qualità DRF medio: ALTA (2.588643)
Qualità deviazione standard: ALTA (0.492079)
Media pesata dev. std.: ALTA (0.490344)

[ Traccia video ]

FourCC: divx/DX50
Risoluzione: 528 x 400
Frame aspect ratio: 33:25 = 1.32 (~4:3)
Pixel aspect ratio: 1:1 = 1
Display aspect ratio: 33:25 = 1.32 (~4:3)
Framerate: 25 fps
Frames totali: 7502
Stream size: 56,249,575 bytes
Bitrate: 1499.588776 kbps
Qf: 0.284013
Key frames: 44 (0; 125; 425; 725; 805; ... 7359)
Null frames: 0
Min key int: 1
Max key int: 300
Key int medio: 170.5
Ritardo: 0 ms

[ Traccia audio ]

Audio tag: 0x55 (MP3)
Bitrate: 128 kbps CBR
Canali: 2
Frequenza: 48000 Hz
Chunks: 7490
Stream size: 4,800,768 bytes
Ritardo: 0 ms

[ Info sulla codifica MPEG4 ]

User data: DivX503b1988p
Packed bitstream: No
QPel: No
GMC: No
Interlaced: No
Aspect ratio: Square pixels
Quant type: H.263
Frames totali: 7502
Drop/delay frames: 0
Frames corrotti: 0

I-VOPs: 44 ( 0.587 %)
P-VOPs: 7458 ( 99.413 %) ####################
B-VOPs: 0 ( 0.000 %)
S-VOPs: 0 ( 0.000 %)
N-VOPs: 0 ( 0.000 %)

[ Analisi DRF ]

DRF medio: 2.588643
Deviazione standard: 0.492079
DRF max: 3

DRF<2: 0 ( 0.000 %)
DRF=2: 3086 ( 41.136 %) ########
DRF=3: 4416 ( 58.864 %) ############
DRF>3: 0 ( 0.000 %)

I-VOPs DRF medio: 2.090909
I-VOPs deviazione std.: 0.287479
I-VOPs DRF max: 3

P-VOPs DRF medio: 2.591579
P-VOPs deviazione std.: 0.491541
P-VOPs DRF max: 3

Rapporto generato da AVInaptic (25-03-2007) in data 26 mar 2007, h 11:55:17


Prima di salvare in un file di testo andate su: Misc --> Preferenze; nel sottomenù BBcode potete impostare i colori che preferite per le seguenti parti del rapporto: titolo di sezione, nome di campo, valore.

Per disabilitare gli istogrammi (le barrette con il carattere '#') andate su Misc --> Preferenze,
nel sottomenù Misc in Lunghezza linea percentuale impostate 0 come valore.
Potete copiare il contenuto (o parte di esso :tongue:) del rapporto AVInaptic dal file di testo e incollarlo direttamente nella release.

LINK ALLA HOME PAGE DI FRANK SINAPSI

In caso di dubbi o problemi riguardanti la guida, postate pure in quest'area: LINK

Messaggio modificato da mercury il May 17 2014, 10:26 PM

Messaggio PrivatoSito Web dellMSN
Top
zabuza89
  Inviato il: Mar 22 2011, 01:58 PM
Cita questo messaggio


\"250rel\"
\"translators\"
\"coordinatore\"
\"babysitter\"

Group Icon

Gruppo: Contribuenti
Messaggi: 13005
Utente Nr.: 292622
Iscritto il: 29-July 09



~ AVINAPTIC SU LINUX ~


.: Installazione Manuale :.

Per installare Avinaptic su Linux manualmente aprite il terminale e creiamo una cartella di lavoro chiamandola per esempio avinaptic:

mkdir ./avinaptic

posizioniamoci nella cartella con il comando cd:

cd ./avinaptic

Poi date i seguenti comandi:

wget http://fsinapsi.altervista.org/code/avinaptic/avinaptic.zip

iniziando così il download del file. Una volta scaricato date il comando per decomprimerlo:

unzip avinaptic.zip

vi ritroverete così in quella cartella l'eseguibile chiamato "avinaptic".
Ora dobbiamo installare le librerie.

scarichiamole dal sito dando il comando:

wget http://fsinapsi.altervista.org/code/avinaptic/libgtk.zip && wget http://fsinapsi.altervista.org/code/avinaptic/libiconv.zip && wget http://fsinapsi.altervista.org/code/avinaptic/libgmp.zip

Ora decomprimiamo.

unzip libgtk.zip && unzip libiconv.zip && unzip libgmp.zip

Ora creiamo se non esiste già la cartella /usr/lib32 con il comando:

mkdir /usr/lib32

(potrebbe essere necessario i provilegi di root, su ubuntu basta scrivere prima del comando "sudo")

e andiamo a copiarci lì le librerie appena estratte:

cp libgdk-1.2.so.0 libglib-1.2.so.0 libgmodule-1.2.so.0 libgtk-1.2.so.0 libgmp.so.3 libmagic.so.1 libiconv.so.2 /usr/lib32/

Anche qui, come prima, è necessario dare il comando con i privilegi di root, su ubuntu "sudo" davanti a cp.
Configuriamo quindi le librerie con:

echo /usr/lib32 > /etc/ld.so.conf.d/avinaptic.conf

Anche qui se necessario con i privilegi di root.
Poi sempre da terminale e sempre da root:

ldconfig

ora cancelliamo tutto quello superfluo nella cartella di lavoro. Diamo quindi il comando:

rm libgdk-1.2.so.0 libglib-1.2.so.0 libgmodule-1.2.so.0 libgtk-1.2.so.0 libgmp.so.3 libmagic.so.1 libiconv.so.2 libgmp.zip libgtk.zip libiconv.zip avinaptic.zip

nella cartella rimarrà quindi il solo file eseguibile "avinaptic".
Apriamo con l'interfaccia grafica la nostra HOME, entriamo nella cartella avinaptic e facciamo doppio click sull'eseguibile. Se partirà missione compiuta.

NB: se avinaptic non va è possibile che ci manchi la libreria "libjpeg62" ma è quasi certamente nei repository.
Se siete su ubuntu o mint verificare per esempio con "sudo apt-get install libjpeg62".


se vogliamo ora possiamo spostare il file eseguibile dove vogliamo, per esempio sulla Scrivania o in qualche altra cartella, o meglio creare sulla Scrivania un collegamento/lanciatore al file eseguibile.

.: Installazione Automatica :.

Create un file chiamandolo Avinaptic.sh e copiateci dentro quanto segue

CODE
#!/bin/bash

STRING="[Desktop Entry]
Name=AVInaptic
Comment=Audio/Video Files Analyzer
Icon=avinaptic
TryExec=avinaptic
Exec=avinaptic
Terminal=false
Type=Application
Categories=GTK;AudioVideo"

mkdir /tmp/avinaptic
cd /tmp/avinaptic
wget http://fsinapsi.altervista.org/code/avinaptic/avinaptic.zip
unzip -o avinaptic.zip -d /usr/bin/
wget http://fsinapsi.altervista.org/code/avinaptic/libgtk.zip && wget http://fsinapsi.altervista.org/code/avinaptic/libiconv.zip && wget http://fsinapsi.altervista.org/code/avinaptic/libgmp.zip && wget -q http://img686.imageshack.us/img686/4044/avinaptic.png
unzip -o libgtk.zip && unzip -o libiconv.zip && unzip -o libgmp.zip
mkdir -p /usr/lib32/
cp libgdk-1.2.so.0 libglib-1.2.so.0 libgmodule-1.2.so.0 libgtk-1.2.so.0 libgmp.so.3 libmagic.so.1 libiconv.so.2 /usr/lib32/
cp avinaptic.png /usr/share/pixmaps/
echo /usr/lib32 > /etc/ld.so.conf.d/avinaptic.conf
ldconfig
echo "$STRING" > /usr/share/applications/avinaptic.desktop
cd ..
rm -r ./avinaptic
echo "Installation Complete!"


e salvatelo.

Poi indipendentemente dalla scelta che avete fatto aprite il terminale,
andate dove c'è lo script e da root (sudo) date:

chmod +x Avinaptic.sh

Per rendere la prima volta eseguibile lo script... e poi per avviarlo sempre come amministratore:

./Avinaptic.sh

e si autoscaricherà-installerà Avinaptic...

andate nel menù e lo troverete dove ci sono i programmi Multimediali/audiovideo

user posted image

o semplicemente aprendo il terminale e scrivendo

avinaptic

In caso di dubbi o problemi riguardanti la guida, postate pure in quest'area: LINK

Messaggio modificato da mercury il May 17 2014, 10:24 PM

Cassù no i n’é più röse e le tosate é jà demez, salvegn no i n’é, no l’é più fate stroz, da gran gran pez...
Toa jent no à più raìsc, no l’à più nia da dir, i fies no cognosc più la mare e no i sà più olà jir…

Al Tirolo la fedeltà!

LE MIE RELEASES ~~ TNTSUBBER: Aiutaci! ~~ PROGETTO OSHIMA

Per il RESEED delle mie RELEASE mandatemi un MP.
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
R4z3R
  Inviato il: Apr 23 2011, 03:18 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1528
Utente Nr.: 357026
Iscritto il: 28-October 09



.: Analisi Avinaptic :.


Il Report: (NB deve essere stata eseguita anche l'analisi DRF)


[ Info sul file ]

Nome: Pelham 123 - Il colpo della metropolitana - 1974 [XviD - Ita Eng Ac3].avi
Il nome del file analizzato da Avinaptic, spesso contiene indicazioni già nel nome dei codec audio-video usati per la codifica, oltre ad altre informazioni come la crew o il sito di appartenenza del release/ripper

Data: 2/04/2011 17:14:21
Data e ora di quando è stata effettuata l'analisi con Avinaptic

Dimensione: 1,210,898,608 bytes (1154.803 MB)
Dimensione in bytes del file analizzato


[ Info generiche ]

Durata: 01:40:12 (6012.48 s)
La durata appunto del file

Tipo di contenitore: AVI
Il tipo di contenitore, cioè l'involucro nel quale sono stati impacchettati i vari flussi video (es. XviD, DivX, H.264...) e audio (Ac3, Aac, mp3...)

Streams totali: 3
Il numero di flussi video e audio contenuti nel file, con il loro numero, tipo ed eventualmente il nome che il ripper ha voluto dare per facilitare il riconoscimento, si trova tra le {}

Tipo stream n. 0: video
Tipo stream n. 1: audio {Italian Ac3 2.0 chnls 192 kbps}
Tipo stream n. 2: audio {English Ac3 2.0 chnls 192 kbps}
Audio streams: 2
Alla fine dell'elenco degli stream ci può essere, se riconosciute, l'indicazione della Muxing Application e della Writing Application, cioè del software utilizzato dal releaser per impacchettare i flussi audio-video nel contenitore.


[ Dati rilevanti ]
NOTA: se in Avinaptic si abilita il "commento", dalle impostazioni, il programma suggerisce l'interpretazione qualitativa a parole delle successive voci

Risoluzione: MEDIA (672 x 288)
LarghezzaxAltezza misurate in pixel del frame, cioè l'immagine del video.

Larghezza: multipla di 32 (BENE)
Altezza: multipla di 32 (BENE)
Per esigenze di compatibilità le due dimensioni della risoluzione devono essere multiple di 16 per quanto riguarda le codifiche ASP (DivX e XviD) mentre è sufficiente che siano multipli di 4 per le codifiche AVC (H.264), appare ovvio che ciò che è multiplo di 16 lo è pure di 4 e non vale il viceversa winky.gif

Qualità DRF medio: ALTA (2.692419)
Uno dei parametri più importanti per valutare la qualità di un file, se non IL parametro. Il DRF: Data Removal Factor, indica quanto dettaglio è stato soppresso dall'immagine originale per ottenere compressione. Varia da 0 a 31 per le codifiche ASP e arriva fino a 51 per quelle AVC.
Valori comunemente ritenuti molto buoni per DivX/XviD sono tra 2,6 e 3 (ottimale 2,8 circa), mentre per H.264 tra 18 e 25 (ottimale 20 circa).
Valori troppo bassi indicano che il codec ha compresso poco, il file è troppo grande e il guadagno in qualità è sostanzialmente inesistente, da evitare; di converso valori troppo alti indicano un deterioramento dell'immagine con difetti visibili come quadrettature, valori più alti degli ottimali sono comunque accettabili se è necessaria una forte compressione per esigenze di spazio o se la fonte non era delle migliori (es VHSrip o fonti con qualche annetto alle spalle).


Qualità deviazione standard: ALTA (0.463160)
Media pesata dev. std.: ALTA (0.160112)
Indicano la dispersione dei valori del DRF lungo il file, valori più bassi sono migliori (raramente sopra 1 nei DivX/XviD di qualità) perchè indicano concentrazione del DRF al valore ottimale medio


[ Traccia video ]

FourCC: xvid/XVID
O Codec ID, è il codec utilizzato per la compressione del video.

Risoluzione: 672 x 288

Frame aspect ratio: 7:3 = 2.333333 (~2.35:1)
FAR, è il rapporto Larghezza:Altezza del frame così come è codificato

Pixel aspect ratio: 1:1 = 1
PAR, è il rapporto Larghezza:Altezza del singolo pixel, se è 1:1 il pixel è quadrato e verrà riprodotto singolarmente così com'è, se invece il rapporto è diverso il rip si chiama "Anamorfico" e il pixel subisce un processo di interpolazione per trasformarlo nel pixel quadrato che vediamo a schermo

Display aspect ratio: 7:3 = 2.333333 (~2.35:1)
DAR, è il rapporto Larghezza:Altezza dell'immagine così come la vediamo riprodotta a schermo, corrisponde al prodotto FARxPAR, dipende dal formato in cui è girata la pellicola (2.4, 2.35 ecc..) e deve essere quello corretto altrimenti l'immagine a schermo è distorta (allargata o compressa)

Framerate: 25 fps
Misurato in FPS o FramePerSecond, cioè il numero di frame riprodotti a schermo ogni secondo. 25 fps è il valore classico dei DVD Pal, mentre per gli NTSC e i BluRay il valore è di solito di 23,976

Frames totali: 150312
Se è presente anche un numero tra parentesi indica il numero di frames effettivamente visibili, la discrepanza è importante perchè intere parti del film potrebbero non risultare riproducibili

Stream size: 914,105,086 bytes
Frame totali del video, e dimensione del solo flusso video espresso in bytes

Bitrate: 1216.276925 kbps
E' un altro valore che può dare indicazione sulla qualità di un rip anche se essendo un valore pure e non dipendente dal file in questione la sua utilità è meno incisiva. Indica il numero di kilobit utilizzati ogni secondo per codificare il video e si ricava dalla formula [(StreamSize*8)/(Durata*1000)]

Qf: 0.251379
QualityFactor è un altro parametro importante, indica quanti bit sono mediamente utilizzati per ogni singolo pixel, valori ottimali per le codifiche divx/xvid sono tra 0,2 e 0,3, dove valori troppo alti indicano rip oversize mentre valori troppo bassi indicano un bitrate dedicato troppo basso con conseguenti plausibili conseguenze negative sulla qualità.
La formula per calcolarlo è (StreamSize*8)/(RisoluzioneOrizzontale x RisoluzioneVerticale x #FramesTotali).
A parità di altre condizioni (qualità, risoluzione e durata) valori più bassi indicano maggiore comprimibilità della fonte.


Key frames: 1478 (0; 250; 500; 750; 1000; ... 150200)
Null frames: 0
Min key int: 1
Max key int: 250
Indica il massimo numero di frames che passano da un frame key ad un altro, questo valore deve essere pari a 250 se gli fps sono 25 o 23,976 o 24, mentre 300 se gli fps sono 29,97 o 30

Key int medio: 101.699594
Ritardo: 0 ms


[ Traccia audio n. 1 ]

Audio tag: 0x2000 (AC3)
Codec utilizzato per il flusso audio, in questo caso Ac3

Bitrate (contenitore): 192 kbps CBR
Il significato è analogo a quello del video, in più può essere indicato il metodo di codifica: CBR indica un bitrate costante lungo tutta la traccia audio, mentre ABR e VBR indicano che il valore indicato è una media e che esso varia lungo la traccia per privilegiare momenti in cui serve molto bitrate e risparmiare dove ne basta poco

Canali (contenitore): 2
Numero dei canali audio del flusso

Frequenza (contenitore): 48000 Hz
Frequenza di campionamento, tipicamente a 48000 Hz, in alcuni casi è ridotta a 44000, valori inferiori sono da evitare.

Chunks: 93945
Stream size: 144,298,752 bytes
Preload: 192 ms
Max A/V diff: 224 ms
AC-3 frames: 187889
Durata: 01:40:12 (6012.448 s)
Chunk-aligned:
Mode: stereo

Ritardo: 0 ms
Indica a quanto è stato impostato il ritardo (anticipo se valori negativi) della traccia audio rispetto al video

[ Traccia audio n. 2 ]
Seconda traccia, vale quanto detto per la prima e così vale per le n tracce inserite

Audio tag: 0x2000 (AC3)
Bitrate (contenitore): 192 kbps CBR
Canali (contenitore): 2
Frequenza (contenitore): 48000 Hz
Chunks: 93945
Stream size: 144,298,752 bytes
Preload: 192 ms
Max A/V diff: 224 ms
AC-3 frames: 187889
Durata: 01:40:12 (6012.448 s)
Chunk-aligned:
Mode: stereo
Ritardo: 0 ms


[ Info sulla codifica MPEG4 ]
Include le informazioni su come è stato impostato il software di encoding per eseguire il rip per eseguire

User data: XviD0050
Packed bitstream: No
QPel: No
GMC: No
Interlaced: No
Aspect ratio: Square pixels
Piochè come detto sopra il PAR era 1:1

Quant type: MPEG
Indica la tipologia di matrice usata per la codifica, nel caso di xvid può essere h263 (consigliata a bassi bitrate e per rip che puntano alla piccola dimensione) e MPEG (orientata alla qualità)

Frames totali: 150312
Drop/delay frames: 0
Frames corrotti: 0

I-VOPs: 1478 ( 0.983 %)
P-VOPs: 54502 ( 36.259 %) #########
B-VOPs: 94332 ( 62.757 %) ################
Indicano quanti Frame del tipo I, P e B ha il nostro filmato, i frame di tipo I sono codificati singolarmente e sono i più pesanti, seguono quelli di tipo P che vengono codificati come differenza dal precedente e infine i B che sono bidirezionali e vengono codificati come media del frame precedente e successivo. In caso di codifica AVC i riferimenti sono ancora più complessi

S-VOPs: 0 ( 0.000 %)
N-VOPs: 0 ( 0.000 %)

Max consecutive B-VOPs: 2
1 consec: 11388 ( 21.544 %) #####
2 consec: 41472 ( 78.456 %) ####################


[ Analisi DRF ]

DRF medio: 2.692419
Deviazione standard: 0.463160
DRF max: 4

DRF<2: 0 ( 0.000 %)
DRF=2: 46349 ( 30.835 %) ########
DRF=3: 103847 ( 69.088 %) #################
DRF=4: 116 ( 0.077 %)
DRF>4: 0 ( 0.000 %)
Fondamentale per intuire la qualità del video, riporta la distribuzione quantitativa per livello di DRF, valori sopra il 4 sono da evitare perchè generalmente portano a frame di bassa qualità. Per il valore ottimale medio si veda sopra.

NB: Avinapti NON rileva correttamente i valori di DRF nel caso di codifiche H.264 a doppia passata, vedi in fondo.


I-VOPs DRF medio: 2.179296
I-VOPs deviazione std.: 0.383600
I-VOPs DRF max: 3

P-VOPs DRF medio: 2.172415
P-VOPs deviazione std.: 0.379244
P-VOPs DRF max: 4

B-VOPs DRF medio: 3.000901
B-VOPs deviazione std.: 0.030004
B-VOPs DRF max: 4
Indicano i valori di DRF per singola tipologia di frame


[ Profile compliancy ]

Profilo da testare: MTK PAL 6000
Risoluzione: Ok
Framerate: Ok
Min buffer fill: 81%
Se abilitato testa la compatibilità del file con lo standard indicato, per una visione ottimale è importante che non ci siano Buffer Underflows. Avinaptic segnala inoltre con un asterisco posto alla fine della riga le voci che potrebbero dare problemi di compatibilità con il profilo testato es: Max consecutive B-VOPs: 3 (*)



Nel caso di file .mkv (Matroska) il releaser può inserire i Capitoli, che vengono riportati da avinaptic in fondo al report insieme ai rispettivi nomi e timings

Il DRF nelle codifiche H.264 a doppia passata

A causa della struttura dei dati nel caso di codifiche H.264, la lettura degli header porta ad una errata valutazione del DRF di un file, ecco perchè è importante avere a disposizione il file log dell'encoder (il software utilizzato per la codifica), da analizzare con il Quant Analyzer di Buzzqw

user posted image


L'output del programma è questo:

CODE
File analyzed: E:\Tools\Programmi\MeGUI\logs\logfile-11-03-26_10-13-43.log

Number of I Frames: 1638
Number of P Frames: 50562
Number of B Frames: 106486

Total Number of Frames: 158686

Average I Quantitizer: 19.210
Average P Quantitizer: 21.030
Average B Quantitizer: 24.080

Average Quantitizer: 23.058

Report generated by Buzzqw X264 Log Analyzer



In questo caso il DRF o Average Quantizer è di 23.058 cioè un valore buono, ricordo infatti che i valori ottimali sono tra 18 e 25.

ardeides
Anche Avinaptic 2 interpreta il file log dell'encoder, basta metterlo nella stessa cartella del filmato nominandolo "x264 2nd pass.log". Di seguito una spiegazione dello stesso autore di avinaptic.


 AVInaptic 2 by Frank Sinapsi
Un altro miglioramento che ho apportato riguarda i "log di x264".
Come avevo detto, se nella stessa directory del file analizzato esiste il file "x264 2nd pass.log", questo viene automaticamente analizzato, e nel rapporto viene inserita una breve sezione "x264 log" con le informazioni estratte da tale file.
Adesso, tutto ciò avviene soltanto nei casi in cui il file analizzato è un filmato che contiene almeno una traccia video codificata con H.264 (non necessariamente con x264).

Oltre a questo, ho aggiunto un'altra caratteristica.
Potrebbe succedere che un utente ha il file log di x264, ma che questo non si trovi nella stessa directory del filmato (oppure che abbia un nome diverso da "x264 2nd pass.log").
In tali casi, avinaptic non rileva il file log.
Tuttavia, se un utente apre da avinaptic il file log (sia usando il filechooser che mediante trascinamento), e se il file "attualmente" analizzato (per "attualmente" intendo "appena un istante prima dell'apertura del file log") è un filmato che contiene almeno una traccia video codificata con H.264, allora le informazioni contenute nel file log vengono accorpate nel rapporto attuale, esattamente come nei casi in cui avinaptic analizza il log in modo automatico.

Adesso vorrei rinfrescare la memoria su come funziona il "grafico DRF", dato che nel vecchio non l'avevo quasi mai usato, e invece è abbastanza carino smile.gif .
Per prima cosa vediamo come si presenta la finestra di default:

user posted image

i grafici sono in realtà due:
il grafico nella parte superiore mostra sempre i valori dei "qp" (importante: attualmente i qp considerati da avinaptic2 sono quelli memorizzati negli headers dei frame, nei bitstream MPEG-4, sia ASP che AVC; questi possono differire dai "qp medi" riportati nei log di x264, i quali, in caso di quantizzazione adattiva, subiscono riaggiustamenti).
Alla sinistra del grafico dei qp, in corrispondenza delle linee tratteggiate, vengono riportati alcuni valori di riferimento (nel caso di AVC sono 10, 20 e 40; nel caso di ASP, sono 4, 8 e 16).

Sul grafico ci si può spostare trascinando l'handle dello "scale" orizzontale (che si trova in mezzo tra il grafico di sopra e quello di sotto).
Il "frame corrente" è il primo a sinistra.
Dato che un filmato può avere decine o centinaia di migliaia di frame, questo modo di spostarsi può essere non tanto preciso, e in tal caso si può usare il frame "Goto", dal quale si può impostare un valore per il frame al quale vogliamo posizionarci e cliccare sul pulsante con le orme smile.gif (se avete icone migliori, avvertitemi). Alternativamente, invece di cliccare sul pulsante con le orme, si ottiene lo stesso spostamento premendo "invio" sullo stesso "spin button" dopo avere editato il numero di frame.

Il grafico di sotto, di default, è il grafico delle dimensioni dei frame.
Alla sinistra del grafico sono mostrati il valore del più grande frame di tutto il filmato (in bytes), e il valore della dimensione media (quindi, la linea tratteggiata più in basso corrisponde al "bitrate medio" di quella traccia video).
Cliccando con il pulsante sinistro sopra al grafico delle dimensioni si ottiene una "amplificazione" del grafico; cliccando di nuovo con il pulsante sinistro si ha un'amplificazione maggiore, e così via...
Cliccando con il pulsante destro si torna a valori di amplificazione più bassi.
Se avete anche il pulsante centrale, con quello si torna direttamente al valore minimo di default.

Il valore "Avg int", che di default è 0, serve per simulare in prima approssimazione l'effetto di un buffer di lettura sullo stream esaminato.
Se il valore è impostato a 0, il grafico mostra delle linee di altezza proporzionale alle dimensioni dei frame.
Se lo impostate a 1, ogni linea ha un'altezza proporzionale alla media delle dimensioni dei frame che stanno in un intorno di ampiezza 1 del frame (quindi, è la media delle dimensioni del frame, di quello precedente, e del successivo).
E così via.
Più aumentate il valore di "Avg int", più il bitrate tenderà a essere costante; e questo è proprio l'effetto desiderato di un sistema di bufferizzazione, cioè: proteggere il sistema di lettura dagli sbalzi improvvisi di bitrate.

Il combo-box "Bottom graph" serve per switchare tra il grafico delle dimensioni e il grafico "VBV buffer", il quale serve per vedere in che modo si producono, relativamente a un certo profilo, eventuali "buffer underflow" segnalati nella sezione "Profile compliancy" del rapporto.
I buffer underflow si hanno quando nel grafico di riempimento del buffer c'è una "buca", il che indica che in quel punto la velocità con cui si è svuotato il buffer è più elevata della massima velocità di riempimento (questa non è altro che il campo "Max rate" del profilo selezionato, impostabile nella finestra delle preferenze).

Resta da spiegare come funziona il frame delle ricerche ("Search"), ma questo lo lascio alla vostra immaginazione smile.gif .
Se avete dubbi, chiedete.


- Per ulteriori approfondimenti vedi la Guida Completa di Avinaptic

In caso di dubbi o problemi riguardanti la guida, postate pure in quest'area: LINK

Messaggio modificato da mercury il May 17 2014, 10:27 PM



花は桜木人は武士
"Hana wa sakuragi, hito wa bushi."


Messaggio Privato
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
 

Opzioni Discussione Discussione chiusaInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

 

Scambio etico - ethic share
 Debian powered site  Nginx powered site  Php 5 powered site  MariaDB powered site  xml rss2.0 compliant  no software patents  no software patents