Tnt village
tntvillage.scambioetico.org · Statuto T.N.T.      Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario

Questo sito e' frequentato da un sacco di italiani all'estero. Dacci un aiuto concreto.

Puoi donare anche utilizzando PostePay, Per versare la tua donazione chiedi il numero di carta

Sostieni movimentopirati.org

 

  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

> [GUIDA] AVInaptic, Come estrarre i dati tecnici di un rip
Kakihara
  Inviato il: Mar 23 2007, 04:55 PM
Cita questo messaggio


\"tntripper\"

Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 361
Utente Nr.: 119337
Iscritto il: 20-February 07



user posted imageuser posted imageuser posted image


AVInaptic
- una valida alternativa a GSPOT e DRFAnalyzer

Per estrarre i dati tecnici del rip da allegare alla release potete utilizzare il programma AVInaptic, per maggiori informazioni e se volete scoprire tutte le funzionalità del programma vi rimando alla:

HOME PAGE DI FRANK SINAPSI


1 - Che cos'è Avinaptic? Che tipo di file è in grado di analizzare?

AVInaptic è un programma con una semplice GUI (GTK+ 1.2) che analizza file di tipo AVI, ASF/WMV, MP4/MOV, Matroska (MKV), OGG, OGM e FLV, e mostra molte informazioni sulle caratteristiche tecniche utili per prevedere se il filmato verrà letto dal proprio lettore stand-alone o per individuare le cause di una eventuale riproduzione non corretta dello stesso.

Permette inoltre di:
  • fare semplici modifiche al volo ai file AVI, come:
    • impostare i ritardi (o anticipi) su tutte le tracce audio;
    • modificare il FourCC.
  • estrarre qualsiasi traccia presente nel file (video, audio, sottotitoli, allegati);
  • su richiesta dell'utente, può effettuare l'analisi dei DRF, cioè un'analisi completa dei parametri di quantizzazione usati nelle codifiche di tipo MPEG-4 ASP e AVC (H.264);
  • apportare semplici modifiche a sottotitoli "srt" per migliorarne la compatibilità con i lettori stand-alone.
N.B. I formati diversi da AVI possono essere non ancora completamente supportati.


2 - Installazione di AVInaptic

Il programma AVInaptic è rilasciato già compilato per i sistemi Windows e Linux.
  • Installazione su Windows:
    La prima volta che si installa il programma, è necessario scaricare il file avinaptic-*-full.zip che si trova sul sito http://fsinapsi.altervista.org, e decomprimerlo su una cartella.
    In caso di aggiornamento di una versione precedentemente installata, sarà sufficiente scaricare il file avinaptic-*.zip dallo stesso sito (si noti la mancanza di "-full" dal nome del file) e sostituire il file avinaptic.exe in esso contenuto all'omonimo file della precedente versione.
    Per disinstallare il programma, basterà cancellare la cartella in cui lo si è installato, e di esso non resterà alcuna traccia.
  • Installazione su Linux:
    È necessario scaricare il file avinaptic.tar.gz dal sito http://fsinapsi.altervista.org e copiare il solo file "avinaptic" in una directory contenuta nel path (tipicamente si sceglierà di copiarlo in /usr/local/bin).
    Se l'esecuzione non parte, allora è probabile che nel sistema manchi qualche libreria dinamica utilizzata dal programma.
    Per conoscere le librerie mancanti si esegua questo comando da una finestra di terminale:
    ldd avinaptic
    e si controlli quali sono le librerie che non vengono trovate dal linker.
    In caso di dubbi su quali pacchetti occorra installare, contattatemi indicando la lista delle librerie che risultano mancarvi.
3 - Come estrarre i dati tecnici del Rip

Avviate AVInaptic e fate File --> Aprire un file
quindi caricate il vostro filmato (AVI, ASF/WMV, MP4/MOV, Matroska (MKV), OGG, OGM e FLV).
Per l'analisi dei DRF fate Statistiche --> Analisi DRF o cliccate direttamente sul tasto user posted image
questo è quello che otterrete:

user posted image

Una volta effettuata l'analisi DRF completa AVInaptic vi offre la possibilità di restringere l'intervallo dell'analisi DRF:
basta andare sul menu Statistiche -->Escludi i Titoli di Testa e su Statistiche -->Escludi i Titoli di coda.
In questo modo si può scegliere il numero di frame da escludere in testa e in coda: il report viene modificato istantaneamente.

Potete salvare il rapporto generato da AVInaptic in in formato html facendo FILE --> Esporta --> html
oppure in un file di testo (con tag bbcode) facendo: FILE --> Esporta --> bbcode (il file di testo verrà salvato con lo stesso nome *.txt e nella stessa posizione del file che avete analizzato).

_______________________________________________________________________________________

ESEMPIO DI RAPPORTO AVInaptic:


[ Info sul file ]

Nome: es_finale_Kaki.avi
Data: 12/03/2007 00:26:00
Dimensione: 61,425,664 bytes

[ Info generiche ]

Durata: 00:05:00 (300.08 s)
Tipo di contenitore: AVI OpenDML
Streams totali: 2
Tipo stream n. 0: video
Tipo stream n. 1: audio
Audio streams: 1
ISFT: VirtualDubMod 1.4.13
JUNK: VirtualDub build 14328/release

[ Giudizi sulla qualità ]

Risoluzione: ALTA (528 x 400)
Larghezza: multipla di 16 (BENE)
Altezza: multipla di 16 (BENE)
Qualità DRF medio: ALTA (2.588643)
Qualità deviazione standard: ALTA (0.492079)
Media pesata dev. std.: ALTA (0.490344)

[ Traccia video ]

FourCC: divx/DX50
Risoluzione: 528 x 400
Frame aspect ratio: 33:25 = 1.32 (~4:3)
Pixel aspect ratio: 1:1 = 1
Display aspect ratio: 33:25 = 1.32 (~4:3)
Framerate: 25 fps
Frames totali: 7502
Stream size: 56,249,575 bytes
Bitrate: 1499.588776 kbps
Qf: 0.284013
Key frames: 44 (0; 125; 425; 725; 805; ... 7359)
Null frames: 0
Min key int: 1
Max key int: 300
Key int medio: 170.5
Ritardo: 0 ms

[ Traccia audio ]

Audio tag: 0x55 (MP3)
Bitrate: 128 kbps CBR
Canali: 2
Frequenza: 48000 Hz
Chunks: 7490
Stream size: 4,800,768 bytes
Ritardo: 0 ms

[ Info sulla codifica MPEG4 ]

User data: DivX503b1988p
Packed bitstream: No
QPel: No
GMC: No
Interlaced: No
Aspect ratio: Square pixels
Quant type: H.263
Frames totali: 7502
Drop/delay frames: 0
Frames corrotti: 0

I-VOPs: 44 ( 0.587 %)
P-VOPs: 7458 ( 99.413 %) ####################
B-VOPs: 0 ( 0.000 %)
S-VOPs: 0 ( 0.000 %)
N-VOPs: 0 ( 0.000 %)

[ Analisi DRF ]

DRF medio: 2.588643
Deviazione standard: 0.492079
DRF max: 3

DRF<2: 0 ( 0.000 %)
DRF=2: 3086 ( 41.136 %) ########
DRF=3: 4416 ( 58.864 %) ############
DRF>3: 0 ( 0.000 %)

I-VOPs DRF medio: 2.090909
I-VOPs deviazione std.: 0.287479
I-VOPs DRF max: 3

P-VOPs DRF medio: 2.591579
P-VOPs deviazione std.: 0.491541
P-VOPs DRF max: 3

Rapporto generato da AVInaptic (25-03-2007) in data 26 mar 2007, h 11:55:17
_______________________________________________________________________________________

Prima di salvare in un file di testo andate su: Misc --> Preferenze; nel sottomenù BBcode potete impostare i colori che preferite per le seguenti parti del rapporto: titolo di sezione, nome di campo, valore.

Per disabilitare gli istogrammi (le barrette con il carattere '#') andate su Misc --> Preferenze,
nel sottomenù Misc in Lunghezza linea percentuale impostate 0 come valore.
Potete copiare il contenuto (o parte di esso :tongue:) del rapporto AVInaptic dal file di testo e incollarlo direttamente nella release.

Per domande, problemi, suggerimenti potete postare in questa discussione: TOPIC AVInaptic

LINK ALLA HOME PAGE DI FRANK SINAPSI

user posted image

In caso di dubbi o problemi riguardanti la guida, postate pure in quest'area: LINK

Messaggio modificato da mercury il Oct 30 2011, 09:26 PM

Messaggio PrivatoSito Web dellMSN
Top
ardeides
  Inviato il: Oct 30 2011, 11:23 PM
Cita questo messaggio


\"tntripper\"
\"tutor\"
\"centrorel\"

Group Icon

Gruppo: Funzionari
Messaggi: 6107
Utente Nr.: 225406
Iscritto il: 8-June 08



Chi fosse interessato a qualche approfondimento può leggere anche la guida alla lettura del report avinaptic.

Quel che segue riguarda Avinaptic 2, si tratta dell'estratto d'un post scritto in una discussione in cui lo stesso Frank Sinapsi illustra come implementare il log di x264 nel report, dando inoltre un'interessante spiegazione riguardo al grafico DRF:

QUOTE (fsinapsi @ Jun 25 2011, 04:19 PM)
Un altro miglioramento che ho apportato riguarda i "log di x264".
Come avevo detto, se nella stessa directory del file analizzato esiste il file "x264 2nd pass.log", questo viene automaticamente analizzato, e nel rapporto viene inserita una breve sezione "x264 log" con le informazioni estratte da tale file.
Adesso, tutto ciò avviene soltanto nei casi in cui il file analizzato è un filmato che contiene almeno una traccia video codificata con H.264 (non necessariamente con x264).

Oltre a questo, ho aggiunto un'altra caratteristica.
Potrebbe succedere che un utente ha il file log di x264, ma che questo non si trovi nella stessa directory del filmato (oppure che abbia un nome diverso da "x264 2nd pass.log").
In tali casi, avinaptic non rileva il file log.
Tuttavia, se un utente apre da avinaptic il file log (sia usando il filechooser che mediante trascinamento), e se il file "attualmente" analizzato (per "attualmente" intendo "appena un istante prima dell'apertura del file log") è un filmato che contiene almeno una traccia video codificata con H.264, allora le informazioni contenute nel file log vengono accorpate nel rapporto attuale, esattamente come nei casi in cui avinaptic analizza il log in modo automatico.

Adesso vorrei rinfrescare la memoria su come funziona il "grafico DRF", dato che nel vecchio non l'avevo quasi mai usato, e invece è abbastanza carino smile.gif .
Per prima cosa vediamo come si presenta la finestra di default:

user posted image

i grafici sono in realtà due:
il grafico nella parte superiore mostra sempre i valori dei "qp" (importante: attualmente i qp considerati da avinaptic2 sono quelli memorizzati negli headers dei frame, nei bitstream MPEG-4, sia ASP che AVC; questi possono differire dai "qp medi" riportati nei log di x264, i quali, in caso di quantizzazione adattiva, subiscono riaggiustamenti).
Alla sinistra del grafico dei qp, in corrispondenza delle linee tratteggiate, vengono riportati alcuni valori di riferimento (nel caso di AVC sono 10, 20 e 40; nel caso di ASP, sono 4, 8 e 16).

Sul grafico ci si può spostare trascinando l'handle dello "scale" orizzontale (che si trova in mezzo tra il grafico di sopra e quello di sotto).
Il "frame corrente" è il primo a sinistra.
Dato che un filmato può avere decine o centinaia di migliaia di frame, questo modo di spostarsi può essere non tanto preciso, e in tal caso si può usare il frame "Goto", dal quale si può impostare un valore per il frame al quale vogliamo posizionarci e cliccare sul pulsante con le orme smile.gif (se avete icone migliori, avvertitemi). Alternativamente, invece di cliccare sul pulsante con le orme, si ottiene lo stesso spostamento premendo "invio" sullo stesso "spin button" dopo avere editato il numero di frame.

Il grafico di sotto, di default, è il grafico delle dimensioni dei frame.
Alla sinistra del grafico sono mostrati il valore del più grande frame di tutto il filmato (in bytes), e il valore della dimensione media (quindi, la linea tratteggiata più in basso corrisponde al "bitrate medio" di quella traccia video).
Cliccando con il pulsante sinistro sopra al grafico delle dimensioni si ottiene una "amplificazione" del grafico; cliccando di nuovo con il pulsante sinistro si ha un'amplificazione maggiore, e così via...
Cliccando con il pulsante destro si torna a valori di amplificazione più bassi.
Se avete anche il pulsante centrale, con quello si torna direttamente al valore minimo di default.

Il valore "Avg int", che di default è 0, serve per simulare in prima approssimazione l'effetto di un buffer di lettura sullo stream esaminato.
Se il valore è impostato a 0, il grafico mostra delle linee di altezza proporzionale alle dimensioni dei frame.
Se lo impostate a 1, ogni linea ha un'altezza proporzionale alla media delle dimensioni dei frame che stanno in un intorno di ampiezza 1 del frame (quindi, è la media delle dimensioni del frame, di quello precedente, e del successivo).
E così via.
Più aumentate il valore di "Avg int", più il bitrate tenderà a essere costante; e questo è proprio l'effetto desiderato di un sistema di bufferizzazione, cioè: proteggere il sistema di lettura dagli sbalzi improvvisi di bitrate.

Il combo-box "Bottom graph" serve per switchare tra il grafico delle dimensioni e il grafico "VBV buffer", il quale serve per vedere in che modo si producono, relativamente a un certo profilo, eventuali "buffer underflow" segnalati nella sezione "Profile compliancy" del rapporto.
I buffer underflow si hanno quando nel grafico di riempimento del buffer c'è una "buca", il che indica che in quel punto la velocità con cui si è svuotato il buffer è più elevata della massima velocità di riempimento (questa non è altro che il campo "Max rate" del profilo selezionato, impostabile nella finestra delle preferenze).

Resta da spiegare come funziona il frame delle ricerche ("Search"), ma questo lo lascio alla vostra immaginazione smile.gif .
Se avete dubbi, chiedete.


Messaggio modificato da ardeides il May 19 2012, 04:27 AM

Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
 

Opzioni Discussione Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

 

Scambio etico - ethic share
 Debian powered site  Nginx powered site  Php 5 powered site  MariaDB powered site  xml rss2.0 compliant  no software patents  no software patents