Tnt village
tntvillage.scambioetico.org · Statuto T.N.T.      Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.

 

  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

> Graham Greene - Il fattore umano, [Pdf Epub Azw3 - Ita] Romanzo di spionaggio - Narrativa del 900 Inghilterra
LaCariatide
  Inviato il: Mar 13 2018, 07:53 PM
Cita questo messaggio


Unregistered









Graham Greene

Il fattore umano




user posted image




Autore: Graham Greene
Titolo: Il fattore umano
Titolo originale: The Human Factor
Lingua: italiano
Traduzione di Adriana Bottini
Genere: Spy story
Edizione: Mondadori 2010
Dimensione del file: 2,52 Mb
Formato del file: Pdf Epub Azw3




***


Alle 18.35 di un giorno simile a tutti gli altri Maurice Castle sale sul treno che dall'ufficio lo riporta a casa. Alle 19.12 scende alla stazione di Berkhamsted e prende la bicicletta. Alle 19.30, come sempre, apre la porta di casa. E un improvviso senso di panico lo trafigge, instillandogli la lucida certezza di una tragedia imminente. Una nota falsa ha infranto la routine della sua vita, un particolare irrilevante: il whisky per l'aperitivo serale non è al posto consueto. Ma per Maurice Castle, funzionario dei servizi segreti britannici, quel dettaglio apparentemente insignificante può voler dire una sola cosa: qualcuno ha frugato nel suo appartamento. Qualcuno sta indagando su di lui. E Castle non può far altro che iniziare con il suo misterioso antagonista una partita a scacchi sottilmente crudele, spietata nella sua ambigua discrezione. Sullo sfondo degli ambienti più eleganti di Londra e della quieta campagna autunnale, Graham Greene costruisce in queste pagine una mirabile spy story in cui affronta il tema a lui più congeniale - il male come presenza ineluttabile nel destino dell'uomo -, dimostrandosi ancora una volta insuperabile nel capovolgere le realtà apparenti per mostrarne l'immagine segreta: il grigio squallore dell'inconsueto, il mistero, l'autentico orrore che si cela nelle più quotidiane realtà.

Il fattore umano è uno degli ultimi romanzi di Graham Greene, prolifico e sottovalutato autore del ‘900 che avrebbe meritato quantomeno la soddisfazione di un Premio Nobel. L’ispirazione di Greene, mostrata a più riprese in opere quali Il potere e la gloria, Il nostro agente all’Avana e in una vasta produzione di racconti, non tende a scemare nemmeno nella parte finale della sua carriera, e questo romanzo ne è la più lampante dimostrazione. Come in altre situazioni, l’autore pesca dal tumultuoso scacchiere politico internazionale e dal mondo dello spionaggio – da lui ben conosciuto vista la sua militanza nell’MI6 – per disegnare una storia in cui tematiche quali la lealtà, il rispetto per l’autorità, i doveri nei confronti della famiglia e la diatriba tra morale e obbligo si fanno strada in una rete complessa e ricca di capovolgimenti di fronte. Castle, il protagonista, è un agente ligio al dovere e preciso oltremisura, reduce da movimentate vicissitudini nell’Africa del Sud, da dove è tornato con una compagna di colore e un bambino, suscitando l’ira dell’amministrazione segregazionista locale e un po’ di malcontento in seno ai servizi segreti di sua Maestà. Di contro il suo collega, Davis, è tutt’altro che preciso e, un po’ per il suo vizio di bere e un po’ per quello di portare in giro documenti che dovrebbero rimanere in ufficio, non suscita particolare simpatia nei superiori. Saranno strane fughe di notizie a suscitare le ire dei piani alti, che in maniera del tutto stragiudiziale (per non dire arbitraria), vorranno far chiarezza. Su questo canovaccio si articola il dramma umano del protagonista che, pagina dopo pagina, si accorgerà di un cerchio che va via via stringendosi attorno a sé, e lo obbligherà a ragionare attentamente sul significato di tradimento, in nome di un conflitto di lealtà che investirà la sua famiglia, l’MI6 e vecchi conti in sospeso che dall’Africa sono tornati a bussare alla sua porta, offrendo una sincerità e una schiettezza inusuali per un universo chiuso e doppio quale quello dello spionaggio. Magistrale nel descrivere le tortuose ramificazioni psicologiche dei personaggi e sapiente nel dosaggio della crescente suspense, Greene fa centro ancora una volta regalando un’altra gemma in una produzione vasta e decisamente da riscoprire.


 Biografia e Bibliografia


Nacque nel 1904 a Berkhampsted, nei pressi di Londra, quarto di sei figli. Il fratello minore Hugh Greene diventò direttore generale della BBC; il fratello maggiore Raymond Greene divenne un famoso fisico e alpinista.
I suoi genitori, Charles e Marion Greene (nata Raymon), erano cugini di primo grado, appartenenti a una grande e influente famiglia che comprendeva i Greene King, proprietari di un birrificio, banchieri e uomini d'affari. Charles Greene era vicedirettore alla Berkhamsted School, il cui direttore era Thomas Fry (sposato a una cugina di Charles). Un altro cugino era il pacifista di destra Ben Greene, internato durante la seconda guerra mondiale a causa delle sue idee politiche.
Nel 1910 Charles Greene assunse la direzione della Berkhamsted School, che Graham frequentava. Vittima di bullismo e profondamente depresso come convittore, tentò il suicidio diverse volte, alcune delle quali alla roulette russa, come lui stesso affermò (il biografo Micheal Shelden non dà credito a tale affermazione). Nel 1920, all'età di 16 anni, fu seguito da uno psicoanalista per sei mesi, dopodiché tornò a scuola ma non come interno. Tra i suoi compagni di scuola ci furono Claud Cockburn e Peter Quennel. Passato al Balliol College di Oxford, frequenta i circoli letterari e politici iscrivendosi al Partito Comunista, che abbandona dopo poco più di un mese. All'epoca, nel 1925, fu pubblicata la sua prima opera, Babbling April, un volume di poesia che non ricevette una grande accoglienza.
Dopo la laurea in storia, Greene intraprese con successo la carriera di giornalista, prima al Nottingham Journal, e poi come redattore del The Times. Quando era a Nottingham cominciò una corrispondenza con Vivien Dayrell-Browning, una convertita al cattolicesimo che gli aveva scritto per correggerlo circa un aspetto della dottrina cattolica. Nel 1926, (episodio descritto in A Sort of Life) una crisi religiosa lo induce ad abbandonare il protestantesimo per convertirsi al cattolicesimo, e da quel momento la sua opera letteraria ne fu profondamente influenzata. Fu battezzato nel febbraio dello stesso anno. Sposò Vivien nel 1927 ed ebbero due figli, Lucy (1933) e Francis (1936). Nel 1948 Greene lasciò Vivien per Dorothy Glover. Ebbe relazioni con numerose donne, ma non divorziò mai.

***

Dal 1930 al 1935 si dedicò unicamente alla narrativa, pubblicando un libro all'anno. Nel 1935 tornò al giornalismo diventando critico cinematografico per lo Spectator fino al 1939.
Per tutta la vita Greene intraprese viaggi che lo condussero lontano dall'Inghilterra, in luoghi che lui definiva selvaggi e remoti. I viaggi portarono al suo reclutamento nel MI6 da parte di sua sorella, Elisabeth, che lavorava per l'organizzazione, e durante la seconda guerra mondiale fu inviato in Sierra Leone. Kim Philby, che in seguito si scoprì essere una spia sovietica che faceva il doppio gioco, era supervisore e amico di Greene al MI6. Come romanziere, Greene utilizzava i personaggi che incontrava e i posti in cui viveva per creare il tessuto dei suoi romanzi.
Lasciò l'Europa per la prima volta all'età di 31 anni, nel 1935, per un viaggio in Liberia da cui scaturì il libro Journey Without Maps. Il suo viaggio in Messico nel 1938, per vedere gli effetti della campagna governativa di secolarizzazione forzata, fu finanziato dalla casa editrice Longman, grazie alla sua amicizia con l'editore Tom Burns. Da quel viaggio scaturirono due libri, la relazione The Lawless Roads (pubblicata su Another Mexico negli U.S.A.) e il romanzo Il potere e la gloria. Nel 1953 la congregazione per la Dottrina della Fede informò Greene che Il potere e la gloria stava danneggiando la reputazione del clero, ma in seguito, in una udienza privata con Greene, Papa Paolo VI gli disse che, sebbene parti del suo romanzo potessero aver offeso alcuni cattolici, non avrebbe dovuto attribuire alcuna importanza a questo.Greene si recò ad Haiti, governata da François Duvalier, alias "Papa Doc", dove è ambientata la storia di I commedianti (1966). Il proprietario dell'Hotel Oloffson a Port-au-Prince, dove Greene soggiornava spesso, chiamò una stanza con il suo nome, in suo onore.
Nel 1966 Greene si trasferì ad Antibes, per essere vicino a Yvonne Cloetta, che conosceva sin dal 1959, una relazione che durò fino alla morte dello scrittore. Nel 1981 gli fu conferito il Jerusalem Prize, assegnato agli scrittori per il loro impegno relativo alla libertà dell'individuo nella società. Una delle sue ultime opere, il J'Accuse – The Dark Side of Nice (1982), riguardava una questione legale in cui erano coinvolti lui e la sua famiglia allargata a Nizza. Greene dichiarò che il crimine organizzato era fiorente a Nizza, perché i vertici delle autorità cittadine avevano protetto la corruzione di magistratura e polizia. L'accusa provocò un processo per diffamazione che vide Greene perdente. Nel 1994, dopo la sua morte, Greene fu vendicato perché l'ex sindaco di Nizza, Jacques Médecin, fu incarcerato per corruzione e crimini correlati.
Passò gli ultimi anni della sua vita a Vevey, sul Lago di Ginevra, in Svizzera. Il suo libro Il Dottor Fisher a Ginevra, ovvero la cena delle bombe (1980) è basato su tematiche e influenze filosofiche e geografiche. Greene aveva smesso di partecipare alla Messa e di confessarsi negli anni cinquanta, ma ricevette i sacramenti da Padre Leopaldo Durán, un prete spagnolo che era divenuto suo amico. Morì all'età di 86 anni nel 1991 e fu sepolto nel cimitero di Corsier-sur-Vevey.
Il suo biografo ufficiale, Norman Sherry, pubblicò il terzo e ultimo volume de La vita di Graham Greene nell'ottobre del 2004. Sherry seguì i passi di Greene, soffrendo talvolta per le stesse malattie di Graham e nello stesso luogo. La biografia rivela che Greene continuò a informare l'intelligence britannica fino alla sua morte, cosicché studiosi e lettori hanno a lungo dibattuto l'interessante questione se Graham Greene fosse un romanziere che era anche una spia, o una spia per cui una carriera di scrittore durata tutta la vita fosse una copertura perfetta.



Romanzi

L'uomo dentro di me (The Man Within), 1929
The Name of Action, 1930
Rumor at Nightfall, 1931
Un campo di battaglia (It’s a Battlefield), 1934
I naufraghi (England Made Me), 1935
Una pistola in vendita (A Gun for Sale), 1936
La roccia di Brighton (Brighton Rock), 1938
Il potere e la gloria (The Power and the Glory), 1940
Il nocciolo della questione (The Heart of the Matter), 1948
Fine di una storia (The End of the Affair), 1951
Un americano tranquillo (The Quiet American), 1955
Vince chi perde (Loser Takes All), 1955
Un caso bruciato (A Burnt-Out Case), 1960
I commedianti (The Comedians), 1966
In viaggio con la zia (Travels with My Aunt), 1969
Il console onorario (The Honorary Consul), 1973
Amori facili, amori difficili (Shades of Greene), 1975
Il fattore umano (The Human Factor), 1978
Il Dottor Fisher a Ginevra, ovvero la cena delle bombe (Doctor Fisher of Geneva or the Bomb Party), 1980
Monsignor Chisciotte (Monsignor Quixote), 1982
Il decimo uomo (The Tenth Man), 1985
L'uomo dai molti nomi (The Captain and the Enemy), 1988

Divertimenti

Il treno d'Istanbul (Stamboul Train), 1932
Una pistola in vendita (A Gun for Sale), 1936
Missione confidenziale (The Confidential Agent), 1939
Quinta colonna (The Ministry of Fear), 1943
The Little Train, 1946
Il terzo uomo - L'idolo infranto (The Third Man – The Fallen Idol), 1950
The Little Horse Bus, 1953
Il nostro agente all'Avana (Our Man in Havana), 1958

Racconti
A Little Place Off the Edgware Road, 1941
All But Empty, 1947
The Destructors, 1954
A Sense of Reality, 1963
The Invisible Japanese Gentlemen, 1965
Ci presti tuo marito? e altre storie di vita sessuale (May We Borrow Your Housband? And Other Comedies of Sexual Life), 1967
The Last Word, 1988

Opere teatrali
L'ultima stanza (The Living Room), 1953
Il capanno degli attrezzi (The Potting Shed), 1957
L'amante compiacente (The Complaisant Lover), 1959
Scolpendo una statua (Carving a Statue), 1964
The Return of A.J. Raffles, 1975
The Great Jowett, 1981
Yes and No, 1983
For Whom the Bell Chimes, 1983

Poesie
Babbing April, 1925

Saggistica
Viaggio senza mappa (Journey Without Maps), 1936
Le vie senza legge (The Lawless Road), 1939
British Dramatists, 1942
Due diari africani (In Search of a Character), 1961
La mia guerra silenziosa con Kim Philby (My Silent War), 1968
The Story of an Involvement, 1984
Reflections, 1991

Autobiografie
Una specie di vita (A Sort of Life), 1971
Vie di scampo (Ways of Escape), 1980
A World of My Own, 1992


Nota
Manca la postfazione di Mario Soldati.

Dal romanzo fu tratto un film nel 1979 diretto da Otto Preminger con Richard Attenborough, Joop Doderer,
John Gielgud, Derek Jacobi, Robert Morley, Ann Todd, Richard Ver.
Graham Greene




Orario di seed 8/20
Banda disponibile:27Kb/s



user posted image... a chi ha reso possibile la condivisione
Per il reseed delle mie releases mandami un MP winky.gif ...e... user posted image winky.gif


Messaggio modificato da LaCariatide il Apr 7 2018, 07:29 PM

> File Allegato
File Allegato   Graham Greene - Il fattore umano.torrent
Dimensione: 3 mb
Seeders:3
Leechers: 0
Completati: 874
Data ultimo seed: 2018-12-15 07:41:18
Info_hash: B6F2642AADD17E5F874014CC42B55C27AC9FE4AC
Visualizza la lista dei peers
Visualizza i dettagli del torrent
Top
belgarath
Inviato il: Mar 13 2018, 08:10 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"500rel\"
\"visual\"
\"staffgrafica\"
\"biblioso\"

Group Icon

Gruppo: Funzionari
Messaggi: 6148
Utente Nr.: 584444
Iscritto il: 2-May 11





user posted image LaCariatide per la release

user posted image a chi ha contribuito alla condivisione in rete

user posted image

Disponibilità della release fino ai primi 20 completati

Eßt Scheiße, zehn Milliarden Fliegen können nicht irren



Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
 

Opzioni Discussione Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

 

Scambio etico - ethic share
 Debian powered site  Nginx powered site  Php 5 powered site  MariaDB powered site  xml rss2.0 compliant  no software patents  no software patents