Tnt village
tntvillage.scambioetico.org · Statuto T.N.T.      Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.

Sostieni movimentopirati.org

 

  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

> Antonia Arslan - Lettera a una ragazza in Turchia, [Pdf Epub Azw3 - Ita] Romanzo biografico breve - Narrativa contemporanea Italia
LaCariatide
  Inviato il: Nov 14 2017, 05:03 PM
Cita questo messaggio


\"1000rel\"
\"residente\"
\"coordinatore\"
\"biblioso\"

Group Icon

Gruppo: Funzionari
Messaggi: 14950
Utente Nr.: 799254
Iscritto il: 2-September 12





Antonia Arslan

Lettera a una ragazza in Turchia





user posted image




Autore: Antonia Arslan
Titolo: Lettera a una ragazza in Turchia
Lingua: italiano
Genere: Romanzo biografico breve
Edizione: Rizzoli 2016
Dimensione del file: 824 KB
Formato del file: Pdf Epub Azw3





Prendi in mano il tuo destino, vivi con audacia, non perdere mai la sicurezza in te stessa». Antonia Arslan scrittrice di origine armena, ricorda che «la lotta per la libertà ha radici antiche» e sull’esempio del coraggio delle donne amene sopravvissute al genocidio, esorta le ragazze e le donne di oggi a imparare a non arrendersi.
user posted image



"Tu devi avere un coraggio nuovo, mia ragazza di Turchia. Ti vogliono rimandare indietro a tempi lontani, mentre a te piacciono capelli al vento e gonne leggere, ascoltare musiche forti, andare a zonzo con gli amici e sentirti uguale a loro. Vorresti lottare a viso scoperto. E invece dovrai scoprire di nuovo il coraggio sotterraneo dei deboli, l'audacia che si muove nell'ombra, e cercare nella tua storia antica le ragioni e la forza per sopravvivere." Queste le parole di Antonia Arslan nella sua lettera immaginata a una ragazza turca. Con la maestria che è solo dei grandi narratori, Antonia Arslan ripercorre le vicende delle sue antenate armene, tessendo un racconto che si dipana attraverso un filo teso dai tempi antichi per arrivare fino ai giorni nostri. Perché la paura subdola che ci colpisce ogni giorno, le oscure premonizioni che si propagano da Oriente a Occidente, da Istanbul a Bruxelles, sono le stesse delle donne armene che si sono sacrificate in nome della libertà. L'antidoto contro la paura è la memoria, è il tappeto di storie di chi ha subito un ribaltamento del suo mondo all'improvviso. L'autrice della "Masseria" ci regala un libro intimo, attualissimo, un viaggio in cui rida vita alle vicende di donne che combattono per il proprio futuro e per restare se stesse.


user posted image


Antonia Arslan tiene ben saldo il filo che la lega stretta ormai da molti anni al «popolo scomparso», gli armeni, vittima di un genocidio nel 1915. L’ultimo suo libro, Lettera a una ragazza in Turchia, è forse quello più vicino a La Masseria delle allodole, romanzo sul genocidio tradotto in venti lingue e diventato anche un film dei Taviani. Da quando la scrittrice padovana ha cominciato a lasciar parlare le «voci del passato», attingendo al bagaglio di memorie della sua famiglia e alla valigia dei ricordi, sono riemersi tanti dei personaggi che hanno popolato i suoi libri. In questa Lettera sono confluite anche le storie di quattro fratelli medici nel 1915, antenati comuni di cugini americani, che Antonia Arslan ha ritrovato grazie al successo ottenuto in tutto il mondo.
Per capire la genesi di questo libro va aggiunto che l’autrice nella sua carriera di docente universitaria ha dedicato molti studi alla scrittura femminile, alle scrittrici italiane dell’Ottocento. E alle donne Arslan ha sempre riservato molta attenzione. Anche nel precedente Libro di Mush c’erano delle protagoniste alle prese con un salvataggio quasi impossibile. Questo libro raccoglie ancora tre storie di armene, forti. Esempio, quindi, di coraggio tutto femminile.
Lettera a una ragazza in Turchia nasce in aereo, esattamente un anno fa, il 30 marzo 2016, mentre Antonia Arslan sorvolava l’Oceano, nella tratta da Venezia a New York. In un anno funestato da attentati e altri eventi drammatici, emerge ancora una volta prepotente il dovere di raccontare la storia dei superstiti armeni e anche di quelli che non ce l’hanno fatta: «Sulle mie spalle si posa inflessibile il popolo scomparso». Diventa quindi dovere e missione raccontare come gli esuli per cent’anni nei vari luoghi del mondo abbiano favoleggiato del loro paradiso perduto, una «terra di latte e miele», l’Armenia anatolica.
Come abbiamo anticipato, sono tre le storie raccontate idealmente a una ragazza turca di oggi. Per «l’incrociarsi di amare riflessioni sulla situazione attuale delle donne in Turchia», a questa sua immaginaria interlocutrice Antonia Arslan chiede coraggio e audacia per cercare nella sua storia antica le ragioni e la forza per sopravvivere. A lei consegna le vicende biografiche delle tre eroine.
Sono state soprattutto le donne armene e i bambini a sopravvivere e a trasmettere le memorie della deportazione per sterminio (gli uomini erano i primi a essere uccisi). E ancora una volta le donne sono «la tenacia nella diaspora». «Sono queste donne – scrive Arslan – che, giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno si scavarono con occhi asciutti e mani operose la loro nuova vita all’interno del nuovo Paese, costruendo il futuro senza dimenticare il passato».

Queste tre storie sono come tre perle di un’altra delle collane di Antonia. Quella di Iskuhi dalle gote di pesca, bisnonna dell’autrice, di cui l’amato nonno Yerwant, sapiente e autoritario patriarca, medico geniale, le raccontò in un vecchio albergo di mezza montagna. Quella di Hannah, l’imprenditrice che fece successo negli Stati Uniti con tenacia, determinazione e doti imprenditoriali. «Vuole prima di tutto farcela, vivere – dice Arslan –. Ha il coraggio di partire da sola dal Libano. Poi in America apre un negozio di alimentari e crea un impero». Quella di Noemi, scoperta grazie ai «cugini ritrovati» in America. Delle tre storie non vogliamo svelare nient’altro, per non togliere al lettore il piacere del libro.




 Biografia e Bibliografia




Nata a Padova nel 1938, è laureata in archeologia, è stata professore di Letteratura italiana moderna e contemporanea all'Università di Padova. È autrice di saggi pionieristici sulla narrativa popolare e d'appendice (Dame, droga e galline. Il romanzo popolare italiano fra Ottocento e Novecento, nuova edizione Unicopli 1986) e sulla "galassia sommersa" delle scrittrici italiane (Dame, galline e regine. La scrittura femminile italiana fra '800 e '900, Guerini 1998).
Attraverso l'opera del grande poeta Daniel Varujan - del quale ha tradotto (con Chiara Haiganush Megighian e Alfred Hemmat Siraky) le raccolte Il Canto del Pane (Guerini 1992) e Mari di grano (Edizioni Paoline 1995)- ha riscoperto la sua profonda e inespressa identità armena. Ha curato un libretto divulgativo sul genocidio (Metz Yeghern. Il genocidio degli Armeni, di Claude Mutafian) e una raccolta di testimonianze di sopravvissuti rifugiatisi in Italia (Husher. La memoria. Voci italiane di sopravvissuti armeni), editi da Guerini. Infine, ha scritto il suo primo romanzo, La Masseria delle Allodole, perché non ha potuto farne a meno. Quei personaggi, quelle persone dal destino incompiuto, erano lì, e l'hanno chiamata.
Hanno voluto essere ascoltati.

Bibliografia

Dame, droga e galline. Il romanzo popolare italiano fra Ottocento e Novecento, Padova, Cleup, 1977.
Dame, galline e regine. La scrittura femminile italiana fra '800 e '900, Milano, Guerini e Associati, 1999.
Hushèr. La memoria. Voci italiane di sopravvissuti armeni, Milano, Guerini e Associati, 2001.
La masseria delle allodole, Milano, Rizzoli, 2004.
Ishtar 2. Cronache dal mio risveglio, Milano, Rizzoli, 2010.
La strada di Smirne, Milano, Rizzoli, 2009.
Il giardino dei girasoli parlanti
Il libro di Mush, Skira narrativa, 2012.
Il calendario dell'avvento, Piemme, 2013.
Il rumore delle perle di legno, Milano, Rizzoli, 2015.
Lettera a una ragazza in Turchia, Rizzoli 2016


Antonia Arslan in Biblioteca
user posted image



Orario di seed 8/20
Banda disponibile:27Kb/s


Le mie releases
user posted image... a chi ha reso possibile la diffusione e condivisione in rete
user posted imageCome chiedere un reseed ...ma...user posted image winky.gif
Lo Scrigno Magicouser posted imageuser posted imageVademecum per il releaser (esperto e meno esperto) di ebook
EdiTNTrice Village


Messaggio modificato da LaCariatide il Nov 14 2017, 07:01 PM

> File Allegato
File Allegato   Antonia Arslan - Lettera a una ragazza in Turchia.torrent
Dimensione: 1 mb
Seeders:7
Leechers: 0
Completati: 636
Data ultimo seed: 2018-02-20 02:35:27
Info_hash: 92793EECD40B7D4EFAE6AA4F11AD146507358900
Visualizza la lista dei peers
Visualizza i dettagli del torrent

"Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che egli passa sotto il vostro tetto." Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto
"Se nell'uomo cerchi il male,senza dubbio lo troverai".A.Lincoln
"Temo il giorno in cui la tecnologia andrà oltre la nostra umanità:il mondo sarà popolato allora da una generazione di idioti". Einstein

Le mie releases
Vademecum per il releaser di ebook
EdiTNTrice Village e l'Editore sei tu!
The Baker Street Irregulars Society
Messaggio Privato
Top
brocs
Inviato il: Nov 14 2017, 05:20 PM
Cita questo messaggio


\"1000rel\"
\"curcoord\"
\"tntripper\"
\"biblioso\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 10276
Utente Nr.: 363298
Iscritto il: 7-November 09





user posted image LaCariatide per la release

user posted image a chi ha contribuito alla condivisione in rete

user posted image



EdiTNTrice Village

Come scrivere un libro,pubblicare e distribuire GRATIS a migliaia di lettori


Sei nuovo del Forum? Visita lo Scrigno Magico
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
lorenzo1964
Inviato il: Nov 14 2017, 11:16 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Contribuenti
Messaggi: 886
Utente Nr.: 774793
Iscritto il: 28-July 12



grazie.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
 

Opzioni Discussione Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

 

Scambio etico - ethic share
 Debian powered site  Nginx powered site  Php 5 powered site  MariaDB powered site  xml rss2.0 compliant  no software patents  no software patents