Tnt village
tntvillage.scambioetico.org · Statuto T.N.T.      Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.

Sostieni movimentopirati.org

 

  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

> Heinrich Böll - Casa senza custode, [Pdf Epub Azw3 - Ita] Romanzo - Narrativa del 900 Germania - Nobel 1972 (Boll)
LaCariatide
  Inviato il: Aug 26 2016, 06:23 PM
Cita questo messaggio


\"1000rel\"
\"residente\"
\"coordinatore\"
\"biblioso\"

Group Icon

Gruppo: Funzionari
Messaggi: 14080
Utente Nr.: 799254
Iscritto il: 2-September 12



Heinrich Böll

Casa senza custode





user posted image




Autore: Heinrich Böll
Titolo: Casa senza custode
Introduzione di Luigi Forte.
Titolo originale Haus ohne huter
Traduzione di Italo Alighiero Chiusano

Lingua: italiano
Genere: racconti
Edizione: Mondadori 1981
Dimensione del file: 1,91 KB
Formato del file: Pdf Epub Azw3




user posted image



Con Casa senza custode, pubblicato nel 1954, Böll ha scritto un romanzo che non tematizza più la guerra, trauma incontrastato della sua primissima narrativa, ma ne scorge i riflessi nella ricostruzione, difficile ed ambigua, del presente. Se l'ottica di Heinrich e Martin diviene uno strumento prezioso per lacerare ogni velo di pietà o di bonaria condiscendenza verso gli adulti, e per cogliere la realtà in una dimensione di straniamento ironico e non di rado grottesco, come nelle scene in cui è protagonista nonna Holstege, questa prosa non intende tuttavia annodare le fila di una storia di adolescenti disadattati o prematuramente coinvolti nella lotta per l'esistenza. Più che sulla loro presenza o sull'incrociarsi dei loro destini, il romanzo è costruito sull'assenza di quei padri "giovanissimi e sorridenti" che dai loro ritratti sembrano esorcizzare un passato inoppugnabile. Appesi da qualche parte e mescolati come reliquie fra amuleti e cianfrusaglie, i volti dei padri efebi, che talora, non a caso, dileguano, come nel sogno di Martin, non sanno irraggiare certezze e i loro sguardi si stemperano in una adolescenza indefinita. Quella loro giovinezza sbiadita e impolverata nei ritratti esprime forse un'umana stagione che vorrebbe rievocare la speranza di un diverso inizio in quei figli la cui fisionomia ed età sembra ad essi così simile.

Veniamo a conoscere una serie di personaggi che Böll tratteggia molto bene. Le due madri naturalmente, ma anche una nonna, e un altro personaggio fondamentale, il più positivo di tutto il romanzo: Alberto, amico fraterno del padre di Martin, che ha condiviso con lui le torture subite dai nazisti per la sua opposizione al regime, l'uomo buono, colui che guarda il prossimo usando la sua fede, peraltro non sbandierata, come lume da far brillare sulla strada e non come torcia per un interrogatorio
Alberto è la figura in cui Böll, in modo fin troppo esplicito, riversa le sue speranze democratiche e il suo bisogno di chiarezza e di moralità. Il presente di Alberto poggia sulla rivisitazione del passato, nel cuore della guerra e del nazismo da lui avversati, nel pensiero della sopraffazione e della violenza.
Ciò che più conta, è che i giovani abbiano preso coscienza della loro situazione, emancipandosi dai legami di un'educazione vuota e d'una religiosità di maniera stemperata in formule. L'ottimismo di Böll non va molto oltre, legato a doppio filo alle esigenze di un realismo che anziché rispecchiare l'esistente, propone ed addita nella coscienza critica la migliore delle medicine.

Il romanzo su Heinrich e Martin, orfani alla ricerca di un'identità morale e sociale, si amplifica così in una storia sulla società tedesca del primo dopoguerra, senza padri, come ricorda un libro di A. Mitscherlich: una casa, dunque, che non può suggerire prospettive e valori, come la classe borghese che l'ha abitata e distrutta. Solo riflettendo sulle vecchie e decrepite strutture, essa avrebbe avuto la possibilità di una rinascita in un reale spirito democratico. La lezione della storia, che ha conosciuto eccìdi e violenze naziste, pervade non solo retrospettivamente queste pagine, ma l'opera intera di Böll, costante e razionale confronto tra distruzione e rinascita, involuzione e democrazia. Le risposte pessimistiche che in questi ultimi decenni egli ha dato, non fanno che rendere più che mai attuale questo lontano romanzo degli anni cinquanta.




 Biografia e Bibliografia




Il 21 dicembre del 1917, quando la Germania di Guglielmo II non ha ancora compreso che di lì a dieci mesi conoscerà una disfatta di proporzioni enormi che porrà fine all'impero austro-ungarico, a Colonia viene alla luce Heinrich Böll. Figlio di Viktor, falegname con la passione delle sculture in legno e di Maria, discendente da una famiglia di birrai, Heinrich seguirà le orme dei genitori nella fede cattolica e nel pacifismo.

Nel 1937 consegue la maturità e, per assecondare il fascino che i libri esercitano su di lui, trova lavoro come apprendista in una libreria, mentre inizia a dare libero sfogo al suo estro letterario. Nel 1939 scrive il suo primo romanzo, "Sul bordo della chiesa" e intraprende gli studi universitari di letteratura e filologia, ma il regime nazista, che lui avversa visceralmente insieme alla sua famiglia, lo obbliga ad imbracciare le armi: combatte per sei anni su vari fronti, dalla Francia fino alla Russia, per finire internato in un campo di concentramento americano nel 1945. Racconterà questa drammatica esperienza ne "Il legato", scritto nel 1948 ma pubblicato postumo negli anni '80, dal quale emerge l'infinita tristezza ma anche la grande rabbia di un giovane costretto a combattere una guerra che aborrisce per conto di un regime che detesta. Unica consolazione in questi anni sono le lettere di Annemarie Cech, una ragazza che conosce sin da quando, bambini, trascorrevano insieme ore ed ore negli spensierati giochi dell'infanzia, e che ha sposato nel 1942.

Tornato a Colonia devastata dai bombardamenti, tira a campare aiutando il fratello che ha seguito le orme paterne come falegname, ma intanto scrive e comincia a pubblicare qualche racconto prima sulla rivista "Karussel", poi sulla "Literarische Revue" e infine sulle "Frankfurter Hefte"; intanto riprende gli studi universitari. Nel 1949 pubblica "Il treno era in orario", ma la conferma della sua notorietà giunge con i venticinque racconti di "Viandante, se giungi a Spa…", del 1950. L'anno successivo è accolto nel "Gruppo 47", affermato consesso intellettuale e letterario, nell'ambito del quale vince un concorso con la satira "La pecora nera".

Negli anni che seguono Heinrich Boll entra nel pieno della sua maturità letteraria, con una produzione intensa e quasi frenetica che si protrarrà fino al 1966. E' del 1953 quella che rimane forse la sua opera più apprezzata, "E non disse nemmeno un parola" che contiene, fra l'altro, i primi accenni polemici verso una Chiesa cattolica che egli vede troppo preoccupata di salvaguardare i rapporti con i poteri politici ed economici e poco attenta alla condizione degli umili. Dopo l'impegnativo "Biliardo alle nove e mezzo", del 1959, nel 1963 pubblica "Opinioni di un clown" che riscuote un successo enorme collocandosi fra le sue opere principali. Le sue condizioni di salute, improvvisamente divenute precarie dal 1966, lo costringono a ridurre notevolmente l'impegno letterario, ma nel frattempo riesce a dedicarsi al radiodramma ed al teatro.

Nel 1971, mentre assume la presidenza del PEN Club internazionale, altro importante consesso di scrittori, pubblica "Foto di gruppo con signora", romanzo anch'esso di grande successo nel quale racconta in maniera realistica e introspettiva la storia della società tedesca dalla fine dell'impero sino alle bordate fortemente innovative della contestazione studentesca degli anni '60. Nel 1972 giunge la più alta gratificazione per uno scrittore, con l'assegnazione del Premio Nobel per Letteratura, ma la sua vena artistica ha ancora molto da offrire, come i romanzi "L'onore perduto di Katharina Blum" (1974), "Assedio preventivo" (1979) e "Donne con paesaggio fluviale" (1985). In questi anni frappone all'attività letteraria un intenso impegno nel movimento della pace. Heinrich Boll si spegne all'età di 68 anni, il 16 luglio 1985, nella sua casa di Langenbroich, nel Nordreno-Westfalia, dove nel 1974 aveva ospitato il dissidente sovietico Alexander Solzhenitsyn.

La sua opera è tutta incentrata sulla vicenda storica della sua Germania dal punto di vista di una generazione, la sua, non più disposta a subire regimi imperialistici e totalitari ma anche incapace di accettare le ipocrisie ed i conformismi della nuova società democratica del post-nazismo.

Opere

Romanzi

1948 - Il legato (Das Vermächtnis), Torino, Einaudi (1983)
1949 - Il treno era in orario (Der Zug war pünktlich), Mondadori
1951 - Dov'eri Adamo? (Wo warst du, Adam?), Bompiani
1952 - L'angelo tacque (Der Engel schwieg), Einaudi (ISBN 88-06-13134-6)
1953 - E non disse nemmeno una parola (Und sagte kein einziges Wort), Mondadori
1954 - Casa senza custode (Haus ohne Hüter), Mondadori
1955 - Il pane dei verdi anni (Das Brot der frühen Jahre), Mondadori
1957 - Diario d'Irlanda (Irisches Tagebuch),
1957 - Die Spurlosen
1959 - Biliardo alle nove e mezzo (Billard um halb zehn), Mondadori
1962 - Un sorso di terra (Ein Schluck Erde)
1963 - Opinioni di un clown (Ansichten eines Clowns), Mondadori
1964 - Lontano dall'esercito (Entfernung von der Truppe)
1966 - Termine di un viaggio di servizio (Ende einer Dienstfahrt), Bompiani
1971 - Foto di gruppo con signora (Gruppenbild mit Dame), Einaudi
1974 - L'onore perduto di Katharina Blum (Die verlorene Ehre der Katharina Blum), Einaudi
1979 - Assedio preventivo (Fürsorgliche Belagerung), Einaudi
1981 - Cosa faremo di questo ragazzo? (Was soll aus dem Jungen bloß werden?)
1982 - Terreno minato (Vermintes Gelände), Bompiani
1983 - La ferita (Die Verwundung)
1985 - Donne con paesaggio fluviale (Frauen vor Flusslandschaft), Einaudi
1998 - Croce senza amore (Kreuz ohne Liebe), postumo, Mondadori

Raccolte di racconti

Viandante, se giungi a Spa... (Wanderer, kommst du nach Spa...), Mondadori
Al di là del ponte
Il camerata coi capelli lunghi
L'uomo dei coltelli
Alzati, su, alzati...
In quel tempo, a Odessa
Viandante se giungi a Spa...
''Una bevuta a Petöcki
La nostra buona, vecchia Renéev
Anche i bambini sono civili
Che baraonda!
Presso il ponte
Distacco
Il messaggio
Sosta a X
Ho riveduto Drüng
I portarancio
Rincontro nel viale
Nell'oscurità
Noi fabbricanti di scope
Una gamba costosa
La morte di Lohengrin
Gli affari sono affari
Appesi all'amo
La mia faccia triste
Candele per Maria

Vai troppo spesso a Heidelberg (Du fährst zu oft nach Heidelberg), Einaudi
Quei tempi là
L'assalto
Mercoledì delle ceneri
Il villaggio rivisitato
Ispezione
Tosse durante il concerto
Il soffitto di allora
Le gambe di mio fratello
La notizia di Betlemme
Il sapore del pane
Finché la morte non vi separi
Cortesia quanto è inevitabile violare la legge
Vai troppo spesso a Heidelberg
La tosse di mio padre
Confessione di un dirottatore aereo
Appuntamento con Margret ovvero: Happy End
Utopie tedesche, I: per Helmut Gollwitzer l'instancabile
Utopie tedesche, II: per Grieshaber

Memorie di un giovane re - Racconti dall'infanzia, Il Nuovo Melangolo
Noi fabbricanti di scope
Anche i bambini sono dei civili
La morte di Lohengrin
Memorie di un giovane re
Daniele il giusto
Nella valle degli zoccoli tonanti

Il nano e la bambola (Erzahlungen 1950-1970), Einaudi

Racconti umoristici e satirici, Bompiani
La bilancia dei Balek
L'uomo che ride
Il destino di una tazza senza manico
L'immortale Teodora
Confessione di un accalappiacani
Gli ospiti sconcertanti
La stazione di Zimpren
La raccolta di silenzi del dottor Murke
Tutti i giorni Natale
Qualcosa accadrà
Diario della capitale
Il cestinatore
La pecora nera

Prigioniero a Parigi e altri racconti, Mondadori
(Il generale)
Compassione
Il caduto
La preghiera
Il fuggiasco
Appuntamento tra le macerie
Veronica
Rivedere B.
L'incidente
Marinare la scuola
Prigioniero a Parigi
Primavera
Per una bambina
Saluto
(Vola, piccola ape)
Contro gli ignari

Visto di transito (Die Fähigkeit zu trauern. Schriften und Reden 1983-1985), Studio Tesi
Ciò che a noi autori manca è l'orgoglio
Cortesia verso Dio
Risposta aperta a naum Koržavin
Visto di transito
La capacità di soffrire
Anche i morti hanno i loro segreti

Cane pallido (Der blasse Hund), Einaudi




Heinrich Böll in Biblioteca



user posted image



Orario di seed 8/20
Banda disponibile:27Kb/s



user posted image


user posted image

EdiTNTrice Village e l'Editore sei tu!


user posted image


a chi ha reso possibile la diffusione e condivisione in rete


user posted image

user posted imageuser posted imageuser posted image


Messaggio modificato da LaCariatide il Aug 26 2016, 06:23 PM

> File Allegato
File Allegato   Heinrich Boll - Casa senza custode.torrent
Dimensione: 2 mb
Seeder:1
Leechers: 0
Completati: 737
Data ultimo seed: 2017-10-17 01:22:06
Info_hash: D1B1FA5E8F3408F3640DE64897B6AC4A70A80A8E
Visualizza la lista dei peers
Visualizza i dettagli del torrent

"Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che egli passa sotto il vostro tetto." Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto
"Se nell'uomo cerchi il male,senza dubbio lo troverai".A.Lincoln
"Temo il giorno in cui la tecnologia andrà oltre la nostra umanità:il mondo sarà popolato allora da una generazione di idioti". Einstein

Le mie releases
Vademecum per il releaser di ebook
EdiTNTrice Village e l'Editore sei tu!
The Baker Street Irregulars Society
Messaggio Privato
Top
ritavi
Inviato il: Aug 26 2016, 07:00 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"1000rel\"
\"biblioso\"

Group Icon

Gruppo: Funzionari
Messaggi: 6255
Utente Nr.: 1158244
Iscritto il: 23-April 14



Grazie a LaCariatide per la release

e grazie a chi ha contribuito alla condivisione in rete

Sposto

user posted image

In alto a dx trovate il nuovo tastino "grazie", per chi non ha necessità di comunicare qualcosa di particolare winky.gif

“Leggo per legittima difesa” (Woody Allen)

Questi sono i libri che finora ho condiviso con voi
Possono aumentare, se mi aiutate a mantenerli in vita con il vostro seed

Sei un nuovo amico del forum ? Hai qualche dubbio ?
Per te c'è lo scrigno magico
e qui la guida indispensabile al releaser di ebook
Messaggio Privato
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
 

Opzioni Discussione Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

 

Scambio etico - ethic share
 Debian powered site  Nginx powered site  Php 5 powered site  MariaDB powered site  xml rss2.0 compliant  no software patents  no software patents