Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
TNTforum > Release Biblioteca > Giorgio Galli - Hitler e il nazismo magico


Inviato da: books il Jan 2 2015, 04:24 AM

HITLER E IL NAZISMO MAGICO
Giorgio Galli

user posted image


Titolo: Hitler e il nazismo magico
Anno: 1989
Genere: Storia contemporanea, Esoterismo
Lingua: Italiano
formato: Html
dimensioni: 192 Kb

Autore:
Laureato in giurisprudenza, docente di Storia delle dottrine politiche presso l'Università degli Studi di Milano, è uno dei più affermati politologi italiani. La sua produzione di storico è orientata prevalentemente alla storia contemporanea italiana, in particolare al secondo dopoguerra. In molteplici scritti ha esplorato con acutezza e rigore scientifico temi di carattere sociologico, ponendo particolare attenzione al connubio tra storia ufficiale ed esoterismo. I suoi lavori si caratterizzano per l'attenzione anche ad aspetti particolari sulla storia delle idee politiche, quali, ad esempio, le radici "magiche" o irrazionali che concorrono a formare l'adesione di massa a determinate ideologie politiche, soprattutto quelle di natura totalitaria.

Estratto:
Questo libro è volto a verificare come frammenti di una cultura che sembrava scomparsa in Occidente dopo la rivoluzione scientifica del Cinque-Seicento e l'illuminismo razionalista dell''Enciclopedia, siano riemersi alla fine dell'Ottocento. Questi frammenti sono stati ricomposti in una sorta di nuova dottrina che risaliva alle più remote origini dell'uomo per ritrovarvi poteri e sapienza andati dispersi. Diffusa da pubblicazioni e da associazioni esoteriche negli Stati Uniti, in Inghilterra e in Francia, questa cultura ha trovato un terreno particolarmente fertile in Germania, ove si collegava allo storicismo romantico da Herder a Schlegel. Una «occulta philosophia» alla Agrippa di Nettesheim ha così prosperato nel paese della filosofia di Kant, di Hegel, di Marx e dello scientismo positivista. Questa filosofia ha contribuito in misura rilevante alla formazione culturale di Hitler e di una parte dell'elite nazista. Ha così esercitato una notevole influenza politica nella crisi tedesca del primo dopoguerra, anche se i suoi sbocchi sono stati determinati da eventi e situazioni ben noti e sostanzialmente chiariti dalla storiografia.
Senza la frustrazione seguita alla sconfitta; senza la crisi economica del 1929, che interruppe un periodo di ripresa; senza le debolezze strutturali del liberalismo tedesco già analizzate da Max Weber; senza la disoccupazione di massa e senza gli errori politici in primo luogo dei comunisti della III Internazionale (la teoria del «social-fascismo»), ma in parte anche della socialdemocrazia (la sottovalutazione dei propositi reazionari dei militari), il nazismo non sarebbe giunto al potere.


Orario di seed e Banda disponibile: senza limiti.

Inviato da: LaCariatide il Jan 2 2015, 08:50 AM
Grazie books, e grazie all'autore della prima condivisione in rete.

user posted image

user posted image

http://forum.tntvillage.scambioetico.org/index.php?showtopic=341607


Inviato da: tarocco136 il Jan 2 2015, 01:57 PM
thankyou shiny.gif

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)