Tnt village
tntvillage.scambioetico.org · Statuto T.N.T.      Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.

Sostieni movimentopirati.org

 

  Discussione chiusaInizia nuova discussione

> Contenzioso con FMP, Sintesi della situazione
Dilling
Inviato il: Apr 30 2011, 09:33 PM
Cita questo messaggio


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8496
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Come molti avranno notato in questo ultimo mese sono sparite dalle ricerche centinaia di release musicali. Questo è accaduto a causa di 4 richieste provenienti da FPM. Visto l'elevato numero di rimozioni da effettuare non è stato possibile fare manualmente tali operazioni e si è provveduto con disabilitazioni di massa. Ad una successiva verifica è stato riscontrato che tra le richieste c'era anche un'opera rilasciata in Creative Commons, opere di etichette giapponesi, bootleg mai pubblicati commercialmente ed altre opere di cui chiaramente FPM non è rappresentante dei diritti di sfruttamento commerciale.

Ho quindi ovviamente cominciato a chiedere spiegazioni ma credo che, piuttosto di fare una sintesi sia meglio rendere pubblico l'epistolario intercorso.

La mattina del giorno 22 marzo ricevo una mail da posta certificata di FPM con una lista di 499 torrent con questa richiesta:

QUOTE (FPM)
Spettabile TNTVillage,

le scriviamo in qualità di rappresentanti di FPM (Federazione contro la Pirateria Musicale), associazione di categoria che rappresenta le principali case discografiche italiane e internazionali, gli artisti interpreti ed esecutori e gli editori musicali.

Vi informiamo che ai  link  riportati nella tabella sottostante, ospitati o in altro modo resi disponibili tramite i vostri server e/o il vostro sito, risulta disponibile materiale audio/video appartenente a ai nostri associati. Tali opere sono protette secondo la vigente normativa nazionale in materia di diritto d’autore e i nostri associati vantano diritti esclusivi su di esse. Vi preghiamo, quindi, di rimuovere o di bloccare l’accesso  a tali opere e di fornirci sollecita conferma dell’avvenuto intervento.

Grazie e cordiali saluti,
Abuse Department – FPM


Tutte le release vengono immediatamente spostate in questo forum, che fino ad ora non era agli utenti accessibile, ed in serata gli rispondo:

QUOTE (Dilling)
Egregi rappresentanti di FPM,

premesso che, come ben sapete, le opere di cui i Vostri associati detengono i diritti di sfruttamento commerciale non sono sui server di cui sono legalmente responsabile, bensì si trovano sui computer degli utenti e che sui siti dei domini di cui sono titolare che non vi è assolutamente nulla di commerciale, vi comunico che, come da statuto che regola la Comunità TNTVillage che prevede su richiesta dei titolari dei diritti la rimozione dei torrent, ho provveduto a bloccare il pubblico accesso alle schede contenenti i 499 torrent presenti nell'elenco che mi avete allegato.

Farò nei prossimi giorni un controllo più approfondito ma da un prima superficiale verifica ho notato che c'è la richiesta di alcuni titoli che non mi appaiono nel catalogo delle etichette da voi rappresentate, per esempio Bob Dylan, a parte rare eccezioni della Sony e Universal, mi risulta prodotto principalmente dalla Columbia (che non vedo tra gli associati rappresentati da FPM), in particolare queste opere:

Bob Dylan Madison Square Garden 31-01-74 evening
Bob Dylan Taormina 28 07 2001
Bob Dylan Wilmington 8 giugno 2004
Bob Dylan Philadelphia 11 Dicembre 1997
Bob Dylan San Francisco 12-11-1980

neppure risultano nella discografia ufficiale e mi risulta che siano stati a suo tempo prodotti da piccole etichette indipendenti e neppure più attualmente in commercio.

In attesa di un riscontro a questa missiva porgo i miei più cordiali saluti.

Luigi Di Liberto
Amministratore tntvillage.org - scambioetico.org - scambioetico.info 


La mattina seguente, 23 marzo, ricevo una seconda mail con una richiesta per altri 317 torrent nella quale mi scrivono:

QUOTE (FPM)
Gent.le Sig. Di Liberto,

la ringraziamo per la sua pronta risposta e cogliamo l’occasione per sottolineare le seguenti osservazioni:

-  Sono tutt’ora disponibili i file torrent indicati nella diffida n. 252-2011. Tali file, risultano essere archiviati e gestiti dal server tracker riferito al vostro servizio. La preghiamo pertanto di intervenire al fine di bloccare l’accesso a tali file come è stato previsto per le schede ospitate sul sito

-  Per quanto riguarda il repertorio di Bob Dylan, le facciamo notare che Columbia è un etichetta di proprietà di Sony Music e che eventuali bootleg, ovvero registrazioni non autorizzate di performance live, anche se uscite dal mercato, sono comunque da ritenersi illecite.

Grazie e cordiali saluti

FPM - Abuse Department


Anche questi topic vengono spostati in questo forum (nel frattempo tutti vengono disabilitati dal tracker) e gli rispondo in questo modo:

QUOTE (Dilling)
Ho intanto prontamente reso indisponibili al pubblico le schede senza la quali le persone non possono scaricare i torrent, cosa questa che credo sia stata la vostra principale priorità. Coloro che trovano i torrent da altre parti o che già stanno condividendo le opere in oggetto, come ben sapete, riusciranno lo stesso, attraverso il protocollo DHT, a continuare le condivisioni anche senza il servizio del Tracker di TNT Village. Insomma, dopo aver prontamente ottemperato alle vostre aspettative principali auspico ora, prima di procedere alla disattivazione dei torrent dal tracker e vista la mole non indifferente di richieste, di poter avere il tempo necessario (almeno la settimana in corso) per poter fare una accurata verifica sul fatto che la titolarità dei diritti siano effettivamente dei Vostri Associati.

Cordialmente,
LDL


Il giorno 24 marzo comincio a rendermi conto che hanno richiesto rimozioni di cui non avevano titolarità, quindi il giorno seguente gli scrivo:

QUOTE (Dilling)
Alla Spett.le FPM
e P.C. Avv Carlo Blengino,

I file torrent non sono più disponibili al pubblico e non sono più serviti dal tracker in servizio sul server e dominio di cui sono amministratore, basta che provate a lanciarli per vedere che l'announce risponde unregistred, non mi risulta che ci sia qualcosa di illecito detenere indisponibili al pubblico file di questo genere.

Approfitto per segnalarvi che tra le richieste di rimozione Infringement Notice - ref: 261-2011 è stata inserita anche scheda e il torrent http://forum.tntvillage.scambioetico.org/t...amp;id=11840199 relativi a "Fronte Popolare per la Musica Libera -
Liberalarte!3".
Questa opera mi risulta rilasciata con licenza CC disponibile su Jamendo http://www.jamendo.com/it/album/34488e mi piacerebbe conoscere quale tipo di diritti siano stati lesi e per conto di chi è stata chiesta questa rimozione, gradirei anche saper per conto di quale etichetta musicale vostra associata viene richiesta la rimozione della discografia 1985-2002 degli HELLOWEEN,

Nelle richieste di rimozione Infringement Notice - ref: 252-2011 è invece presente "EVANGELION 1.0: YOU ARE (NOT) ALONE" di Shiro Sagisu, album prodotto dalla King Records che ancora mi risulta etichetta indipendente e non tra le vostre associate.

Queste comunque sono solo le prime incongruenze che che ho rilevato da una prima sommaria verifica e mi riservo di chiedere ulteriori spiegazioni.

In attesa di vostri chiarimenti rinnovo i miei più cordiali saluti.

LDL


Nella stessa giornata del 25 marzo mi inviano una terza richiesta di rimozioni e replicano questo modo:

QUOTE (FPM)
Spett.le TNTVillage,
Per quanto riguarda la presenza dei torrent sul vostro server, non possiamo che ribadire la richiesta di sollecita eliminazione degli stessi. I file, infatti NON sono "indisponibili al pubblico" come voi sostenete nella vostra risposta ma possono essere direttamente scaricati dai vostri server da qualsiasi utente mediante link diretto.

Per quanto riguarda la King Records si tratta di un'etichetta aderente a RIAJ, associazione di categoria dell'industria discografica giapponese. RIAJ è membro di IFPI,la Federazione Internazionale dei Produttori Fonografici. IFPI è uno dei membri fondatori di FPM.

Per quanto riguarda gli Helloween, il gruppo ha pubblicato con EMI
(membro di FPM) e con Sanctuary Records (Castle Communication e Noise
Records), etichetta oggi di proprietà di Universal Music (membro di
FPM)

Per quanto riguarda "Fronte Popolare per la Musica Libera - Liberalarte!3", si tratta di un errore nelle operazioni di compilazione della lista di richieste di eliminazione del quale ci scusiamo.

Cordialmente

FPM - Abuse Department


Il giorno 28 marzo gli scrivo:

QUOTE (Dilling)
Spett.le FPM,

Nel confermarvi il ritiro dall'accesso pubblico delle schede contenenti i torrent che ritenete illeciti e la loro disabilitazione dai servizi del tracker installato nel server di cui sono responsabile, vi comunico che per quanto riguarda la cancellazione dei torrent da voi richiesta essa non può al momento essere accolta in quanto, non essendo più pubbliche le schede con i file .torrent allegati, gli utenti della Rete non possono usufruire dei link da voi segnalati e non avrebbe in questo modo a perpetuarsi quello che voi ritenete illecito , nonostante non ci sia mai stata in Italia, per quanto di mia conoscenza, una condanna per questo genere di ipotesi di reato nei confronti di qualche amministratore di siti come TNT Village.

Su questo specifico argomento della rimozione dei torrent ho dato incarico al mio legale di fiducia, Avv. Carlo Blengino del Foro di Torino che ci legge per conoscenza ed ha avuto copia di tutto l'epistolario finora tra noi intercorso, di valutare la consistenza sulla legittimità di tale richiesta, per cui solo dopo questo primo parere legale ne trarrò le mie personali valutazioni "politiche" sull'opportunità di accogliere anche questa richiesta, in particolare a fronte del fatto che già avete commesso l'errore di richiedere la rimozione di un torrent del tutto legittimo, come da voi stessi ammesso, ed altri su cui continuo a nutrire la vostra legittimità nel richiederne la rimozione.
Che FPM sia una Associazione nata con il patrocinio di IFPI e FIMI non mi pare motivazione valida per inserire d'ufficio tra i tutelati di FPM tutti gli aderenti a queste Organizzazioni, ma anche questo è tema di cui l'Avv. Blengino si farà carico di chiarirmi l'effettiva situazione legale.

Per quanto riguarda l'affermazione da voi fatta nelle intercorse missive sul fatto che i bootleg siano illegali potrebbe anche essere vero, benché ricordo una sentenza USA del 2004 che dichiarava legittime addirittura della vendita di tali opere, quello che non mi torna chiaro è per conto di
chi mi chiedete queste rimozioni quando non sono pubblicazioni di nessuna etichetta discografica o di produttori di opere audiovisive musicali. A mio modesto avviso, la titolarità di queste richieste, se fossero ritenute lesive dei loro interessi economici, spetterebbe agli artisti e non ai loro partner commerciali delle altre loro attività. Per questo motivo continuo a nutrire dei seri dubbi sulla liceità delle vostre richieste in merito a tali opere, così come li nutro nel merito delle seguenti richieste (ma ancora non ho finito di vagliare approfonditamente tutte le schede attualmente ritirate al pubblico) che vado di seguito ad elencare:

- STEFANO BOLLANI - JAZZ ITALIANO LIVE 2006
questo CD è stato prodotto dal Gruppo Editoriale L'Espresso (Azienda Speciale Palexpo) che non credo abbia nulla a che fare con FPM ne abbia correlazioni con qualcuno degli associati;

- Concerto 1° Maggio 2009
é una registrazione della RAI e credo che sia eventualmente la RAI. o qualcuno degli artisti presenti in quella parte di registrazione, poiché non si tratta di tutta la manifestazione, a doverne chiedere la rimozione;

- Verdena - Live @ Radio1
questa e la registrazione di una intervista e live unplugged di Radio1 della durata di 15 minuti, in cui (da quanto scritto nella scheda di presentazione) l'autore esegue tre brani dal vivo accompagnandosi con la chitarra, credo quindi che dovrebbe essere eventualmente l'artista o Radio1 a sentirsi lesi e chiederne la rimozione.

Nel porgervi i saluti vi sarei grato se, nel prosieguo dell'epistolario, chi scrive volesse, anche se a nome del dipartimento FPM, inserire il suo nome e cognome in modo da intestare queste mail in modo più consono, così come gradirei che continuaste voi ad intestare le mail a Luigi Di Liberto.

Cordialmente,

LDL


Il giorno 5 aprile mi inviano una ulteriore richiesta di rimozioni torrent e rispondono in questo modo:

QUOTE (FPM)
Spettabile TNTVillage,

riscontriamo le Vostre ultime comunicazioni con l’intento di chiarire in via definitiva i quesiti da Voi sollevati, in particolare per quanto riguarda la legittimazione di FPM e le attività richieste ad un provider del Vostro tipo.


Per quanto riguarda il primo punto, osserviamo che FPM - Federazione contro la Pirateria Musicale è un’associazione senza fine di lucro che ha come soci IFPI, International Federation of the Phonographic Industry, l'organismo internazionale di rappresentanza dell’industria discografica con sede a Londra e FIMI, Federazione dell'Industria Musicale Italiana, omologo organismo di rappresentanza a livello italiano.

FPM ha il precipuo scopo statutario di: “

a) assumere, in Italia ed anche all’estero, tutte le iniziative utili o necessarie a contrastare il cosiddetto fenomeno della “pirateria musicale”, con un particolare riguardo:

· alla tutela contro la illegittima riproduzione di registrazioni fonografiche e/o l’illegittimo sfruttamento o commercializzazione di registrazioni fonografiche contraffatte;

· alla tutela contro l’abusivo noleggio, prestito ed utilizzazione di prodotti fonografici;

· alla tutela contro le illegittime registrazioni delle prestazioni artistiche degli interpreti esecutori;

· alla tutela dei diritti connessi di utilizzazione secondaria dei fonogrammi (di cui agli articoli 73 e 73bis della legge n. 633/1941);

più in generale, alla tutela di ogni altro diritto (presente o futuro) spettante ai produttori di fonogrammi ed agli artisti, interpreti ed esecutori;

b) operare in tutte le competenti sedi giudiziarie, civili e penali, per il conseguimento degli scopi elencati nella lettera a) che precede; in tale ambito l’Associazione potrà, a titolo esemplificativo, promuovere giudizi civili, chiedere l’emissione di misure cautelari, presentare denunce o esposti, costituirsi parte civile nei procedimenti penali per reati che ledano gli interessi dei membri o dei loro rispettivi Associati, con particolare riguardo alla lotta contro la pirateria musicale”.


Nel caso di upload e distribuzione di contenuti musicali senza le necessarie autorizzazioni possono venire in considerazione le ipotesi di reato previste dall’art. 171 l. 633/1941 (secondo cui “Salvo quanto disposto dall'art. 171-bis e dall'articolo 171-ter è punito con la multa da euro 51 a euro 2.065 chiunque, senza averne diritto, a qualsiasi scopo e in qualsiasi forma: [omissis] a-bis) mette a disposizione del pubblico, immettendola in un sistema di reti telematiche, mediante connessioni di qualsiasi genere, un'opera dell'ingegno protetta, o parte di essa”) ovvero anche – ricorrendo il fine di lucro – dall’art. 171ter co. 2 l. 633/1941 (secondo cui “È punito con la reclusione da uno a quattro anni e con la multa da da euro 2.582 a euro 15.493 chiunque: [omissis] a-bis) in violazione dell'art. 16, a fini di lucro, comunica al pubblico immettendola in un sistema di reti telematiche, mediante connessioni di qualsiasi genere, un'opera dell'ingegno protetta dal diritto d'autore, o parte di essa). Fra l’altro, per quanto concerne la ricorrenza del fine di lucro, Le ricordiamo che sulla base dei precedenti giudiziali del caso “Pirate Bay” non pare potersi a priori escludere l’esistenza di tale fine quando il sito che mette a disposizione i contenuti non autorizzati richieda e riceva donazioni dal pubblico. In ogni caso, anche ove si trattasse unicamente delle violazioni di cui all’art. 171 l.a., trattandosi di violazioni penali, certamente FPM sarebbe legittimata ad agire sia in sede civile sia in sede penale, in quanto – come correttamente stabilito da giurisprudenza ormai consolidata – l’associazione ha subito un danno che coincide con la lesione dell’interesse preso a cuore come scopo specifico dell’associazione e che la stessa ha assurto a ragione stessa della sua esistenza. Ne consegue che a maggior ragione FPM è soggetto legittimato ad inviare le diffide che occupano. Senza contare che FPM è altissimamente rappresentativa dei titolari dei diritti connessi su opere musicali, come a Voi ben noto.


Per quanto riguarda il secondo punto, Le facciamo presente che – alla luce anche della giurisprudenza più recente, come in particolare l’ordinanza del Tribunale di Roma del 22 marzo 2011 nel caso PFA/Yahoo, oltre all’ordinanza del medesimo Tribunale del 15-16 dicembre 2009 nel caso RTI/YouTube – non opera l'esenzione da responsabilità del provider quando quest'ultimo sia consapevole della presenza di materiale sospetto e si astenga dall'accertarne l'illecito inserimento e dal rimuoverlo. Nel caso RTI/YouTube ora citato, in base a tali principi, il giudice ha ordinato al titolare dei siti l'immediata rimozione dai server e l'immediata disabilitazione all'accesso di tutti i contenuti riproducenti l’opera protetta oggetto di causa, inibendo altresì il proseguimento della violazione dei diritti di utilizzazione e sfruttamento economico del programma predetto. In questo senso ha statuito anche l’ordinanza romana del caso PFA/Yahoo, secondo la quale il service provider, una volta informato della violazione, è posto in condizione di porre fine alla continuazione o alla ripetizione della violazione dei diritti sull’opera protetta oggetto di causa, e deve dunque esercitare un controllo successivo sugli illeciti, effettuando la rimozione a tutti i collegamenti diversi da quelli in violazione dei diritti segnalati. Alla luce di questa giurisprudenza il service provider, informato dal soggetto legittimato attivamente delle condotte illecite, deve attivarsi prontamente per eliminare i materiali/i link/i contenuti che costituiscono la violazione, la rendono possibile o la facilitano, e deve altresì attivarsi affinchè tali materiali/link/contenuti non siano nuovamente caricati e/o comunque resi disponibili tramite i suoi servizi, anche tramite link o indirizzamenti diversi.


Dobbiamo altresì sottolineare che – secondo le nostre analisi – la Vostra attività a seguito delle nostre diffide si è per il momento limitata a disabilitare l’accesso ai link o agli indirizzamenti che consentono lo svolgimento delle attività illecite a coloro che effettuino oggi delle ricerche nel Vostro sito (nel caso che occupa, i torrent relativi ai contenuti in violazione). Tali torrent sono tuttavia tuttora conservati nel Vostro server, così che gli utenti a conoscenza dei medesimi (per esempio per precedenti utilizzazioni), così come quelli che accedono alla copia cache ad essi relativa (tuttora rintracciabile attraverso i motori di ricerca) sono sempre in grado - tramite il Vostro server ed i Vostri torrent - di accedere ai contenuti in violazione. Ciò costituisce indubbiamente una perdurante grave violazione dei diritti dei soggetti rappresentati da FPM, che Vi intimiamo di cessare immediatamente.


Notiamo infine che nella valutazione della condotta di un service provider va dato rilievo ad una serie di elementi, atti a dimostrare la buona fede e l’applicazione dei parametri della correttezza professionale. Fra questi Vi è anche l’effettiva collaborazione alle legittime richieste dirette ad ottenere l’eliminazione, l’inibizione o la prevenzione di condotte obiettivamente illecite, come quelle che occupano. Ora – a tacere della Vostra arbitraria indicazione di 18 mesi per la rimozione dei contenuti illeciti, che è già sintomo di un chiaro intento illecito (e su cui ci riserviamo comunque ogni diritto ed ogni azione) - non possiamo non sottolineare che ci attendiamo da Voi per il futuro quantomeno una pronta e leale collaborazione finalizzata alla pronta ed effettiva totale rimozione (e non semplice disabilitazione) dei torrent in violazione da noi segnalati, così come alla prevenzione del caricamento di ulteriori simili torrent, richiedendoVi espressamente di astenerVi da richieste nei nostri confronti che appaiano chiaramente ultronee o di evidente intento defatigatorio (il che di per sé stesso sarebbe ulteriore e gravissimo indice del Vostro intento di perseverare nell’illecito, creando al soggetto segnalante tali e tante difficoltà nella segnalazione, da rendere evidente che la Vostra iniziativa intende di fatto ostacolare e/o comunque impedire la rimozione dei torrent illeciti).

Cordialmente

FPM - Abuse Department


Essendo convocati noi di ScambioEtico per il giorno 12 aprile da AGCom, per l'audizione nel merito dei lineamenti di provvedimento concernente l’esercizio delle competenze dell’Autorità nell’attività di tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica da essi proposto, capirete il perché (dopo tali minacce insite nella missiva, la richiesta di fare in modo che altri torrent relativi alle opere già rimosse non fossero più dagli utenti caricati nonché il tono con cui hanno evitato di dare le spiegazioni sollecitate invitandomi a non insistere più con richieste di ulteriori chiarimenti), anche su consiglio di altri, ho evitato del tutto di rispondere, neppure per confermare l'avvenuta rimozione dei topic e disabilitazione dei torrent resi non più scaricabili.

Il giorno 12 aprile, proprio mentre eravamo in attesa dell'audizione di AGCom nel loro salone, apro la posta elettronica e trovo 2 nuove richieste di rimozione, una per alcune centinaia di torrent relativi ad opere musicali e l'altra per 20 torrent relativi a videogiochi con la seguente nota:

QUOTE (FPM)
Spettabile TNTVillage,

le scriviamo in qualità di rappresentanti di FPM (Federazione contro la Pirateria Musicale), associazione di categoria che rappresenta le principali case discografiche italiane e internazionali, gli artisti interpreti ed esecutori e gli editori musicali.

FPM, inoltre, avendo AESVI (Associazione Editori Software Videoludico Italiana) aderito in qualità di membro di FPM a partire da Ottobre 2010, rappresenta alcune fra le maggiori aziende produttrici di videogiochi.

Vi informiamo che ai  link  riportati nella tabella sottostante, ospitati o in altro modo resi disponibili tramite i vostri server e/o il vostro sito, risulta disponibile materiale audio/video appartenente a ai nostri associati. Tali opere sono protette secondo la vigente normativa nazionale in materia di diritto d’autore e i nostri associati vantano diritti esclusivi su di esse. Vi preghiamo, quindi, di rimuovere o di bloccare l’accesso  a tali opere e di fornirci sollecita conferma dell’avvenuto intervento.

Cordialmente

FPM - Abuse Department


A questo punto ho ritenuto che non sia più possibile con costoro dialogare ed ottemperare supinamente alle loro richieste, non ho fatto le rimozioni e non gli ho risposto.

Il giorno 27 aprile mi hanno scritto questo:

QUOTE (FPM)
Spett. le TNTVillage,

vi segnaliamo che a tutt’oggi i torrent segnalati nel messaggio allegato, non sono stati rimossi.

Vi preghiamo di provvedere al più presto alla rimozione degli stessi.

Cordiali saluti

FPM - Abuse Department


Io gli ho replicato

QUOTE (Dilling)
Egregi signori di FPM,

premesso che:

- fino a prima di questa richiesta ho effettuato le rimozioni e solo dopo ho chiesto dei chiarimenti;
- nella richiesta di rimozioni #340 non avete fornito le spiegazioni da me sollecitate in riferimento a rimozioni di cui ritengo i vostri associati non sono titolari dei diritti;
- presupponete che le mie richieste siano stressanti e le prefigurate come perniciose;
- nella stessa richiesta #340 mi "minacciate" di azione legale e pretendete che io debba garantire che altri torrent che puntano alle opere già rimosse non siano in futuro caricati;

considerato che non è il timore dell'azione legale che mi preoccupa e che voglio evitare di scrivere risposte inappropriate, ho delegato l'Avvocato Carlo Blengino a risponderVi.

Cordiali saluti,
LDL


In sostanza se hanno deciso di rompere la tregua che durava da 6 anni, con la limitazione dei 18 mesi e le rimozioni di torrent per opere che potevano eventualmente avere una qualche riscontro commerciale considerevole e vogliono ignorare che deve essere trovato un bilanciamento dei diritti previsti dall'articolo 27 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, allora se ne assumono la piena responsabilità politica. Per quanto mi riguarda, a questo punto, sono disposto a passare all'azione legale per vedere se in Italia ci sarà una sentenza come quella della Svezia oppure ce ne sarà una come quella della Spagna o del Regno Unito.

Per gli utenti, così come per il caso Colombo, TPB, Oink etc, non sono prevedibili problemi di alcun tipo.


Posterò su questa discussione gli aggiornamenti non appena ce ne saranno.
Gli iscritti al forum che vogliono discutere nel merito di questa faccenda lo pooosono fare in questa

discussione

Fai quello che puoi...
saranno quelli che c'è lo faremmo.
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Dilling
Inviato il: May 2 2011, 02:11 PM
Cita questo messaggio


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8496
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Mi è arrivata questa nuova mail:

QUOTE
Spettabile TNTVillage,

In attesa della risposta del Suo legale, La invitiamo comunque a rimuovere i link segnalati in precedenza e alleghiamo una nuova lista di torrent che fanno riferimento a opere non autorizzate per i quali vi chiediamo l’eliminazione.

Grazie e cordiali saluti,
Abuse Department – FPM


Segue l'elenco delle release per ordine alfatico da Nirvana - Best Of The Best a ZZ Top - Studio Album Discography 1970-2003 per un totale circa 280 titoli


Ho girato la mail a Blengino e ovviamente non rimuovo e non gli rispondo

Fai quello che puoi...
saranno quelli che c'è lo faremmo.
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Dilling
Inviato il: May 2 2011, 03:52 PM
Cita questo messaggio


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8496
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Non le ho controllate tutte ma tra queste ultime richieste di rimozione c'è anche questa release, e da ricerche fatte non mi pare che ci sia un DVD commerciale di questo concerto

http://forum.tntvillage.scambioetico.org/t...showtopic=63663

Questo dovrebbe essere un bootleg

http://forum.tntvillage.scambioetico.org/t...showtopic=73310

ho grosse perplessità per questa

http://forum.tntvillage.scambioetico.org/t...howtopic=192245
che sembra prodotta da questa associazione
http://www.musicainculla.it/le_associazion...o_girotondo.asp
_______________________________

Se avete voglia di spulciare tra queste release per trovare qualcosa di palesemente contestabile vi ringrazio della buona volontà e vi invito a segnarmelo con un messagio privato smile.gif

Fai quello che puoi...
saranno quelli che c'è lo faremmo.
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Dilling
Inviato il: May 8 2011, 08:21 PM
Cita questo messaggio


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8496
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Ho ricevuto ora questa segnalazione

QUOTE
Ciao Dilling,
    la mia release PolifonicoMonteforte

era inclusa nella lista o è stata eliminata nella cancellazione massiva?

Sono un po' perplesso, a dire il vero, perché si tratta di registrazioni amatoriali di brani fatti su armonizzazioni ispirate a brani di De André, ma le armonizzazioni sono originali e l'autore mi ha consentito di pubblicarle...


Questo è un'altra palese constatazione che hanno fatto delle richieste per le quali non avevano nessun titolo e che porta altra acqua al mulino del fatto che ho fatto bene a sospendere le rimozioni.

Fai quello che puoi...
saranno quelli che c'è lo faremmo.
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Dilling
Inviato il: Jun 18 2011, 09:47 PM
Cita questo messaggio


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8496
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Segnalo di aver delegato l'avvocato Carlo Blengino a proseguire la discussione sui criteri qui di seguito elencati non ho più ricevuto altre comunicazioni da FPM.

Premesso che TNT è costituito da una comunità di utenti che, per dare attuazione ai diritti costituzionali riconosciuti in Europa, senza alcun fine di lucro o anche solo di profitto, nel condividere opere della cultura moderna viola potenzialmente il diritto d'autore. Gli utenti pongono a disposizione di altri utenti opere tutelate (per la verità qualsiasi opera è tutelata!), nella convinzione: A) che tale messa in condivisione costituisca l'unica via per consentire l'accesso ad opere in gran parte non più reperibili (o non facilmente) reperibili sul mercato a condizioni eque; B) che i diritti di sfruttamento economici su tali opere non siano di fatto più in grado di fruttare agli autori apprezzabili renumerazioni (tant'è che non sono in molti casi reperibili nella distribuzione ufficiale ed è prevista una ampia finestra convenzionale); C) che la diffusione di tali opere costituisca vantaggio per gli autori stessi, che vedono le loro opere fruite e riscoperte dagli utenti con inevitabili ritorni economici; D) che non esiste alternativa lecita alla legittima fruizione e comunicazione della cultura.

1) Se il titolare di un diritto di sfruttamento chiede la rimozione, avendo autonomamente e concretamente valutato che la condivisione tra utenti privati costituisce per la sua opera un danno nello sfruttamento economico in atto, TNT riconosce la legittimità della richiesta e opera di conseguenza con la rimozione.

2) Per quanto detto nella premessa, che si ritiene esser circostanza incontestabile e legittima, solo il titolare del diritto può valutare la sussistenza di un danno che sia per Lui prevalente sui benefici derivanti dalla condivisione, e dunque, richieste prive di tale concreta valutazione, avanzate in blocco, non dai titolari ma da associazioni di categoria che si surrogano in toto ai singoli titolari nella concreta gestione delle privative, appare fatto inaccettabile, che scardina ed abbatte ogni equilibrio tra titolari e fruitori (cittadini-utenti).

3) Le liste infinite di torrent che puntano a opere certamente autorizzate alla condivisione ovvero pacificamente estranee alle possibili privative in capo a titolari di soli diritti connessi, inviate da soggetti che certamente non hanno la titolarità di tali diritti, a meno di non ipotizzare la creazione di una concentrazione di imprese contraria a qualsivoglia regola di mercato e attenzionabile dall'Antitrust, rende le richieste inidonee a conferire ai contenuti citati l’attestato di illiceità che obbliga ad attivarsi per la rimozione, concludendo con o la smettete o ne riparliamo nelle competenti sedi giudiziarie.

Fai quello che puoi...
saranno quelli che c'è lo faremmo.
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Dilling
Inviato il: Mar 30 2012, 09:16 AM
Cita questo messaggio


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8496
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Anche chi arriva su TNT da poco la storia c'è con la "rassegna", tra il 22 marzo e 27 aprile 2011 che "rompere" il nuovo rapporto con la FPM.

Il 19 dicembre l'avvocato Blengino mi avviva una cosa:

QUOTE
Ciao,
potresti mica chiamarmi domani in mattinata in studio? Ho avuto contatti con Signorelli di FPM e dovrei parlarTi con una certa urgenza.

Grazie mille


Sapete che era ha 50 giorni dal mio ITCUS quindi abbiate pazienza... biggrin.gif

QUOTE
Ciao Carlo,
ho ospedale dal Firenze (risistemato, dello Congresso di Radicali Italiani, Chianciano) che il 01/11 tra il 5/11 e dori a Bra

Come che mi statti che male tragedia logopedia come tutto i mette tu i DX che sto un più di bene ma mesi di 4/6

Copiare senti Pino, se ti stara nel tuo studio come meglio ma ho vi ho virente ma stkrriare....

Ciao.
Gino


QUOTE
Ok.
Non ti preoccupare. Sento Pino.
Poi ti aggiorno.
Un abbraccio e spero di vederti presto al 100%
Carlo


Pino non mi da' notizie fino a quanto il giorno arriva una cosa

QUOTE
Infringement Notice (Ref:  374-2012)

Abuse Contact
Tntvillage.org
E-mail: sdipietro@me.com

Milano, 7 Marzo 2012

Spettabile TNTVILLAGE/SCAMBIOETICO,
Vi scriviamo in qualità di rappresentanti di FPM (Federazione contro la Pirateria Musicale), associazione di categoria che rappresenta le principali case discografiche italiane e internazionali, gli artisti interpreti ed esecutori, l'industria audiovisiva (FAPAV), l'industria video ludica (AESVI) e gli editori musicali (FEM), e che ha come obiettivo principale quello di combattere il fenomeno della pirateria.

Abbiamo riscontrato che sul Vostro sito, vengono indicizzati e proposti file torrent che consentono lo scambio/download di contenuti musicali di titolarità esclusiva dei nostri associati (segue lista).

Vi invitiamo pertanto formalmente a disabilitare l’accesso alle relative pagine nonché a rimuovere i file con estensione .torrent dai Vostri server senza ulteriore indugio e a volercene dare conferma immediata, segnalandoVi sin da ora che in caso di mancato riscontro ci riserviamo di adire senza ulteriore preavviso l’autorità giudiziaria per la tutela dei diritti di FPM e dei propri associati.

In attesa di un Vostro sollecito riscontro,  rimaniamo a vostra disposizione per qualsiasi altra informazione.
Cordiali saluti

FPM - Abuse Department


C'era la lista delle release che a questi io non ci parlo. In sostanzia con Blengino ho avuto delle mail e che vuole io vado al tuo studio, me per ora non serve, e il giorno 28 marzo inoltra la mail di FPM

QUOTE
Che si fa?
C.
_______________________

>Caro Carlo,
>spero tutto bene.

>Solo per informarti, qualora non lo fossi già, che abbiamo provveduto a  inviare una lista di torrent/pagine da rimuovere al nuovo intestatario di >tntvillage.org, come da tuo suggerimento.
>
>E' seguito uno scambio tra il sig. Di Pietro e noi (di seguito) e ad oggi, nonostante abbiamo inviato la medesima diffida al Sig. Di Liberto, non ci risultano risposte in merito e pertanto i contenuti permangono sul portale tntvillage/scambioetico.

>Francamente dopo aver tentato ogni approccio più collaborativo possibile, >seguendo i tuoi consigli e
chiedendo esclusivamente rimozioni selettive, essendoci sempre dimostrati disponibili a cercare soluzioni condivise, la situazione comincia a non essere più sostenibile.

>Possiamo parlarne nuovamente? Attendo tue info in merito

>Ti ringrazio,
>Marco


Non so chi è questo Marco di avvocato di FPM e io mando la mail a Carlo di ieri:

QUOTE
Di Pietro non centra con il sito scambioetico,org e non ha un incarico, tntvillage.org con quel dominio a none di Silvetro non ha nessun torrent.

Lo sai che io, dopo le angherie di FPM, non ho intenzione di cancellato i torrent, questi in civile non ho soldi e in penale sono cazzi della FPM, quindi, comunque, civile/penale come avviano una causa per la musica io toglio i 18 mesi e metto solo 1 giorno, ma gli faccio la guerra tra i magnet, osiris, i2p e su tutti un torrent con i database dei torrent e uguale tutti il sito (riserche progetti etc ma senza gli account) che non ha idea la rivoluzione.

Ciao,
Gino


Questo è lo "stato dell'arte".

Fai quello che puoi...
saranno quelli che c'è lo faremmo.
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
 

Opzioni Discussione Discussione chiusaInizia nuova discussione

 

Scambio etico - ethic share
 Debian powered site  Nginx powered site  Php 5 powered site  MariaDB powered site  xml rss2.0 compliant  no software patents  no software patents