Tnt village
tntvillage.scambioetico.org · Statuto T.N.T.      Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.

Sostieni movimentopirati.org

 

  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

> Nicolas de Malebranche - Opere, [Pdf - Ita Fra] Classici della filosofia moderna
pietrolonghi
  Inviato il: Jul 9 2011, 11:50 AM
Cita questo messaggio


\"250rel\"

Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1012
Utente Nr.: 452618
Iscritto il: 12-May 10





user posted image



Nicolas de Malebranche


OPERE


Testo italiano e francese




Noi percepiamo per se stessi gli oggetti che sono fuori di noi.
Vediamo il sole, le stelle e una infinità di cose fuori di noi;
ma non è verosimile che l'anima esca dal corpo e vada,
per così dire, a passeggio nei cieli per contemplarvi quei corpi.
Essa non li vede dunque per se stessi: e l'oggetto immediato
della nostra mente, quando vede il sole, per esempio,
non è il sole ma qualche cosa che è intimamente unita
all'anima nostra, ed è ciò ch'io chiamo «idea».
Per questa parola dunque io non intendo altro se non ciò
ch'è l'oggetto immediato, o il più prossimo dello spirito
quando esso percepisce qualche oggetto.

(Malebranche, Recherche de la vérité )





user posted image




DATI



Autore: Nicolas de Malebranche
Titolo: Opere
Lingua Italiano, Francese
Numero dei files 4
Formato Pdf
Dimensioni complessive dei files 102 MB




CONTENUTO


La ricerca della verità, 1983

a cura di Maria Garin


De la recherche de la vérité (2 voll.), ediz. 1688


Colloqui sulla metafisica, sulla religione e sulla morte, 1963

a cura di Romeo Crippa





DESCRIZIONE


Punto centrale della filosofia di Malebranche è il problema della contemplazione, da parte dell'uomo, delle idee in Dio. Alla formulazione più matura di questo problema Malebranche era giunto attraverso Cartesio, interpretato alla luce della tradizione platonica e agostiniana. In Cartesio infatti Malebranche trovò quel principio fondamentale che è alla base non solo della Recherche de la vérité (1674-75; Ricerca della verità), la sua opera più importante, ma anche degli altri suoi scritti (Traité de la nature et de la grâce, 1680, Trattato della natura e della grazia; Méditations chrétiennes et métaphysiques, 1683, Meditazioni cristiane e metafisiche; Traité de l'amour de Dieu, 1697, Trattato dell'amore di Dio). Secondo tale principio, l'uomo conosce immediatamente l'idea. Ma siccome le idee non possono essere prodotte né da ipotetiche cose esterne né dall'anima (Dio solo ha la potenza di creare), bisogna concludere che la conoscenza essenzialmente è visione delle idee in Dio; pertanto Dio stesso è il principio della conoscenza. È Dio colui che illumina, nella misura in cui l'evidenza della verità coincide con la presenza di Dio. Se Dio non fosse, tutto non sarebbe che caos incomprensibile. Tutto invece riposa in una sostanza intelligibile che si rivela nei principi universali e nelle leggi necessarie, e tutto quindi esige la presenza di Dio. Perché Dio è l'infinito che contiene gli archetipi di ciò che è e di ciò che potrebbe essere. Così Malebranche sembra avvicinarsi ad Agostino e a Platone piuttosto che a Cartesio. Dio gli appare infatti non più come il semplice “garante” dei principi e delle leggi, ma come la “sostanza” stessa di questi principi e di queste leggi. Ma se tutto ciò che noi conosciamo è conosciuto in Dio, ed è conosciuto in qualità di natura divina, come si può parlare ancora di res extensa, di realtà corporea, esterna all'anima? Questa obiezione che già Malebranche si era sentito muovere da un suo acuto interlocutore, J. Dortous de Moiran, gli fu rivolta anche da Berkeley. Rispondendo Malebranche afferma che le cose che sono oggetto di percezione da parte dei sensi devono intendersi come le cause occasionali di un movimento che ha in Dio il primo motore, la causa prima (di qui il termine “occasionalismo” dato al pensiero di Malebranche). La concezione di Malebranche sfocia nella tesi dell'assoluta passività delle nature e nell'attribuzione a Dio di ogni efficacia causale: non vi è nessun rapporto tra un corpo e l'altro, tra un corpo e uno spirito, fra spirito e spirito, se non istituito da Dio; la stessa questione dell'influsso del corpo sull'anima è spiegata da Malebranche nel senso che Dio in occasione di movimenti corporei suscita nell'anima pensieri corrispondenti e viceversa. A Cartesio, che aveva ridotto Dio a ipotesi filosofica, Malebranche oppone Dio come vita stessa del cosmo, origine e sostanza di esso. Ecco perché egli pone l'imperativo etico fondamentale nell'amor di Dio.




L’AUTORE

da Wikipedia


Nicolas Malebranche (Parigi, 6 agosto 1638 – Parigi, 13 ottobre 1715) è stato un filosofo e scienziato francese . Religioso appartenente alla congregazione dell' Oratorio di Gesù e Maria Immacolata di Francia, inizialmente studioso del pensiero di Agostino d'Ippona, si dedicò in seguito alla filosofia cartesiana, divenendo, con il filosofo olandese Arnold Geulincx (1624–1669), un importante esponente dell'occasionalismo.
Deforme per una malformazione alla spina dorsale e fragile di costituzione, ricevette la prima istruzione elementare da un insegnante privato, mostrando ben presto grandi doti intellettuali. La madre gli diede un'educazione religiosa che lo caratterizzò per il resto della sua vita. A sedici anni entrò nel collegio de La Marche per seguirvi un corso di filosofia. Studiò, senza particolare interesse, teologia alla Sorbona.
Nel 1660, dopo la morte di sua madre seguita poco dopo da quella del padre, entrò nella congregazione dell'Oratorio, ispirata all'omonima fondazione romana di Filippo Neri. Nella Congregazione, fondata dal cardinale Pierre de Bérulle nel clima della Controriforma cattolica, «...trovò un ambiente molto favorevole allo sviluppo di una natura come la sua portata al raccoglimento dell'anima e alla concentrazione del pensiero. La vita ritirata e laboriosa degli oratoriani gli si addiceva perfettamente.»
L'anno stesso della sua ordinazione sacerdotale, nel 1664, scoprì un'opera postuma di Cartesio, Traité de l'homme che studiò con grande interesse interpretandolo secondo i principi dell'occasionalismo, la dottrina elaborata da cartesiani francesi e olandesi nel decennio 1660-70, che egli contribuì a sviluppare ulteriormente.
Nella sua opera maggiore Ricerca della verità, pubblicata a Parigi nel 1674-75, si avanzavano prime differenze con il pensiero cartesiano divenute poi più profonde con gli Schiarimenti, aggiunti nel 1678.
È del 1676 un'opera di apologetica (le Conversazioni cristiane). Nel 1680 Malebranche pubblicò il Trattato della natura e della grazia che diede il via ad una lunga polemica con il teologo, filosofo e matematico francese, uno dei capofila del giansenismo, Antoine Arnauld (1612–1694) sui rapporti tra teologia e metafisica.
Una definitiva sintesi del pensiero cristiano di Malebranche si ebbe con la pubblicazione delle Meditazioni cristiane e metafisiche (1682), del Trattato di morale (1684) e dei Colloqui sulla metafisica e sulla religione (1688)
Nel 1698 pubblicò un'opera, Trattato dell'amore di Dio in polemica con il quietismo.
Nel 1699 fu nominato membro onorario dell'Académie des sciences.
Nell'ultimo periodo della sua vita coltivò in modo particolare il calcolo infinitesimale e corresse le leggi di Cartesio sul moto; elaborò anche una teoria che spiegava la differenza dei colori in base alla frequenza delle vibrazioni.
Del 1708 con la pubblicazione del Dialogo d'un filosofo cristiano e d'un filosofo cinese sulla natura di Dio Malebranche polemizzava con la filosofia di Spinoza.
Nello stesso anno della sua morte, nel 1715, diede alle stampe l'ultima sua opera le Riflessioni sulla premonizione fisica in cui controbatteva la teoria della grazia dei tomisti radicali.




SEED E BANDA

8:00 A.M. – 9:00 P.M.

15 kB/s


Messaggio modificato da Jinn il Jul 9 2011, 12:16 PM

> File Allegato
File Allegato   Nicolas Malebranche - Opere.torrent
Dimensione: 105 mb
Seeders:2
Leechers: 0
Completati: 873
Data ultimo seed: 2017-05-24 13:32:52
Info_hash: 02C75D1370B590818410E5021084F4FAE87486D8
Visualizza la lista dei peers
Visualizza i dettagli del torrent
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Jinn
Inviato il: Jul 9 2011, 12:20 PM
Cita questo messaggio


Unregistered









No comment!
smokeing.gif subito in All per i molti che si dilettano con questi studi, e con i miei personali
1000 user posted image

e ancora user posted image per tutti quelli che passano, scaricano e si dimenticano che dire Grazie non fa male alla salute, nè al portafoglio, nè ad alcunchè d'altro, ma fa bene al releaser! user posted image

REPETITA IUVANT? SPEREM......



PS: il fatto che io faccia copia/incolla del mio Grazie, ti assicuro che non lo rende meno "sentito" di uno compilato ogni volta.
Top
pietrolonghi
Inviato il: Jul 9 2011, 01:03 PM
Cita questo messaggio


\"250rel\"

Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1012
Utente Nr.: 452618
Iscritto il: 12-May 10



QUOTE (Jinn @ Jul 9 2011, 12:20 PM)
PS: il fatto che io faccia copia/incolla del mio Grazie, ti assicuro che non lo rende meno "sentito" di uno compilato ogni volta.

E' risentito anche il mio ringraziamento. biggrin.gif Grazie della All.

In molti sappiamo che sei tra le persone più sincere. Da questo penso che venga la grande disponibilità e l'attento buon lavoro che fai.

grazie.gif


Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Malaspina
Inviato il: Jul 9 2011, 02:17 PM
Cita questo messaggio


Unregistered









user posted image
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
 

Opzioni Discussione Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

 

Scambio etico - ethic share
 Debian powered site  Nginx powered site  Php 5 powered site  MariaDB powered site  xml rss2.0 compliant  no software patents  no software patents