Tnt village
tntvillage.scambioetico.org · Statuto T.N.T.      Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.

Sostieni movimentopirati.org

 

  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

> Ciclo Mafia, Coordinatore: tetragono - aggiornato al 18/12/16
tetragono
  Inviato il: Mar 19 2006, 09:37 AM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16




user posted image





BANNERINO DA INSERIRE NELLE RELEASES


user posted image

CODE
[URL=http://forum.tntvillage.scambioetico.org/index.php?showtopic=35888][IMG]http://www.scambioetico.org/wp-content/uploads/2016/10/Mafia.jpg[/IMG][/URL]




TAG DA INSERIRE NELLA DESCRIZIONE DELLE RELEASES

CODE
[CURA] Mafia



 BANNER EXTRA

user posted image
CODE
[IMG]http://i.imgur.com/8oK8AkQ.png[/IMG]


user posted image
CODE
[IMG]http://i.imgur.com/GJxL7Mk.png[/IMG]


user posted image
CODE
[IMG]http://i.imgur.com/GITj9zN.png[/IMG]


user posted image
CODE
[IMG]http://i.imgur.com/IWZQnVV.png[/IMG]


user posted image
CODE
[IMG]http://i.imgur.com/kO8MpVm.png[/IMG]


user posted image
CODE
[IMG]http://i.imgur.com/4SazCqx.png[/IMG]


user posted image
CODE
[IMG]http://i.imgur.com/2BQdBio.png[/IMG]


user posted image
CODE
[IMG]http://i.imgur.com/p0t1SIE.png[/IMG]


user posted image
CODE
[IMG]http://i.imgur.com/tqy0zid.png[/IMG]






La Mafia

M A F I A


La mafia è una forma di criminalità organizzata che non solo è attiva in molteplici campi illegali, ma tende anche ad esercitare funzioni di sovranità, normalmente riservate alle istituzioni statali, su un determinato territorio, imponendo ad esempio una sorta di tassazione sulle attività economiche legali e dotandosi di un sistema normativo che prevede sanzioni violente per coloro che da esso sono considerati devianti. Si tratta quindi di una sorta di criminalità che presuppone alcune condizioni: l’esistenza di uno Stato di tipo moderno, che rivendichi a sé il monopolio legittimo della violenza, un’economia libera da vincoli feudali, fondata cioè sulla proprietà privata e sul mercato, l’esistenza di violenti in grado di poter operare in proprio, imponendo anche alle classi dirigenti la propria mediazione violenta. Naturalmente la debolezza dello Stato, ed in particolare la sua incapacità di garantire l’ordine e la sicurezza attraverso un apparato di polizia e di strutture giudiziarie efficienti, è condizione indispensabile per l’affermarsi di un potere alternativo e violento.
E’ più probabile, inoltre, che questo si affermi quando la società è in rapida trasformazione, quando i tradizionali equilibri sociali sono entrati in crisi, il livello di conflittualità fra i gruppi e ceti sociali è alto, le classi dirigenti hanno difficoltà a guidare una rapida transizione dal sistema feudale ad un regime caratterizzato dallo Stato moderno e dalla proprietà privata dei mezzi di produzione, e non si affermano nuove élites in grado di subentrare rapidamente alle vecchie.


user posted image

Nei primi decenni dell' 800 alcuni grandi proprietari terrieri siciliani presero ad affidare a bande di persone violente il compito di costringere i contadini a pagare quanto pretendevano per la coltivazione delle loro terre. Con il tempo, queste bande divennero sempre più forti, fino a diventare autonome, cioè non più sottomesse ai proprietari terrieri. Nacque così la Mafia, come venne chiamata, Cosa Nostra come la chiamavano chi ne faceva parte. Un'organizzazione criminale che si diffuse nelle varie città senza difficoltà: lo Stato, infatti, era lontano, occupato a risolvere problemi che sembravano tutti più importanti, e non intervenne. così la mafia divenne sempre più forte e addirittura l' alternativa allo Stato: uno stato parallelo. Infatti, come lo Stato, imponeva le tasse (il pizzo) in cambio di assistenza (protezione), elaborava leggi (regole) e puniva coloro che non le rispettavano (amministrazione della giustizia).




 ORIGINI, ORGANIZZAZIONE E CENNI STORICI

LE ORIGINI DELLA MAFIA


L'inizio del fenomeno mafioso può essere identificato in Sicilia nella prima metà del XIX secolo.
Dopo che il parlamento siciliano del 1812 ebbe proclamato solennemente la fine della feudalità, la progressiva privatizzazione di demani comunali e di terre appartenenti agli enti ecclesiastici e l’eversione degli usi civici procedettero fra molti ostacoli e opposizioni, provenienti anche da coloro che venivano spogliati di piccoli privilegi, previsti dal sistema feudale, indispensabili alla sopravvivenza. I nuovi diritti di proprietà faticarono ad imporsi e ad essere considerati legittimi, suscitando conflitti ed estraneità fra le masse contadine ed il nuovo ordine statale che cercava di imporli.
I contrasti tra classi e ceti non furono regolamentati dallo Stato, né da un’egemonia proprietaria anch’essa messa in discussione dalla rapidità dei cambiamenti: anzi la struttura statale, sebbene formalmente di tipo moderno, era ancora molto debole, con un ricorso diffuso a organizzazioni poliziesche di tipo semiprivato, come quella delle Compagnie d’armi, e la rinuncia ad una reale presenza sul territorio dell’apparato periferico.
E’ in questa contingenza che emergono i primi aggregati di stampo mafioso, anche se non hanno ancora sviluppato tutte le caratteristiche del fenomeno. Si tratta di individui delle classi popolari, che prima erano al servizio degli aristocratici. E successivamente proseguono e raggiungono un’autonomia rispetto ad essi proprio sul terreno, loro congeniale, dell’organizzazione di un potere violento, sia imponendosi ai ceti più poveri, sia vendendo i propri servizi ai proprietari.
Non tutti possono organizzarsi intorno alla capacità di utilizzare violenza: occorrono doti individuali particolari (coraggio, spregiudicatezza, crudeltà), contatti e protezioni appropriate, una certa capacità imprenditoriale. Ma sono discriminanti che comunque non coincidono con i confini delle classi sociali: sia i violenti che le loro vittime appartengono spesso agli stessi gruppi sociali, vi sono contadini che subiscono soprusi da mafiosi provenienti dal loro stesso ambiente, così come proprietari che possono comprare la protezione mafiosa ed altri che invece sono soggetti al taglieggiamento, alle estorsioni da parte della mafia.
Il processo di emancipazione dal potere baronale dei gruppi violenti, e la loro trasformazione in cosche, va ancora studiato in profondità: su questo aspetto della questione non abbiamo infatti studi storici approfonditi, fondati sulle carte d’archivio dell’amministrazione borbonica, a parte alcuni lavori pionieristici di Giovanna Fiume.
Essi testimoniano per questo periodo di una violenza diffusa: i baroni continuano spesso a mantenere alle proprie dipendenze uomini armati per la difesa delle grandi tenute, i comuni sono al centro di lotte tra fazioni, che spesso sfociano nell’eliminazione fisica dell’avversario, le contese demaniali e le controversie sugli usi civici sono spesso sorrette dalla capacità delle parti di ricorrere alla violenza, i periodi di crisi rivoluzionaria forniscono l’occasione per stragi che solo semplicisticamente possono essere considerate effetto della lotta politica fra borbonici e liberali.



VI SONO IN MOLTI PAESI UNIONI O FRATELLANZE


La violenza mafiosa è una violenza organizzata al fine di controllo di un territorio. E’ probabile che se si andasse a scavare nelle carte di polizia o negli archivi giudiziari do primo Ottocento troveremmo molte tracce di questo tipo di violenza, cioè della presenza della mafia in anni nei quali la parola non era ancora in uso. Per ora dobbiamo accontentarci di indizi: il più consistente è il brano di Calà Uloa, magistrato e uomo politico di spicco della Sicilia borbonica. Il brano viene considerato la prima descrizione di una cosca mafiosa: i partiti, che si definiscono fratellanze, gestiscono il traffico dell’abigeato, reato tipico della delinquenza organizzata siciliana, offrono la propria mediazione per far recuperare i beni rubati, corrompono funzionari e assistono i soci che siano sottoposti a procedimenti giudiziari.
Ci troviamo davanti ad alcuni elementi essenziali per individuare una cosca mafiosa: la stessa definizione che ne dà Calà Uloa, di piccoli Governi nel Governo, ricorda quella recentemente adottata per la mafia, di Stato nello Stato. Manca, tuttavia, un’analisi approfondita dei componenti di questi partiti, dei quali si denuncia la dipendenza da capi il cui status sociale non è ben definibile: il titolo di possidente, nella Sicilia ottocentesca, individua anche figure di estrazione popolare che si siano tuttavia arricchite, mentre i preti provenivano spesso dalla piccola borghesia di paese. In realtà Calà Uloa è interessato soprattutto a denunciare al suo Governo la corruzione dell’apparato pubblico, in particolare di quello giudiziario, e della nobiltà siciliana, protettrice dei malviventi, e solo di riflesso si interessa all’esistenza di associazioni, a carattere solo apparentemente politico, che hanno invece come finalità una molteplice attività criminosa.



LE SQUADRE


Un elemento importante per comprendere attraverso quali vie si sia attuato il processo di progressiva autonomia dei violenti di origine popolare dalle classi dirigenti è la partecipazione agli eventi rivoluzionari di squadre armate, composte da contadini ed artigiani, agli ordini di un capo popolo, disponibili a vendere i propri servizi alle autorità rivoluzionarie, di solito carenti sul terreno militare. Nel 1848 i capipopolo più famosi, come Miceli e Scordato, avevano raggiunto una notorietà ed un potere impensabile, e le squadre erano spesso ingovernabili, esercitando funzioni di polizia e di difesa della proprietà, con conseguenze disastrose per la sicurezza pubblica.
Dalla presenza di squadra, che già si era verificata nella rivoluzione del 1820-1821, e che si ripeterà nel corso dell’impresa garibaldina, possiamo individuare un’abitudine all’organizzazione armata dei ceti subalterni siciliani nella parte centro occidentale dell’isola.
La crisi rivoluzionaria inoltre dà spazio, anche nelle realtà locali, a uomini di origini popolari, i quali si impongono con la loro capacità di usare la violenza, non solo organizzando furti e abigeati, ma anche mediando fra i proprietari e i delinquenti. Ad essi si aprono inaspettate opportunità all’interno delle istituzioni.



LA DELUSIONE DELLE SQUADRE


Nel 1860 la mobilitazione delle squadre si ripete, ma il controllo politico da parte dei rivoluzionari sui cosiddetti picciotti si fa molto più stretto: Crispi, la vera mente politica delle operazioni garibaldine in Sicilia, memore della triste esperienza quattrocentesca, operò in modo di sciogliere le squadre e rimandare a casa i picciotti subito dopo la conquista di Palermo. L’impossibilità di vedere legittimata la propria funzione di portatori di violenza, con un riconoscimento politico del proprio ruolo, spinse i facinorosi a passare sul terreno dell’illegalità organizzata. Ovviamente un tale processo si compie in un certo numero di anni (diciamo nel primo quindicennio post-unitario), e non ha niente a che vedere con ricostruzioni mitiche dell’impresa garibaldina, che sarebbe stata resa possibile solo dalla protezione della mafia.
La testimonianza di Colonna di Cesarò, esponente del liberalismo siciliano, ricostruisce lucidamente il processo di formazione di una forza armata indipendente dalle strutture statali, e la sua utilizzazione da parte dell’aristocrazia siciliana nel corso delle vicende rivoluzionarie ottocentesche. Di Cesarò è esplicito nell’indicare in questa forza l’origine della mafia (ed in effetti i nominativi che indica sono quelli di noti mafiosi), e nel sottolineare il suo carattere eversivo nei confronti dell’autorità pubblica. Individua anche chiaramente il processo di progressiva autonomia di questi violenti nei confronti delle classi dirigenti siciliane, una volta raggiunta l’unità d’Italia, e la loro successiva disillusione. E tuttavia quello che Colonna di Cesarò nasconde è che l’utilizzazione da parte delle classi dirigenti dei facinorosi continuava, ma ad un livello più sotterraneo e del tutto individuale: non più squadre da buttare nella mischia, ma protettori ai quali ricorrere per difendere i propri interessi.



CHI PARLA SI RITIENE UN INFAME[/align]

Due distinti magistrati sostengono che in Sicilia alla diffusione del crimine corrisponde una sua accettazione da parte della popolazione: non si collabora con le autorità e chi parla è ritenuto un infame. I due rapporti sono fra le prime denunce, da parte della magistratura, della situazione di isolamento in cui vengono a trovarsi le forze dell’ordine, e dell’omertà che copre i malviventi. Ma il loro interesse non si ferma a questo. Il procuratore di Agrigento punta il dito contro la corruzione dei corpi di polizia, in particolare dei militi a cavallo, eredi delle compagnie d’ermi borboniche, e delle guardie municipali. In simile situazione, possiamo ritenere che l’inesistenza di una forza di polizia efficiente, quanto meno incrementi da parte dei cittadini il ricorso ad atteggiamenti di non collaborazione con le autorità.

E tuttavia questa mancata collaborazione è anche frutto di una convenienza personale, almeno da parte di alcuni settori della popolazione. E’ il rapporto del procuratore generale di Palermo che sottolinea questo dato: i ricchi assoldano i noti malfattori alle proprie dipendenze. Un’osservazione che sottolinea le funzioni della mafia come industria della protezione, ed evidenza come, in una situazione di insicurezza generalizzata, le conseguenze non siano identiche per tutti i cittadini. Chi infatti ha la possibilità di accedere ai servizi offerti dai malfattori ne ricava un vantaggio, tanto più forte quanto più è differenziale, quanto più, cioè, è selettivo, non disponibile per tutti, il servizio di protezione offerto dai mafiosi. E’ tale constatazione che ci spinge a ritenere che anche oggi imprenditori che comprino la protezione dai mafiosi, se esponenti di grandi gruppi aziendali, siano piuttosto complici che vittime della criminalità organizzata.



GLI ANNI DELLA CRESCITA


La riorganizzazione di Cosa Nostra procede nella prima metà degli anni settanta: a Palermo fu ripristinata la Commissione provinciale, formata dai capimandamento (un mandamento riuniva tre famiglie), ma crescenti erano le manifestazioni di contrasti fra le famiglie più importanti. Gaetano Badalamenti aveva intrapreso in grande stile il traffico di stupefacenti senza informare le altre famiglie, e si era autoproclamato alla fine del 1973 rappresentante della provincia, nominando Leggio consigliere e Stefano Bontade vice: Leggio aveva reagito proclamando di non riconoscere la commissione. L’autorità di Stefano Boutade, figli del vecchio boss Francesco Paolo e figura di prestigio di Palermo centro, veniva minacciata dai sequestri di persona operati dai corleonesi, che andavano a rompere quegli equilibri fra mafia, classe imprenditoriale e classe politica che egli aveva il compito di garantire.

E così i contrasti fra le famiglie palermitane crescevano: nel luglio del 1975 fu sequestrato dai corleonesi Luigi Corleo, suocero di Nino Salvo, uno dei potentissimi e ricchissimi gestore delle esattorie delle imposte in Sicilia, uomo d’onore della famiglia dei Salemi e vicino al gruppo Badalamenti-Bontade : il primo non riuscì neppure a far riavere a Salvo il corpo del suocero. Ha recentemente commentato Buscetta che il sequestro Corleo fu un segnale grande come una casa inviato a tutti gli uomini d’onore di Riina e dai suoi. Alla fine del 1975 Michele Greco veniva eletto segretario della commissione provinciale di Palermo al posto di Gaetano Badalamenti.

In quegli anni la mafia poté usufruire di un periodo di assoluta impunità: ai clamori del 1971 segue una lunga quiete che, per buona parte degli anni ’70, avvolge la mafia rendendola quasi impercettibile all’esterno. Si ha l’impressione di trovarsi di fronte ad un implicito patto bilaterale di non aggressione che Cosa Nostra romperà solo nell’agosto del 1977 con l’omicidio del colonnello dei carabinieri Giuseppe Russo, senza incontrare, peraltro, nessuna apprezzabile reazione dalla controparte. Questo patto è frutto della combinazione tra l’intelligenza strategica della mafia e il dramma del terrorismo verso cui sono rivolti il cuore e la mente dell’intero Paese: una favorevole congiuntura che aiuterà la mafia a crescere come non mai nella più generale disattenzione.
Cosa Nostra è ormai un potere, in grado di trattare ufficialmente con i poteri legali: non è in questo dato che trova spiegazione la catena di omicidi di uomini politici e funzionari dello Stato che caratterizzerà la fine degli anni settanta.



LE VIE DEL TABACCO


Ricorda Calderone che negli anni settanta si sono fatti molti sequestri di persona, molte estorsioni e soprattutto contrabbando, tanto contrabbando. In questi anni è cominciato il benessere dei mafiosi. Il contrabbando delle sigarette era la cosa più grossa degli anni settanta. Lo stesso Leggio, nuovamente latitante dal novembre del 1969, quando si era allontanato indisturbato da una clinica romana senza che nessuno se ne preoccupasse, si era trasferito a Milano dove si era specializzato nei sequestri di persona. Leggo fu arrestato, quasi per caso, dai carabinieri il 16 maggio 1974; non uscirà più di carcere, dovendo scontare un ergastolo inflittogli dalla corte d’appello di Bari nel 1970, ma continuerà a giocare, tramite Bernardo Provengano, un ruolo di grande rilievo in Cosa Nostra.

Carlo Alberto Dalla Chiesa colse allora con grande lucidità i processi in corso in quegli anni nel mondo di Cosa Nostra: fra essi l’estensione dell’organizzazione alla Sicilia orientale ed il contrabbando di sigarette. Quest’ultimo ha dimensioni internazionali: i siciliani viaggiano, stringono rapporti e relazioni, entrano in relazione con altri soggetti criminali, appartenenti alla camorra e alla ‘ndrangheta.

Oggi sappiamo, grazie alle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia, che in quegli anni si realizzò un vero e proprio tentativo di controllo di Cosa Nostra sul traffico di sigarette di contrabbando, anche attraverso l’affiliazione nella famiglia di Porta Nuova dei due principali contrabbandieri palermitani, Nunzio La Mattina e Tommaso Spadaio. Secondo Calderone, esisteva inoltre a Napoli, da antica data, una famiglia affiliata a Cosa Nostra, che in quegli anni dipendeva da Michele Greco, e al cui interni i fratelli Nuvoletta costituivano una decina a sé. Cosa Nostra cercò di regolamentare il traffico, con una suddivisione dei carichi che venivano sbarcati (uno per La Mattina e soci, uno per Spadaio, uno per i napoletani e uno per la Commissione), ma gli imbrogli e i contrasti erano tali che dovette rinunciare: le conoscenze e le reti utilizzate per il contrabbando furono riconvertite, intorno al 1977-78, al traffico di stupefacenti.



LE VIE DELLA DROGA


Giovanni Falcone, confermando anni dopo le analisi di Dalla Chiesa sull’importanza del contrabbando, sia per la costituzione di reti riutilizzate nel successivo traffico di stupefacenti, sia per gli ingenti proventi, ricavati dal primo, che le famiglie di Cosa Nostra reinvestiranno nel secondo, svilupperà l’analisi, mostrando come questi traffici portino a delle novità nella struttura dell’organizzazione, con la fine della rigida compartimentazione in famiglie. Una delle conseguenze sarà la maggior difficoltà di governo dell’organizzazione, non solo per la rottura del monopolio territoriale delle singole cosche, ma per il minor controllo esercitato da ogni capo sui suoi uomini. Spesso i corleonesi riusciranno a portare dalla loro parte membri delle famiglie avversarie proprio associandoli a qualche lucroso affare nel settore.


COME SI SCEGLIE UN MAFIOSO


Un mafioso viene scelto con cura, o per le sue doti personali, o perché è imparentato con qualche uomo d’onore, ed è perciò in qualche misura un predestinato. Intorno agli uomini d’onore gira sempre una corte di persone disposte ad entrare in Cosa Nostra, che sanno perfettamente cosa viene loro richiesto. Entrare in Cosa Nostra rappresenta un grosso avanzamento nella scala sociale, almeno agli occhi di quella parte di società dove la violenza non è stigmatizzata, ma è considerata un patrimonio da custodire gelosamente e far fruttare alle condizione più vantaggiose.
Inoltre la mafia è una società democratica, dove si vota, si ha diritto a conoscere gli affari degli altri (ma non bisogna comunque mostrare curiosità per cose che non riguardano direttamente), si possono nominare e deporre i capi (le cariche non durano una vita), ed anche fare strepitose carriere. O si può diventare addirittura informatori del SISDE, al quale Leonardo Messina ha dichiarato di collaborare, fornendo ipotetiche informazioni su una commissione mondiale di Cosa Nostra e su terroristi di destra, dei NAR, conosciuti in carcere o al soggiorno obbligato.




 LA MAFIA IN ITALIA

ORIGINI


La mafia in Italia (indicata anche come onorata società) ha origini e tradizioni secolari, ed ha avuto un ruolo importante nella storia d'Italia, prima durante e dopo l'unità d'Italia. La nascita del fenomeno è ancora oggi ritenuta incerta.

Le organizzazioni di tradizione secolare sono la camorra, la 'ndrangheta e cosa nostra (le ultime due però divenute piuttosto note solo a partire dalla seconda metà del XIX secolo). Da quest'ultima si suppone siano sorte ulteriori organizzazioni di stampo mafioso, quali la stidda nella Sicilia centro-meridionale (nelle provincie di Agrigento, Caltanissetta, Enna e Ragusa). Da ricordare anche la Sacra Corona Unita in Puglia (creata da Giuseppe Rogoli, Mario Papalia e Vincenzo Stranieri nel 1981) che sarebbe nata da una costola della Nuova Camorra Organizzata di Raffaele Cutolo.

La nascita del fenomeno è ancor oggi oggetto di dibattito e di studio; secondo alcuni potrebbe essere stato originato dall'antica setta dei Beati Paoli, attiva a Palermo nel XII secolo. Secondo altri invece sarebbe dovuta all'imigrazione in italia di tre cavalieri spagnoli - fratelli tra di loro - di nome Osso, Mastrosso e Carcagnosso, appartenenti alla setta segreta Garduna, fuggiti da Toledo nel XV secolo dopo aver vendicato col sangue l'onore di una sorella, che sbarcarono nell'isola di Favignana e che si rifugiarono nelle grotte di tufo dell'isola.

La prima volta che il fenomeno viene descritto, seppure con un diverso nome, negli atti giudiziari solo nel 1838, quando il funzionario del Regno delle Due Sicilie Pietro Calà Ulloa - procuratore generale di Trapani - parlò di "unioni e fratellanze, specie di sette" dando un primo quadro agghiacciante delle complicità e delle compiacenze che consentono alla malapianta di crescere:

« Non vi è impiegato in Sicilia che non si sia prostrato al cenno di un prepotente o che non abbia pensato a tirar profitto dal suo ufficio [...] sono le "fratellanze che generano la mafia e dettano le prime norme non scritte di un'associazione formata non da "uomini d'onore" perché di questo ancora non si discute ma da "uomini di parola", con una distinzione fin troppo sottile perché semmai prevale qui l'assonanza fra "onore" e "parola" »

Alcune di queste organizzazioni sono storicamente nate e sviluppatesi nei tradizionali territori dell'Italia meridionale, e quasi tutti i fenomeni documentati non vanno oltre il XIX secolo. Una singolare prospettiva è quella offerta dalla Camorra, unica vera eccezione, fenomeno malavitoso diffuso in Campania, ma che secondo alcuni autori avrebbe un'origine da ricercarsi altrove. Difatti l'uso del termine camorra sarebbe attestato già nel XVII secolo, mentre la derivazione etimologica da gamurra ribasserebbe ulteriormente la sua esistenza fino al Medioevo. Secondo Vincenzo Mortillaro si può comunque supporre che camorra fosse già sinonimo del termine mafia nella prima metà del XIX secolo e che tale fenomeno dovette essersi esteso anche in Sicilia.

Dopo l'unità d'Italia molti capi dei picciotti, furono messi da parte dopo l'unificazione: emersi grazie alla loro popolarità (il "rispetto") fra le masse, molti di loro si diedero alla violenza e all'illegalità (per esempio Giuseppe Coppola di Erice; Stefano Triolo, uno dei capi di Calatafimi; Alberto Maria Mistretta di Mazara del Vallo). La mafia, con ambiguità, riprese la simbologia e i rituali segreti di società iniziatiche antiche (per esempio anche dei Beati Paoli) nonché di società religiose, cavalleresche, massoniche. Dopo l'unità l'apparizione in un documento ufficiale, con significato accostato al senso tuttora in uso di organizzazione malavitosa o malavita organizzata, è stata registrata per la prima volta proprio dopo l'unità italiana, contenuta in un rapporto del capo procuratore di Palermo nel 1865, Filippo Antonio Gualterio. Tra il 1898 e il 1900 il questore di Palermo Ermanno Sangiorgi realizzò un dossier - passato alla storia come rapporto Sangiorgi - che spedì al Ministero dell'Interno e che portò alla luce la diffusione del fenomeno in Sicilia, esempio fu la Fratellanza di Favara, operante nell'omonima cittadina in provincia di Agrigento.

Sebbene le organizzazioni principali siano nate e si sono sviluppate dapprima nel meridione, dove la diffusione dei gruppi di stampo mafioso è storicamente stata capillare, il fenomeno si è esteso su tutto il territorio nazionale, si pensi ad esempio alla banda della Magliana ed alla mala del Brenta, nel nord del paese le organizzazioni hanno convissuto anche con da bande non affiliate, come la banda della Comasina. Nel corso del XX secolo alle principali organizzazioni si sono accostate negli anni e si accostano ancora diverse organizzazioni assimilabili per certi versi al termine mafia, seppur in modo del tutto marginale. Quasi tutte queste organizzazioni sorgono a partire dal secondo dopoguerra, ma conoscono in particolar modo il loro apice intorno agli anni 1970. Il clan dei marsigliesi, originario della Corsica e attivo tra Francia e Italia, ad esempio, agì soprattutto tra il 15 aprile 1964 e il 1976. La cosiddetta Banda della Magliana operante nel Lazio ha avuto stretti legami con la mafia tradizionale e non di rado viene considerata una organizzazione di stampo mafioso operante in detta regione.

In Lombardia diverse bande criminali si sono colluse con organizzazioni mafiose o ne hanno assunto l'aspetto. La maggiore di queste bande fu negli anni 1970 quella di Francis Turatello a Milano, mentre ambigua è la posizione della Banda della Comasina, operante anch'essa a Milano, guidata da Renato Vallanzasca. Su un modello simile a quello della mala romana e milanese ha agito la cosiddetta Mala del Brenta in Veneto, dove a cavallo tra gli anni ottanta e novanta i membri della banda di Felice Maniero favorirono la collaborazione tra le mafie meridionali e la piccola criminalità locale, in particolare garantendo il traffico di droga e armi. La presenza di clan malavitosi nelle regioni del nord Italia, in particolare in Lombardia, è stata definita la quinta mafia, capace di sviluppare peculiarità proprie e sorta come filiazione dalla 'Ndrangheta, ma fusa col territorio. Dal punto di vista militare, negli anni novanta si raggiunse il culmine della violenza con le bombe del 1992-1993, e grande eco ebbero sulla stampa nazionale e locale le vicende della trattativa Stato-mafia, così come pure - negli anni 2000 - le inchieste giudiziarie nell'ambito delle indagini sul sistema criminale denominato Mafia Capitale.


CARATTERISTICHE


Il fenomeno mafioso - che in alcuni territori ha una diffusione capillare - ha assunto diversi caratteri e ha acquistato forme diverse, con strutture e codici seppur simili diversi da regione a regione e talvolta anche tra province d'Italia. Accade anche che la distribuzione - e relativo controllo - territoriale appaia complesso e in continua evoluzione e talvolta anche singoli quartieri della medesima città conoscano diverse tipologie organizzative, a seconda della famiglia che ne detiene il controllo.

Le analisi moderne del fenomeno considerano la mafia, prima ancora che un'organizzazione criminale, un "sistema di potere" fondato sul consenso sociale della popolazione e sul controllo sociale che ne consegue; ciò evidenzia come la sua principale garanzia di esistenza non stia tanto nei proventi delle attività illegali, quanto nel consenso della popolazione e nelle collaborazioni con funzionari pubblici, istituzioni dello Stato e politici, e soprattutto nel supporto sociale.

Di conseguenza il termine viene spesso usato per indicare un modo di fare o meglio di organizzare attività illecite. Le organizzazioni appartenenti al genere hanno una propria e tipica struttura, e spesso adottano comportamenti basati su un modello di economia statale ma parallela e sotterranea. L'organizzazione mafiosa trae profitti e vantaggi da numerosi tipi di attività illecite, ma anche dall'insediarsi nell'economia legale con metodi illegali.

Le formazioni sono spesso strutturate in clan con dei legami familiari quasi sempre di tipo allargato, ciò fa sì che le attività dell'organizzazione criminale rispecchino gli interessi di un determinato gruppo, detto appunto famiglia, che agevola però la frammentazione dei gruppi mafiosi.

I capimafia (spesso a causa della latitanza) comunicano principalmente in modo scritto, ad esempio in Italia fanno spesso uso di biglietti di carta detti pizzini, poiché non sempre sono in grado di comunicare di persona a tutti i loro sottoposti (capifamiglia, picciotti) con determinati mezzi di comunicazione (come il telefono e la posta) poiché suscettibili di intercettazioni. I mafiosi, che vengono definiti in certi contesti persone di rispetto o uomini d'onore, svolgono anche funzione e ruolo di giudice: ricevono le denunce al posto delle autorità, risolvono contrasti familiari ed economici, chiedono ed ottengono voti per un dato candidato che, una volta eletto, ricambierà l'appoggio concedendo favori alla cosca infettando l'amministrazione pubblica e il sistema della giustizia. La mafia non si presenta quindi come un antistato, ma come uno "stato" parallelo allo stato di diritto, che concede servizi, esige e gestisce le tasse (pizzo, usura ecc.) e amministra il suo territorio.

Il mercato elettorale allarga le reti di complicità e il governo, per cecità e interessi contingenti, pensa di sfruttare questa complessa e negativa realtà a proprio vantaggio. I mafiosi fondano il loro potere soprattutto sul consenso sociale delle popolazioni, sul sostegno (estorto o volontario) di operatori economici (ad esempio si consideri il mondo dell'imprenditoria), e sul substrato culturale, ancora familistico e feudale, generalmente piuttosto arretrato dal punto di vista socio-culturale. Un esempio dell'utilizzo del termine "mafioso" potrebbe essere utilizzato, ad esempio, per identificare un sindaco che concede appalti solo a personaggi a lui vicini, oppure ad un professore universitario che interceda per far vincere borse di studio a persone a lui legate (ancorché non valide e meritevoli), o la nomina da parte di un governo di dirigenti di alto livello, anche eventualmente capaci, ma "politicamente vicini" alla maggioranza di cui il governo stesso è espressione.



Sono nate, e stanno continuando a nascere, diverse associazioni e movimenti antimafia

Alcune delle associazioni più conosciute che operano contro le mafie in Italia sono:



Ammazzateci tutti
Associazione Nazionale Familiari Vittime di Mafia
Centro Studi ed iniziative Culturali Pio La Torre
Comitato Addiopizzo
Fondazione Antonino Caponnetto
Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie
Libero Futuro - Associazione Antiracket Libero Grassi
Liberi Professionisti
19 luglio 1992.com
Narcomafie.it




Istituzioni nazionali per la lotta alle mafie:

- Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata
- Alto commissario per il coordinamento della lotta contro la delinquenza mafiosa
- Commissione parlamentare antimafia
- Direzione distrettuale antimafia (DDA)
- Direzione investigativa antimafia (DIA)
- Direzione nazionale antimafia
- Procura nazionale Antimafia


liv.gif

 LA MAFIA NEL MONDO

Il fenomeno è diffuso praticamente in tutti gli Stati civilizzati del mondo, spesso assumendo caratteristiche e connotazioni proprie.
Di seguito, elencate in maniera più o meno dettagliata, alcune tra le più attive ed influenti:



Albania

Presente e diffusa, oltre che in Albania, in quasi tutti gli Stati membri dell'Unione europea e negli Stati Uniti, le attività di rilievo sono principalmente il traffico di droga, sfruttamento della prostituzione e traffico di armi.
Le organizzazioni criminali albanesi hanno stretto da anni rapporti d'affari con la 'ndrangheta tanto che nel rapporto annuanle della DIA del 1998, vene indicato che:
« … i criminali albanesi sono gli eredi naturali della ‘ndrangheta calabrese. »


Azerbaigian

Esistono diversi gruppi criminali di origine azera e sono formati su base regionale.
I più famosi sono due: l gruppo 'azeri-daghestani' chiamati anche 'le brigate Zagatala' e il gruppo 'Lenkarani' che è un gruppo criminale azero composto da immigranti o lavoratori di Lenkaran, una regione di confine dell'Azerbaigian e dell'Iran.
Secondo i servizi segreti russi, gli azeri controllano il 35% del mercato della droga a Mosca. Per distribuire la droga vengono usate anche persone di altri gruppi etnici e il traffico è facilitato confinando l'Azerbaigian con il Mar Caspio a est, con la Russia a nord, la Turchia a ovest, la Georgia a nord-ovest, l'Armenia a ovest e l'Iran a sud.


Bulgaria

I gruppi criminali bulgari sono coinvolti in molte attività illegali, inclusi il traffico di droga, il contrabbando di sigarette, il traffico di esseri umani, lo sfruttamento della prostituzione, estorsione e traffico di armi. I principali gruppi hanno connessioni con la mafia russa, la mafia serba e con le famiglie di Cosa Nostra.

Cecenia

La Obščina (Община, una parola russa che significa letteralmente "comunità") conosciuta anche come mafia cecena, è una delle più grandi ed importanti forme di criminalità organizzata dell'ex-Unione Sovietica.
Cosa esattamente colleghi il crimine organizzato ceceno ai movimenti politici di natura indipendentista, al fondamentalismo islamico e, in generale, ai conflitti odierni del Caucaso è ancora oggetto di dibattito.
Secondo il documentario The Making of a New Empire ("La realizzazione di un nuovo impero") diretto da Jos de Putter, il gruppo criminale oggi alla base della mafia cecena nacque nel 1974 dopo che uno studente ceceno della Università statale di Mosca di nome Chož-Ahmed Nouchaev fondò un movimento sovversivo, più tardi conosciuto come Obščina. Da molti ceceni questo gruppo fu relegato a movimento di liberazione, con Nouchaev che impersinificava la figura, persistente nella tradizione cecena, del bandito-guerriero. Dal 1987 i maggiori elementi di spicco del crimine ceceno si riunirono in una migliore e più efficiente organizzazione guidata da Noukhaev e da Nikolay Suleimanov, inglobando in sé molte bande della zona di Mosca (Ljubercy, Solncevo, Balašicha), il che permise ai boss ceceni di occupare posizioni dominanti al cospetto della stessa mafia russa.
Alcuni studi investigativi recenti hanno dimostrato che la sfera di influenza della mafia cecena si estende da Vladivostok a Vienna, con gli affiliati coinvolti nelle più svariate attività criminali, dalla ricettazione di automobili rubate, al riciclaggio di denaro sporco, dal traffico di clandestini a quello di droga, finanche al traffico illegale di sostanze radioattive quale il plutonio. A differenza delle organizzazioni criminali russe, Obščina è considerata una sorta di ibrido di entità criminali e politiche, che si serve di pratiche illegali per finanziare i combattenti separatisti ceceni. Questa caratteristica fa considerare il gruppo, da molte fonti, un'organizzazione terroristica più che una mera organizzazione di stampo mafioso. Ancora oggi non sono ancora del tutto chiari i campi di interesse e i fini ultimi della mafia cecena. Il gruppo dovrebbe essere guidato, ad oggi, da Nikolaj Suleimanov, che sta cercando di espandere i propri campi di interesse nell'Europa dell'est tramite il traffico di sigarette di contrabbando.
Il traffico di droga
La mafia cecena gioca un ruolo fondamentale nel traffico internazionale di droga per l'Asia centrale, la Russia e le regioni del Caucaso. Durante la prima guerra cecena gli stessi guerriglieri ceceni si finanziavano tramite estorsioni e contrabbando di petrolio. In ogni caso, durante la seconda guerra cecena i combattenti ricevettero enormi finanziamenti dai militanti giordani del Khattab, che si unirono alla guerriglia con il leader Shamil Basayev.
La mafia cecena sembra dominare il traffico di droga perfino nelle zone considerate sotto l'influenza della mafia russa. Durante un'intervista, un trafficante di droga tagico affermò che preferiva vendere le sue partite ai gruppi ceceni piuttosto che a quelli russi, in quanto i primi disponevano di una migliore rete di contatti tra le forze dell'ordine. L'influenza criminale della mafia cecena arriva fino a Murmansk, dove vennero a galla i rapporti tra un amministratore di rilievo locale e il boss Vascha Aschabov, che aveva messo in piedi un traffico di eroina su larga scala con base proprio a Murmansk.
Gli investigatori russi affermano che Obshina è la principale organizzazione criminale non russa operante nella Federazione. Molte persone della comunità cecena presente in Russia sono spesso ritratte come criminali dal governo russo e i media demonizzano i combattenti per l'indipendenza della Cecenia e legittimano gli interventi di polizia dei russi nelle regioni del Caucaso. Valerij Tiškov, direttore dell'istituto di etnologia ed antropologia dell'Accademia russa delle scienze disse:
« Grazie alla stampa non solo in Russia ma anche all'estero è stata creata un'immagine della mafia cecena che neutralizza il supporto morale al popolo ceceno che si è andato formando a livello internazionale dopo guerre degli ultimi anni. Se non fosse per questa immagine, il supporto internazionale ai ceceni sarebbe totale e molto più tangibile. Inoltre io non sono d'accordo con l'immagine che si è data della criminalità organizzata cecena come se fosse il cartello di Medellín. Questa immagine è un mito. Il livello del crimine organizzato presente all'interno della comunità cecena non è più alto di quello georgiano o di quello russo. Anzi, i ceceni hanno molto più successo nel mondo degli affari. »
Il movimento indipendentista ceceno ha ricevuto sempre più consenso e supporto nel mondo islamico così come tra i combattenti del medio-oriente che spesso si arruolano volontari. Sin dall'attacco alle Torri Gemelle dell'11 settembre 2001, l'amministrazione Putin ha cercato di collegare gli insorti ceceni ad al-Qāʿida e ai Talebani.
L'uso dei profitti del traffico di droga per finanziare il movimento separatista e i suoi collegamenti ai gruppi islamici sono stati suggeriti da varie agenzie di intelligence. La presenza della mafia cecena in Argentina è stata collegata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti dal sud America all'Europa e al traffico di armi. Nella cosiddetta "area tri-confine" tra Argentina, Brasile e Paraguay - in cui è presente una considerevole comunità musulmana - gli investigatori argentini hanno trovato collegamenti diretti tra separatisti ceceni e terroristi islamici e sospettano che i ceceni facciano uso di questi contatti per approvvigionarsi di armi. Nell'altra parte del globo, per finanziare il loro movimento separatista, il leader islamico Shamil Basayev e i suoi seguaci hanno trasportato eroina dall'Afghanistan attraverso l'Abcasia fino al Mar Nero, per arrivare fino in Turchia e a Cipro e poi in Europa.
Nel 1998 fu data la notizia da Riyad 'Alam-al-Din di Nicosia e da un non meglio identificato corrispondente moscovita di Al-Watan al-'Arabi che Osama bin Laden aveva inviato una delegazione nella Repubblica Cecena composta da elementi della sua organizzazione e da capi talebani. L'incontro fu tenuto a Groznyj insieme ad alcuni membri della mafia cecena per discutere di traffici di armi nucleari. L'eventuale acquisizione di queste armi sarebbe costata a Bin Laden 30 milioni di dollari in contanti e la donazione, da parte dei talebani, di due tonnellate di eroina dall'Afghanistan. L'affare non riuscì. Queste notizie comunque non furono mai state confermate da altre fonti.


Cina

In Cina si identifica come Triade. Le Triadi sono delle organizzazioni criminali raggruppate in diversi cartelli, ed aventi ramificazioni pressoché internazionali.
La base dell'organizzazione è ad Hong Kong, dove operano più di 50 gruppi della Triade, le loro principali attività includono traffico di droga, riciclaggio di denaro, gioco d'azzardo, prostituzione, contrabbando di prodotti del tabacco, contraffazione di programmi per computer, CD musicali, film in VCD e DVD, furto ed altre forme di racket.
La Triade svolge le sue operazioni in tutte le chinatown e anche in Cina, Taiwan, Macao, in Nord America, Sudafrica, Australia, Nuova Zelanda e in Europa, sopratutto in Italia, Spagna, Francia, Regno Unito e Paesi Bassi. In particolare in Italia sono attivi nel tessile, nella ristorazione, attività commerciali e nei servizi di transizione monetaria.


Colombia

Nel paese operano diverse organizzazioni, conosciute come Cartelli colombiani, dedite soprattutto al traffico di droga, nella seconda metà del XX secolo hanno raggiunto una certa diffusione internazionale, sopratutto in Nord America ed Europa, i più famosi sono:

Cartello di Cali

Secondo alcune stime, al culmine del suo potere, il cartello di Cali controllava l'80% delle esportazioni di cocaina dalla Colombia verso gli Stati Uniti. Gilberto Rodríguez Orejuela fondò il cartello agli inizi degli anni '70 con suo fratello, Miguel Rodríguez Orejuela, e insieme a José Santacruz Londoño e Hélmer "Pacho" Herrera.
Negli anni '80 l'organizzazione entrò in guerra con l'altro grande cartello colombiano, il cartello di Medellín, capeggiato da Pablo Escobar. Il cartello si avvalse anche dell'aiuto dei Los Pepes, un gruppo di vigilanti armati, definitosi anche "Popolo perseguitato da Pablo Escobar", che avevano tutti un unico scopo: ammazzare il boss.
Alcuni inquirenti hanno osservato come il cartello si sia notevolmente frammentato negli ultimi anni e non abbia più lo stesso potere di una volta, a causa dell'inasprimento delle leggi colombiane contro i narcotrafficanti e della sempre maggiore rilevanza che stanno acquistando altri cartelli che prima erano considerati minori, tra cui il cartello di Norte del Valle.
Mentre il cartello di Cali era orientato su posizioni filo-governative e di destra, quello di Medellín fu orientato su posizioni filo-rivoluzionarie e di sinistra.

Cartello di Medellín

Durante gli anni settanta il traffico di cocaina dalla Colombia conobbe un rapido sviluppo, trasformandosi nel corso di un decennio in un impero internazionale della droga. Basti pensare che nel 1982 l'esportazione di cocaina dalla Colombia aveva ormai superato quella del caffè, arrivando a rappresentare il 30% delle esportazioni totali del Paese. Numerosi criminali e uomini d'affari colombiani iniziarono ad interessarsi al narcotraffico, attratti dagli elevatissimi profitti. Fu in questi anni che Pablo Escobar (allora dedito a furti e rapine) conobbe José Gonzalo Rodriguez Gacha (mercante di smeraldi) e i fratelli Ochoa (appartenenti a una famiglia della ricca borghesia colombiana). Nonostante il background piuttosto eterogeneo Escobar, Gacha e i fratelli Ochoa iniziarono ad operare insieme nell'ambito del traffico di cocaina, dando vita al primo nucleo del Cartello di Medellín. Significativo fu il contributo di Carlos Lehder, trafficante di marijuana che suggerì agli uomini del Cartello di esportare cocaina negli Stati Uniti tramite piccoli aerei privati, di cui uno dei maggiori esportatori fu George Jung.
Con il successo di tali operazioni, alcuni tra i più importanti narcotrafficanti iniziarono ad acquistare vasti appezzamenti di terra; se da un lato ciò permetteva loro di riciclare i proventi dell'attività illecita, dall'altro li inseriva pienamente nella società colombiana dell'epoca, dotandoli di un potere politico enorme. Alla fine degli anni ottanta i trafficanti di droga erano ormai i maggiori proprietari terrieri in Colombia. Gran parte delle loro terre veniva utilizzata per l'allevamento del bestiame oppure veniva lasciata incolta. In questi anni i boss del narcotraffico iniziarono a munirsi di eserciti privati.
Tra la fine del 1981 e l'inizio del 1982, a Puerto Boyacá, ebbe luogo una serie di incontri tra membri del cartello di Medellín, militari colombiani, membri della società statunitense Texas Petroleum, politici, piccoli industriali e ricchi allevatori. Da questi incontri nacque il MAS (acronimo di Muerte a Secuestradores, "Morte ai rapitori"), organizzazione paramilitare incaricata di difendere gli interessi economici dei fondatori, di reprimere i fenomeni di guerriglia e di fornire protezione per le elite locali, minacciate da rapimenti ed estorsioni. Già nel 1983 le statistiche del governo colombiano indicano 240 omicidi politici compiuti dal MAS; furono colpiti soprattutto leader locali, funzionari pubblici e fattori.
L'anno seguente fu creata la ACDEGAM (Asociación Campesina de Ganaderos y Agricultores del Magdalena Medio, "Associazione allevatori e fattori del Medio Magdalena") per gestire l'organizzazione e le pubbliche relazioni del MAS, oltre che per fornire una facciata legale a vari gruppi paramilitari. L'ACDEGAM si impegnò nel promuovere politiche anti-sindacali, minacciando chiunque fosse coinvolto in organizzazioni di supporto per i diritti dei lavoratori e dei contadini. Le minacce trovavano poi conferma negli attacchi e negli assassinii operati dal MAS contro coloro che venivano considerati "sovversivi". L'ACDEGAM costruì inoltre delle scuole il cui scopo dichiarato era la creazione di un ambiente educativo "patriottico ed anti-comunista", costruendo inoltre strade, ponti e cliniche.
L'ACDEGAM stessa si occupava della gestione del reclutamento per le organizzazioni paramilitari, del deposito delle armi, della propaganda e dei servizi medici.
Nella prima metà degli anni '80 l'ACDEGAM e il MAS conobbero una crescita significativa. Nel 1985 i narcotrafficanti Pablo Escobar, Jorge Luis Ochoa, Gonzalo Rodríguez Gacha, Carlos Lehder e Juan Matta-Ballesteros iniziarono a convogliare ingenti risorse verso l'organizzazione in modo da garantire l'acquisto di armi, equipaggiamento e l'addestramento delle truppe paramilitari. Il denaro investito dal MAS in progetti sociali venne così destinato al rafforzamento dell'organizzazione. Furono acquistate armi moderne dall'esercito e dall'armeria colombiana INDUMIL, oltre che tramite trattative private. L'organizzazione possedeva computer e gestiva un centro di comunicazioni che agiva coordinatamente all'ufficio statale di telecomunicazioni.
Il MAS possedeva anche numerosi elicotteri e aerei, con trenta piloti a sua disposizione. Inoltre furono assunti istruttori militari statunitensi, israeliani e britannici.
Il conflitto con il governo colombiano
Quando fu stipulato un trattato tra gli Stati Uniti e la Colombia che permetteva una facile estradizione dei boss di Medellín, molti di questi furono estradati negli USA ed arrestati. Tra i fautori di questo accordo vi furono il Ministro della Giustizia colombiano Rodrigo Lara Bonilla, l'ufficiale di polizia Jaime Ramírez e numerosi giudici di Corte Suprema. Questa politica portò a numerosi conflitti tra la polizia colombiana e i trafficanti di Medellín. Molti di questi furono eliminati. Tra i morti vi fu anche lo stesso ministro Rodrigo Lara Bonilla, che fu ucciso nel 1984 nella sua auto durante l'ora di punta da un gruppo di motociclisti. Quest'omicidio fu l'atto finale che convinse il Presidente della Colombia, Belisario Betancur, a firmare l'estradizione di Carlos Lehder e di altri importanti boss del cartello.
Jaime Ramírez, ufficiale di polizia che aveva eseguito numerosi sequestri di droga provocando ingenti perdite al cartello, fu ucciso sull'autostrada, speronato da un'altra auto e poi finito a colpi di arma da fuoco. Sua moglie e i suoi due figli furono solo feriti.
Il Cartello minacciò di morte i giudici della Corte Suprema, chiedendo loro di denunciare il Trattato di Estradizione. Gli avvertimenti furono ignorati. Qualche tempo dopo, 35 membri del gruppo di guerriglia M-19, pesantemente armati, attaccarono l'edificio sede della Corte Suprema, ponendo il Palazzo di Giustizia sotto assedio nel novembre del 1985. L'esercito e la polizia tentarono di soccorrere gli ostaggi, ma l'operazione finì tragicamente: molti degli ostaggi vennero uccisi nel fuoco incrociato e le perdite furono numerose. Qualcuno sostenne all'epoca che dietro l'incursione dell'M-19 ci fosse la mano del Cartello, che aveva tutto l'interesse a intimidire la Corte Suprema. La questione ha continuato a essere discussa in Colombia.

Cartello di Norte del Valle

Il Cartello di Norte del Valle è un'associazione criminale attiva nel campo del traffico di stupefacenti che opera principalmente a nord del Dipartimento di Valle del Cauca, in Colombia. Ha assunto rilevanza soprattutto dopo la seconda metà degli anni '90 a causa della frammentazione degli altri due grandi cartelli colombiani, il cartello di Medellín e il cartello di Cali.
I capi del cartello di Norte del Valle sono Diego León Montoya Sánchez, alias "Don Diego", Wilber Varela, alias "Jabón" ("Sapone"), e Hernando Gómez Bustamante, alias "Rasguño" ("lo Sfregiato"). Diego Montoya è stato in passato incluso nella lista dei dieci più pericolosi latitanti redatta dall'FBI (Ten Most Wanted Fugitives).
Secondo le relazioni dell'FBI, Montoya Sánchez è coinvolto nella produzione ed esportazione di tonnellate di cocaina verso gli Stati Uniti d'America. Inoltre è considerato, insieme alla sua organizzazione, strettamente correlato a gruppi di estrema sinistra e di estrema destra classificati dal governo statunitense come gruppi terroristici.
Secondo il RICO statunitense, tra il 1990 e il 2004, il cartello di Norte del Valle ha esportato più di 500 tonnellate di cocaina per un valore di 10 miliardi di dollari statunitensi dalla Colombia negli Stati Uniti. Attraverso il Messico il cartello avrebbe, inoltre, commissionato diversi omicidi, soprattutto quelli di esponenti appartenenti a clan rivali e quelli di affiliati sospettati di essere informatori della polizia. Il RICO, inoltre, ha affermato che diversi membri del cartello sono stati militanti delle Forze Unite per la Difesa della Colombia (AUC), un gruppo paramilitare terrorista, con lo scopo di difendere i laboratori della droga e gli affiliati al gruppo. L'AUC è uno dei 37 gruppi terroristici ufficialmente riconosciuti dal Dipartimento di Stato degli USA nel 2004.
I leader del cartello, tra le altre cose, hanno corrotto forze dell'ordine e giudici colombiani per bloccare le pratiche di estradizione di molti boss negli Stati Uniti. Secondo la relazione, infine, il cartello si è servito di intercettazioni telefoniche ed ambientali per prevedere le mosse delle organizzazioni rivali e delle stesse forze di polizia.
Alcune frammentazioni interne al gruppo ci sono state nel 2003, quando Hernando Gómez, Wilber Varela ed altri elementi di spicco, forse per il sempre maggiore numero di estradizioni negli USA, sembrarono aver trovato un accordo con la DEA, mossa che fu fortemente respinta da Diego León Montoya Sánchez e dai suoi fedelissimi.
Questa situazione incandescente portò ad una guerra tra fazioni (i Los Machos, che appoggiavano Montoya Sánchez, e i Los Rastrojos, fedelissimi di Varela) e ad oltre mille morti tra il 2003 e il 2004 nella sola regione di Valle del Cauca.
Nel 2004-2005 furono arrestate oltre 100 persone accusate di omicidio, di entrambe le fazioni, tra cui Julio César López (alias "Ojitos", "Occhi piccoli"), e il braccio destro di Montoya Sánchez, Carlos José Robayo Escobar (alias "Guacamayo"). Seguirono sequestri per centinaia di milioni di dollari, suddivisi tra lussuose proprietà e veicoli di lusso, compreso un sottomarino che sarebbe dovuto servire per trasportare la droga negli Stati Uniti.
Tutti questi eventi hanno spinto parecchi affiliati al cartello ad accordarsi col governo colombiano e con la DEA, e molti di loro sono entrati a far parte del programma di protezione testimoni previsto in questi casi.


Estonia

La mafia estone è un'ampia alleanza di gruppi di banditi principalmente di etnia russa, con una vasta gamma di differenti racket, dal traffico di droga al furto d'auto. Si conoscono come Nõukogu. I gruppi non lottano fra loro. Il gruppo Kemerovo è il più potente con a capo una persona conosciuta come V.G..
Oltre alle citate attività illegali ci sono anche il controllo della prostituzione e l'offerta di lavoratori nei contratti edilizi in Finlandia.
Operano particolarmente in questa regione, poiché fa parte dell'Europa occidentale e ci sono maggiori profitti.
La cannabis invece è importata dal Nord Africa attraverso la Costa del Sol in Spagna.
Le anfetamine che vengono prodotte in Estonia vengono poi rivendute in Finlandia dove c'è un'alta domanda.


Francia

In Corsica troviamo la mafia corsa (o milieu corso) designa le strutture mafiose d'origine corsa.
Nata in Corsica, si estende a Marsiglia e nella regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra, in Africa, nelle Antille e in America del Sud.
La principale organizzazione è quella che va sotto il nome di "Brezza del Mare" che, nonostante la repressione subita ad opera dello stato francese, pare sia ancora attiva, vanno ricordate anche "Le Milieu" e "Unione Corsa".
A questi sono stati attribuiti diversi omicidi. Nell'isola, di appena 300.000 abitanti, si concentra il 20% dei regolamenti di conti di tutta la Francia, si tratta della regione con il tasso di criminalità più alto dell'Unione europea.
Negli anni settanta i suoi clan costituivano la 'French Connection', massiccio traffico di narcotici verso gli USA destinati perlopiù alla mafia americana.


Giappone

Nel paese opera la Yakuza (hiragana やくざ, katakana ヤクザ), chiamata anche Gokudō, è una tradizionale organizzazione criminale giapponese suddivisa in numerose bande dette 'kumi' o, nella terminologia legale, bōryokudan (letteralmente "gruppo violento"). I loro appartenenti a volte le definiscono 'ninkyō dantai', nome il cui significato è accostabile a quello di "onorata società".
Nella letteratura e nella stampa occidentale solitamente vi si riferisce con il termine generico di "mafia giapponese" o Borekudan. La Yakuza è basata sui valori della famiglia patriarcale di acritica obbedienza ai principi di stretta osservanza con il Boss e una serie di regole, Codice della mafia, che prevedeva alla violazione un' inevitabile punizione. La stabilità e la durata dei vari clan Yakuza forniscono un rapporto specifico tra il capo e i suoi subordinati, e la conservazione delle "fraterne" relazioni orizzontali tra i membri di rango e subordinati del gruppo.
La Yakuza è strettamente intrecciata nella vita economica e politica del Giappone, ma le sue caratteristiche sono intrinseche. A differenza di altre strutture criminali del mondo, la Yakuza non ha una ben definita zona territoriale di influenza, non si basa su legami familiari come la base strutturale della loro organizzazione, e non cercano di mantenere il segreto sulla loro gerarchia interna, le dimensioni o la composizione della leadership (molti gruppi Yakuza hanno il loro ufficiale logo e distintivo, non nascondono la posizione della sede e il nome del boss, inoltre, molti dei gruppi sono registrati sotto il "tetto" di varie associazioni patriottiche di destra o dei sindacati).
Dal 1950, le autorità di contrasto giapponesi hanno iniiziato a tenere il conto dei membri ufficiali di gruppi Yakuza.
Se il tipico capo, prima della guerra, aveva un gruppo di massimo di 50 membri, il raggruppamento del dopoguerra riunisce centinaia e magari migliaia di gangster. Nel 1958, la polizia stimò il numero di Yakuza di 70.000 persone, nel 1963 184.000 uomini uniti in 5200 bande, nel 1982 103.300 persone (più 2.400 bande), nel 1988 86.300 persone (3.200 bande).
Nei primi anni 1990, il numero della Yakuza superò le 90.000 persone (anche se dopo l'adozione della legge anti-mafia, il numero di gangster nei diversi anni scese a 79.300); Secondo i dati della polizia del 2002 i membri della Yakuza sono pari a 85.300, nel 2005 circa 87.000, nel 2007 quasi 85.000 secondo la Direzione generale della polizia del 2008 messa sul conto di oltre 82.000 gangster. Secondo dati non ufficiali, ci sono circa 110.000 membri attivi della Yakuza uniti in 2.500 gruppi (famiglie). Un fattore importante che contribuisce al gran numero della Yakuza è la strutturazione rigida della società giapponese, mentre i gangster sindacali svolgono una funzione sociale da "ultima spiaggia" per le persone che non hanno una famiglia, un lavoro o una normale vita sociale.
Il nome deriva da tre numeri, 8-9-3, che si traducono rispettivamente in hachi, kyuu e san (ha-kyuu-sa, da cui deriva appunto ya-ku-za), che costituivano il punteggio più basso di un gioco di carte nipponico, l'Oicho-Kabu. Da questo si può capire che uno degli originali campi d'azione della mafia giapponese fosse il settore del gioco. L'origine della yakuza non è rintracciabile con precisione, ma deriva da varie organizzazioni legali o semi-legali dell'era feudale giapponese.
L'esistenza della gran parte dei gruppi yakuza è nota al pubblico e molti dei loro membri non temono di rendersi pubblicamente identificabili, vestendo in modo appariscente ed esprimendosi a volte in un gergo peculiare. Difatti a causa del profondo radicamento nel territorio, dovuto in parte ai trascorsi del periodo feudale, e alla protezione spesso fornita da gruppi legali di estrema destra, uyoku (letteralmente "destra"), la polizia giapponese ha grandi difficoltà nel combattere queste organizzazioni. Il più importante atto di legislazione antimafia in Giappone risale solo al 1995.
Un altro segno distintivo dei membri di questi gruppi sono i grandi tatuaggi che tutti gli affiliati si fanno eseguire ma usualmente nascondono. L'associazione tra tatuaggi e yakuza in Giappone è tale che questa pratica è quasi completamente sconosciuta nel resto della popolazione; inoltre in tutte le palestre e piscine delle maggiori città giapponesi sono affissi cartelli che vietano l'ingresso a chi ha dei tatuaggi.
Le attività illegali delle quali si occupa la yakuza sono speculazioni finanziarie e immobiliari, traffico di droga e armi, estorsioni, gioco d'azzardo (soprattutto il pachinko), sfruttamento della prostituzione, e infiltrazione nelle attività aziendali. Molti gruppi, anche recentemente, si sono spinti fino ad acquistare un piccolo numero di azioni di una grande corporazione per poter accedere alle riunioni del consiglio di amministrazione, dove gli inviati della banda commettevano atti di aperta intimidazione nei confronti dei soci a scopo di estorsione. Questi fatti non venivano quasi mai denunciati. La peculiarità fisica, caratteristica di questa organizzazione, è che ai suoi affiliati viene asportata la prima falange del dito mignolo. Tale rituale si chiama yubitsume (taglio cerimoniale). Ciò richiama alla mente il rapporto Oyabun-kobun (padre-figlio, discepolo-maestro) e il significato più antico del gesto che simboleggiava l'espiazione delle colpe e la venerazione verso il maestro a cui viene consegnata la falange in un fazzoletto di stoffa pregiata. Tra i motivi che hanno sempre attirato verso la yakuza la simpatia della popolazione ed anche un certo atteggiamento bonario delle istituzioni giapponesi, almeno fino al 1992, è il continuo richiamo solo teorico e la parvenza formale ipocrita di adesione al bushidō, codice di comportamento del samurai ispirato al senso del dovere e dell'onore (giri) e al sentimento umano (ninjo), caratterizzato dall'altruismo verso i più deboli e generosità verso i poveri. Valori stravolti ormai da decenni in questo tipo di organizzazione che era nata in origine come una società di mutuo soccorso.
Le origini della yakuza, sebbene non chiare del tutto, sono da rintracciare nel XVI secolo, nel periodo Edo. Il Giappone, fino a quel momento logorato da incessanti guerre, riuscì a trovare una certa stabilità politico-sociale durante lo shogunato Tokugawa. Nonostante ciò, numerosi samurai, che fino a quel momento ebbero ruoli altisonanti, non riuscirono ad inserirsi nel sistema burocratico e, sentendosi ai margini della società, si riunirono in piccoli gruppi chiamati hatamotoyakko, dediti all'oppressione della popolazione, considerati da molti i progenitori della yakuza. Ci sono anche teorie che propongono collegamenti coi ninja. Altri ritengono che i suoi antenati furono i machiyakko, bande di rōnin al servizio della gente indifesa, ma anche loro coinvolti, acquisì uno spirito prettamente nazionalista. L'organizzazione si specializzò inoltre in atti intimidatori nei confronti degli avversari politici e nella stipulazione di patti con persone autorevoli del mondo economico, garantendosi così posti sempre più rispettati ed ingenti guadagni. L'organizzazione conobbe un periodo di crisi dopo la seconda guerra mondiale, quando il Giappone fu occupato dalle forze alleate guidate dagli Stati Uniti, ma riuscì a rimanere in attività e, persino, a guadagnarsi la stima della coalizione, approfittando delle divisioni interne allo SCAP.
La yakuza ottenne il compito di mantenere l'ordine pubblico, in cambio di appalti nell'edilizia. Fu così che la mafia giapponese rinacque e divenne ancor più influente di prima: si infiltrò nel Partito Liberal Democratico, fornì guardie del corpo ai politici più importanti, appoggiò campagne elettorali portando voti con le minacce e intervenne spesso nel settore industriale. Davanti al sempre più crescente potere dell'organizzazione, lo SCAP adoperò misure drastiche, arrestando circa 50.000 persone, di cui solo una minima parte fu condannata. La sua vicinanza ai gruppi della destra neofascista e xenofoba viene confermata dalla protezione che fornì al terrorista nero latitante Delfo Zorzi.
Nel 1992, il governo giapponese, per poter ostacolare l'ascesa dell'organizzazione, emanò la legge anti-boryokudan, che dichiarò illegali tutte quelle associazioni che ricorrono a violenza e intimidazione. Inizialmente, il provvedimento sembrò dare buoni frutti, poiché più di mille membri furono arrestati e altre migliaia di loro uscirono dal giro per immettersi in attività a norma di legge. Ma con il tempo si rivelò inefficace, dato che i componenti dei clan scomparsi si unirono a quelli più potenti come Yamaguchi-gumi di Kobe e Sumiyoshi-kai di Tokyo, accrescendo così la loro supremazia.
Nell'estate del 2015 l'organizzazione ha visto una divisione interna da parte della "Yamaguchi-gumi" che prende il nome di "Kobe Yamaguchi-gumi" continuando ad usare logo e simboli della Yakuza originale.
La yakuza gode anche dell'appoggio di molti giapponesi che vedono in essa dei protettori su cui fare affidamento, nonostante numerose campagne di sensibilizzazione da parte del governo nipponico. Per questo i suoi adepti circolano tranquillamente con abiti prestigiosi a bordo di auto lussuose, mostrano con disinvoltura il loro biglietto da visita e si riuniscono in eleganti edifici dove è facilmente visibile il loro logo. A causa di ciò, le forze dell'ordine giapponesi trovano numerose difficoltà nel fermare l'organizzazione.


Grecia

La mafia greca è una forma di crimine organizzato sorto negli anni'50 del XX secolo da alcuni criminali emigrati dalla Grecia, insediatisi nel Queens a New York City e alcune grandi città della Pennsylvania e del New Jersey.
Alleata di alcune famiglie di Cosa Nostra americana e della mafia irlandese, rimane poco potente a livello nazionale, benché molto attiva ed influente nel settore del gioco d'azzardo, che ha dominato per diversi anni dal 1980 al 1990.


Italia

Il fenomeno è estremamente diffuso nel paese, con la presenza di grandi organizzazioni, diffuse anche a livello internazionale in molti Stati del mondo. Sono raggruppate in macrocartelli. I più famosi di tradizione secolare, sono:
Camorra
Cosa nostra
'Ndrangheta
Sacra corona unita
Stidda

Altre organizzazioni importanti sono nate nella seconda metà del XX secolo, come la 'banda della Magliana' e la 'mala del Brenta'.


India

La D-Company è un'organizzazione criminale di stampo mafioso, comandata da Dawood Ibrahim. Altri prominenti esponenti dell'organizzazione sono Chhota Shakeel, Tiger Memon e Abu Salem.
L'organizzazione è strettamente correlata a una serie di attività criminali e terroristiche nel sud dell'Asia, specialmente a Mumbai (ex Bombay), India, e nel Golfo Persico. Parecchi membri del gruppo sono entrati nella wanted list (elenco dei maggiori ricercati) della Interpol e della polizia indiana. Il gruppo ha una storia di rivalità con la Polizia di Bombay.
Il governo indiano crede che Dawood Ibrahim e i suoi associati supportino attività terroristiche nel paese. Secondo le agenzie di intelligence indiane, come la Research and Analysis Wing (RAW) e il Central Bureau of Investigation, D-Company ha finanziato l'attacco terroristico di Bombay del 1993, in cui morirono 293 persone. Si crede, inoltre, che D-Company stia dietro agli attacchi terroristici di Gujarat che seguirono un periodo di violenze e rivolte nel corso del 2002. Altre attività del gruppo comprendono il traffico di armi, il traffico di droga, l'hawala. In passato è stata inoltre collegata all'industria cinematografica di Bollywood, dalla quale ricaverebbe enormi quantità di entrate. Il film "Company" è basato su questo tipo di attività.


Israele

Diffusa anche in Russia e soprattutto negli USA, dove è conosciuta come 'sindacato ebraico' o 'kosher nostra' con l'immigrazione a partire dall'inizio del XX secolo.
Con la dissoluzione dell'Unione Sovietica, nel 1991 una gran massa di ebrei sovietici si riversò in Israele. In quegli anni la permissività delle autorità fu tale che per le strade si formarono coalizioni di bande criminali e gruppi delinquenziali russo-ebraici, provocando così un aumento dei crimini, soprattutto nelle aree metropolitane di città come Tel Aviv. Questi gruppi presto si riformarono per quello che erano nel territorio d'origine, ovvero branche della mafia russa, finanziando la criminalità locale in traffici di esseri umani, prostituzione e traffico di droga.
Nel 1998, erano circa 750.000 gli ebrei russi censiti in Israele arrivati dopo il crollo dell'URSS.
La mafia russa divenne la prima organizzazione criminale per potere in Israele per svariate ragioni, tra cui l'inesistenza di un precedente collettivo organizzativo al pari di quello russo che quindi ne favorì l'ascesa. Comunque, i motivi che spinsero i mafiosi russi a insediarsi in modo capillare nel territorio furono pressoché legati al campo economico, infatti il sistema bancario israeliano era ottimo per il riciclaggio di denaro dal momento che era stato organizzato in modo tale da favorire l'Aliyah (l'immigrazione degli ebrei in Israele) e il capitale d'accompagnamento.
Inoltre erano state attuate la deregolamentazione finanziaria e una normativa volta a facilitare la circolazione dei capitali, le quali, combinandosi con la mancanza di legislazioni nello specifico contro il riciclaggio di denaro, non poterono che dare alla criminalità organizzata russa l'accoglienza necessaria per il trasferimento dei frutti delle proprie attività all'estero nelle banche israeliane.
Secondo alcuni, un altro fattore decisivo nell'ascesa dei mafiosi russi in Israele, fu il fatto che molti di essi fossero ebrei e comunque diversi criminali russi di religione non ebraica, ottennero passaporti israeliani per recarsi nel Paese alla ricerca di fortuna.
Fra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX secolo, dall'Europa orientale arrivò negli Stati Uniti una massa di immigrati ebrei, parte della quale produsse gangster del calibro di Max "Kid Twist" Zwerbach, "Big" Jack Zelig e Vach "Cyclone Louie" Lewis, in grado di competere e farsi riconoscere dalle bande italiane e irlandesi.
I mafiosi ebrei americani sono stati coinvolti in diverse attività criminali, come l'omicidio, estorsione, contrabbando d'alcolici, prostituzione e traffico di droga. Hanno giocato anche un ruolo fondamentale nella formazione dei primi movimenti operai di New York, specie nei sindacati e nelle unioni del settore autotrasporti, e nell'industria avicola. I mafiosi ebrei, essendo le loro attività in conflitto con la deontologia della religione ebraica, destarono particolare preoccupazione all'interno delle comunità ebraiche, poiché veniva alimentato l'antisemitismo.
Le forme di criminalità organizzata di stampo ebraico furono anche strumentalizzate da cartelli antisemiti e anti-immigrazione per attirare supportatori e rendere credibili i loro programmi. Le bande ebraiche erano presenti più o meno in tutte le maggiori città statunitensi e, a New York, nel Lower East Side e a Brownsville tenevano sotto scacco interi quartieri


Messico

Nel paese opera La Eme e diversi cartelli della droga - conosciuti come cartelli messicani - questi ultimi soprattutto dediti al traffico di droga. Questi ultimi sono stati impegnati nella cosiddetta guerra messicana della droga, a partire dagli anni ottanta del XX secolo.
I più famosi sono:
[/i]Cartello di Guadalajara
Cartello di Juárez
Cartello di Sinaloa
Cartello di Sonora
Cartello di Tijuana
Cartello del Golfo
Cartello Los Zetas
Cartello Los Negros
La Familia Michoacana[/i]


Nigeria

[/color][/b]

Russia

Comenuemente identificata come 'Organizatsya' operava principalmente in Russia, ma si è espansa anche in Europa (soprattutto dell'est) e negli Stati Uniti d'America

Serbia

Naša Stvar (in lingua italiana "Cosa nostra"), anche informalmente mafia serba, è un'organizzazione criminale serba attiva nell'Unione europea in Belgio, Bulgaria, Francia, Italia ma anche in Albania, Montenegro, Bosnia e Croazia. Ha interessi nel traffico d'armi, contrabbando, traffico di droga, racket della prostituzione e gioco d'azzardo. In origine, gestivano solo il traffico di sigarette.
Secondo Michele Altamura dell'Osservatorio Italiano la mafia serba con l'aiuto della 'Ndrangheta (che negli anni '90, dai serbi acquistò armi, tra cui bazooka ed esplosivi, costruite appunto in Serbia) è riuscita ad entrare nei traffici internazionali di stupefacenti.


Stati Uniti d'America

Nel paese non vi è una mafia autoctona, però operano molte organizzazioni criminali di altri paesi del mondo; tra le più importanti vi sono senza dubbio le organizzazioni formate da immigrati di origini italiane, che diedero vita a cosa nostra americana ma anche la Yakuza, la Triade, la mafia irlandese e kosher nostra.
'Cosa nostra americana' è il nome con cui viene definita l'organizzazione criminale di stampo mafioso italo-americana, originatasi come un'associazione di mafiosi siciliani emigrati negli Stati Uniti d'America verso la metà dell'Ottocento.
Cosa nostra americana, in maniera simile all'originale Cosa nostra siciliana, è un'organizzazione mafiosa segreta, priva di un nome formale. Coloro che ne fanno parte la chiamano our thing ("cosa nostra"). I mass media statunitensi la chiamano anche National Crime Syndicate ("Sindacato nazionale del crimine"). Iniziò ad emergere nei poveri quartieri italiani nella Lower East Side di New York, nel resto dell'East Coast ed in varie metropoli (come New Orleans) tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento, seguendo l'ondata migratoria italiana (soprattutto dalla Sicilia e dal Sud Italia) verso le Americhe. Si tratta comunque di una mafia a sé stante, collegata ma separata da quella siciliana. Infatti, col passare del tempo, vari gangster italoamericani di origini non siciliane e organizzazioni criminali di origini napoletane, calabresi e pugliesi attive negli USA si sono unite insieme ai siciliani di Cosa nostra americana per formare la moderna mafia pan-italiana degli Stati Uniti. Oggi la mafia americana collabora con mafie operanti in Italia, come Camorra, 'Ndrangheta e Sacra Corona Unita.
Attualmente la mafia americana risulta essere attiva soprattutto nelle sue roccaforti storiche come New York, New Jersey, Filadelfia, Detroit, Chicago e nel New England, insieme a famiglie minori, associati e gruppi che controllano Florida, Las Vegas, Los Angeles e Texas. Le famiglie della mafia americana sono riuscite ad insediarsi in almeno 26 città statunitensi, con vari rami, gruppi divisi e associati in altre città. Le famiglie più famose sono state le cinque di New York: Gambino, Lucchese, Genovese, Bonanno e Colombo. Al suo apice (anni venti-cinquanta) la mafia americana è stata la più potente organizzazione criminale di tutti gli Stati Uniti. Mentre ogni famiglia operava indipendentemente nel proprio territorio, la coordinazione nazionale era affidata alla Commissione, un organo direttivo formato dai boss delle famiglie più potenti.
L'applicazione della legge considera ancora la mafia americana come il gruppo criminale organizzato più grande degli Stati Uniti. Essa ha mantenuto il controllo su gran parte dell'attività criminale statunitense e anche in alcune parti del Canada (caso della famiglia Rizzuto). Oggi la maggior parte delle attività della mafia americana sono contenute nell'area nord-orientale degli Stati Uniti e a Chicago, dove continua a dominare la criminalità organizzata, nonostante il crescente numero di bande di strada e altre organizzazioni che non sono di origine italiana.


Turchia

[/color][/b]




Un grazie.gif a luka-x360 come ideatore ed ai precedenti coordinatori di questo Ciclo,
a tutti i contributors ed a tutto lo staff di TNTVillage, per la grande disponibilità e pazienza.


Tutte le Release del Ciclo

Tutti gli scorpori


Messaggio modificato da tetragono il Dec 18 2016, 03:58 PM

Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Aug 31 2014, 03:56 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16



I FILM

A ciascuno il suo - 1966 - regia di Elio Petri - TVrip by loris
A ciascuno il suo - 1966 - regia di Elio Petri - XviD by loris
A ciascuno il suo - 1966 - regia di Elio Petri - DVD9 by Ghazali
Alla luce del sole - 2005 - regia di Roberto Faenza - DivX by cj82
Alla luce del sole - 2005 - regia di Roberto Faenza - DVD5 by Mr.Do
American Gangster - 2007 - regia di Ridley Scott - DivX by °S3B4STI4N°
American Gangster - 2007 - regia di Ridley Scott - 720p by CCTV
American Gangster - 2007 - regia di Ridley Scott - Extended Cut 1080p by Max74
American Gangster - 2007 - regia di Ridley Scott - XviD - Ita Ac3 5.1 by Incubus:.
American Gangster - 2007 - regia di Ridley Scott - XviD - Ita Ac3 5.1 Sub Eng Ita by lizaliza
American Yakuza - 1975 - regia di Frank A. Cappello - XviD by Dorelik
Anastasia mio fratello ovvero il presunto capo dell'Anonima Assassini - 1976 - regia di Steno - DivX by Greg_81
Angela - 2002 - regia di Roberta Torre - XviD by loris
Baciamo le mani - 1973 - regia di Vittorio Schiraldi - XviD by Giovanni33-Muxer
Billy Bathgate - A scuola di Gangster - 1991 - regia di Robert Benton - XviD by Cavallo_Goloso
Bittersweet Life - 2005 - regia di Kim Jee-woon - XviD Ac3 by zabuza89
Black Mass - L'Ultimo Gangster - 2015 - regia di Scott Cooper - H264 Ac3 by lizaliza
Black Rain - Pioggia sporca - 1989 - regia di Ridley Scott - DivX by mg83
Black Rain - Pioggia sporca - 1989 - regia di Ridley Scott - 720p by John Carter
Boiling Point, I Nuovi Gangster - 1990 - regia di Takeshi Kitano - DivX by zabuza89
Boiling Point, I Nuovi Gangster - 1990 - regia di Takeshi Kitano - BDmux 720p H264 by Orgazmo
Bonanno - La storia di un padrino - 2005 - regia di Michel Poulette - XviD by *ilBarone*
Bound - Torbido Inganno - 1996 - regia dei fratelli Wachowski - BDmux 720p By NAHOM
Bronx - 1993 - regia di Robert De Niro - DivX by Teck
Bronx - 1993 - regia di Robert De Niro - XviD by davidecit
Bronx - 1993 - regia di Robert De Niro - DVD5 by Mr.Do
Bronx - 1993 - regia di Robert De Niro - BDmux 720p by ShivaShanti
Brother - 2000 - regia di Takeshi Kitano - DivX by Logansan
Brother - 2000 - regia di Takeshi Kitano - BDmux 720p H264 by Orgazmo
Bugsy - 1991 - regia di Barry Levinson - DVD5 by Shivashanti
Bugsy - 1991 - regia di Barry Levinson - XviD by max74
Bulletproof Man - Kill the Irishman - 2011 - regia di Jonathan Hensleigh - XviD by Dorelik
Cadaveri eccellenti - 1976 - regia di Francesco Rosi - DivX by loris
Cadaveri eccellenti - 1976 - regia di Francesco Rosi - DVD5 by Ghazali
Camorra - 1972 - regia di Pasquale Squitieri - XviD by loris
Carlito's Way - 1993 - regia di Brian De Palma - DivX by Gregg
Carlito's Way - 1993 - regia di Brian De Palma - XviD Ac3 by Dorelik
Carlito's Way - 1993 - regia di Brian De Palma - XviD Ita-Eng by ziogino
Carlito's Way - 1993 - regia di Brian De Palma - 720p by mg83
Carlito's Way - 1993 - regia di Brian De Palma - BDrip 1080p by ShivaShanti
Carlito's Way - Scalata al potere - 2005 - regia di Michael Bregman - DivX by Dottorbald
Carter - 1971 - regia di Mike Hodges - DVD9 by DagoVerde
Carter - 1971 - regia di Mike Hodges - DivX by DagoVerde
Carter - 1971 - regia di Mike Hodges - H264 by ShivaShanti
Casino - 1995 - regia di Martin Scorsese - DivX by Equos
Casino - 1995 - regia di Martin Scorsese - XviD Ac3 by Dorelik
Casino - 1995 - regia di Martin Scorsese - DVD5 by Mr.Do
Casino - 1995 - regia di Martin Scorsese - 720p by John Carter
Casino - 1995 - regia di Martin Scorsese - 1080p by fratposa
Cemento armato - 2007 - regia di Marco Martani - XviD by corsaro191
Cento giorni a Palermo - 1984 - regia di Giuseppe Ferrara - DivX by Antone
Cento giorni a Palermo - 1984 - regia di Giuseppe Ferrara - DVD9 by Angus68
Cogan - Killing Them Softly - 2012 - regia di Andrew Dominik - XviD by Dorelik
Cogan - Killing Them Softly - 2012 - regia di Andrew Dominik - BDrip 1080p by ShivaShanti
Compagnie Pericolose - 2001 - regia di B. Koppelman e D. Levien - DivX Mp3 - by danny_18_01
Compagnie Pericolose - 2001 - regia di B. Koppelman e D. Levien - XviD Ac3 by Dorelik
Corleone - 1978 - regia di Pasquale Squitieri - DivX by loris
Cotton Club - 1984 - regia di Francis Ford Coppola - DivX by Dorelik
Cotton Club - 1984 - regia di Francis Ford Coppola - DVD9 by loris
C'era una volta in america - 1984 - regia di Sergio Leone - DivX by gotenks86
C'era una volta in america - 1984 - regia di Sergio Leone - XviD by Dorelik
C'era una volta in america - 1984 - regia di Sergio Leone - XviD Extend Cut by robbyrs
C'era una volta in america - 1984 - regia di Sergio Leone - 2DVD9 by slackout
C'era una volta in america - 1984 - regia di Sergio Leone - 720p by Agente X
C'era una volta in america - 1984 - regia di Sergio Leone - 1080p by Dorelik
China Girl - 1987 - regia di Abel Ferrara - XviD by Darayava
Crying Freema - 1995 - regia di Christophe Gans - XviD by Robbyrs
Crocevia della morte - 1990 - Regia di Joel e Ethan Coen - XviD by giggio il grigio
Crocevia della morte - 1990 - Regia di Joel e Ethan Coen - XviD Ita Eng by neonblack
Crocevia della morte - 1990 - Regia di Joel e Ethan Coen - BDrip 720p by Little-Boy
Crocevia della morte - 1990 - Regia di Joel e Ethan Coen - BDmux 1080p H265 by NAHOM
Crocevia della morte - 1990 - Regia di Joel e Ethan Coen - BDrip 1080p by ShivaShanti
Da Corleone a Brooklyn - 1979 - regia di Umberto Lenzi - DivX by *ilBarone*
Donnie Brasco - 1997 - regia di Mike Newell - DivX Mp3 by Teck
Donnie Brasco - 1997 - regia di Mike Newell - XviD Ac3 by max74
Donnie Brasco - 1997 - regia di Mike Newell - DVD5 by Angus68
Donnie Brasco - 1997 - regia di Mike Newell - H264 Mp3 by markus03
Donnie Brasco - 1997 - regia di Mike Newell - H264 Aac 720p by bomboloo
Dimenticare Palermo - 1990 - regia di Francesco Rosi - DivX by loris
Dimenticare Palermo - 1990 - regia di Francesco Rosi - DivX Ac3 by Dorelik
Dimenticare Palermo - 1990 - regia di Francesco Rosi - DVD9 by mg83
Era d’estate. Falcone e Borsellino all’Asinara - 2016 - regia di Fiorella Infascelli - Xvid Ac3 by tetragono
Era d’estate. Falcone e Borsellino all’Asinara - 2016 - regia di Fiorella Infascelli - H264 Ac3 by tetragono
Era d’estate. Falcone e Borsellino all’Asinara - 2016 - regia di Fiorella Infascelli - DVD5 by noCia
Era d’estate. Falcone e Borsellino all’Asinara - 2016 - regia di Fiorella Infascelli - DVD9 by tetragono
Fatti della Banda della Magliana - 2005 - regia di Daniele Costantini - DivX Mp3 by *ilBarone*
Fatti della Banda della Magliana - 2005 - regia di Daniele Costantini - XviD Ac3 by Dorelik
Fatti della Banda della Magliana - 2005 - regia di Daniele Costantini - DVD5 by Angus68
Fratelli - The Funeral - 1996 - regia di Abel Ferrara - SATrip by loris
Fine Pena Mai - 2008 - regia di Davide Barletti, Lorenzo Conte - XviD by kinder02
Galantuomini - 2007 - regia: Edoardo Winspeare - XviD by Dorelik
Gangs of New York - 2002 - regia di Martin Scorsese - XviD Mp3 by domenan
Gangs of New York - 2002 - regia di Martin Scorsese - XviD Ac3 by Demone Angelico
Gangs of New York - 2002 - regia di Martin Scorsese - DVD5 by Mr.D
Gangs of New York - 2002 - regia di Martin Scorsese - DVD9 by Angus68
Gangs of New York - 2002 - regia di Martin Scorsese - 1080p by ShivaShanti
Gangs of New York - 2002 - regia di Martin Scorsese - 720p by ShivaShanti
Gardenia Il giustiziere della mala - 1979 - regia di Domenico Paolella - DivX by Mastiff_84
Giovanni Falcone - 1993 - regia di Giuseppe Ferrara - TVrip by loris
Giovanni Falcone - 1993 - regia di Giuseppe Ferrara - XviD Ac3 by Dorelik
Giovanni Falcone - 1993 - regia di Giuseppe Ferrara - DVD5 by @@ThePresident@@
Giovanni Falcone - L'uomo che sfidò Cosa Nostra - 2006 - regia di Antonio Frazzi - XviD by ziogino
Gli intoccabili - 1987 - regia di Brian De Palma - DivX Mp3 by Albert Einstein
Gli intoccabili - 1987 - regia di Brian De Palma - XviD Ac3 by Angus68
Gli intoccabili - 1987 - regia di Brian De Palma - H264 Aac by teamdelloshamano
Gli intoccabili - 1987 - regia di Brian De Palma - H264 Ac3 by @@ThePresident@@
Gli intoccabili - 1987 - regia di Brian De Palma - DVD5 by giggio il grigio
Gli intoccabili - 1987 - regia di Brian De Palma - BDRip 720p by SMiL3MAN
Gli intoccabili - 1987 - regia di Brian De Palma - BDMux 720p by bomboloo
Gli intoccabili aka Machine Gun McCain - 1969 - regia di Giuliano Montaldo - XviD by Pirata88
Gomorra - 2008 - regia di Matteo Garrone - XviD by corsaro191
Gomorra - 2008 - regia di Matteo Garrone - BDRip H264 by iPelle
Gomorra - 2008 - regia di Matteo Garrone - BDRip 720p by iPelle
Gun crazy - 2002 - regia di Atsushi Muroga - XviD by giuseppetnt
Hana-bi - Fiori di fuoco - 1997 - regia di Takeshi Kitano - DivX Mp3 by Albert Einstein
Hana-bi - Fiori di fuoco - 1997 - regia di Takeshi Kitano - DivX Ac3 by Dorelik
Hana-bi - Fiori di fuoco - 1997 - regia di Takeshi Kitano - DVD9 by crap0101
Hana-bi - Fiori di fuoco - 1997 - regia di Takeshi Kitano - BDmux 720p H264 by Orgazmo
I cento passi - 2000 - regia di Marco Tullio Giordana - XviD by Releaser Anonimo
I cento passi - 2000 - regia di Marco Tullio Giordana - DivX Ac3 by Dorelik
I cento passi - 2000 - regia di Marco Tullio Giordana - DVD5 by gege 93
I cento passi - 2000 - regia di Marco Tullio Giordana - DVD9 by Angus68
I due mafiosi - 1964 - regia di Giorgio Simonelli - XviD by sgjk86
I Giudici - 1999 - regia di Ricky Tognazzi - DivX by loris
I Guappi - 1974 - regia di Pasquale Squitieri - DivX by *ilBarone*
I Signori della truffa - Sneakers - 1992 - regia di Phil Alden Robinson - DivX Mp3 by marmac
I Signori della truffa - Sneakers - 1992 - regia di Phil Alden Robinson - XviD Mp3 Ita Eng by ShivaShanti
I Signori della truffa - Sneakers - 1992 - regia di Phil Alden Robinson - XviD Ac3 by Dorelik
I Signori della truffa - Sneakers - 1992 - regia di Phil Alden Robinson - BDmux 720p by Little-Boy
I Signori della truffa - Sneakers - 1992 - regia di Phil Alden Robinson - 1080p by ShivaShanti
Il boss - 1973 - regia di Fernando Di Leo - XviD by chirilloff
Il camorrista - 1986 - regia di Giuseppe Tornatore - DivX by *ilBarone
Il camorrista - 1986 - regia di Giuseppe Tornatore - DVD9 by mg83
Il caso Mattei - 1972 - regia di Francesco Rosi - DivX by el gordito
Il Clan dei Siciliani - 1969 - regia di Henri Verneuil - DivX by BTMN79
Il cliente - 1994 - regia di Joel Schumacher - XviD by @@ThePresident@@
Il codice del silenzio - 1985 - regia di Andrew Davis - XviD by Dorelik
Il codice del silenzio - 1985 - regia di Andrew Davis - 1080p by max74
Il consigliori - 1973 - regia di Alberto De Martino - DivX by Duracell72
Il cugino americano - 1986 - regia di Giacomo Battiato - XviD by chribio
Il dolce e l'amaro - 2007 - regia di Andrea Porporati - XviD by *ilBarone*
Il dolce e l'amaro - 2007 - regia di Andrea Porporati - DVD9 by Dorelik
Il Gattopardo - 1963 - regia di Luchino Visconti - XviD by Bardamu
Il Gattopardo - 1963 - regia di Luchino Visconti - DVD9 by loris
Il Gattopardo - 1963 - regia di Luchino Visconti - 720p by loris
Il Generale Dalla Chiesa - 2007 - regia di Giorgio Capitani - XviD by IlFilmografo
Il giorno della civetta - 1968 - regia di Damiano Damiani - DivX by loris
Il giorno della civetta - 1968 - regia di Damiano Damiani - XviD by Releaser Anonimo
Il giorno della civetta - 1968 - regia di Damiano Damiani - DVD5 by DagoVerde
Il giudice ragazzino - 1993 - regia di Alessandro di Robilant - VHSrip by Antone
Il Massacro Del Giorno Di San Valentino - 1967 - regia di Roger Corman - XviD by robbyrs
Il Padrino - 1972 - regia di Francis Ford Coppola - DivX by Equos
Il Padrino - 1972 - regia di Francis Ford Coppola - H264 by dragmc
Il Padrino - 1972 - regia di Francis Ford Coppola - DVD5 by Albert Einstein
Il Padrino - 1972 - regia di Francis Ford Coppola - BDRip 720p by fratposa
Il Padrino - 1972 - regia di Francis Ford Coppola - 1080p by mg83
Il Padrino - 1972 - regia di Francis Ford Coppola - BDrip 720p H265 by TNT-BOMB
Il Padrino II - 1974 - regia di Francis Ford Coppola - H264 Mp3 by markus03
Il Padrino II - 1974 - regia di Francis Ford Coppola - H264 Ac3 by dragmc
Il Padrino II - 1974 - regia di Francis Ford Coppola - DVD5 - 1a parte & DVD5 - 2a parte by Mr.Do
Il Padrino II - 1974 - regia di Francis Ford Coppola - BDrip 720p by kalkolo
Il Padrino II - 1974 - regia di Francis Ford Coppola - BDrip 720p H265 by TNT-BOMB
Il Padrino III - 1990 - regia di Francis Ford Coppola - DivX by Equos
Il Padrino III - 1990 - regia di Francis Ford Coppola - H264 Mp3 by markus03
Il Padrino III - 1990 - regia di Francis Ford Coppola - H264 Ac3 by dragmc
Il Padrino III - 1990 - regia di Francis Ford Coppola - DVD5 by Mr.Do
Il Padrino III - 1990 - regia di Francis Ford Coppola - BDRip 720p by fratposa
Il Padrino III - 1990 - regia di Francis Ford Coppola - BDRip 720p H265 by TNT-BOMB
Il Padrino III - 1990 - regia di Francis Ford Coppola - BDRip 1080p by pizza92
Il prefetto di ferro - 1977 - regia di Pasquale Squitieri - DivX by gogo
Il prefetto di ferro - 1977 - regia di Pasquale Squitieri - XviD by Dorelik
Il prefetto di ferro - 1977 - regia di Pasquale Squitieri - H264 by Ghazali
Il sasso in bocca - 1969 - regia di Giuseppe Ferrara - DivX by loris
Il siciliano - 1987 - regia di Michael Cimino - VHSrip by Antone
Il socio - 1993 - regia di Sidney Pollack - DivX by black mamba
In nome della legge - 1949 - regia di Pietro Germi - XviD by patty2003
In un altro paese - 2006 - regia di Marco Turco - XviD by Marmac
Io sono Libero - 2016 - regia di Filippetto e Miccichè - H264 by cicciopastrocchio
Jane Austen's Mafia - 1998 - regia di Jim Abrahams - DivX by *ilBarone*
Johnny Stecchino - 1991 - regia di Roberto Benigni - XviD by light88
Johnny Stecchino - 1991 - regia di Roberto Benigni - H264 by Demone Angelico
Johnny Stecchino - 1991 - regia di Roberto Benigni - BDRip 720p by ShivaShanti
Kill The Irishman - Bulletproof Man - 2011 - regia di Jonathan Hensleigh - XviD by DownHill
King of New York - 1990 - regia di Abel Ferrara - DivX by loris
King of New York - 1990 - regia di Abel Ferrara - Xvid by Dorelik
King of New York - 1990 - regia di Abel Ferrara - BDRip 1080p by max74
L'Anno del Dragone - 1985 - regia di Michael Cimino - XviD by walt kowalski
L'Assassinio di un allibratore cinese - 1976 - regia di John Cassavetes - XviD by loris
L'impero del Crimine - 1991 - regia di Michael Mahem - XviD by mg83
L'onorata società - 1962 - regia di Riccardo Pazzaglia - DivX by pir8
L’onore dei Prizzi - 1985 - Regia di John Huston - DivX by Dorelik
L’onore dei Prizzi - 1985 - Regia di John Huston - XviD by Colleromito
L’onore dei Prizzi - 1985 - Regia di John Huston - H264 by multi
L’onore dei Prizzi - 1985 - Regia di John Huston - 720p H264 by StIwY
L'ultimo dei corleonesi - 2006 - regia di Alberto Negrin - DTTrip by ziogino
L'Uomo Di Vetro - 2007 - regia di Stefano Incerti - DivX by *ilBarone*
La capagira - regia di Alessandro Piva - XviD by loris
La moglie più bella - 1970 - regia di Damiano Damiani - DivX by pianetaselvaggio
La moglie più bella - 1970 - regia di Damiano Damiani - H264 by oracenelson
La polizia bussa alla porta - 1955 - regia di Joseph H. Lewis - XviD by belgarath
La promessa dell'assassino - 2007 - regia di David Cronenberg - DivX by Duracell72
La promessa dell'assassino - 2007 - regia di David Cronenberg - BDrip 720p by Max74
La scorta - 1993 - regia di Ricky Tognazzi - TVrip by loris
La scorta - 1993 - regia di Ricky Tognazzi - DVD9 by loris
La tua vita per mio figlio - 1980 - regia di Alfonso Brescia - XviD by Dorelik
La triade di Shanghai - 1995 - regia di Zhang Yimou - DivX by Dorelik
La Siciliana Ribelle - 2008 - regia di Marco Amenta - XviD by zicchette
La Vendetta Del Dragone - 2010 - regia di Tung-Shing Yee - DVD5 by @@ThePresident@@
Le Bande - 2005 - regia di Lucio Giordano
Le conseguenze dell'amore - 2004 - Regia di Paolo Sorrentino - XviD by alby1990
Le mani sulla città - 1963 - regia di Francesco Rosi - XviD by loris
Lo sgarro - L'Uomo che Sfidò la Camorra- 1962 - regia di Silvio Siano - VHSrip by Xx.Philipps.xX
Lo zio di Brooklyn - 1996 - regia di Daniele Ciprì e Franco Maresco - DivX by LaMorte
Lucky Luciano - 1973 - regia di Francesco Rosi - XviD Mp3 by Mr.Do
Lucky Luciano - 1973 - regia di Francesco Rosi - XviD Ac3 by Dorelik
Luna Rossa - 2001 - regia di Antonio Capuano - DivX by loris
Mafia Connection - E venne il giorno dei limoni neri - 1970 - regia di Camillo Bazzoni - DVD5 by mg83
Mafioso - 1962 - regia di Alberto Lattuada - VHSrip by eddiekrueger
Mafioso - 1962 - regia di Alberto Lattuada - XviD by oraceneson
Mery per sempre - 1989 - regia di Marco Risi - DivX by Releaser Anonimo
Mi manda Picone - 1983 - regia di Nanni Loy - DivX by *ilBarone*
Milano-Palermo - Il ritorno - 2007 - regia di Claudio Fragasso - XviD by robbyrs
Milano-Palermo - Il ritorno - 2007 - regia di Claudio Fragasso - DVD5 by gege 93
Mio cognato - 2003 - regia di Alessandro Piva - DivX by gemini9669
Narcos - 1992 - regia di Giuseppe Ferrara - XviD by loris
Nazareno - 2007 - regia di Varo Venturi - XviD by Zeiss
Nemico pubblico - 1931 - regia di William A. Wellman - XviD by Angel_A
Outrage - Autoreiji - 2010 - regia di Takeshi Kitano - XviD by zabuza89
Outrage Beyond - 2012 - regia di Takeshi Kitano - H264 by NAHOM
Palermo Milano solo andata - 1995 - regia di Claudio Fragasso - DivX by jimijimi
Pale Flower - Kawaita Hana - 1964 - regia di Masahiro Shinoda - XviD by deadkennedys
Piccolo Cesare - 1930 - regia di Mervyn LeRoy - XviD by Logansan
Placido Rizzotto - 2000 - regia di Pasquale Scimeca - XviD by loris
Pianese Nunzio - 14 anni a Maggio - 1996 - regia di Antonio Capuano - DivX by *ilBarone*
Pizza Connection - 1985 - regia di Damiano Damiani - SATrip by loris
Pizza Connection - 1985 - regia di Damiano Damiani - XviD by IlFilmografo
Prigioniero di un sogno - 2009 - regia di Carlo Fusco - XviD by Dorelik
Prova a incastrarmi - 2006 - regia di Sidney Lumet - 1080p by echo
Punisher - 2008 - regia di Roger Lexi Alexander - XviD by robbyrs
Quei bravi ragazzi - 1990 - regia di Martin Scorsese - DivX by gotenks86
Quei bravi ragazzi - 1990 - regia di Martin Scorsese - DVD5 by (@)_MAX_(@)
Quei bravi ragazzi - 1990 - regia di Martin Scorsese - BDrip 720p by max74
Quei bravi ragazzi - 1990 - regia di Martin Scorsese - BDrip 1080p by mutu_1980
Quella Sporca Ultima Notte - 1975 - regia di Steve Carver - BDrip 1080p By MTX Group
Quella Sporca Ultima Notte - 1975 - regia di Steve Carver - BDrip 720p By Pitt@Sk8
Ragazzi Fuori - 1990 - regia di Marco Risi - XviD Mp3 by kinder02
Ragazzi Fuori - 1990 - regia di Marco Risi - XviD Ac3 by @@ThePresident@@
Resa dei conti a Little Tokyo - 1991 - regia di Mark Lester - Mux 720p by bycj82
Rififi - 1955 - regia di Jules Dassin - BDrip 720p ireneXXX
Salvatore Giuliano - 1961 - regia di Francesco Rosi - XviD by loris
Salvatore Giuliano - 1961 - regia di Francesco Rosi - DVD5 by loris
Sangue vivo - 2000 - regia di Edoardo Winspeare - DivX by loris
Scarface - 1983 - regia di Brian De Palma - DivX by luka-x360
Scarface - 1983 - regia di Brian De Palma - XviD by @@ThePresident@@
Scarface - 1983 - regia di Brian De Palma - XviD (Ita-Eng) by robbyrs
Scarface - 1983 - regia di Brian De Palma - SD H265 by ShivaShanti
Scarface - 1983 - regia di Brian De Palma - H264 by @@ThePresident@@
Scarface - 1983 - regia di Brian De Palma - BDrip 1080p by ShivaShanti
Scarface - Lo sfregiato - 1932 - regia di Howard Hawks - DVD5 by loris
Segreti di stato - 2003 - regia di Paolo Benvenuti - DivX by Releaser Anonimo
Sonatine - 1993 - regia di Takeshi Kitano - XviD by black mamba
Sonatine - 1993 - regia di Takeshi Kitano - DVD9 bu crap0101
Sonatine - 1993 - regia di Takeshi Kitano - 720p H264 bu Orgazmo
Sotto gli occhi di tutti - 2003 - regia di Nello Correale - DivX by Xx.Philipps.xX
Sotto massima copertura- 2003 - Regia di James Bruce - XviD by Dorelik
Storie di cosa Nostra - 1971 - regia di Stefano Vanzina - DivX by Dorelik
Tano da morire - 1997 - regia di Roberta Torre - DivX by loris
Terapia e pallottole - 1999 - regia di Harold Ramis - DivX by polpetta
The Boondock Saints - Giustizia finale - 1999 - regia di Troy Duffy - XviD Mp3 by Releaser Anonimo
The Boondock Saints - Giustizia finale - 1999 - regia di Troy Duffy - XviD Ac3 by Dorelik
The Boondock Saints - Il Giorno di Ognissanti - 2009 - regia di Troy Duffy - XviD Ac3 by Dorelik
The Departed - Il bene e il male - 2007 - regia di Martin Scorsese - XviD by Navartek
The Departed - Il bene e il male - 2007 - regia di Martin Scorsese - H264 by @@ThePresident@@
The Departed - Il bene e il male - 2007 - regia di Martin Scorsese - DVD9 by max74
The Departed - Il bene e il male - 2007 - regia di Martin Scorsese - BDrip 1080p by Mandragola
The Iceman - 2012 - regia di Ariel Vromen - BDrip 720p by NAHOM
The Mafia Family Affairs - 2005 - regia di Roger Evan Larry - H264 by Dorelik
Traffic - 2000 - regia di Steven Soderbergh - DivX by (@)_MAX_(@)
Un boss sotto stress - 2002 - regia di Harold Ramis - DivX by Nite
Un complicato intrigo di donne vicoli e delitti - 1985 - regia di Lina Wertmüller - VHSrip by *ilBarone*
Un eroe borghese - 1995 - regia di Michele Placido - DivX by gogo
Un uomo in ginocchio - 1979 - regia Damiano Damiani - XviD by oracenelson
Vedi Napoli e poi muori - 2006 - regia di Enrico Caria - XviD by ziogino
Violent Cop - 1989 - regia di Takeshi Kitano - BDmux 720p H264 by Orgazmo
Vite strozzate - 1996 - regia di Ricky Tognazzi - DivX by stingbees
Vota Provenzano - 2008 - di Salvatore Fronio
Wake of death - 2004 - regia di Philippe Martinez - XviD by IlFilmografo
Yakuza - 1975 - regia di Sydney Pollack - DivX by marmac
Yakuza Demon - 2003 - regia - Takashi Miike - XviD by Sagara95
Yakuza - Like A Dragon - 2007 - regia Takashi Miike - XviD by Eyxe88


I DOCUMENTARI

57 giorni a Palermo - La scorta di Borsellino - SATrip by Antone
Blu Notte - Antonino Gioè, il boss suicida - DVD9 by karinska
Blu Notte - Collusioni tra mafia e Politica - TVrip by Geriko2004
Blu Notte - Il Caso Giuseppe Alfano - H264 WEBrip by iPelle
Blu Notte - Il Caso Mattei - TVrip by Ixtlan
Blu Notte - La Mattanza dai silenzi sulla Mafia al silenzio della Mafia - TVrip by SBS_Releaser
Blu Notte - La Mattanza dai silenzi sulla Mafia al silenzio della Mafia - XviD by loris
Blu Notte - Il caso di Gioia Tauro - H264 by iPelle
Blu Notte - Il caso Salvatore Giuliano - Tvrip by Ixtlan
Blu Notte - Dentro Cosa Nostra - TVrip by serman
Blu Notte - Il clan dei Casalesi - TVrip by serman
Blu Notte - La Mafia Al Nord - DivX by serman
Blu Notte - La storia della Camorra - XviD by bahamut88
Blu Notte - La storia della 'Ndrangheta - SATrip by Antone
Blu Notte - Mafia & Politica - TVrip by Geriko2004
Blu Notte - Mafia & Politica - DivX by serman
Blu Notte - Messina Un Enigma Da Decifrare - DivX by serman
Blu Notte - Milano calibro 9 - DivX by serman
Blu Notte - Salvatore Giuliano - TVrip by Ixtlan
Blu Notte - Salvatore Giuliano - XviD by serman
Blu notte - Sicilia nera - DivX by serman
Blu Notte - Storie di mafia - DivX by serman
Blu Notte - Trapani, coppole e colletti bianchi - SATrip by Antone
Blu Notte - Storie di mafia dalla morte di Borsellino ai giorni nostri by serman
Che tempo che fa - Speciale Roberto Saviano - SATrip by signoinlop
Confronto Totò Riina Mutolo e Marchese - TVrip by rei86
Conversazione con Roberto Saviano
Doppio Gioco - SATrip by Antone
Giovanni Falcone Un giudice italiano - SATrip by proximun
Gli Ultimi Padrini - La Grande Storia - TVrip by Antone
Il fantasma di Corleone - Regia di Marco Amenta - DivX by Demone Angelico
In nome del popolo italiano - Il Maxiprocesso di Palermo 20 anni dopo - TVrip by Antone
In un altro paese - XviD by marmac
Intervista a Paolo Borsellino - VHSrip by signoinlop
John Gotti: The Rise and Fall of the Mafia Assassins - TVrip - DivX by AnikiJack
La mafia - 150 anni di storia e storie - WIN-ISO by Loris
La mafia è bianca - DivX by (@)_MAX_(@)
La Storia Siamo Noi - Portella della Ginestra - SATrip by Antone
La Storia Siamo Noi - Peppino Impastato omicidio di mafia - SATrip by Antone
La Storia Siamo Noi - Giovanni Falcone:anomalia palermitana - Mpeg by Antone
La Storia Siamo Noi - Gli Ultimi Padrini - DivX by serman
La Storia Siamo Noi - Giuseppe Fava Un Uomo - SATrip byAntone
La Storia Siamo Noi - Il caso De Mauro
La Storia Siamo Noi - Paolo Borsellino: un giudice condannato a morte - DivX by Antone
La Storia Siamo Noi - Generale Dalla Chiesa
La Storia Siamo Noi - Schiaffo alla Mafia - SATrip by Antone
Le carceri russe - Tatuaggi, onore e malavita russa - MP4 by Pirata88
Le mani su Palermo - SATrip by Antone
Lucarelli racconta - La quarta mafia - DTTrip by Releaser Anonimo
Mafia bunker - SATrip by Pirata88
MalaMilano - SATrip by (@)_MAX_(@)
Marco Travaglio presenta il libro Gli Intoccabili - XviD by ShivaShanti
Maxiprocesso a Cosa Nostra - TVrip by rei86
MAXI+25 - Anatomia Di Un Processo - DTTrip by pierlu2000
'na stranezza Damuri - MP4 by pippooo
NatGeoHD - I Padrini - SATrip - H264 by giuseppetnt
National Geographic America Cosa Nostra S01e01-06 - SATrip - DivX by giuseppetnt
National Geographic - I Padrini - XviD by Fratposa
Paolo Borsellino - L'Intervista Nascosta - XviD by Releaser Anonimo
Scacco al Re - regia di Claudio Canepari e Piergiorgio Di Cara - SATrip by parnax
Segreti di Stato - La Strage di Portella della ginestra - DivX by Releaser Anonimo
Sotto Scacco - DivX by Releaser Anonimo
Speciale Gomorra - Intervista a Roberto Saviano by giuseppetnt
Speciale Gomorra - Backstage by giuseppetnt
Uomini Soli - XviD by giuseppetnt
Vedi Napoli e poi muori - XviD by ziogino





IL TEATRO

Roberto Saviano e Mario Gelardi - Gomorra by signoinlop



LE SERIE TV



Baciamo le mani - Palermo New York 1958 - 2013 - Serie Completa - DTTrip by Pirata88
Brigada - Serie Completa - 2002 - SATrip by giuseppetnt
Catturandi - Nel nome del padre - 1ª Stagione Ep.1-6 - 2016 - DTTrip H264 by TNT-BOMB
Catturandi - Nel nome del padre - 1ª Stagione Ep.1-6 - 2016 - SATrip 720p H264 by cicciopastrocchio
Cesare Mori - Il prefetto di ferro - Miniserie Completa - 2012 - SATrip by cicciopastrocchio
Gomorra 1ª Stagione Ep.1-10 - 2014 - HDTV XviD by Incubus:.
Gomorra 1ª Stagione Completa - 2014 - DVDrip XviD by giuseppetnt
Gomorra 1ª Stagione Completa - 2014 - SATrip by giuseppetnt
Gomorra 1ª Stagione Completa - 2014 - 720p by ErVaas92
Gomorra 1ª Stagione Completa - 2014 - 1080p by giuseppetnt
Gomorra 2ª Stagione Completa - 2016 - H264 by Zorro3k
Gomorra 2ª Stagione Completa - 2016 - XviD by Itanio
Gomorra 2ª Stagione Completa - 2016 - 720p by rathman
Gomorra 2ª Stagione Completa - 2016 - 1080p by Fratposa
I Soprano 1ª Stagione Completa - 1999 - TVrip by artemedea
I Soprano 1ª Stagione Completa - 1999 - BDMux 720p by Fratposa
I Soprano 2ª Stagione Completa - 2000 - XviD by ugoclubugo
I Soprano 2ª Stagione Completa - 2000 - BDMux 720p by Fratposa
I Soprano 3ª Stagione Completa - 2001 - TVrip by Telapan86
I Soprano 3ª Stagione Completa - 2001 - Mux 720p by colemar
I Soprano 4ª Stagione Completa - 2002 - DivX by ugoclubugo
I Soprano 4ª Stagione Completa - 2002 - Mux 720p e 1080p by DILLer
I Soprano 5ª Stagione Completa - 2004 - Mux 720p e 1080p by DILLer
I Soprano 5ª Stagione Completa - 2004 - XviD by ugoclubugo
I Soprano 6ª Stagione Completa - 2006 - XviD by ugoclubugo
Il Capo dei Capi - Serie Completa - 2007 - XviD by=TheDoctor=
Il Capo dei Capi - Serie Completa - 2007 - SATrip by mg83
Il Capo dei Capi - Serie Completa - 2007 - DVD5 by mg83
Il clan dei Camorristi - Serie Completa - 2013 - SATrip by cicciopastrocchio
L'era glaciale - Roberto Saviano - SATrip by signoinlop
L'Onore e il Rispetto - 1° Stagione Completa - 2006 - SATrip by Releaser Anonimo
L'Onore e il Rispetto - 2° Stagione Completa - 2009 - SATrip by tridimensionale
L'Onore e il Rispetto - 3° Stagione Completa - 2012 - SATrip by tridimensionale
L'ultimo Padrino - La Cattura di Provenzano - 2008 - SATrip by tridimensionale
L'ultimo Padrino - La Cattura di Provenzano - 2008 - XviD by rei86
La mafia uccide solo d'estate - Serie completa - 2016 - 720p H264 by cicciopastrocchio
La mafia uccide solo d'estate - Serie completa - 2016 - H264 by sp_54321
La Piovra - 1ª Stagione Completa - 1984 - DivX by *ilBarone*
La Piovra - 1ª Stagione Completa - 1984 - TVrip XviD by nurserycrime55
La Piovra - 2ª Stagione Completa - 1986 - DivX by *ilBarone*
La Piovra - 2ª Stagione Completa - 1986 - TVrip XviD by nurserycrime55
La Piovra - 3ª Stagione Completa - 1987 - TVrip XviD by nurserycrime55
La Piovra - 4ª Stagione Completa - 1989 - TVrip XviD by nurserycrime55
La Piovra - 5ª Stagione Completa - 1990 - TVrip XviD by nurserycrime55
La Piovra - 6ª Stagione Completa - 1992 - TVrip XviD by nurserycrime55
La Piovra - 7ª Stagione Completa - 1995 - TVrip XviD by nurserycrime55
La Piovra - 8ª Stagione Completa - 1997 - TVrip XviD by nurserycrime55
La Piovra - 9ª Stagione - 1998
La Piovra - 10ª Stagione Completa - 2010 - TVrip XviD by *ilBarone*
Le Mani Dentro La Città - Serie Completa - 2014 - XviD by pir8
Lou Ferrante - Codice criminale - 2013 - H264 by mestessome
Paolo Borsellino - 2004 - regia di Gianluca Maria Tavarelli - XviD by Mr.Do
Paolo Borsellino - 2004 - regia di Gianluca Maria Tavarelli - DVD5 by Mr.Do
Paolo Borsellino - 2004 - regia di Gianluca Maria Tavarelli - XviD Ac3 by giuseppetnt
Paolo Borsellino - I 57 giorni - 2012 - regia di Alberto Negrin - SATrip by cicciopastrocchio
Paolo Borsellino - I 57 giorni - 2012 - regia di Alberto Negrin - DTTrip H264 by Kouta
Presa Diretta - Ndranghetisti - TVrip by FestinaLente
Pupetta il coraggio e la passione - Serie Completa - 2013 - SAT/DTTrip by marcocostarella & MOROTTIR
Solo - Stagione completa - 2016 - 720p H264 by RB76
Solo - Stagione completa - 2016 - H264 by iLoris
Squadra Antimafia - Palermo Oggi - 1ª Stagione - 2009
Squadra Antimafia - Palermo Oggi - 2ª Stagione Completa - 2010 - XviD by Releaser Anonimo
Squadra Antimafia - Palermo Oggi - 3ª Stagione Completa - 2011 - XviD by alby1990
Squadra Antimafia - Palermo Oggi - 4ª Stagione Completa - 2012 - XviD by cicciopastrocchio
Squadra Antimafia - Palermo Oggi - 5ª Stagione Completa - 2013 - XviD by cicciopastrocchio
Squadra Antimafia - Palermo Oggi - 5ª Stagione Completa - 2013 - 720p HDTVRip by >TrEvOr<
Squadra Antimafia - Palermo Oggi - 6ª Stagione Completa - 2013 - XviD by cicciopastrocchio
Squadra Antimafia - Il Ritorno del Boss - 8ª Stagione Completa - 2016 - H264 by TNT-BOMB e iLoris
Squadra Antimafia - Il Ritorno del Boss - 8ª Stagione Completa - 2016 - H264 1080i by monello78
The Mob Doctor - 2012 - Serie Completa - XviD by pir8
Ultimo - 1998 - regia di Stefano Reali - DivX by Cavallo_Goloso
Ultimo 2 - La sfida - 1999 - regia di Michele Soavi - TVrip by Cavallo_Goloso
Ultimo 2 - La sfida - 1999 - regia di Michele Soavi - 2DVD5 by Angus68
Ultimo 3 - L'infiltrato - 2004 - regia di Michele Soavi - XviD by sgjk86
Ultimo 3 - L'infiltrato - 2004 - regia di Michele Soavi - 2DVD5 by Angus68
Ultimo 4 - L'occhio del falco - 2013 - regia di Michele Soavi - XviD by cicciopastrocchio
Ultimo 4 - L'occhio del falco - 2013 - regia di Michele Soavi - H264 by cicciopastrocchio
Vieni Via Con Me - Roberto Saviano - SATrip by signoinlopnlop




I CARTOON

Giovanni E Paolo E Il Mistero Dei Pupi - DivX by Pulcione86



I PODCAST

Anton Giulio Mancino - Salvatore Giuliano di Francesco Rosi, [Mp3 - Ita] Wikiradio 251 by darayava
Claudio Fava - Peppino Impastato, [Mp3 - Ita] Wikiradio 133 by darayava
La storia in giallo 001 - Joe Petrosino by darayava
La storia in giallo 024 - Lana Turner e Johnny Stompanato by darayava
La storia in giallo 063 - Al Capone - by darayava
La storia in giallo 068 - Salvatore Giuliano by darayava
La storia in giallo 125 - La scomparsa di Mauro De Mauro by darayava
La storia in giallo 185 - Tommaso Buscetta by darayava
La storia in giallo 200 - Pio La Torre by darayava
La storia in giallo 204 - Roberto Calvi - Il banchiere di Dio by darayava
La storia in giallo 216 - Il generale Dalla Chiesa by darayava
La storia in giallo 222 - Il caso Enzo Tortora by darayava
La storia in giallo 234 - Paolo Borsellino by darayava
La storia in giallo 241 - Peppino Impastato by darayava
La storia in giallo 244 - Il Mastino di New York by darayava
La storia in giallo 247 - Totò Riina by darayava
La storia in giallo 251 - Cesare Mori - Il Prefetto di Ferro by darayava
La storia in giallo 258 - Lucky Luciano by darayava
La storia in giallo 261 - Mauro Rostagno by darayava
La storia in giallo 266 - Salvatore Giuliano - Il Re di Montelepre by darayava
La storia in giallo 276 - Beppe Alfano - Morte di un giornalista by darayava
La storia in giallo 281 - Giovanni Falcone - Attacco a Cosa Nostra by darayava
La storia in giallo 283 - Padre Pino Puglisi - Un prete contro Cosa Nostra by darayava
La storia in giallo 301 - Carlo Siani by darayava
Rosso Scarlatto - Donne d'onore by darayava
Rosso Scarlatto - Le triadi di Hong Kong by darayava
Rosso Scarlatto - In memoria di Giuseppe Fava by darayava
Rosso Scarlatto - Napoli violenta by darayava
Rosso Scarlatto - Narcotraffico by darayava
Rosso Scarlatto - Vangelo e lupara by darayava
Rosso Scarlatto - La Nuova Camorra Organizzata by darayava
Rosso Scarlatto - Mafie al Nord - by darayava
Rosso Scarlatto - Usura - by darayava
Salvatore Lupo - Leonardo Vitale. Il primo pentito di mafia by darayava



GLI AUDIOBOOK

Gaetano Mosca - Che cosa e la mafia (A-book + E-book) by loris
Giuseppe Tomasi - Il Gattopardo by dodies
Leonardo Sciascia - Il Giorno della Civetta by dodies
Leonardo Sciascia - Una Storia Semplice by dodies
Mario Puzo - The Godfather - Eng by Equos
Roberto Saviano - Gomorra by dodies



GLI E-BOOK


AA.VV. - Atlante delle mafie Vol 1-2 by mykon
Aldo Musci - Tutte Le Mafie Del Mondo by Africanism
Alessandra Ziniti - Il coraggio delle donne by LaCariatide
Alessandro D’Avenia - Ciò che inferno non è by LaCariatide
Alfonso Sabella - Cacciatore di mafiosi by mykon
Antonio Ingroia - C'era una Volta L'intercettazione by DagoVerde
Arrigo Petacco - Joe Petrosino by filuck
Beppe Grillo - Calendario Dei Santi Laici by loris
Francesca Barra - Il Quarto Comandamento [Pdf Epub Mobi Azw3 - Ita] by ZaberFang
Gigi Di Fiore - La camorra e le sue storie by mykon
Giovanni Falcone - Io Falcone vi spiego cos'è la mafia by mima
Giovanni Falcone - Cose di cosa nostra by Elisa ice
Giuseppe Ayala - Chi ha paura muore ogni giorno by piumetto
Giuseppe Ayala - Troppe coincidenze by kmyaca
Giuseppe Lo Bocchiaro Nico Blunda - La Marcia di Pio by alfio1968
Giuseppe Tomasi di Lampedusa - Il gattopardo - doc by Yorikarus
Giuseppe Tomasi di Lampedusa - Il gattopardo - pdf by John Carter
Leonardo Sciascia - 12 volumi by Sorriso_v
Leonardo Sciascia - A Ciascuno il Suo by Kmyaca
Leonardo Sciascia - Il giorno della civetta - doc by loris
Leonardo Sciascia - Il giorno della civetta - pdf by kmyaca
Luigi Garlando - Per questo mi chiamo Giovanni by LaCariatide
Limes - Come Mafia comanda by Releaser Anonimo
Mario Puzo - Il Padrino - pdf by Antone
Mario Puzo - Il Padrino - epub by Snake87
Michele Giuttari - Confesso che ho indagato - Pdf Epub Mobi Azw3 by LaCariatide
Nando dalla Chiesa, Martina Panzarasa - Buccinasco - La 'ndrangheta al nord - Epub by ritavi
Piera Aiello, Umberto Lucentini - Maledetta Mafia, [Pdf Epub Mobi Azw3 - Ita] by ZaberFang
Pino e Marisa Masciari - Organizzare il coraggio - Epub Mobi Pdf Azw3 by tetragono
Roberto Saviano - Gomorra - pdf by Loris
Roberto Saviano - Gomorra - lis by ExEs
Roberto Saviano - Gomorra - doc by Thaypan
Roberto Saviano - Vieni via con me by pietrolonghi
Roberto Saviano - La bellezza e l'inferno by pietrolonghi
Roberto Saviano - La Parola Contro La Camorra by veronesiumb
Roberto Saviano - Zero Zero Zero by giuseppetnt
Shane Stevens - Dead City by bondosan71
Tendo Shoko - Il Drago nel Cuore by DagoVerde




I GIOCHI

PC GAMES

Gangster 2 - 1CD by Addo
GTA San Andreas - Rebuild - DVD5 by LoGi
Salvataggio GTA per PC by *ilBarone*
Grand Theft Auto: Vice City - 2CD by nonno pentola
GTA: London 1969 - 1CD by Releaser Anonimo
GTA 1 2 e London 1969 - 1CD by Nemeless
GTA 3 - 2CD by vivalaraza
Il Padrino - Il Videogioco - DVD5 by Dj Eclipse
Il Padrino II - The Godfather II - DVD9 by *ilBarone*
Mafia - 3CD by Frank23
Mafia 2 - DVD9 by Zucca.87
Mafia 2- Repack - RIP - Update 4 - 2DVD9 by il_passatore
Mafia 2 - Betrayal of Jimmy - 1CD by il_passatore
Mafia 2 - Jimmy's Vendetta DLC - 1CD by Thalamus
Mafia III - Full Ita - BD50 by TNT-BOMB
Mafia III - Update 3 - BD50 by bell8
Omertà - City of Gangsters - 1DVD5 by @@ThePresident@@


PLAY STATION ONE

GTA Collector's Edition - 3CD by Demone Angelico


PLAY STATION 2

GTA San Andreas ITA - DVD5 by TXT
GTA Vice City Stories - DVD5 by Pucci87
GTA Liberty City Stories - DVD5 by Jimijimi
GTA III - DVD5 by Equos
GTA - Vice City - DVD5 by Cruzard
Il Padrino - Il Videogioco - DVD5 by stiffler
Mafia - DVD5 by bigsnakke


PLAY STATION PORTABLE

GTA Liberty City Stories - MS 1GB - Eng by Demone Angelico
Il Padrino - MS 1 GB by dan90
Il Padrino - Mob Wars - MS 2GB by Equos
The Godfather - Mob Wars - MS 512 MB by dan90


XBOX

Grand Theft Auto San Andreas - DVD5 by N-Gage
Grand Theft Auto V - 2 DVD9 by Nemeless
Il Padrino - DVD9 by Releaser Anonimo
Il Padrino 2 - The Godfather II - DVD9 by Demone Angelico
Omerta - City of Gangsters - DVD9 by @@ThePresident@@



ALTRI GIOCHI

Nintendo Wii - Il Padrino Blackhand Edition - DVD5 by Daryl
PS3 - GTA IV - 9.49GB by Pulcione86
PS3 - GTA V - 17.8 GB by dottorazzi



GIOCHI DA TAVOLO

Avalon Hill - Gangsters - 1992 - GdT, [Pdf - Eng] by Cactaceae



MUSICA E COLONNE SONORE


AA. VV. - The Sopranos: Music From The HBO Original Series - OST by kaimanov
I Giganti - Terra in Bocca by loris
Il Padrino - vol.1 - 2 - 3 - OST by Releaser Anonimo
Il Padrino - Parte prima - Soundtrack by qwertyriven333
Joe Hisaishi - Sonatine - OST by kabuki
Officina Zoe - Sangue vivo by loris
Nino Rota - Music for Film - Riccardo Muti by loris
Scarface - Giorgio Moroder - OST by Antone
Scarface The World Is Yours Game - Giorgio Moroder - OST by Gray Fox
Scarface - Sountrack - OST by drago86299
The Godfather Part II Original Sound by lauranti
The Godfather Soundtrack 1972 by qwertyriven333
The Godfather Trilogy - Rota - Coppola by loris


Messaggio modificato da tetragono il May 23 2017, 04:58 PM

Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Oct 12 2016, 09:04 AM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16



Aggiunto al ciclo:

Black Mass - L'Ultimo Gangster (2015), [H264 - Ita Eng Ac3 - Sub Ita Eng] di lizaliza

Shane Stevens - Dead City, [Epub Mobi Azw3 Pdf - Ita] di bondosan71

Rimossi i link dismessi.

Messaggio modificato da tetragono il Oct 14 2016, 07:33 AM

Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Oct 13 2016, 08:15 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16



Aggiunto al ciclo:

Catturandi - Nel nome del padre - 1ª Stagione Ep.1-6 - 2016 - DTTrip H264 di TNT-BOMB

Catturandi - Nel nome del padre - 1ª Stagione Ep.1-6 - 2016 - SATrip 720p H264 di cicciopastrocchio

Messaggio modificato da tetragono il Oct 17 2016, 11:39 AM

Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Oct 14 2016, 12:38 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16



Aggiunto al ciclo:

Io sono Libero - 2016 - 720p H264 di cicciopastrocchio

Sonatine - 1993 - regia di Takeshi Kitano - 720p H264 di Orgazmo

new.gif

Messaggio modificato da tetragono il Oct 14 2016, 01:54 PM

Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Oct 17 2016, 10:47 AM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16



Aggiunto al ciclo:

Mafia III - Full Ita - BD50 - Pc Games di TNT-BOMB

Squadra Antimafia - Il Ritorno del Boss - 8ª Stagione Completa - 2016 - H264 di TNT-BOMB e iLoris

Pino e Marisa Masciari - Organizzare il coraggio - Epub Mobi Pdf Azw3 di tetragono

new.gif

Messaggio modificato da tetragono il Nov 23 2016, 09:21 AM

Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Oct 17 2016, 01:01 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16



Aggiunto al ciclo:

Donnie Brasco - 1997 - H264 Aac 720p di bomboloo

Baciamo le mani - 1973 - XviD di Giovanni33-Muxer

Il cugino americano - 1986 - XviD by chribio

new.gif

Messaggio modificato da tetragono il Oct 17 2016, 01:27 PM

Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Oct 17 2016, 01:42 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16



Aggiunto al ciclo:

L'intera 4ª stagione dei Soprano in H264 720p e 1080p di DILLer

L'intera 5ª stagione dei Soprano in H264 720p e 1080p di DILLer

new.gif

Messaggio modificato da tetragono il Oct 17 2016, 01:59 PM

Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Oct 20 2016, 08:20 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16



Aggiunta al ciclo:

AA. VV. - The Sopranos: Music From The HBO Original Series - OST by kaimanov

Michele Giuttari - Confesso che ho indagato - Pdf Epub Mobi Azw3 di LaCariatide

new.gif

Messaggio modificato da tetragono il Oct 23 2016, 05:05 PM

Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Oct 25 2016, 04:04 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16




Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Oct 26 2016, 04:51 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16



Aggiunte al ciclo:

Quella Sporca Ultima Notte - 1975 - regia di Steve Carver - BDrip 720p By Pitt@Sk8


ed inoltre tutte le 4 versioni della seconda stagione di Gomorra:

Gomorra 2ª Stagione Completa - 2016 - H264 by Zorro3k

Gomorra 2ª Stagione Completa - 2016 - XviD by Itanio

Gomorra 2ª Stagione Completa - 2016 - 720p by rathman

Gomorra 2ª Stagione Completa - 2016 - 1080p by Fratposa

new.gif


Ed ora finalmente si può dire: ciclo aggiornato!

Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Nov 13 2016, 03:48 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16




Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Dec 8 2016, 05:44 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16



Rimossi i link obsoleti.


Aggiunte al ciclo:

Violent Cop - 1989 - regia di Takeshi Kitano - BDmux 720p H264 di Orgazmo

Mafia III - Update 3, BD50 di bell8


new.gif

Messaggio modificato da tetragono il Dec 18 2016, 04:07 PM

Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Dec 16 2016, 10:49 AM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16



Aggiunte al Ciclo due versioni della serie tv Solo:

Solo - Stagione completa - 2016 - 720p H264 di RB76

Solo - Stagione completa - 2016 - H264 by iLoris


new.gif

Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Dec 16 2016, 03:26 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16



Aggiunte al Ciclo due versioni della serie tv La mafia uccide solo d'estate:

La mafia uccide solo d'estate - Serie completa - 2016 - 720p H264 di cicciopastrocchio

La mafia uccide solo d'estate - Serie completa - 2016 - H264 di sp_54321


new.gif

Messaggio modificato da tetragono il Dec 21 2016, 04:37 PM

Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: Dec 18 2016, 03:10 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16




Messaggio Privato
Top
Dilling
Inviato il: Mar 18 2017, 01:46 PM
Cita questo messaggio


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8505
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Togliere questi link dalla lista che è finito in dismissione rain[1].gif

[*]NatGeoHD - I Padrini [SATrip - H264 - Ita Ac3] HDTVrip [CURA] Mafia Releaser: giuseppetnt, Ultimo seed: 2016-12-19
[*]Vieni via con me 29-11-2010 [SatRip - XviD - Ita - mp3] Saviano [CURA] Mafia Releaser: signoinlop, Ultimo seed: 2016-12-28

Lou Ferrante - Codice criminale - 2013 - H264 by mestessome
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
noCia
Inviato il: Mar 19 2017, 09:16 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"cura\"
\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: CURA-FC
Messaggi: 347
Utente Nr.: 436463
Iscritto il: 31-March 10




Se la conoscenza può creare dei problemi, non è con l'ignoranza che possiamo risolverli. (Isaac Asimov)
I bicchieri non amano restarsene vuoti! (noCia)




Se il mio nome compare tra i ringraziamenti di una release, potete chiedermi il RESEED
Scrivetemi un MP e cercherò di accontentarvi prima possibile
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
noCia
Inviato il: Mar 25 2017, 10:14 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"cura\"
\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: CURA-FC
Messaggi: 347
Utente Nr.: 436463
Iscritto il: 31-March 10




Se la conoscenza può creare dei problemi, non è con l'ignoranza che possiamo risolverli. (Isaac Asimov)
I bicchieri non amano restarsene vuoti! (noCia)




Se il mio nome compare tra i ringraziamenti di una release, potete chiedermi il RESEED
Scrivetemi un MP e cercherò di accontentarvi prima possibile
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
noCia
Inviato il: Mar 29 2017, 07:47 AM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"cura\"
\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: CURA-FC
Messaggi: 347
Utente Nr.: 436463
Iscritto il: 31-March 10




Se la conoscenza può creare dei problemi, non è con l'ignoranza che possiamo risolverli. (Isaac Asimov)
I bicchieri non amano restarsene vuoti! (noCia)




Se il mio nome compare tra i ringraziamenti di una release, potete chiedermi il RESEED
Scrivetemi un MP e cercherò di accontentarvi prima possibile
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
noCia
Inviato il: Mar 31 2017, 11:15 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"cura\"
\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: CURA-FC
Messaggi: 347
Utente Nr.: 436463
Iscritto il: 31-March 10




Se la conoscenza può creare dei problemi, non è con l'ignoranza che possiamo risolverli. (Isaac Asimov)
I bicchieri non amano restarsene vuoti! (noCia)




Se il mio nome compare tra i ringraziamenti di una release, potete chiedermi il RESEED
Scrivetemi un MP e cercherò di accontentarvi prima possibile
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
ritavi
Inviato il: Apr 29 2017, 01:10 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"1000rel\"
\"biblioso\"

Group Icon

Gruppo: Funzionari
Messaggi: 5424
Utente Nr.: 1158244
Iscritto il: 23-April 14




“Leggo per legittima difesa” (Woody Allen)

Questi sono i libri che finora ho condiviso con voi
Possono aumentare, se mi aiutate a mantenerli in vita con il vostro seed

Sei un nuovo amico del forum ? Hai qualche dubbio ?
Per te c'è lo scrigno magico
e qui la guida indispensabile al releaser di ebook
Messaggio Privato
Top
ritavi
Inviato il: May 16 2017, 12:57 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"1000rel\"
\"biblioso\"

Group Icon

Gruppo: Funzionari
Messaggi: 5424
Utente Nr.: 1158244
Iscritto il: 23-April 14




“Leggo per legittima difesa” (Woody Allen)

Questi sono i libri che finora ho condiviso con voi
Possono aumentare, se mi aiutate a mantenerli in vita con il vostro seed

Sei un nuovo amico del forum ? Hai qualche dubbio ?
Per te c'è lo scrigno magico
e qui la guida indispensabile al releaser di ebook
Messaggio Privato
Top
LaCariatide
Inviato il: May 21 2017, 08:21 AM
Cita questo messaggio


\"1000rel\"
\"residente\"
\"coordinatore\"
\"biblioso\"

Group Icon

Gruppo: Funzionari
Messaggi: 13074
Utente Nr.: 799254
Iscritto il: 2-September 12




"Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che egli passa sotto il vostro tetto." Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto
"Se nell'uomo cerchi il male,senza dubbio lo troverai".A.Lincoln
"Temo il giorno in cui la tecnologia andrà oltre la nostra umanità:il mondo sarà popolato allora da una generazione di idioti". Einstein

Le mie releases
Vademecum per il releaser di ebook
EdiTNTrice Village e l'Editore sei tu!
The Baker Street Irregulars Society
Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: May 23 2017, 02:22 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16




Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: May 23 2017, 02:50 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16




Aggiunto good.gif

Messaggio Privato
Top
tetragono
Inviato il: May 23 2017, 02:51 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16




Messaggio Privato
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
 

Opzioni Discussione Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

 

Scambio etico - ethic share
 Debian powered site  Nginx powered site  Php 5 powered site  MariaDB powered site  xml rss2.0 compliant  no software patents  no software patents