Tnt village
tntvillage.scambioetico.org · Statuto T.N.T.      Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.

Sostieni movimentopirati.org

 

Pagine: (2) [1] 2  ( Vai al primo messaggio non letto ) Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

> Ciclo Il Signore degli Anelli, Coordinatore: Aragorn10
Aragorn10
Inviato il: May 18 2005, 06:20 AM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



user posted image

user posted image [CURA] Il Signore degli Anelli

user posted image

user posted image

CODE
[URL=./?showtopic=217657][IMG]http://www.scambioetico.org/wp-content/uploads/2013/03/Il-Signore-degli-Anelli.png[/IMG][/URL]



 BANNER EXTRA

user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/XAIRwbK.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/oN5M1wW.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/lnSd0Hf.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/JQRn6ux.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/zVOrPTa.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/VSRA2TP.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/Xt25K12.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/EfFRQa4.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/HSvOTb5.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/VvBAZtv.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/Bz1vsXA.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/NvAOqYa.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/anz3K7P.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/wU2Axg7.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/5QXxvlN.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/Pijk8oa.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/iseWnQw.png[/IMG]


user posted image

CODE
[IMG]http://i.imgur.com/GtbPtUE.gif[/IMG]


user posted image




user posted image

user posted image

user posted image

user posted image



 STORIOGRAFIA

user posted image

user posted image

user posted image

user posted image


user posted image
Tolkien, il segreto del successo? L'universalità dei suoi eroi


Già a partire dai primi anni del XX secolo, Tolkien ideò una lingua artificiale, il Quenya, ispirandosi in parte al finlandese. Fu proprio l'invenzione di questa "nuova" lingua che spinse l'autore britannico ad immaginare un popolo che fosse in grado di parlarla, e di conseguenza la storia che questo popolo poteva avere vissuto.

Tolkien esprime con chiarezza i suoi intenti creativi e il suo approccio narrativo innanzitutto nel saggio Sulle fiabe (On Fairy-Stories del 1947, pubblicato in italiano in Albero e foglia e ne Il medioevo e il fantastico) e in alcune lettere, raccolte ne La realtà in trasparenza.

Il Signore degli Anelli, come le altre sue opere, nasce direttamente dalla sua passione da filologo per la lingua e la letteratura anglosassone («Iniziai con il linguaggio e mi ritrovai ad inventare leggende dello stesso sapore», come afferma in una nota citazione dalla lettera n° 230) e dal desiderio di creare una mitologia originale inglese che, pur artificiale, colmasse, nell'immaginario collettivo, la carenza che ravvisava in quella storica: «Fin da quando ero piccolo la povertà del mio amato paese mi rattristava: non possedeva delle storie veramente sue. [...] Desideravo creare un insieme di leggende più o meno connesse fra loro, dalle più complicate e cosmogoniche fino alle favole romantiche... e volevo semplicemente dedicarlo all'Inghilterra, al mio paese.»

Iniziò così a prendere corpo l'insieme di racconti e annotazioni sulla Terra di Mezzo che vennero raccolti successivamente dal figlio Christopher ne Il Silmarillion, e che avrebbero fornito nomi, personaggi, creature e luoghi alla trama de Lo Hobbit, l'opera che ha direttamente preceduto Il Signore degli Anelli.

Il Signore degli Anelli compendia parte di questa creazione mitopoietica, oltre che nella struttura narrativa, anche in sei corpose appendici accluse al termine del libro, ma è nelle opere postume come Il Silmarillion e i dodici volumi di The History of Middle-earth (La storia della Terra di Mezzo, parzialmente inedita in italiano) che sono presenti i primi abbozzi di uno dei temi centrali del romanzo, la guerra dell'Anello contro Sauron il Grande, le origini degli Anelli del Potere e gli eventi che hanno preceduto e seguito la loro creazione.

In quelle opere sono contenute le storie epiche e talvolta poetiche di tutti i popoli di Arda (elfi, uomini, nani, orchi) e dei loro eroi ed esponenti più significativi. Le loro storie sono le fondamenta che stanno alla base de Il Signore degli Anelli; e quattro hobbit, appartenenti ad un popolo che non cerca né fama, né gloria, si ritrovano coinvolti loro malgrado in una grande avventura, iniziata il giorno in cui il «signor Bilbo Baggins di Casa Baggins annunziò che avrebbe presto festeggiato il suo centoundicesimo compleanno con una festa sontuosissima».

user posted image


user posted image
La casa di J.R.R. Tolkien a Oxford


Tolkien iniziò a scrivere Il Signore degli Anelli dietro richiesta dell'editore londinese Stanley Unwin di dare un seguito a Lo Hobbit, pubblicato nel 1937. La stesura dei primi capitoli fu difficoltosa e la trama della storia molto incerta, tanto che l'autore inglese diede un titolo all'opera solo nell'agosto dell'anno seguente. Le pressioni dell'editore, unite alla difficile situazione familiare e economica, avevano reso ancora più complicato il lavoro.

In data 19 dicembre 1937, Tolkien comunicò al signor Furth della Allen & Unwin di aver completato il primo capitolo: «Ho scritto il primo capitolo di una nuova storia sugli Hobbit: "Una festa a lungo attesa". Buon Natale.» Nel febbraio 1938, questo capitolo venne battuto a macchina e spedito all'attenzione di Rayner Unwin, il giovane figlio del suo editore; lo scrittore chiese al bambino di fargli da critico: come per Lo Hobbit, che aveva scritto per i propri figli, così anche il «seguito allo Hobbit», nella concezione iniziale, non poteva, infatti, che riprenderne i caratteri di letteratura per l'infanzia.

Il 17 febbraio, in una missiva (lettera n° 33) in cui accennava il proposito di pubblicare Mr. Bliss, e il giorno seguente, rispondendo ai complimenti di Rayner (lettera n° 24), Tolkien espresse il timore di essersi arenato, di non riuscire ad andare oltre al suo spunto iniziale avendo esaurito i temi narrativi migliori nella pubblicazione precedente. Ma di lì a un mese la situazione iniziò a sbloccarsi: l'autore comunicò all'editore di essere giunto al terzo capitolo, «ma [ancora] i racconti tendono a sfuggire di mano e anche questo ha preso una svolta inaspettata» (lettera n° 26, 4 marzo 1938); una "svolta" non gradita da Unwin che criticò i due nuovi capitoli affermando che contenevano troppo "linguaggio Hobbit", una valutazione condivisa, nella lettera di risposta, da Tolkien stesso che si propose di limitarsi ammettendo di divertirsi di più a scrivere in quel modo che a portare avanti effettivamente la trama (lettera n° 28).

Come traspare da questo primo carteggio, lo scrittore non aveva inizialmente le idee chiare sulla stesura de Il Signore degli Anelli, ma ciò dipendeva in parte dal suo stile narrativo; affermò di essersi messo in qualche modo ad osservare ciò che facevano i suoi personaggi alla festa di Bilbo (vedi anche lettera n° 31), per vedere se fosse accaduto qualcosa di curioso, aspettando che gli Hobbit e Gandalf combinassero qualcosa che facesse scaturire tutta l'avventura: proprio come nelle pagine iniziali del precedente romanzo quando un improvviso invito, rivolto ad uno stregone, a prendere un tè avrebbe sconvolto per sempre la tranquilla routine esistenziale di Bilbo.

La critica di Unwin ebbe, comunque, poco successo e gli Hobbit continuarono a parlare in modo buffo e a comportarsi fanciullescamente perché tale era la loro natura. Un giudizio articolato di Tolkien sul proprio modo di scrivere verrà sviluppato, tuttavia, solo più tardi, quando l'autore, nel suo saggio Sulle fiabe, spiegherà il concetto di "subcreazione" e con insistenza correggerà gli equivoci interpretativi rispondendo alle critiche di chi vedeva nel Signore degli Anelli un racconto allegorico.

La casa di J.R.R. Tolkien a OxfordAnche se Tolkien ha sempre smentito di essersi ispirato a fatti o luoghi reali, di fatto alcuni paesaggi e personaggi furono ispirati dall'infanzia dell'autore nel piccolo paese di Sarehole, nel Warwickshire, oggi inglobato nell'hinterland di Birmingham.

Lo scoppio della seconda guerra mondiale coinvolse direttamente la famiglia Tolkien e sorprese l'opera ad un quarto circa della sua definitiva stesura, rallentandola; Michael, il secondo figlio dello scrittore, si era arruolato volontario nell'estate del 1940, partecipando alla battaglia d'Inghilterra del 1941 in difesa degli aerodromi, dove rimase ferito. Nell'estate del '43 Christopher, il terzo figlio, fu chiamato nella Royal Air Force e nel 1944, dopo un periodo di addestramento, trasferito in Sudafrica come pilota.

Le lettere datate fra il 1940 ed il 1945 sono quasi esclusivamente indirizzate ai figli ed in particolar modo a Christopher; ma sono anche ricche di particolari sul Signore degli Anelli e sulla sua ambientazione, e i capitoli del libro vengono spediti in Sudafrica accompagnati da accoratissime lettere attorno agli argomenti più disparati che coinvolgono gli affetti, la fede cristiana, le paure per la guerra e la sorte del figlio.

Dopo il termine della guerra, l'attività di stesura del romanzo procedette di nuovo con regolarità, ma sarebbero occorsi ancora dieci anni per la pubblicazione nel 1954. A ridosso di questa data si susseguono lunghe lettere destinate agli editori che, nel frattempo, avevano perso interesse alla pubblicazione, soprattutto per le grandi dimensioni dell'opera, in quanto Tolkien desiderava che Il Signore degli Anelli fosse pubblicato assieme al Silmarillion.

user posted image

user posted image
Sarehole Mill, parte dei luoghi che hanno influenzato il giovane Tolkien


L'idea de Il Signore degli Anelli nacque come un'esplorazione personale del profondo interesse che Tolkien aveva per la filologia, per la religione (in particolar modo per il cattolicesimo, nonostante tentasse di creare una mitologia non correlata ad esso), e per le fiabe, specialmente quelle relative alla mitologia norrena; inoltre vi si riscontrano anche le cruciali influenze del servizio militare che lo scrittore prestò durante la Prima guerra mondiale. Come ambientazione del suo romanzo, Tolkien creò un completo e dettagliato universo, Eä, molte parti del quale furono influenzate, come lo stesso autore ammise, da diverse fonti.

Tolkien una volta descrisse Il Signore degli Anelli ad un suo amico, il gesuita padre Robert Murray, come «un'opera fondamentalmente religiosa e cattolica, incosciamente in un primo momento, ma consciamente durante la revisione». Vi si ritrovano, infatti, molti temi teologici, come la battaglia del bene contro il male, il trionfo dell'umiltà sull'orgoglio, e l'attività della grazia divina. Oltre a questo, la saga include temi che spaziano dal concetto di morte e di immortalità, di misericordia e di peccato, di resurrezione, salvezza e sacrificio fino alla giustizia e al libero arbitrio. Infine Tolkien, nelle sue lettere, rende esplicito il fatto che il passo «...non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male» del Padre Nostro fu da lui tenuto molto presente nelle descrizioni delle lotte interiori di Frodo contro il potere dell'Unico Anello (cfr. il paragrafo Temi cristiani).

Le mitologie del nord Europa sono spesso le più riconoscibili influenze non cristiane di Tolkien. I suoi Elfi e i Nani sono largamente basati sulla mitologia germanica; nomi come "Gandalf", "Gimli" e "Terra di Mezzo", per esempio, sono direttamente derivati dalla mitologia norrena. La figura di Gandalf, in particolare, è influenzata dalla divinità germanica Odino, nella sua incarnazione di vecchio con un occhio solo, una lunga barba bianca, un cappello a tesa larga e un bastone; Tolkien stesso disse di pensare a Gandalf come un «viandante odinico» in una lettera del 1946.

user posted image

user posted image

[color=red]user posted image


L'opera era inizialmente concepita da Tolkien per essere pubblicata in un unico grande volume, ma la crisi economica post-bellica rese impossibile reperire così grandi quantità di carta. Il romanzo fu dunque diviso in tre volumi, ciascuno contenente due libri:
  • La Compagnia dell'Anello (The Fellowship of the Ring): libri I e II, preceduti da un prologo;
  • Le due Torri (The Two Towers): libri III e IV;
  • Il ritorno del Re (The Return of the King): libri V e VI, appendici e indici.
L'autore, però, non amò il titolo dato al terzo ed ultimo libro della sua opera, Il ritorno del Re, ritenendo che facesse intuire troppo dello sviluppo finale della storia. Inizialmente Tolkien aveva infatti suggerito il titolo La guerra dell'Anello (The War of the Ring), che non venne accettato dagli editori.

I sei libri in cui è divisa l'opera non hanno titoli ufficiali; in una lettera, Tolkien suggerisce:
  • Libro I: Il ritorno dell'ombra (The return of the Shadow)
  • Libro II: La Compagnia dell'Anello (The Fellowship of the Ring)
  • Libro III: Il tradimento di Isengard (The Treason of Isengard)
  • Libro IV: Il viaggio a Mordor (The Journey to Mordor)
  • Libro V: La guerra dell'Anello (The War of the Ring)
  • Libro VI: Il ritorno del Re (The Return of the King)
Per la grandissima diffusione dell'edizione in tre volumi, in uso ancora oggi, solitamente ci si riferisce alla "trilogia del Signore degli Anelli"; questo, però, è un termine tecnicamente sbagliato, dal momento che il libro fu scritto e concepito come un unico libro.

Le originali tre parti vennero pubblicate per la prima volta dalla Allen & Unwin negli anni 1954-1955, a distanza di alcuni mesi. Furono successivamente ristampate molte volte da diversi editori in uno, tre, sei o sette volumi.

Una delle edizioni inglesi più pregevoli rimane quella di HarperCollins, contenente cinquanta illustrazioni di Alan Lee, e pubblicata in occasione del centenario della nascita di Tolkien nel 1992.

Esiste anche un'edizione inglese in sette volumi che segue la divisione in sei libri indicata da Tolkien, ma con le appendici spostate dalla fine del VI libro ad un volume separato.

Nei primi anni sessanta, Donald Allen Wollheim, un editore specializzato in fantascienza della Ace Books, si rese conto che Il Signore degli Anelli non era protetto dalle leggi statunitensi sul copyright, dal momento che l'edizione statunitense era stata realizzata saldando pagine stampate in Gran Bretagna per l'edizione britannica. La Ace Books pubblicò allora un'edizione del libro non autorizzata da Tolkien e senza pagare alcun compenso all'autore, il quale raccontò la verità ai numerosi fan statunitensi che gli scrivevano e che iniziarono a mobilitarsi contro la casa editrice. Le pressioni esercitate su Ace Books arrivarono al punto di forzare la casa editrice a cancellare la pubblicazione e a risarcire Tolkien, anche se con una cifra di entità inferiore a quella che sarebbe stata pagata in caso di una pubblicazione regolare.

In breve tempo, esso venne tradotto – operazione non semplice – in numerosissime lingue, ottenendo diversi livelli di successo in tutto il mondo. Tolkien, un esperto di filologia, esaminò personalmente alcune di queste traduzioni, almeno quelle più importanti, commentandole e dando suggerimenti su ognuna, migliorando sia le traduzioni che il proprio lavoro.

L'enorme successo popolare della saga epica di Tolkien aumentò, come avviene solitamente in questi casi, la richiesta di libri del genere fantasy che, grazie a Il Signore degli Anelli, fiorì per tutto il corso degli anni sessanta.

Come in tutti i campi artistici, un gran numero di opere derivate dall'opera principale apparirono in breve sul mercato. Nacque dunque il termine Tolkienesque ("Tolkieniesco", diverso dal più comune e non dispregiativo "Tolkieniano"), usato per indicare quei prodotti che ricalcano in qualche maniera personaggi, storia o argomenti de Il Signore degli Anelli: un gruppo di avventurieri impegnati in una lunga avventura per salvare un mondo di fantasia dalle armate di un oscuro signore.

user posted image


In Italia la prima pubblicazione (parziale) del libro avvenne nel 1967, quando l'editrice Astrolabio pubblicò La Compagnia dell'Anello nella traduzione, approvata da Tolkien stesso, di Vittoria (Vicky) Alliata di Villafranca. L'operazione non ebbe alcun successo, tant'è vero che l'editore decise di soprassedere alla pubblicazione degli altri due volumi.

Solo nel 1970 l'editore Rusconi pubblicò finalmente il romanzo completo. La traduzione era ancora quella di Vicky Alliata, ma fu profondamente rivista e rimaneggiata dal curatore Quirino Principe, che non condivideva molte scelte traduttive. Con poche variazioni, questo fu lo stesso testo che la Rusconi (e dal 2000 la Bompiani) continuò a ristampare anno dopo anno.

Nel 2003, sull'onda del successo dei film di Peter Jackson, fu pubblicata un nuova edizione del romanzo: sotto il coordinamento della Società Tolkieniana Italiana, tutto il testo fu digitalizzato e corretto, eliminando circa quattrocento errori e modificando la traduzione di alcuni termini (ad esempio, l'inglese Orc fu tradotto con "Orco" invece del precedente "Orchetto").

La nuova edizione non è comunque ancora definitiva, né priva di errori: in essa, per esempio, sono saltate circa trenta righe di testo alla fine del capitolo "Molti incontri".

Successivamente, Vicky Alliata avrebbe ribadito, al Convegno Endòre di Brescia del 21 marzo 2004, di avere in realtà seguito le indicazioni di Tolkien (in linea con i principi espressi successivamente in Guide to the names of the Lord of the Rings) per tradurre Orcs con "Orchetti" e in generale per la resa in italiano dei termini scartati nella revisione effettuata da Principe.

Nel 2004-2005 è ricorso il cinquantennale della pubblicazione. Molti sono stati gli eventi organizzati in Italia e nel mondo: tra i più significativi il Tolkien's Fifty Years e le iniziative della Tolkien Society inglese, la più antica tra le società tolkieniane. Annualmente si tengono raduni in tutto il mondo, ad esempio Oxonmoot ad Oxford e Hobbiton, organizzata dalla Società Tolkieniana Italiana (giunta alla sua XIV edizione), a San Daniele del Friuli.

user posted image

user posted image
L'interno del pub Eagle and Child, luogo dove Tolkien discuteva le sue opere con altri Inklings


Su Il Signore degli Anelli sono state fatte moltissime recensioni fin dalla sua prima pubblicazione, ricevendo valutazioni sia molto alte che molto basse; tuttavia, negli ultimi tempi, i giudizi verso l'opera di Tolkien sono stati estremamente positivi. Dopo la prima pubblicazione dell'opera, il Sunday Telegraph affermò che l'opera «[è] fra i più grandi lavori di finzione immaginaria del ventesimo secolo». Il Sunday Times sembrò condividere questa affermazione quando, nel paragrafo di apertura della propria recensione, scrisse: «La parte del mondo che parla inglese è divisa in due: quelli che hanno letto Il Signore degli Anelli e Lo Hobbit, e quelli che stanno per farlo». Il New York Herald Tribune sembrava avere anche lui un'idea di quale popolarità avrebbero raggiunto i libri di Tolkien, scrivendo nella propria recensione che essi erano «destinati ad andare oltre il nostro tempo».

Tuttavia non tutte le recensioni seguite alla prima pubblicazione dell'opera furono così positive. Judith Shulevitz, critico del New York Times, si espresse in maniera negativa sul «pedante» stile di Tolkien, affermando che egli «ha formulato una credenza di nobili sentimenti nell'importanza della sua missione come conservatore della letteratura, la quale però risulta essere la morte per la letteratura stessa». Il critico Richard Jenkins, scrivendo su The New Republic, denotò una spiccata mancanza di profondità psicologica; per il critico sia i personaggi sia l'opera erano «anemici e senza spina dorsale».

Perfino nello stesso circolo privato di Tolkien, gli Inklings, i pareri furono discordi. Si ricorda una famosa affermazione di Hugo Dyson, espressa durante una delle letture al gruppo di Tolkien:
    « Oh no! Non un altro fottuto elfo! »
    (Hugo Dyson)
Tuttavia, un altro membro degli Inklings, C. S. Lewis, espresse un parere completamente differente dal suo collega, affermando:
    « Qui ci sono delle cose meravigliose che feriscono come spade o che bruciano come freddo acciaio. Ecco qui un libro che romperà il vostro cuore. »
    (C.S. Lewis)
Molti autori dello stesso genere, tuttavia, sembrarono essere più d'accordo con Dyson che con Lewis.

Più recentemente, l'analisi critica si è focalizzata sull'esperienza di Tolkien durante la prima guerra mondiale; gli scrittori come John Garth in Tolkien e la Grande Guerra, Janet Brennan Croft e Tom Shippey hanno approfondito nel dettaglio questo aspetto e hanno comparato le immagini, le fantasie e i traumi ne Il Signore degli Anelli con quelli sperimentati dai soldati nelle trincee nella storia della Grande Guerra. John Carey, professore di letteratura inglese all'Università di Oxford, parlando nel mese di aprile 2003 nel programma Big Read della BBC, programma che ha nominato l'opera di Tolkien "libro più amato dagli inglesi", ha affermato che «il modo di scrivere di Tolkien è essenzialmente tipico della letteratura guerresca; forse non diretto come Wilfred Owen, o non solido come alcuni, ma molto, molto interessante [...] la più solida riflessione sulla guerra scritta come fantasia».

Il Signore degli Anelli, pur non essendo stato pubblicato in brossura fino agli anni '60 vendette molto bene nell'edizione rilegata. Nonostante i suoi numerosi detrattori, la pubblicazione della Ace Books e della Ballantine Books aiutò Il Signore degli Anelli a diventare immensamente popolare negli anni sessanta, ricevendo anche nel 1957 l'International Fantasy Award. Gli Australiani hanno scelto nel 2004 l'opera di Tolkien come il proprio libro preferito in un sondaggio organizzato dalla Australian Broadcasting Corporation (ABC). Da un altro sondaggio realizzato da Amazon.com sui propri clienti, nel 1999 Il Signore degli Anelli è risultato essere il "libro del millennio". Infine, nel 2004, un altro sondaggio ha rivelato che circa 250.000 tedeschi avrebbero scelto l'opera di Tolkien come la loro opera letteraria preferita.

Alcune analisi recenti si sono focalizzate sulle critiche espresse da alcuni gruppi minori.

Una delle critiche apportate evidenzia il razzismo contenuto nell'opera di Tolkien; infatti essa presenta come protagonisti razze dalla pelle bianca come Uomini, Elfi, Nani e Hobbit, mentre come antagonisti vi sono Orchi e Uomini dalla pelle scura. Questi sono mostrati come una minaccia al gruppo etnico, generalmente di razza bianca; il libro inoltre menziona come causa dell'indebolimento dei Númenoreani il loro mescolarsi con "Uomini inferiori". I critici hanno sostenuto che queste affermazioni del libro fossero una dichiarazione che i forestieri distruggono la cultura, specialmente quella degli altri gruppi etnici.

I controcritici tuttavia sostengono che il colore della pelle era in qualche modo diverso fra i Popoli Liberi; ad esempio, alcuni Hobbit avevano la pelle scura, e alcuni uomini dalla pelle scura parteciparono all'assedio di Minas Tirith dalla parte di Gondor. Tolkien inoltre prova compassione per gli uomini di pelle scura che servono Sauron; vedendo il corpo di uno di questi uomini, Sam Gamgee si chiede se egli fosse davvero malvagio, oppure solo schiavizzato e costretto a combattere. Nel libro è detto che il declino dei Númenóreani è dovuto a una concatenazione di vari fattori, come il loro orgoglio e la loro brama di potere. Queste accuse di razzismo sono inconsistenti anche leggendo le parole di Tolkien stesso.In alcune lettere private, l'autore inglese definì la "dottrina della razza" e l'antisemitismo nazisti erano "completamente dannosi e non scientifici" e l'apartheid, terrificante. Egli denunciò quest'ultimo fatto nel suo discorso di commiato all'Università di Oxford nel 1959.
    « Io ho nelle ossa l'odio per l'apartheid; e più di ogni cosa io detesto la segregazione e la separazione di Linguaggio e Letteratura. Non m'importa quale di essi voi riteniate Bianco. »
    (J.R.R. Tolkien, The Monsters and the Critics)
Malgrado tutto, i gruppi sostenenti la supremazia bianca continuano l'interpretazione distorta che i personaggi di pelle chiara e scura del libro rappresentino rispettivamente il bene e il male.

Altri critici hanno sostenuto che il romanzo avesse un eccessivo simbolismo fallico, che dava al romanzo un tono eccessivamente misogino; queste critiche puntarono il dito contro l'enfasi del romanzo su spade, torri e altri oggetti. I controcritici hanno affermato semplicemente che qualsiasi oggetto più lungo che largo può essere considerato un simbolo fallico, e che le spade sono un'arma comune nei racconti fantasy. Inoltre, la prevalenza di caverne, tunnel e altri luoghi sotterranei posso essere di contro interpretati come un simbolismo vaginale, che cambierebbe l'immagine di un simbolismo schierato solo dalla parte maschile.

Nella prefazione dell'edizione riveduta e corretta, Tolkien stesso accetta le critiche, ma per la maggior parte di esse non vengono analizzate. Lui scrive quindi:
    « Il lettore più critico di tutti, me stesso, ora riesce a vedere molti difetti, grandi e piccoli, ma non essendo sotto l'obblico di revisionare il libro o di riscriverlo ancora una volta, lascierà che essi rimangano nel silenzio, eccetto per uno che è stato notato dagli altri; il libro è troppo corto. »
    (J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli)
user posted image


L'enorme popolarità della saga epica tolkieniana espanse anche il desiderio del pubblico di romanzi fantasy; grazie soprattutto a Il Signore degli Anelli, il genere fantastico fiorì per tutti gli anni 60. Furono pubblicati molti libri simili, per stile ed argomento, al libro di dell'autore inglese, fra cui i libri del Ciclo di Earthsea di Ursula Le Guin, La saga della Riftwar di Raymond E. Feist, La Saga dei Belgariad by David Eddings, La Spada di Shannara di Terry Brooks, Le Cronache di Thomas Covenant l'Incredulo di Stephen R. Donaldson; i libri de La Ruota del Tempo di Robert Jordan, e, nei casi di Gormenghast di Mervyn Peake e de Il serpente Ouroboros di E. R. Eddison, riscoperti dopo un'iniziale scarso successo.

Il romanzo ha influenzato anche l'industria dei giochi di ruolo, la quale si guadagnò una grande popolarità negli anni 70 grazie al gioco Dungeons & Dragons. Molte fra le razze presenti nel gioco si possono trovare anche ne Il Signore degli Anelli, come ad esempio gli halflings (latro termine per gli Hobbit), gli elfi, i nani, i mezzi-elfi, orchi e draghi; tuttavia, il capo disegnatore del gioco, Gary Gygax, ha detto che l'influenza de Il Signore degli Anelli sul gioco è minima, affermando che lui ha incluso quegli elementi come mossa commeciale per alzare la popolarità del gioco, in quanto molti fan del gioco all'epoca erano anche fan dell'opera di Tolkien.

Il Signore degli Anelli è anche sospettato di aver influenzato la creazione del gioco di carte collezionabili Magic: l'adunanza, come tra l'altro di molti videogiochi, fra cui Final Fantasy IV, Ultima, Baldur's Gate, EverQuest, The Elder Scrolls, RuneScape, Neverwinter Nights, e la saga di Warcraft; Oltre a questi, vi sono naturalmente i videogiochi ambientati nella Terra di Mezzo.

Come in tutti i campi artistici, è apparsa una grossa quantità di lavori di scarsa qualità basati sull'opera dell'autore inglese, per i quali è stato coniato l'aggettivo "Tolkieniesco". Questo indica il genere riferito all'abuso della trama di base dell'opera tolkieniana: un gruppo di avventurieri che si imbarcano in una missione per salvare il mondo dalle armate di un oscuro signore. Ciò è una testimonianza di quanto sia aumentata la popolarità di questo romanzo, da quando molti critici all'inizio lo bollarono come un "Wagner per bambini" (un riferimento a L'anello del Nibelungo) fino alla rivisitazione del romanzo in chiave di una sorta di risposta cristiana a Wagner. Il libro ha aiutato anche a diffondere nei paesi anglosassoni la corretta formazione della forma plurale di "elfi" (Elves) e "nani" (Dwarves), una volta scritti e pronunnciati "Elfs" e "Dwarfs".

il libro ha avuto anche un influenza presso alcuni autori di fantascienza come Arthur C. Clarke: infatti, Clarke fa riferimento al Monte Fato ne suo libro 2010: Odissea Due:
    « Ricordi [...] Il Signore degli Anelli? [...] Bene, Io è Mordor [...] C'è un passaggio che parlava di "fiumi di roccia fusa che interrompevano la loro via... fino a quando non si scioglievano e giacevano come dragoni vomitati dalla terra torturata." Questa è una decrizione perfetta: come poteva Tolkien saperlo, un quarto di secolo prima che un qualcuno vedesse un'immagine di Io? Parla della Natura che imita l'Arte. »
    (Arthur C. Clarke, 2010: Odissea Due, Capitolo 16)
Tolkien ha anche influenzato alcuni film di Star Wars di George Lucas.

user posted image


user posted image


user posted image


Esisteva un progetto dei Beatles per realizzare una versione de Il Signore degli Anelli, ma non fu portato a termine a causa dell'opposizione loro dimostrata dall'autore. Una voce molto diffusa dice che anche Stanley Kubrick avesse preso in considerazione la possibilità di girare una trilogia di film, ma abbandonò l'idea perché troppo "vasta" per essere realizzata. Alla metà degli anni settanta, il regista britannico John Boorman collaborò con il produttore Saul Zaentz per realizzare un film dell'opera, ma il progetto risultò troppo costoso per i finanziamenti a disposizione al tempo; Boorman sfruttò comunque i suoi appunti per le riprese del film Excalibur.


Nel 1978, gli studios Rankin-Bass produssero il primo vero adattamento cinematografico di materiale legato a Il Signore degli Anelli con una versione animata televisiva de Lo Hobbit, un prequel della saga maggiore. Poco dopo, Saul Zaentz riprese da dove la Rankin-Bass aveva concluso, realizzando un adattamento a cartoni animati de La Compagnia dell'Anello e la prima parte de Le due Torri: la versione animata de Il Signore degli Anelli, originalmente rilasciata della United Artists, incorporava sequenze di animazione su scene dal vivo, e fu diretta da Ralph Bakshi; questo lavoro, tuttavia, a causa di problemi di budget e tempo, non fu di qualità elevata: alcune porzioni vennero completamente rianimate e migliorate, mentre per altre venne usata la tecnica del rotoscopio, dove l'animazione si sovrappone alle sequenze dal vivo. Il film inoltre si conclude in maniera drastica, subito dopo la battaglia al Fosso di Helm, ma prima che Frodo, Sam e Gollum attraversassero le Paludi Morte. Nonostante i suoi sforzi, Bakshi non fu mai in grado di realizzare la seconda parte della pellicola per completare il resto della storia, lasciando così la porta aperta alla Rankin-Bass per finire il lavoro, cosa che effettivamente avvenne con la versione animata del 1980 de Il ritorno del Re, realizzato dallo stesso team che aveva portato sullo schermo Lo Hobbit la prima volta.

user posted image


user posted image

Peter Jackson mentre stringe l'oscar


Gli adattamenti fino ad ora proposti erano principalmente rivolti ad un pubblico di ragazzi e bambini, lasciando scontenta la maggior parte dei fan adulti, che rimproverava a tali trasposizioni di aver ignorato gli aspetti più profondi e "filosofici" della storia di Tolkien. Insomma, i relativi fallimenti dei precedenti lavori scoraggiarono registi e case di produzione, che non riproposero più l'idea, giudicata impossibile da portare sullo schermo, a causa dell'enorme quantità di finanziamenti e di effetti speciali necessari, senza contare il fatto che l'interesse generale per l'opera del professore inglese stava man mano scemando. Fu solo con lo sviluppo di nuove tecniche cinematografiche, in particolare l'evoluzione della computer grafica, che il progetto venne ripreso in considerazione.

Attorno al 1995, la Miramax Films sviluppò un enorme progetto di adattamento dal vivo de Il Signore degli Anelli, con il regista neozelandese Peter Jackson dietro la macchina da presa, che avrebbe dovuto svilupparsi in due film. Quando la produzione divenne troppo costosa per le intenzioni della casa di produzione, la New Line Cinema rilevò la responsabilità della produzione, credendo fino in fondo nel progetto, e ampliando il numero di film da due a tre, per rispettare meglio i tempi del libro; i dirigenti e fondatori della Miramax, Bob Weinstein e Harvey Weinstein, tuttavia, rimasero inseriti nel progetto, nel ruolo di produttori.

I tre film vennero girati contemporaneamente, in diversi set sparsi per la Nuova Zelanda, e sono caratterizzati da un ampio utilizzo di effetti speciali assolutamente innovativi e di modellini e diorama, sviluppati interamente dalla Weta Digital e dalla Weta Workshop, società cinematografiche fondate da Peter Jackson stesso. La computer grafica, in particolare, è stata molto usata, sia nelle piccole ambientazioni (ad esempio la creazione del personaggio di Gollum, interamente in CG e primo esperimento nel genere così ben riuscito) che nelle scene delle grandi battaglie, per quali sono state programmate migliaia di comparse digitali, in modo tale che avessero una discreta autosufficienza di movimento ed azione.

La Compagnia dell'Anello uscì nelle sale il 19 dicembre 2001 (in Italia il 18 gennaio 2002), Le due Torri il 18 dicembre 2002 (in Italia il 16 gennaio 2003) e Il ritorno del Re il 17 dicembre 2003 (in Italia il 22 gennaio 2004).

L'adattamento cinematografico di Peter Jackson ha guadagnato diciassette Oscar (quattro per La Compagnia dell'Anello, due per Le due Torri e undici per Il ritorno del Re): i premi Oscar attribuiti ai tre film coprono quasi tutte le categorie (il terzo film vinse infatti tutti e undici i premi per i quali era candidato), ma nessuno per le categorie relative agli attori. In particolare il premio come "miglior film" a Il ritorno del Re, può venir considerato un premio dato all'intera trilogia da parte della critica.

La première di Il ritorno del Re si tenne a Wellington, in Nuova Zelanda, il 1° dicembre 2003, e fu affiancata da celebrazioni dei fan e da promozioni ufficiali (la produzione del film ha contribuito consistentemente all'economia della nazione). Il ritorno del Re è stato anche il secondo film nella storia (dopo Titanic) a guadagnare più di un miliardo di dollari (in tutto il mondo); questo film, come incassi è il secondo film migliore di sempre nella storia del cinema, sempre dopo Titanic (1.118 contro 1.845 milioni di dollari). Alla notte degli Oscar 2004, Il ritorno del Re vinse, come detto, tutte e undici le statuette per le quali era stato candidato, eguagliando il record di Titanic e Ben-Hur; la trilogia di Jackson è, ad oggi, la trilogia che ha incassato di più nella storia del cinema.

Alcuni fan hanno criticato questi film poiché contengono delle alterazioni della storia originale, ed hanno, a detta di questi, un tono un po' diverso dalla narrazione del romanzo e dalla visione originale di Tolkien; è comunque riconosciuto dai più alla produzione di aver raggiunto grandissimi risultati.

user posted image


La BBC produsse un adattamento in tredici parti de Il Signore degli Anelli nel 1956, ed una versione in sei parti de Lo Hobbit, nel 1966. Sulla trasmissione del Signore degli Anelli, Tolkien scrisse: «Penso che il libro sia del tutto inadatto alla "drammatizzazione", e le trasmissioni non mi sono piaciute affatto». Non esistono registrazioni della serie del 1956, al contrario di quelle de Lo Hobbit.

Una drammatizzazione del 1979 fu trasmessa negli USA e successivamente registrata e venduta su cassette e CD. Sulla confezione non appaiono indicazioni su cast o altre informazioni. Ogni attore fu apparentemente registrato separatamente e poi le varie parti montate insieme; diversamente dall'edizione della BBC dove gli attori registrarono insieme, i componenti del cast non interagiscono tra di loro ed il risultato ne soffre.

Nel 1981 la BBC trasmise una nuova, ambiziosa drammatizzazione in ventisei episodi da mezz'ora ciascuno. Ognuno dei ventisei episodi originali fu trasmesso due volte a settimana, uno standard ancora oggi per molte serie della BBC. La serie fu trasmessa anche negli Stati Uniti sulla National Public Radio con una nuova sinossi prima di ogni episodio.

La serie in ventisei episodi da mezz'ora fu successivamente montata in tredici episodi da un'ora, restaurando e reinserendo alcuni dialoghi originariamente tagliati, riarrangiando alcune scene per il loro impatto drammatico e risistemando la narrazione e le musiche. Questa versione venne venduta sia su cassetta che su CD.

Nel 2002, per sfruttare il traino della trilogia cinematografica, la BBC trasmise nuovamente la serie, su "BBC - Radio 4", questa volta dividendola secondo lo schema dei libri in una trilogia, omettendo le divisioni originali degli episodi, ed utilizzando l'attore Ian Holm, che nella serie aveva recitato nel ruolo di Frodo Baggins (mentre è Bilbo nella trilogia di Peter Jackson), come voce narrante di nuove narrazioni iniziali e finali per le prime due parti, e solo per quella iniziale della terza parte.

La sceneggiatura vuole essere il più possibile fedele al romanzo originale, ma contiene alcuni errori ed imprecisioni. Nonostante questo, la serie è indubbiamente ambiziosa; la BBC ha raramente tentato produzioni di questo tipo per la radio.

user posted image

user posted image
Una scena del musical rappresentato a Toronto


Negli ultimi anni sono state approntate alcune rappresentazioni teatrali basate su Il Signore degli Anelli. Tra queste, lunghe rappresentazioni complete de La Compagnia dell'Anello (2001), Le due Torri (2002) e de Il ritorno del Re (2003) sono state messe in scena negli Stati Uniti a Cincinnati, Ohio. Nel 2006, un musical in grande stile della durata di tre ore e mezzo fu prodotto a Toronto, in Canada, ma gli eccessivi costi di produzione fecero cancellare il musical solo sei mesi dopo; una versione dello stesso, tagliata e riscritta in alcune parti, ha cominciato ad essere rappresentata a Londra a partire da maggio 2007.

user posted image

user posted image
Una miniatura di Gandalf prodotta dalla Games Workshop


La saga epica di Tolkien ha avuto una significativa influenza sull'industria del gioco di ruolo, che ha acquistato popolarità a partire dagli anni settanta con Dungeons & Dragons, un gioco caratterizzato dalla presenza di molte razze che si trovano ne Il Signore degli Anelli, tra cui gli halfling (un altro termine per gli hobbit). L'opera continua ad avere un grosso peso sia nei tradizionali giochi di ruolo carta e matita che nei videogiochi di ruolo con temi fantasy ed epici.

Più di un gioco di ruolo è stato basato specificatamente su Il Signore degli Anelli. Il più popolare è il Gioco di Ruolo del Signore degli Anelli (GIRSA), che però è attualmente fuori produzione, avendo la sua casa editrice perso la licenza per produrlo. In occasione dell'edizione del film diretto da Peter Jackson è stato prodotto un nuovo gioco di ruolo ufficiale dalla Deciphers Games, più legato all'iconografia del film che non a quella del romanzo.

Esistono inoltre giochi da tavolo basati sull'opera, tra cui il wargame tridimensionale Il Signore degli Anelli - Gioco di battaglie strategiche dell'azienda inglese Games Workshop, in cui si gioca con miniature che rappresentano tutti i personaggi del libro; c'è anche una serie di miniature basate su Lo Hobbit.

user posted image



user posted image
user posted image

user posted image
user posted image
user posted image

user posted image

user posted imageuser posted image


Un grazie.gif a Antone come ideatore ed i precedenti coordinatori di questo Ciclo,
ed a tutti i contributors ed a tutto lo staff di TNTVillage, per la grande disponibilità e pazienza.


Tutte le Release del Ciclo

Tutti gli scorpori


Messaggio modificato da Aragorn10 il Sep 22 2016, 03:34 PM

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Feb 17 2014, 07:12 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



user posted image


user posted image

user posted image

user posted image


Molto tempo fa, nella Seconda Era della Terra di Mezzo, furono forgiati diciannove grandi anelli, ciascuno dei quali accordava lunga vita e poteri magici a chi lo portasse. Ma Sauron, l'Oscuro Signore di Mordor, forgiò un Anello Sovrano, amalgamando al suo oro fuso il proprio sangue e la linfa vitale. Con esso intendeva portare tutti gli altri anelli sotto il suo dominio. Lo forgiò nelle viscere del Monte Fato e su di esso pronunciò l'incantesimo dell'anello che gli avrebbe conferito il potere: "...un anello per domarli, un anello per trovarli, un anello per ghermirli e nel buio per incatenarli". Adesso, il futuro della civiltà dipende dal destino dell'Anello Assoluto, che il fato ha deposto nelle mani di un giovane hobbit di nome Frodo Baggins, che ereditato l'Anello, entra nella leggenda.
La compagnia è l'unione di 9 personaggi rappresentanti dei popoli liberi della Terra di Mezzo. Il loro obiettivo è quello di aiutare Frodo, coraggioso hobbit e portatore dell'Unico Anello, a raggiungere Mordor, dove distruggere l'Anello nella lava del Monte Fato. I nove iniziano il loro viaggio dopo che la loro unione viene decisa dal Consiglio di Elrond. La compagnia è composta da 4 hobbit: Frodo, Pipino, Sam e Merry, due uomini: Aragorn e Boromir, il maia Gandalf, il nano Gimli e l'elfo Legolas.

user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image


user posted image

user posted image


Aragorn, Gimli, Legolas sono ormai divisi da Frodo e Sam (che son costretti ad accompagnarsi a Gollum, l'unico che può guidarli verso Mordor). Ma per tutti - Pipino e Merry compresi - il viaggio verso il Monte Fato continua. I cavalieri neri sono sempre in agguato, ma battaglie ben più ampie e sanguinose attendono i nostri eroi che decidono di stringere alleanza con gli alberi viventi Ent, gli elfi, i cavalieri di Rohan e quelli di Gondor per assaltare Isengard e la torre di Orthanc dove si nasconde la loro nemesi, Saruman.

user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image


user posted image

user posted image


Mentre Frodo e Sam continuano il loro cammino verso il Monte Fato per distruggere l'Anello, ignari della strada su cui il perfido Gollum li sta conducendo, l'ex Compagnia dell'Anello combatte una grande battaglia a Minas Tirith, capitale del regno di Gondor, contro l'esercito di Sauron che ha messo la città sotto assedio. Malgrado le numerose perdite la Compagnia cerca in ogni modo di distrarre Sauron per portare a termine la sua missione: gettare l'Anello nella gola del Monte Fato. Aragorn, nel frattempo, è costretto a fare i conti con il suo passato poiché da lui dipende il destino della Terra di Mezzo.

user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image



user posted image


user posted image

user posted image


La storia racconta il viaggio del protagonista Bilbo Baggins, coinvolto in un'epica ricerca per reclamare il Regno Nanico di Erebor governato dal terribile drago Smaug. Avvicinato dal mago Gandalf il Grigio, Bilbo si ritrova al seguito di tredici nani capeggiati dal leggendario guerriero Thorin Oakenshield. Il viaggio li conduce per terre piene di pericoli e avventure, abitate da Goblin e Orchi e implacabili Wargs. La loro meta principale è raggiungere l'Est e le aride Montagne Nebbiose, ma prima dovranno sottrarsi ai tunnel dei Goblin, dove Bilbo incontra una creatura che gli cambierà la vita per sempre... Gollum. Qui, da solo con Gollum, sulle rive del lago seminterrato, l'ignaro Bilbo Baggins non solo si scoprirà così ingenuo e coraggioso al punto da sorprendere persino se stesso, ma riuscirà a impossessarsi del "prezioso" anello di Gollum che possiede qualità inaspettate ed utili… un semplice anello d'oro, legato alle sorti della Terra di Mezzo in modo così stretto che Bilbo non può neanche immaginare.

user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image



user posted image

user posted image


Dopo aver oltrepassato con successo le Montagne Nebbiose, Thorin e la compagnia dovranno cercare aiuto a un potente e tenebroso straniero prima di avventurarsi nel Bosco Atro, senza l’appoggio del loro amico e stregone Gandalf. Se riusciranno a raggiungere l’insediamento umano di Pontelagolungo allora arriverà il turno di Bilbo di compiere il suo dovere di scassinatore: arrivare alla Montagna Solitaria e trovare la porta segreta che conduce lì dove Smaug sorveglia il suo prezioso e infinito tesoro…

user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image

user posted image


user posted imageVersione cinematografica[BDrip 1080p - H264 - Eng Dts - Ita Ac3 - Sub Ita Eng]
by GoLDBeRG89

user posted image



user posted image

user posted image

La Battaglia delle Cinque Armate porta ad un’epica conclusione le avventure di Bilbo Baggins, Thorin Scudodiquercia e la Compagnia dei Navi. Reclamando la loro patria al drago Smaug, la Compagnia ha inavvertitamente scatenato una forza mortale sul mondo. Infuriato, Smaug scatena la sua furia sugli uomini, le donne e i bambini indifesi di Pontelagolungo. Ossessionato dall’idea di reclamare il suo tesoro, Thorin sacrifica amicizia e onore mentre gli affannosi tentativi di Bilbo per riportarlo alla ragione porteranno l’hobbit ad una scelta disperata e pericolosa. Ma ci sono anche pericoli maggiori da affrontare. Visto solo dal mago Gandalf, il grande nemico Sauron invia legioni di Orchi in un attacco segreto alla Montagna Solitaria. Mentre l’oscurità converge sul loro conflitto crescente, le razze dei Nani, degli Elfi e degli Uomini devono decidere: unirsi o essere distrutti. Bilbo dovrà combattere per la sua vita e per la vita dei suoi amici nell’epica Battaglia delle Cinque Armate mentre il futuro della Terra di Mezzo resta in bilico.

user posted image


user posted imageVersione Estesa[XviD - Ita Eng Ac3 - Sub Ita SoftSub Ita] by multi
user posted imageVersione Estesa[XviD - Ita Ac3 - Sub Ita]by multi
user posted imageVersione Estesa[H264 - Ita Mp3] by markus03

user posted image


user posted imageVersione Estesa[H264 - Eng Ita Ac3 - Sub Ita Eng] by ShivaShanti
user posted imageVersione Estesa[BDrip 1080p - H265 - Eng Ita Ac3 - Sub Ita Eng] by ShivaShanti
user posted imageVersione Estesa[BDrip 1080p - H264 - Ita Eng Ac3 5.1 - Sub Ita Eng] by Fratposa
user posted imageVersione Estesa[BDrip 720p - H265 - Ita Eng Ac3 5.1 - Sub Ita Eng] by TNT-BOMB

user posted image


user posted imageVersione estesa[BDrip 1080p - H264 - Ita Eng Ac3 Eng Dts - Sub NUIta NUEng] by undertank


user posted imageLo Hobbit - Collection 3D (2012 - 2014)[BDrip 1080p - H264 - Ita Eng Ac3 Eng Dts - Sub NUIta NUEng] by amdy93

user posted image


Messaggio modificato da Aragorn10 il Sep 22 2016, 03:32 PM

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Feb 17 2014, 07:12 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



user posted image


user posted image


La colonna sonora dei film del Signore degli anelli è stata composta da Howard Shore.
Howard Shore nasce a Toronto il 18 ottobre 1948. Ha scritto le colonne sonore di film famossissimi spesso decretandone il succeso, come ad esempio Il silenzio degli innocenti, Philadelphia, Panic Room. Collabora spesso con i registi David Cronenberg, David Fincher e Martin Scorsese.

La sua opera più celebre però è la colonna sonora de Il signore degli anelli per il quale ha vinto tre Oscar nel 2002 per La Compagnia dell’Anello e nel 2004 per Il ritorno del Re e per la canzone “Into the West”, interpretata da Annie Lennox.

La colonna sonora de Il Signore degli Anelli è inoltre diventata un’opera sinfonica composta da 6 movimenti per orchestra e coro, che è stata eseguita per la prima volta nel 2003 a Wellington, in Nuova Zelanda. Da allora la Lord of the Rings Symphony è stata eseguita in tutto il mondo dalle migliori orchestre dirette dallo stesso Howard Shore, collezionando una lunga serie di successi.

user posted image
Le musiche della trilogia de Lo Hobbit sono state composte e prodotte da Howard Shore, già compositore delle musiche de Il Signore degli Anelli. Le registrazioni per il primo film si sono tenute dal 20 agosto 2012 agli Abbey Road Studios; il secondo film è stato invece registrate in Nuova Zelanda.

Le musiche di Un viaggio inaspettato sono state eseguite dalla London Philharmonic Orchestra, con cui Shore aveva collaborato per le musiche della trilogia di Jackson, mentre per La desolazione di Smaug Jackson e Shore hanno scelto la New Zealand Symphony Orchestra. Il cantante Neil Finn ha composto e interpretato la canzone "Song of the Lonely Mountain" per Un viaggio inaspettato, per La desolazione di Smaug Ed Sheeran ha esegutio "I See Fire" ed infine Billy Boyd ha composto, insieme a Fran Walsh e Philippa Boyens, ed eseguito "The Last Goodbye" per La battaglia delle cinque armate.

Alcuni temi della trilogia de Il Signore degli Anelli sono stati ripresi e adattati alle nuove atmosfere dei film.

user posted image
user posted image


user posted image


Negli anni i romanzi di Tolkien hanno ispirato diversi artisti che hanno composto brani sul tema del Signore degli Anelli.
    * The Ballad of Bilbo Baggins di Leonard Nimoy è basata sulla saga tolkeniana, in particolare su Lo Hobbit.
    * I Led Zeppelin hanno composto tre canzoni ispirate al Il Signore degli Anelli: Misty Mountain Hop il cui titolo si rifà alle "Montagne Nebbiose" (Misty Mountains); Ramble On si riferisce a Gollum e Mordor; The Battle of Evermore è un allegoria attualizzata dalla battaglia del Pelennor contenuta ne Il ritorno del re.
    * I Rush intitolarono Rivendell (nome inglese di Granburrone) una canzone del loro album Fly By Night.
    * I Camel intitolarono la canzone Nimrodel - a) The procession b) The White Rider nell'album Mirage
    * Gli Styx intitolarono una canzone Lords of the Ring, dall'album Pieces of Eight.
    * Bo Hansson, musicista svedese, ha realizzato un album strumentale basato sulle suggestioni de Il Signore degli Anelli nel 1973.
    * Patrice Deceuninck, compositore francese, ha iniziato un progetto musicale ispirato a Il Signore degli Anelli, di cui ha portato a termine il primo album, The Ring Bearer part I, relativo alla Compagnia dell'Anello. Diversamente dalle altre sue opere di musica prevalentemente elettronica, per questo album Deceuninck si è servito di una vera orchestra.
    * Alan Horvath ha realizzato anch'egli un intero album basato sul romanzo di Tolkien nel 2004.
    * I Brobdingnagian Bards hanno intitolato una delle loro canzoni Tolkien, ed il remix The Lord of the Ring.
    * I Blind Guardian, band metal tedesca, hanno intitolato una canzone Lord of the Rings nell'album Tales from the Twilight World. Esiste anche un loro album dedicato a Il Silmarillion intitolato Nightfall in Middle-Earth. Nell'album Battalions of Fear è presente una canzone dedicata a Éowyn. Molte altre loro opere contengono riferimenti e citazioni al lavoro di Tolkien.
    * Gandalf, musicista austriaco, scelse il suo nome basandosi su quello dello stregone protagonista del romanzo. Ha composto molti lavori con riferimenti a Il Signore degli Anelli, soprattutto nel suo secondo album, Visions.
    * Il gruppo dei Nickel Creek intitolò una canzone The House of Tom Bombadil.
    * I Gorgoroth, gruppo black metal, traggono il proprio nome all'omonimo altopiano di Mordor.
    * Il progetto musicale Burzum, dell'artista norvegese Varg Vikernes, trae il proprio nome da una parte dell'iscrizione sull'Anello in Lingua Oscura: «agh burzum-ishi krimpatul», ovvero «e nel buio incatenarli».
    * In Italia sono emersi, tra gli altri, i Lingalad, gruppo di Giuseppe Festa che si dedica esclusivamente alla composizione di canzoni ispirate a Tolkien. Gli strumenti usati e lo stile musicale si avvicinano alla cultura irlandese.
    * Sempre in Italia il gruppo Galadhrim propone un genere di musica tra il celtico e il medioevale i cui temi e testi sono espressamente ispirati agli scritti di Tolkien.
    * Edoardo Volpi Kellermann, compositore italiano, ha tradotto, per usare le sue parole, «vent'anni di ricerca creativa ispirata alla lettura delle opere di Tolkien» in un progetto di musica strumentale chiamato Tolkieniana: Viaggio Musicale nella Terra di Mezzo. Finora edito il primo disco, dal titolo Verso Minas Tirith.
    * I Summoning, gruppo epic-black metal austriaco, hanno dedicato i loro album a Il Signore degli Anelli ispirandosi all'opera per i titoli e per i testi delle canzoni.
    * Gli Amon Amarth, gruppo svedese di viking metal, traggono il nome dal Monte Fato.
    * I gruppi, soprattutto black metal, che hanno preso ispirazione dal capolavoro di Tolkien intitolando la band o i testi con nomi presi dal Signore degli Anelli sono moltissimi, sovente scandinavi.
    * Il progetto musicale The Fellowship è nato con l'intento esplicito di rappresentare in musica la mitologia tolkieniana; ha pubblicato finora un album, In Elven Lands, che si avvale della collaborazione di artisti di fama mondiale (come Jon Anderson degli Yes).
user posted image
user posted image
user posted image


Messaggio modificato da AliceTNT il Dec 6 2016, 01:05 PM

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Feb 17 2014, 07:12 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



user posted image


user posted image
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image

user posted image
user posted image
user posted image


Messaggio modificato da Aragorn10 il Mar 22 2017, 08:05 PM

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Feb 17 2014, 07:12 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13




Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Feb 17 2014, 07:12 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



user posted image


Negli anni sono state prodotte svariate parodie del Signore Degli Anelli, che spaziano su diversi generi
  • Il Signore dei Tranelli: questo romanzo è probabilmente la più famosa parodia, pubblicata a firma dell'organizzazione umoristica inglese "Harvard Lampoon" (gli autori sono Henry N. Beard and Douglas C. Kenney) con il titolo di Bored of the Rings. Prima di pubblicarla gli autori la sottoposero a Tolkien, il quale dichiarò di non capirne lo spirito, ma non si oppose.
  • Hordes of the Things: semisconosciuta serie radiofonica della BBC (1980) che tentò di parodiare il genere epico-fantasy, sulla falsariga della Guida galattica per gli autostoppisti.
  • The Lord of the Weed: rimontaggio tedesco dei primi venti minuti del film La Compagnia dell'Anello che ritrae i protagonisti come tossicodipendenti.
  • Lords of the Rhymes: duo musicale autore di "hobbit-rap".
  • Once More With Hobbits: parodia dell'opera di Tolkien, combinata con Buffy l'ammazzavampiri, creata da due autori newyorkesi, Jessica e Chris.
  • Il Signore dei Porcelli: parodia a fumetti italiana. La poesia dell'Anello recita in questo caso: «un anello per domarli, un anello per trovarli, un anello per condirli e nel sugo cucinarli».
  • Il Signore dei Ratti: albo a fumetti della serie di Rat-Man, disegnata da Leo Ortolani.
  • Lo Svarione degli Anelli: film in tre parti (attualmente La Compagnia del Verginello e I due Porri) che utilizza il materiale cinematografico del film di Peter Jackson, rimontato (ed accorciato), con un nuovo doppiaggio ed una colonna sonora ricostruita. I protagonisti, dediti all'uso di marijuana, vogliono gettare l'Anello del Fuorismo nel Monte Fatto, perché tutti possano risentire dei suoi benefici effetti; in questo sono contrastati da Svarion, signore di Merdor, e dalle sue forze di polizia. Gli autori, della provincia di Varese, lo rendono disponibile gratuitamente.
  • Il Signore dei Tarzanelli: parodia prodotta dallo Zoo di 105 in cui si sente un Leone di Lernia intento ad interpretare un certo "Cilum" (Gollum) che litiga con "Padron Frocio"...
  • Svariati altri ridoppiaggi del film
  • Il Signore dei Tortelli: romanzo parodiato dello scrittore italiano Joey Luke Bandini pubblicato nel 2005.
  • Paperino e il Signore del Padello, parodia della Disney con protagonista Paperino nei panni di Frodo e Topolino nei panni di Aragorn.
user posted image


user posted image
user posted image
user posted image


Nel 2009 è stato presentato anche un fan film precedente ai fatti descritti nella Compagnia dell'Anello:
  • La Caccia a Gollum (The Hunt for Gollum) è un fan film mediometraggio basato sulle note in Appendice de Il Signore degli Anelli. È stato realizzato con un budget di sole 3000 sterline, senza che la New Line Cinema e gli eredi dell'autore si opponessero, nonostante violi le proprietà intellettuali di entrambi. Il film, realizzato nelle foreste di Epping, a Hampstead Heath e nel Galles del Nord, è stato presentato dal vivo e in anteprima allo Sci-Fi London il 3 marzo 2009, con la presenza del regista e di Adrian Webster, che interpreta Aragorn. Può considerarsi un prequel dei fatti narrati nella trilogia di Peter Jackson.
user posted image
user posted image
user posted image
user posted image


Messaggio modificato da Aragorn10 il Dec 5 2016, 09:19 PM

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
belgarath
Inviato il: Feb 9 2016, 05:45 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"500rel\"
\"visual\"
\"staffgrafica\"

Group Icon

Gruppo: Funzionari
Messaggi: 3800
Utente Nr.: 584444
Iscritto il: 2-May 11



Ciao Aragorn10, benvenuto tra i coordinatori dei cicli C.U.R.A. Se hai domande o dubbi basta che mi mandi un mp e cercherò, nel limite delle mie conoscenze, di aiutarti nel miglior modo possibile. Se vuoi allega anche un recapito skype in modo da poterti aiutare in tempo reale se hai bisogno. Intanto buon lavoro !!

birra.gif

Disponibilità della release fino ai primi 20 completati

Eßt Scheiße, zehn Milliarden Fliegen können nicht irren



Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Feb 10 2016, 05:06 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



QUOTE (belgarath @ Feb 9 2016, 05:45 PM)
Ciao Aragorn10, benvenuto tra i coordinatori dei cicli C.U.R.A. Se hai domande o dubbi basta che mi mandi un mp e cercherò, nel limite delle mie conoscenze, di aiutarti nel miglior modo possibile. Se vuoi allega anche un recapito skype in modo da poterti aiutare in tempo reale se hai bisogno. Intanto buon lavoro !!

birra.gif

PERFETTO!
biggrin.gif

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Renton Kun2
Inviato il: Feb 26 2016, 09:09 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 3
Utente Nr.: 705890
Iscritto il: 15-March 12



Ho notato che mancano il libro "L'anello e la croce" di Andrea Monda che è l'antecedente del libro già messo "A proposito degli hobbit" e "Poems and Songs of Middle Earth" album del 1967 di Donald Swann.
Se qualcuno riuscisse a recuperarli e postarli sarebbe magnifico...perché non li trovo e se li trovo ve li passo io winky.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Feb 27 2016, 11:25 AM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



QUOTE (Renton Kun2 @ Feb 26 2016, 09:09 PM)
Ho notato che mancano il libro "L'anello e la croce" di Andrea Monda che è l'antecedente del libro già messo "A proposito degli hobbit" e "Poems and Songs of Middle Earth" album del 1967 di Donald Swann.
Se qualcuno riuscisse a recuperarli e postarli sarebbe magnifico...perché non li trovo e se li trovo ve li passo io winky.gif


Per le richieste conviene scrivere Qui:
ebook
http://forum.tntvillage.scambioetico.org/i...p?showforum=111


Musica
http://forum.tntvillage.scambioetico.org/i...p?showforum=107

birra.gif

Messaggio modificato da Aragorn10 il Feb 27 2016, 11:26 AM

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Dilling
Inviato il: Feb 27 2016, 12:38 PM
Cita questo messaggio


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8505
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



harp[1].gif ...alla fiera! toot[1].gif birra.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
thor56
Inviato il: Mar 6 2016, 01:11 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Contribuenti
Messaggi: 23
Utente Nr.: 323772
Iscritto il: 5-September 09



Ringrazio tutti i release per questa meravigliosa doppia trilogia

Avrei una domada da fare
Nella trilogia "lo Hobbit"
e specificatamente nel film
"la desolazione di Smaug"
c'è una versione che abbia i sottotitoli in italiano?
Mi riferisco ai discorsi tra gli orchi
Azog/Bolg/Negromante... e gli altri orchi
Per ora ho trovato solo sottotitoli in inglese... ma i nipotini vorrebbero i sottotitoli in Italiano.. pray[1].gif
grazie.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Mar 7 2016, 06:13 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



QUOTE (thor56 @ Mar 6 2016, 01:11 AM)
Ringrazio tutti i release per questa meravigliosa doppia trilogia

Avrei una domada da fare
Nella trilogia "lo Hobbit"
e specificatamente nel film
"la desolazione di Smaug"
c'è una versione che abbia i sottotitoli in italiano?
Mi riferisco ai discorsi tra gli orchi
Azog/Bolg/Negromante... e gli altri orchi
Per ora ho trovato solo sottotitoli in inglese... ma i nipotini vorrebbero i sottotitoli in Italiano.. pray[1].gif
grazie.gif

Strano... hmm.gif tutte le release contengono sub ita o multisub
Potrebbe essere che ha selezionato i sottotitoli in inglese essendo il primo..
Ora provo con una versione della desolazione di Smaug .
P.S.Tutte le versioni dei film sono qui presenti

Qui sono presenti i sottotitoli in italiano
http://forum.tntvillage.scambioetico.org/?showtopic=431848

Messaggio modificato da Aragorn10 il Mar 7 2016, 06:50 PM

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
roccoparrotta
Inviato il: Mar 9 2016, 10:05 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 3
Utente Nr.: 1452288
Iscritto il: 4-January 16



ciao,
a quando la versione completa in bluray della battaglia delle 5 armate?
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Mar 9 2016, 02:35 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



QUOTE (roccoparrotta @ Mar 9 2016, 10:05 AM)
ciao,
a quando la versione completa in bluray della battaglia delle 5 armate?

Una versione è già presente:

user posted image


user posted imageVersione Estesa user posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted image by ShivaShanti


Per altri formati conviene fare una richiesta:

http://forum.tntvillage.scambioetico.org/i...p?showforum=138

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
LaCariatide
Inviato il: Mar 9 2016, 04:18 PM
Cita questo messaggio


\"1000rel\"
\"residente\"
\"coordinatore\"
\"biblioso\"

Group Icon

Gruppo: Funzionari
Messaggi: 13074
Utente Nr.: 799254
Iscritto il: 2-September 12



Da più parti e da tempo mi è stata richiesta la versione in Epub dei Racconti ritrovati.
Avviso che ci sto lavorando: tutte le versioni trovate in rete sono da sistemare, se non altro per inserire le note. Sarà un lavoraccio, per cui portate pazienza...
Ovviamente se qualcuno è in grado di fare un buon lavoro e sottolineo buon lavoro , liberissimo di precedermi ....
Introvabile invece Racconti perduti...

ciao.gif

"Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona durante le ore che egli passa sotto il vostro tetto." Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto
"Se nell'uomo cerchi il male,senza dubbio lo troverai".A.Lincoln
"Temo il giorno in cui la tecnologia andrà oltre la nostra umanità:il mondo sarà popolato allora da una generazione di idioti". Einstein

Le mie releases
Vademecum per il releaser di ebook
EdiTNTrice Village e l'Editore sei tu!
The Baker Street Irregulars Society
Messaggio Privato
Top
Aragorn10
Inviato il: Mar 10 2016, 10:17 AM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



QUOTE (LaCariatide @ Mar 9 2016, 04:18 PM)
Da più parti e da tempo mi è stata richiesta la versione in Epub dei Racconti ritrovati.
Avviso che ci sto lavorando: tutte le versioni trovate in rete sono da sistemare, se non altro per inserire le note. Sarà un lavoraccio, per cui portate pazienza...
Ovviamente se qualcuno è in grado di fare un buon lavoro e sottolineo buon lavoro , liberissimo di precedermi ....
Introvabile invece Racconti perduti...

ciao.gif

Sei sempre GRANDE oscar.gif

good.gif

Messaggio modificato da Aragorn10 il Mar 10 2016, 10:22 AM

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Mar 21 2016, 05:22 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



Ciclo Aggiornato:

Aggiunti:

user posted imageVersione Estesa user posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted image by ShivaShanti
user posted imageVersione Estesa user posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted imageuser posted image by Fratposa

birra.gif

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
leonenero
Inviato il: Apr 2 2016, 01:08 AM
Cita questo messaggio


\"contribuente\"
\"releaser\"
\"250rel\"
\"coordinatore\"
\"discoteca\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 6266
Utente Nr.: 389044
Iscritto il: 23-December 09



ciao Aragon, da togliere gentilmente causa dismissione:

The Tolkien Ensemble - Complete Songs And Poems (2006) [Flac] Folk + Cue [CURA] Il Signore Degli Anelli Releaser: LeChuck94

birra.gif

Se io do una mela a te e tu dai una pera a me, io me ne andrò via con la tua pera e tu con la mia mela.
Ma se io do un'idea a te e tu dai un'idea a me, allora entrambi andremo via con due idee.

Sharing is a lifestyle!
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
teox82
Inviato il: Apr 2 2016, 06:27 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 7
Utente Nr.: 121079
Iscritto il: 7-March 07



Ciao scusate è prevista la release delle appendici 11-12(quelle della Battaglia delle 5 Armate)? Grazie
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Apr 4 2016, 04:51 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13




Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: May 9 2016, 06:49 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13




Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: May 9 2016, 06:49 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13




Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Darth Yota
Inviato il: May 11 2016, 01:44 PM
Cita questo messaggio


\"250rel\"

Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 2352
Utente Nr.: 21789
Iscritto il: 1-November 05



Segnalo Lord of the Rings - Complete songs and Poems

Messaggio modificato da Darth Yota il May 11 2016, 01:45 PM

"Ippen... shinde miru?"


Qualità prima di tutto


Messaggio PrivatoSito Web dell
Top
Aragorn10
Inviato il: May 11 2016, 05:25 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



QUOTE (Darth Yota @ May 11 2016, 01:44 PM)
Segnalo Lord of the Rings - Complete songs and Poems

Aggiunto

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Darth Yota
Inviato il: May 14 2016, 11:46 AM
Cita questo messaggio


\"250rel\"

Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 2352
Utente Nr.: 21789
Iscritto il: 1-November 05




"Ippen... shinde miru?"


Qualità prima di tutto


Messaggio PrivatoSito Web dell
Top
Aragorn10
Inviato il: May 14 2016, 03:10 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



QUOTE (Darth Yota @ May 14 2016, 11:46 AM)
Segnalo: The Lord Of The Rings - The Rarities Archive

Aggiunto, Grazie ancora birra.gif

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Dilling
Inviato il: Aug 10 2016, 04:58 PM
Cita questo messaggio


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8505
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Togliere questi link dalla lista che è finito in dismissione rain[1].gif

[*]The Tolkien Ensemble - Complete Songs And Poems (2006) [Flac] Folk + Cue [CURA] Il Signore Degli Anelli Releaser: LeChuck94, Ultimo seed: 2016-04-19

Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Aug 12 2016, 07:50 AM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



QUOTE (Dilling @ Aug 10 2016, 04:58 PM)
Togliere questi link dalla lista che è finito in dismissione rain[1].gif

[*]The Tolkien Ensemble - Complete Songs And Poems (2006) [Flac] Folk + Cue [CURA] Il Signore Degli Anelli Releaser: LeChuck94, Ultimo seed: 2016-04-19

Già rimosso good.gif

Messaggio modificato da Aragorn10 il Aug 12 2016, 07:50 AM

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Aug 22 2016, 07:08 AM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13




Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Dilling
Inviato il: Aug 22 2016, 11:33 AM
Cita questo messaggio


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8505
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
CAMLA
Inviato il: Aug 26 2016, 02:14 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1
Utente Nr.: 1212087
Iscritto il: 21-August 14



GRAZIE! cuore.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Sep 22 2016, 10:22 AM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



QUOTE (Dilling @ Aug 22 2016, 11:33 AM)
I film di Lo Hobbit c'entra o no?

http://forum.tntvillage.scambioetico.org/i...;sd=0&cat=0

AGGIORNAMENTO GRAFICA (alleggerimento) E FILM LO HOBBIT

AGGIUNTI I 3D

user posted imageVersione estesa[BDrip 1080p - H264 - Ita Eng Ac3 Eng Dts - Sub NUIta NUEng] by undertank


user posted imageLo Hobbit - Collection 3D (2012 - 2014)[BDrip 1080p - H264 - Ita Eng Ac3 Eng Dts - Sub NUIta NUEng] by amdy93

user posted imageVersione cinematografica[BDrip 1080p - H264 - Eng Dts - Ita Ac3 - Sub Ita Eng] by GoLDBeRG89

IN dismesse
user posted imageVersione Estesa (Disco 2) by hdtorrents
user posted imageVersione Estesa (Disco 2) by hdtorrents



liv.gif


Messaggio modificato da Aragorn10 il Sep 22 2016, 03:27 PM

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Dilling
Inviato il: Oct 5 2016, 02:01 AM
Cita questo messaggio


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8505
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Togliere questi link dalla lista che è finito in dismissione rain[1].gif

[*]The Fellowship - In Elven Lands (2006) [Flac] Progressive Rock + Cue [CURA] Il Signore Degli Anelli - Progressive Rock Project Releaser: LeChuck94, Ultimo seed: 2016-06-25
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Oct 5 2016, 01:59 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13



QUOTE (Dilling @ Oct 5 2016, 02:01 AM)
Togliere questi link dalla lista che è finito in dismissione rain[1].gif

[*]The Fellowship - In Elven Lands (2006) [Flac] Progressive Rock + Cue [CURA] Il Signore Degli Anelli - Progressive Rock Project Releaser: LeChuck94, Ultimo seed: 2016-06-25

good.gif

Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
AliceTNT
Inviato il: Dec 5 2016, 05:36 PM
Cita questo messaggio


\"contribuente\"
\"100rel\"
\"releaser\"
\"curcoord\"
\"tnttv\"

Group Icon

Gruppo: Funzionari
Messaggi: 5350
Utente Nr.: 919317
Iscritto il: 9-March 13




Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Aragorn10
Inviato il: Dec 5 2016, 09:21 PM
Cita questo messaggio


\"curcoord\"

Group Icon

Gruppo: Releaser
Messaggi: 255
Utente Nr.: 1050438
Iscritto il: 5-November 13




Non tutto quel ch'è oro brilla,
Né gli erranti sono perduti;
Il vecchio ch'è forte non s'aggrinza,
Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco,
L'ombra sprigionerà una scintilla;
Nuova sarà la lama ora rotta,
E re quel ch'è senza corona.

J. R. R. Tolkien - L'enigma di Grampasso
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
fulviof79
Inviato il: Mar 1 2017, 04:17 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1
Utente Nr.: 302187
Iscritto il: 6-August 09



Nessun seeder per i cartoni:
The Hobbit (XviD - ENG) by LeChuck94
The Return of the King (XviD - ENG) by LeChuck94

Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
tetragono
Inviato il: Mar 5 2017, 03:59 PM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"100rel\"
\"contribuente\"
\"curcoord\"
\"cura\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 838
Utente Nr.: 1487269
Iscritto il: 26-March 16



QUOTE (fulviof79 @ Mar 1 2017, 05:17 PM)
Nessun seeder per i cartoni:
The Hobbit (XviD - ENG) by LeChuck94
The Return of the King (XviD - ENG) by LeChuck94

Ciao, prova a seguire questa guida: Come richiedere il reseed di una Release smile.gif

Messaggio Privato
Top
Dilling
Inviato il: Mar 18 2017, 02:08 PM
Cita questo messaggio


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8505
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Togliere questi link dalla lista che è finito in dismissione rain[1].gif

[*]The Two Towers - 14 Cds [Mp3 Eng] AudioBook [CURA] Ciclo Il Signore Degli Anelli Releaser: equos, Ultimo seed: 2016-11-12
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
 

Opzioni DiscussionePagine: (2) [1] 2  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussioneAvvia sondaggio

 

Scambio etico - ethic share
 Debian powered site  Nginx powered site  Php 5 powered site  MariaDB powered site  xml rss2.0 compliant  no software patents  no software patents