Tnt village
In memoria di Aaron
8/11/1986 - 11/01/2013
tntvillage.scambioetico.org · Statuto T.N.T.      Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.

 

  Closed TopicStart new topic

> Portare a conoscenza gli utenti dei fatti..., Su FPM vs ScambioEtico
Dilling
Inviato il: Apr 29 2011, 01:04 AM
Quote Post


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8752
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Credo che sia venuto il momento di mettere visibile il forum con le release rimosse e postare una spiegazione di cui ho buttato giù una prima bozza. Per quanto mi riguarda si potrebbe mettere questo forum addirittura visibile anche ai non registrati.

Come molti avranno notato in questo ultimo mese sono sparite dalle ricerche circa 1600 release di musica che vedete ora in questo forum. Questo è accaduto a causa di 4 richieste provenienti da FPM. Visto l'elevato numero di rimozioni da effettuare non è stato possibile fare manualmente tali operazioni e si è provveduto con disabilitazioni di massa. Ad una successiva verifica è stato riscontrato che tra le richieste c'era anche un'opera rilasciata in Creative Commons, opere di etichette giapponesi, bootleg mai pubblicati commercialmente ed altre opere di cui chiaramente FPM non è rappresentante dei diritti di sfruttamento commerciale.

Ho quindi ovviamente cominciato a chiedere spiegazioni ma credo che, piuttosto di fare una sintesi sia meglio rendere pubblico l'epistolario intercorso.

La mattina del giorno 22 marzo ricevo una mail da posta certificata di FPM con una lista di 499 torrent con questa richiesta:

QUOTE (FPM)
Spettabile TNTVillage,

le scriviamo in qualità di rappresentanti di FPM (Federazione contro la Pirateria Musicale), associazione di categoria che rappresenta le principali case discografiche italiane e internazionali, gli artisti interpreti ed esecutori e gli editori musicali.

Vi informiamo che ai  link  riportati nella tabella sottostante, ospitati o in altro modo resi disponibili tramite i vostri server e/o il vostro sito, risulta disponibile materiale audio/video appartenente a ai nostri associati. Tali opere sono protette secondo la vigente normativa nazionale in materia di diritto d’autore e i nostri associati vantano diritti esclusivi su di esse. Vi preghiamo, quindi, di rimuovere o di bloccare l’accesso  a tali opere e di fornirci sollecita conferma dell’avvenuto intervento.

Grazie e cordiali saluti,
Abuse Department – FPM


Tutte le release vengono immediatamente spostate in questo forum, che fino ad ora non era agli utenti accessibile, ed in serata gli rispondo:

QUOTE (Dilling)
Egregi rappresentanti di FPM,

premesso che, come ben sapete, le opere di cui i Vostri associati detengono i diritti di sfruttamento commerciale non sono sui server di cui sono legalmente responsabile, bensì si trovano sui computer degli utenti e che sui siti dei domini di cui sono titolare che non vi è assolutamente nulla di commerciale, vi comunico che, come da statuto che regola la Comunità TNTVillage che prevede su richiesta dei titolari dei diritti la rimozione dei torrent, ho provveduto a bloccare il pubblico accesso alle schede contenenti i 499 torrent presenti nell'elenco che mi avete allegato.

Farò nei prossimi giorni un controllo più approfondito ma da un prima superficiale verifica ho notato che c'è la richiesta di alcuni titoli che non mi appaiono nel catalogo delle etichette da voi rappresentate, per esempio Bob Dylan, a parte rare eccezioni della Sony e Universal, mi risulta prodotto principalmente dalla Columbia (che non vedo tra gli associati rappresentati da FPM), in particolare queste opere:

Bob Dylan Madison Square Garden 31-01-74 evening
Bob Dylan Taormina 28 07 2001
Bob Dylan Wilmington 8 giugno 2004
Bob Dylan Philadelphia 11 Dicembre 1997
Bob Dylan San Francisco 12-11-1980

neppure risultano nella discografia ufficiale e mi risulta che siano stati a suo tempo prodotti da piccole etichette indipendenti e neppure più attualmente in commercio.

In attesa di un riscontro a questa missiva porgo i miei più cordiali saluti.

Luigi Di Liberto
Amministratore tntvillage.org - scambioetico.org - scambioetico.info 


La mattina seguente, 23 marzo, ricevo una seconda mail con una richiesta per altri 317 torrent nella quale mi scrivono:

QUOTE (FPM)
Gent.le Sig. Di Liberto,

la ringraziamo per la sua pronta risposta e cogliamo l’occasione per sottolineare le seguenti osservazioni:

-  Sono tutt’ora disponibili i file torrent indicati nella diffida n. 252-2011. Tali file, risultano essere archiviati e gestiti dal server tracker riferito al vostro servizio. La preghiamo pertanto di intervenire al fine di bloccare l’accesso a tali file come è stato previsto per le schede ospitate sul sito

-  Per quanto riguarda il repertorio di Bob Dylan, le facciamo notare che Columbia è un etichetta di proprietà di Sony Music e che eventuali bootleg, ovvero registrazioni non autorizzate di performance live, anche se uscite dal mercato, sono comunque da ritenersi illecite.

Grazie e cordiali saluti

FPM - Abuse Department


Anche questi topic vengono spostati in questo forum (nel frattempo tutti vengono disabilitati dal tracker) e gli rispondo in questo modo:

QUOTE (Dilling)
Ho intanto prontamente reso indisponibili al pubblico le schede senza la quali le persone non possono scaricare i torrent, cosa questa che credo sia stata la vostra principale priorità. Coloro che trovano i torrent da altre parti o che già stanno condividendo le opere in oggetto, come ben sapete, riusciranno lo stesso, attraverso il protocollo DHT, a continuare le condivisioni anche senza il servizio del Tracker di TNT Village. Insomma, dopo aver prontamente ottemperato alle vostre aspettative principali auspico ora, prima di procedere alla disattivazione dei torrent dal tracker e vista la mole non indifferente di richieste, di poter avere il tempo necessario (almeno la settimana in corso) per poter fare una accurata verifica sul fatto che la titolarità dei diritti siano effettivamente dei Vostri Associati.

Cordialmente,
LDL


Il giorno 24 marzo comincio a rendermi conto che hanno richiesto rimozioni di cui non avevano titolarità, quindi il giorno seguente gli scrivo:

QUOTE (Dilling)
Alla Spett.le FPM
e P.C. Avv Carlo Blengino,

I file torrent non sono più disponibili al pubblico e non sono più serviti dal tracker in servizio sul server e dominio di cui sono amministratore, basta che provate a lanciarli per vedere che l'announce risponde unregistred, non mi risulta che ci sia qualcosa di illecito detenere indisponibili al pubblico file di questo genere.

Approfitto per segnalarvi che tra le richieste di rimozione Infringement Notice - ref: 261-2011 è stata inserita anche scheda e il torrent http://forum.tntvillage.scambioetico.org/t...amp;id=11840199 relativi a "Fronte Popolare per la Musica Libera -
Liberalarte!3".
Questa opera mi risulta rilasciata con licenza CC disponibile su Jamendo http://www.jamendo.com/it/album/34488e mi piacerebbe conoscere quale tipo di diritti siano stati lesi e per conto di chi è stata chiesta questa rimozione, gradirei anche saper per conto di quale etichetta musicale vostra associata viene richiesta la rimozione della discografia 1985-2002 degli HELLOWEEN,

Nelle richieste di rimozione Infringement Notice - ref: 252-2011 è invece presente "EVANGELION 1.0: YOU ARE (NOT) ALONE" di Shiro Sagisu, album prodotto dalla King Records che ancora mi risulta etichetta indipendente e non tra le vostre associate.

Queste comunque sono solo le prime incongruenze che che ho rilevato da una prima sommaria verifica e mi riservo di chiedere ulteriori spiegazioni.

In attesa di vostri chiarimenti rinnovo i miei più cordiali saluti.

LDL


Nella stessa giornata del 25 marzo mi inviano una terza richiesta di rimozioni e replicano questo modo:

QUOTE (FPM)
Spett.le TNTVillage,
Per quanto riguarda la presenza dei torrent sul vostro server, non possiamo che ribadire la richiesta di sollecita eliminazione degli stessi. I file, infatti NON sono "indisponibili al pubblico" come voi sostenete nella vostra risposta ma possono essere direttamente scaricati dai vostri server da qualsiasi utente mediante link diretto.

Per quanto riguarda la King Records si tratta di un'etichetta aderente a RIAJ, associazione di categoria dell'industria discografica giapponese. RIAJ è membro di IFPI,la Federazione Internazionale dei Produttori Fonografici. IFPI è uno dei membri fondatori di FPM.

Per quanto riguarda gli Helloween, il gruppo ha pubblicato con EMI
(membro di FPM) e con Sanctuary Records (Castle Communication e Noise
Records), etichetta oggi di proprietà di Universal Music (membro di
FPM)

Per quanto riguarda "Fronte Popolare per la Musica Libera - Liberalarte!3", si tratta di un errore nelle operazioni di compilazione della lista di richieste di eliminazione del quale ci scusiamo.

Cordialmente

FPM - Abuse Department


Il giorno 28 marzo gli scrivo:

QUOTE (Dilling)
Spett.le FPM,

Nel confermarvi il ritiro dall'accesso pubblico delle schede contenenti i torrent che ritenete illeciti e la loro disabilitazione dai servizi del tracker installato nel server di cui sono responsabile, vi comunico che per quanto riguarda la cancellazione dei torrent da voi richiesta essa non può al momento essere accolta in quanto, non essendo più pubbliche le schede con i file .torrent allegati, gli utenti della Rete non possono usufruire dei link da voi segnalati e non avrebbe in questo modo a perpetuarsi quello che voi ritenete illecito , nonostante non ci sia mai stata in Italia, per quanto di mia conoscenza, una condanna per questo genere di ipotesi di reato nei confronti di qualche amministratore di siti come TNT Village.

Su questo specifico argomento della rimozione dei torrent ho dato incarico al mio legale di fiducia, Avv. Carlo Blengino del Foro di Torino che ci legge per conoscenza ed ha avuto copia di tutto l'epistolario finora tra noi intercorso, di valutare la consistenza sulla legittimità di tale richiesta, per cui solo dopo questo primo parere legale ne trarrò le mie personali valutazioni "politiche" sull'opportunità di accogliere anche questa richiesta, in particolare a fronte del fatto che già avete commesso l'errore di richiedere la rimozione di un torrent del tutto legittimo, come da voi stessi ammesso, ed altri su cui continuo a nutrire la vostra legittimità nel richiederne la rimozione.
Che FPM sia una Associazione nata con il patrocinio di IFPI e FIMI non mi pare motivazione valida per inserire d'ufficio tra i tutelati di FPM tutti gli aderenti a queste Organizzazioni, ma anche questo è tema di cui l'Avv. Blengino si farà carico di chiarirmi l'effettiva situazione legale.

Per quanto riguarda l'affermazione da voi fatta nelle intercorse missive sul fatto che i bootleg siano illegali potrebbe anche essere vero, benché ricordo una sentenza USA del 2004 che dichiarava legittime addirittura della vendita di tali opere, quello che non mi torna chiaro è per conto di
chi mi chiedete queste rimozioni quando non sono pubblicazioni di nessuna etichetta discografica o di produttori di opere audiovisive musicali. A mio modesto avviso, la titolarità di queste richieste, se fossero ritenute lesive dei loro interessi economici, spetterebbe agli artisti e non ai loro partner commerciali delle altre loro attività. Per questo motivo continuo a nutrire dei seri dubbi sulla liceità delle vostre richieste in merito a tali opere, così come li nutro nel merito delle seguenti richieste (ma ancora non ho finito di vagliare approfonditamente tutte le schede attualmente ritirate al pubblico) che vado di seguito ad elencare:

- STEFANO BOLLANI - JAZZ ITALIANO LIVE 2006
questo CD è stato prodotto dal Gruppo Editoriale L'Espresso (Azienda Speciale Palexpo) che non credo abbia nulla a che fare con FPM ne abbia correlazioni con qualcuno degli associati;

- Concerto 1° Maggio 2009
é una registrazione della RAI e credo che sia eventualmente la RAI. o qualcuno degli artisti presenti in quella parte di registrazione, poiché non si tratta di tutta la manifestazione, a doverne chiedere la rimozione;

- Verdena - Live @ Radio1
questa e la registrazione di una intervista e live unplugged di Radio1 della durata di 15 minuti, in cui (da quanto scritto nella scheda di presentazione) l'autore esegue tre brani dal vivo accompagnandosi con la chitarra, credo quindi che dovrebbe essere eventualmente l'artista o Radio1 a sentirsi lesi e chiederne la rimozione.

Nel porgervi i saluti vi sarei grato se, nel prosieguo dell'epistolario, chi scrive volesse, anche se a nome del dipartimento FPM, inserire il suo nome e cognome in modo da intestare queste mail in modo più consono, così come gradirei che continuaste voi ad intestare le mail a Luigi Di Liberto.

Cordialmente,

LDL


Il giorno 5 aprile mi inviano una ulteriore richiesta di rimozioni torrent e rispondono in questo modo:

QUOTE (FPM)
Spettabile TNTVillage,

riscontriamo le Vostre ultime comunicazioni con l’intento di chiarire in via definitiva i quesiti da Voi sollevati, in particolare per quanto riguarda la legittimazione di FPM e le attività richieste ad un provider del Vostro tipo.


Per quanto riguarda il primo punto, osserviamo che FPM - Federazione contro la Pirateria Musicale è un’associazione senza fine di lucro che ha come soci IFPI, International Federation of the Phonographic Industry, l'organismo internazionale di rappresentanza dell’industria discografica con sede a Londra e FIMI, Federazione dell'Industria Musicale Italiana, omologo organismo di rappresentanza a livello italiano.

FPM ha il precipuo scopo statutario di: “

a) assumere, in Italia ed anche all’estero, tutte le iniziative utili o necessarie a contrastare il cosiddetto fenomeno della “pirateria musicale”, con un particolare riguardo:

· alla tutela contro la illegittima riproduzione di registrazioni fonografiche e/o l’illegittimo sfruttamento o commercializzazione di registrazioni fonografiche contraffatte;

· alla tutela contro l’abusivo noleggio, prestito ed utilizzazione di prodotti fonografici;

· alla tutela contro le illegittime registrazioni delle prestazioni artistiche degli interpreti esecutori;

· alla tutela dei diritti connessi di utilizzazione secondaria dei fonogrammi (di cui agli articoli 73 e 73bis della legge n. 633/1941);

più in generale, alla tutela di ogni altro diritto (presente o futuro) spettante ai produttori di fonogrammi ed agli artisti, interpreti ed esecutori;

b) operare in tutte le competenti sedi giudiziarie, civili e penali, per il conseguimento degli scopi elencati nella lettera a) che precede; in tale ambito l’Associazione potrà, a titolo esemplificativo, promuovere giudizi civili, chiedere l’emissione di misure cautelari, presentare denunce o esposti, costituirsi parte civile nei procedimenti penali per reati che ledano gli interessi dei membri o dei loro rispettivi Associati, con particolare riguardo alla lotta contro la pirateria musicale”.


Nel caso di upload e distribuzione di contenuti musicali senza le necessarie autorizzazioni possono venire in considerazione le ipotesi di reato previste dall’art. 171 l. 633/1941 (secondo cui “Salvo quanto disposto dall'art. 171-bis e dall'articolo 171-ter è punito con la multa da euro 51 a euro 2.065 chiunque, senza averne diritto, a qualsiasi scopo e in qualsiasi forma: [omissis] a-bis) mette a disposizione del pubblico, immettendola in un sistema di reti telematiche, mediante connessioni di qualsiasi genere, un'opera dell'ingegno protetta, o parte di essa”) ovvero anche – ricorrendo il fine di lucro – dall’art. 171ter co. 2 l. 633/1941 (secondo cui “È punito con la reclusione da uno a quattro anni e con la multa da da euro 2.582 a euro 15.493 chiunque: [omissis] a-bis) in violazione dell'art. 16, a fini di lucro, comunica al pubblico immettendola in un sistema di reti telematiche, mediante connessioni di qualsiasi genere, un'opera dell'ingegno protetta dal diritto d'autore, o parte di essa). Fra l’altro, per quanto concerne la ricorrenza del fine di lucro, Le ricordiamo che sulla base dei precedenti giudiziali del caso “Pirate Bay” non pare potersi a priori escludere l’esistenza di tale fine quando il sito che mette a disposizione i contenuti non autorizzati richieda e riceva donazioni dal pubblico. In ogni caso, anche ove si trattasse unicamente delle violazioni di cui all’art. 171 l.a., trattandosi di violazioni penali, certamente FPM sarebbe legittimata ad agire sia in sede civile sia in sede penale, in quanto – come correttamente stabilito da giurisprudenza ormai consolidata – l’associazione ha subito un danno che coincide con la lesione dell’interesse preso a cuore come scopo specifico dell’associazione e che la stessa ha assurto a ragione stessa della sua esistenza. Ne consegue che a maggior ragione FPM è soggetto legittimato ad inviare le diffide che occupano. Senza contare che FPM è altissimamente rappresentativa dei titolari dei diritti connessi su opere musicali, come a Voi ben noto.


Per quanto riguarda il secondo punto, Le facciamo presente che – alla luce anche della giurisprudenza più recente, come in particolare l’ordinanza del Tribunale di Roma del 22 marzo 2011 nel caso PFA/Yahoo, oltre all’ordinanza del medesimo Tribunale del 15-16 dicembre 2009 nel caso RTI/YouTube – non opera l'esenzione da responsabilità del provider quando quest'ultimo sia consapevole della presenza di materiale sospetto e si astenga dall'accertarne l'illecito inserimento e dal rimuoverlo. Nel caso RTI/YouTube ora citato, in base a tali principi, il giudice ha ordinato al titolare dei siti l'immediata rimozione dai server e l'immediata disabilitazione all'accesso di tutti i contenuti riproducenti l’opera protetta oggetto di causa, inibendo altresì il proseguimento della violazione dei diritti di utilizzazione e sfruttamento economico del programma predetto. In questo senso ha statuito anche l’ordinanza romana del caso PFA/Yahoo, secondo la quale il service provider, una volta informato della violazione, è posto in condizione di porre fine alla continuazione o alla ripetizione della violazione dei diritti sull’opera protetta oggetto di causa, e deve dunque esercitare un controllo successivo sugli illeciti, effettuando la rimozione a tutti i collegamenti diversi da quelli in violazione dei diritti segnalati. Alla luce di questa giurisprudenza il service provider, informato dal soggetto legittimato attivamente delle condotte illecite, deve attivarsi prontamente per eliminare i materiali/i link/i contenuti che costituiscono la violazione, la rendono possibile o la facilitano, e deve altresì attivarsi affinchè tali materiali/link/contenuti non siano nuovamente caricati e/o comunque resi disponibili tramite i suoi servizi, anche tramite link o indirizzamenti diversi.


Dobbiamo altresì sottolineare che – secondo le nostre analisi – la Vostra attività a seguito delle nostre diffide si è per il momento limitata a disabilitare l’accesso ai link o agli indirizzamenti che consentono lo svolgimento delle attività illecite a coloro che effettuino oggi delle ricerche nel Vostro sito (nel caso che occupa, i torrent relativi ai contenuti in violazione). Tali torrent sono tuttavia tuttora conservati nel Vostro server, così che gli utenti a conoscenza dei medesimi (per esempio per precedenti utilizzazioni), così come quelli che accedono alla copia cache ad essi relativa (tuttora rintracciabile attraverso i motori di ricerca) sono sempre in grado - tramite il Vostro server ed i Vostri torrent - di accedere ai contenuti in violazione. Ciò costituisce indubbiamente una perdurante grave violazione dei diritti dei soggetti rappresentati da FPM, che Vi intimiamo di cessare immediatamente.


Notiamo infine che nella valutazione della condotta di un service provider va dato rilievo ad una serie di elementi, atti a dimostrare la buona fede e l’applicazione dei parametri della correttezza professionale. Fra questi Vi è anche l’effettiva collaborazione alle legittime richieste dirette ad ottenere l’eliminazione, l’inibizione o la prevenzione di condotte obiettivamente illecite, come quelle che occupano. Ora – a tacere della Vostra arbitraria indicazione di 18 mesi per la rimozione dei contenuti illeciti, che è già sintomo di un chiaro intento illecito (e su cui ci riserviamo comunque ogni diritto ed ogni azione) - non possiamo non sottolineare che ci attendiamo da Voi per il futuro quantomeno una pronta e leale collaborazione finalizzata alla pronta ed effettiva totale rimozione (e non semplice disabilitazione) dei torrent in violazione da noi segnalati, così come alla prevenzione del caricamento di ulteriori simili torrent, richiedendoVi espressamente di astenerVi da richieste nei nostri confronti che appaiano chiaramente ultronee o di evidente intento defatigatorio (il che di per sé stesso sarebbe ulteriore e gravissimo indice del Vostro intento di perseverare nell’illecito, creando al soggetto segnalante tali e tante difficoltà nella segnalazione, da rendere evidente che la Vostra iniziativa intende di fatto ostacolare e/o comunque impedire la rimozione dei torrent illeciti).

Cordialmente

FPM - Abuse Department


Essendo convocati noi di ScambioEtico per il giorno 12 aprile da AGCom, per l'audizione nel merito dei lineamenti di provvedimento concernente l’esercizio delle competenze dell’Autorità nell’attività di tutela del diritto d’autore sulle reti di comunicazione elettronica da essi proposto, capirete il perché (dopo tali minacce insite nella missiva, la richiesta di fare in modo che altri torrent relativi alle opere già rimosse non fossero più dagli utenti caricati nonché il tono con cui hanno evitato di dare le spiegazioni sollecitate invitandomi a non insistere più con richieste di ulteriori chiarimenti), anche su consiglio di altri, ho evitato del tutto di rispondere, neppure per confermare l'avvenuta rimozione dei topic e disabilitazione dei torrent resi non più scaricabili.

Il giorno 12 aprile, proprio mentre eravamo in attesa dell'audizione di AGCom nel loro salone, apro la posta elettronica e trovo 2 nuove richieste di rimozione, una per alcune centinaia di torrent relativi ad opere musicali e l'altra per 20 torrent relativi a videogiochi con la seguente nota:

QUOTE (FPM)
Spettabile TNTVillage,

le scriviamo in qualità di rappresentanti di FPM (Federazione contro la Pirateria Musicale), associazione di categoria che rappresenta le principali case discografiche italiane e internazionali, gli artisti interpreti ed esecutori e gli editori musicali.

FPM, inoltre, avendo AESVI (Associazione Editori Software Videoludico Italiana) aderito in qualità di membro di FPM a partire da Ottobre 2010, rappresenta alcune fra le maggiori aziende produttrici di videogiochi.

Vi informiamo che ai  link  riportati nella tabella sottostante, ospitati o in altro modo resi disponibili tramite i vostri server e/o il vostro sito, risulta disponibile materiale audio/video appartenente a ai nostri associati. Tali opere sono protette secondo la vigente normativa nazionale in materia di diritto d’autore e i nostri associati vantano diritti esclusivi su di esse. Vi preghiamo, quindi, di rimuovere o di bloccare l’accesso  a tali opere e di fornirci sollecita conferma dell’avvenuto intervento.

Cordialmente

FPM - Abuse Department


A questo punto ho ritenuto che non sia più possibile con costoro dialogare ed ottemperare supinamente alle loro richieste, non ho fatto le rimozioni e non gli ho risposto.

Il giorno 27 aprile mi hanno scritto questo:

QUOTE (FPM)
Spett. le TNTVillage,

vi segnaliamo che a tutt’oggi i torrent segnalati nel messaggio allegato, non sono stati rimossi.

Vi preghiamo di provvedere al più presto alla rimozione degli stessi.

Cordiali saluti

FPM - Abuse Department


Io gli ho replicato

QUOTE (Dilling)
Egregi signori di FPM,

premesso che:

- fino a prima di questa richiesta ho effettuato le rimozioni e solo dopo ho chiesto dei chiarimenti;
- nella richiesta di rimozioni #340 non avete fornito le spiegazioni da me sollecitate in riferimento a rimozioni di cui ritengo i vostri associati non sono titolari dei diritti;
- presupponete che le mie richieste siano stressanti e le prefigurate come perniciose;
- nella stessa richiesta #340 mi "minacciate" di azione legale e pretendete che io debba garantire che altri torrent che puntano alle opere già rimosse non siano in futuro caricati;

considerato che non è il timore dell'azione legale che mi preoccupa e che voglio evitare di scrivere risposte inappropriate, ho delegato l'Avvocato Carlo Blengino a risponderVi.

Cordiali saluti,
LDL


In sostanza se hanno deciso di rompere la tregua che durava da 6 anni, con la limitazione dei 18 mesi e le rimozioni di torrent per opere che potevano eventualmente avere una qualche riscontro commerciale considerevole e vogliono ignorare che deve essere trovato un bilanciamento dei diritti previsti dall'articolo 27 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, allora se ne assumono la piena responsabilità politica. Per quanto mi riguarda, a questo punto, sono disposto a passare all'azione legale per vedere se in Italia ci sarà una sentenza come quella della Svezia oppure ce ne sarà una come quella della Spagna o del Regno Unito.

Per gli utenti, così come per il caso Colombo, TPB, Oink etc, non sono prevedibili problemi di alcun tipo.

Io ho fatto quello che posso fare...
PMEmail Poster
Top
robbyrs
Inviato il: Apr 29 2011, 07:58 AM
Quote Post


\"releaser\"
\"2000rel\"

Group Icon

Gruppo: Contribuenti
Messaggi: 12005
Utente Nr.: 202852
Iscritto il: 23-February 08



good.gif letto mi affido alle tue decisioni
PM
Top
light88
Inviato il: Apr 29 2011, 10:51 AM
Quote Post


\"250rel\"

Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 3197
Utente Nr.: 132639
Iscritto il: 27-June 07



si direi che è ora di informare il popolo di TNT. solo una cosa... io aggiungerei una piccola nota per tranquillizzare gli utenti. non vorrei vedere fughe o migrazioni di massa giggle.gif


"I am the punishment of God...If you had not committed great sins, God would not have sent a punishment like me upon you"

Haters Gonna Hate
PM
Top
Dilling
Inviato il: Apr 29 2011, 12:57 PM
Quote Post


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8752
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Hai ragione, ho fatto una piccola riformulazione della parte finale ed aggiunto una ulteriore riga. daccordo.gif


Io ho fatto quello che posso fare...
PMEmail Poster
Top
Eyxe88
Inviato il: Apr 29 2011, 01:39 PM
Quote Post


\"250rel\"

Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 3618
Utente Nr.: 220029
Iscritto il: 4-May 08



Concordo pure io good.gif

LE MIE RELEASES

PROGETTO PRIMA VISIONE: PARTECIPA ANCHE TU!

NUOVO PROGETTO TAKASHI MIIKE: SCOPRILO E PARTECIPA!
PMEmail Poster
Top
Vampira76
Inviato il: Apr 29 2011, 03:48 PM
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 4939
Utente Nr.: 81227
Iscritto il: 26-July 06



smile.gif Per me va bene, era ora anche passata di informare gli utenti. Solo non credo sia necessario metterlo visibile ai non registrati. Chi si registra dovrebbe più o meno conoscerci un po' meglio di chi passa solo da fuori, quindi capire meglio quel che stiamo passando... e poi non vorrei che il far leggere tutto questo agli esterni portasse come unico risultato un calo di registrazioni smile.gif

Antone, Id0, Ragehard, Grisou, i miei Maestri, i miei Padri, i miei Amici

Tessa di Thor, Supreme Commander of the Asgard Fleet ∞

∆ Amo due dei che non si sono mai vantati di esser tali (un ricciolo ed un pinguino) ∆

Ke gli dei dei Bit ti otturino la via del download! (Citaz by ivanghé)

Drento de mi scuro, come notte, e temporai e pensieri de omo che no ga pase.
Cossa servi se fora xe de giorno, se 'l sol vivo se scariga sul mondo con tutta quela luse che imbriaga?
Me bastaria un lumin solo, per viver, un lumin picio, ma che 'l sia impinzado per mi.
PMEmail Poster
Top
Berjoska
Inviato il: Apr 29 2011, 04:26 PM
Quote Post


\"250rel\"

Group Icon

Gruppo: V.I.P.
Messaggi: 4315
Utente Nr.: 104451
Iscritto il: 11-November 06



Eh sì, un po come abbiamo fatto già col caso Cecchi Gori e altri pinnati che abbiamo in release rimosse http://forum.tntvillage.scambioetico.org/t...p?showforum=423

Mi piacerebbe anche un bel post di Pinolallo, sintetico e lapidario com'è il suo stile, ma che con dati alla mano come fa in genere è di sicuro incoraggiamento per releaser e utenti.
PM
Top
inpuntadipiedi
Inviato il: Apr 29 2011, 04:38 PM
Quote Post


\"caffegrande\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 13886
Utente Nr.: 232798
Iscritto il: 2-August 08



Io ne farei una specie di "comunicato stampa", magari pinnato in All release, comunque senza possibilità di risposta, poi se ne potrà ovviamente parlare altrove, in Caffè Grande per esempio (terrò pronte le user posted image per i flamer asd.gif ). Quoto Vampira per l'esclusione dei non registrati, poi non scenderei troppo nei particolari riguardo al modo di rimozione dei torrent, "sono stati rimossi" punto (per non fare la figura dei furbetti che cercano di aggirare le loro stesse regole) e spenderei qualche parola in più nel finale su quello che si prefigge il movimento ScambioEtico e sullo Statuto (che molti registrati hanno dimenticato e moltissimi credo non abbiano mai letto). Questo il mio modestissimo parere

ciao.gif

Vuoi salutare il villaggio ma non sai dove farlo? Piazza Grande è il posto giusto per te.

Non riesci a scaricare una release? Se c'è il mio grazie mandami un MP, 9 volte su 10 conservo quello che ho scaricato.

The Baker Street Irregulars Society
PMEmail Poster
Top
joker93ita
Inviato il: Apr 29 2011, 05:54 PM
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1148
Utente Nr.: 364584
Iscritto il: 9-November 09



Quoto inpuntadipiedi, sperando in delle user posted image molto larghe, visto che ad ogni post scorporato ne seguono solitamente 4-5 di spiegazioni del perchè e del percome winky.gif

Al gioco del forum, solo l'admin vince
PM
Top
Dilling
Inviato il: Apr 29 2011, 08:48 PM
Quote Post


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8752
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



QUOTE (inpuntadipiedi @ Apr 29 2011, 05:38 PM)
Io ne farei una specie di "comunicato stampa", magari pinnato in All release, comunque senza possibilità di risposta, poi se ne potrà ovviamente parlare altrove, in Caffè Grande per esempio (terrò pronte le user posted image per i flamer asd.gif ). Quoto Vampira per l'esclusione dei non registrati, poi non scenderei troppo nei particolari riguardo al modo di rimozione dei torrent, "sono stati rimossi" punto (per non fare la figura dei furbetti che cercano di aggirare le loro stesse regole) e spenderei qualche parola in più nel finale su quello che si prefigge il movimento ScambioEtico e sullo Statuto (che molti registrati hanno dimenticato e moltissimi credo non abbiano mai letto). Questo il mio modestissimo parere

ciao.gif

Scrivere che sono stati rimossi non è neppure vero, volendo si possono tutti riattivare come prima, comunque ho tolto queste parole "che con un espediente informatico vengono" per cui mi pare che sia ora la frase più potabile smile.gif

In effetti mettere questo forum visibile anche ai non registrati sarebbe una provocazione esagerata nei confronti di FPM, anche perché comunque i magnet link continuano ad essere funzionanti e non credo che ci sia modo di disalibitarli solo per queste release, quindi il forum sarà messo visibile solo per gli utenti registrati, ma quello che voglio sottolineare è questa scelta prefigura -nel momento in cui il tracker di TNT sarà messo fuori servizio e si continua con gli open tracker- che le release non saranno più rimosse (ovviamente verrà rimossa dallo statuto la seguente frase "• I titolari del diritto d’autore, o loro rappresentanti, possono richiedere, su carta intestata, la rimozione della loro opera senza bisogno di ricorrere alle autorità." e che ci approntiamo ad affrontare la pressoché inevitabile controversia giudiziaria.





Io ho fatto quello che posso fare...
PMEmail Poster
Top
Vampira76
Inviato il: Apr 29 2011, 09:09 PM
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 4939
Utente Nr.: 81227
Iscritto il: 26-July 06



smile.gif Siamo con te Boss!

Antone, Id0, Ragehard, Grisou, i miei Maestri, i miei Padri, i miei Amici

Tessa di Thor, Supreme Commander of the Asgard Fleet ∞

∆ Amo due dei che non si sono mai vantati di esser tali (un ricciolo ed un pinguino) ∆

Ke gli dei dei Bit ti otturino la via del download! (Citaz by ivanghé)

Drento de mi scuro, come notte, e temporai e pensieri de omo che no ga pase.
Cossa servi se fora xe de giorno, se 'l sol vivo se scariga sul mondo con tutta quela luse che imbriaga?
Me bastaria un lumin solo, per viver, un lumin picio, ma che 'l sia impinzado per mi.
PMEmail Poster
Top
toller58
Inviato il: Apr 29 2011, 09:56 PM
Quote Post


\"contribuente\"
\"visual\"
\"staffgrafica\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 1366
Utente Nr.: 212241
Iscritto il: 31-March 08



daccordo.gif sono perfettamente d'accordo Dilling good.gif

Graphic's Lab

ATTENZIONE NON POSSO FARE IL RESEED DELE MIE RELEASES PERCHE' FULMINATO HD


La falsità fà il giro del mondo mentre la verità si sta ancora mettendo le scarpe.(Mark Twain)

"Nessun uomo è inutile se allevia il peso di qualcun altro" (Ghandi)
PM
Top
robbyrs
Inviato il: Apr 30 2011, 06:33 PM
Quote Post


\"releaser\"
\"2000rel\"

Group Icon

Gruppo: Contribuenti
Messaggi: 12005
Utente Nr.: 202852
Iscritto il: 23-February 08



good.gif
PM
Top
Raikages-son
Inviato il: Apr 30 2011, 08:05 PM
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Contribuenti
Messaggi: 9576
Utente Nr.: 486837
Iscritto il: 26-August 10



Allora, innanzitutto preciso che questo è il mio pensiero e che, nonostante ciò che scriverò, mi ritengo sempre dalla parte del Boss e di TNT, qualsiasi siano le scelte future.

QUOTE (Dilling @ Apr 29 2011, 09:48 PM)
In effetti mettere questo forum visibile anche ai non registrati sarebbe una provocazione esagerata nei confronti di FPM anche perché comunque i magnet link continuano ad essere funzionanti e non credo che ci sia modo di disalibitarli solo per queste release


Allora... mettere questa singola discussione in rilievo "in alto" nel forum, dove per intenderci compaiono le notizie del blog?
Hanno sempre un nutrito numero di clic e non rischiamo di peggiorare le cose.

QUOTE (Dilling @ stesso post)
ma quello che voglio sottolineare è questa scelta prefigura -nel momento in cui il tracker di TNT sarà messo fuori servizio e si continua con gli open tracker- che le release non saranno più rimosse. Ovviamente verrà rimossa dallo statuto la seguente frase "• I titolari del diritto d’autore, o loro rappresentanti, possono richiedere, su carta intestata, la rimozione della loro opera senza bisogno di ricorrere alle autorità."


Ecco, su questa scelta non posso che dichiararmi contrario.
Quella della rimozione e della "collaborazione" è sempre stata (da quello che ho capito da vari discorsi qui in Staff e in giro per altre discussioni) la politica che ha permesso a TNT di non essere oscurata in tronco, o procedimenti penali contro Dilling e\o altri.
Non si potrebbe, nonostante l'"arrivo" degli open tracker, mantenere la politica delle rimozioni? Ciò secondo me allungherebbe la vita di TNT e continuerebbe a differenziarci (oltre ovviamente allo Statuto) dal 99% degli altri siti torrent e\o mulo, che si nascondono dietro al "copie dimostrative o di backup" e che con questa scusa non rimuovono mai nulla.

QUOTE (Sempre il Boss @ stesso post)
e che ci approntiamo ad affrontare la pressoché inevitabile controversia giudiziaria.


Allora, premetto che uno dei motivi che mi hanno spinto ad iscrivermi qui e a condividere su questo meraviglioso sito è stato (oltre allo Statuto che ho letto e gradito fino in fondo) l'ideale che questo sito rappresenta (oltre all'Associazione Scambioetico). Io sono fermamente convinto che quella predicata da TNT sia la migliore delle strade per il futuro, ma credo anche che tramite una procedura giudiziaria penale, anche se "di enorme impatto mediatico" come chiesto da Dilling all'avvocato Blengino, non riesca a smuovere abbastanza le acque da poter cambiare qualcosa IN MODO INCISIVO.
Sinceramente, rendendomi conto di come va avanti il mondo a livello macroscopico (guardando ossia al mondo politico), intendo il mondo politico (ossia quel mondo attraverso il quale deve NECESSARIAMENTE passare qualsiasi proposta di legge che si voglia diventi realtà, compresa qualsiasi legge volta a riformare il comportamento dello Stato in materia di Diritto d'Autore) come quasi completamente rivolto al sostegno delle Major e dei loro interessi.
Non è stata una particolare sorpresa il più volte dichiarato atteggiamento del ministro Maroni (in quanto ho gran stima di quell'uomo), che sostiene sia necessario un portale da cui scaricare gratuitamente musica (e magari anche altro), sostenuto da introiti pubblicitari. Basterebbe anche, come più volte detto da Dilling stesso, in svariati post trovati in vari angoli del Forum, una tassa di scopo sulle connessioni ADSL atta a consentire il download libero di qualsiasi cosa, che andasse direttamente agli Autori i cui diritti sono protetti.
Perdono se forse sono stato confusionario, ciò che intendevo dire è che non ritengo i tempi siano abbastanza maturi per il procedimento contro il sito e\o Dilling stesso. Ciò secondo me ora non produrrebbe gli effetti desiderati.

Scusatemi se sono stato prolisso.

Assistenza tecnica su richiesta. Se volete parlare inviate un MP. Il resto lo lascio qui sotto, sia mai che torni utile a qualcuno.

\[T]/


Librerie utili -> DirectX - Visual C++ 2005\2008\2010\2012\2013\2015 - OpenAL.dll

Drivers schede video -> AMD - nVidia - Intel - Prendete solo quelli adatti al vostro chip video!

Errori del tipo "Unarc.dll Error" o "It is not found any file specified for ISArcExtract" -> FitGirl Repacks Troubleshooting

Guida generica installazione videogiochi
PM
Top
Dilling
Inviato il: Apr 30 2011, 09:14 PM
Quote Post


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8752
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Si, infatti ho utilizzato il primo forum del Centro Sociale per intanto spostare dentro le release che per il momento continuano a restare visibili solo ai membri dello staff ed entro domani lo darò in visione a tutti gli utenti registrati, anche se ho il presentimento che abbiano almeno un account registrato per cui la cosa non credo che gli sfuggirà.

La questione di non fare più le rimozioni, quanto meno temporaneamente come di fatto abbiamo già fatto per questa ultima richiesta del 12 aprile, vuol dire che prendiamo atto che il tentativo fatto di ottenere l'armistizio è fallito. Questi hanno deciso che ci vogliono far rimuovere TUTTE le release, hanno cominciato con quelle di musica, hanno cominciato a sondare il terreno con quelle dei giochi, ma sono stato informato che da alcuni mesi FAPAV ha gli uffici in comune con FIMI (FPM è un dipartimento di FIMI) e quindi passerebbero presto alla richiesta dei film e probabilmente poi anche al resto.

A questo punto bisogna decidere se vogliamo farci estinguere in questo modo oppure se vogliamo giocarci la partita sul piano giudiziario, e su quel livello non è detto che abbiamo perso in partenza, se sapessero di vincere sul quel livello avrebbero già da tempo avviato l'azione legale.

Ora c'è da valutare come si metteranno le cose, e capire se sia meglio aspettare che siano loro ad avviare il contenzioso giuridico oppure anticiparli con una "autodenuncia", nel senso di portare davanti ad un magistrato la situazione per chiedere a lui se le minacce che mi stanno avanzando siano attendibile o non ci sia invece una sorta di intimidazione, portando in evidenza le loro gaffe fatte in queste richieste di cui non avevano nessuna titolarità a chiedere le rimozioni. Su questo punto ho già già chiesto a Blengino di valutare la cosa e personalmente sarei del parere di contrattaccare in questo modo, Pino invece ha delle perplessità e pensa che sia meglio far fare a loro questo passo, ma siamo in attesa delle valutazioni dell'avvocato. Secondo me, se smettiamo di rimuovere le release partendo dal presupposto che i Server di TNT non forniscono più alcun supporto per mettere in collegamento tra di loro i peer e resta in piedi solo l'indicizzazione dei torrent (non c'è una specifica legge che li dichiari fuorilegge), si troveranno con ancora meno carte giocabili in ambito giudiziario ma comunque saranno alla fine "obbligati" a rischiare la via legale. Mi pare ovvio che se lo faranno si affideranno ad un Pubblico Ministero con cui avranno dei buoni rapporti per cercare di farci il maggior male possibile, con l'autodenuncia invece sarà il Procuratore Generale di Torino, o della città in cui decideremo di fare questa azione, a dare l'incarico ad in PM, e non è detto che costui sarà feroce come quello che si sceglieranno loro. Altro motivo per cui io sceglierei questa strada sarebbe quello che in questo modo probabilmente l'azione giudiziaria si concentra solo su di me, se interviene un PM da loro sollecitato c'è il forte rischio che almeno Pino venga da subito inquisito, con tutte le rogne che ciò comporta, sequestro di tutti i PC che gli trovano in casa e chissà che altro, infine ma no per ultimo probabilmente evita che ci sia un oscuramento o peggio un sigillo della GdF come successe a Colombo. Aggiungo che nel caso di mia richiesta alla magistratura di decidere se TNT è fuorilegge come hanno sentenziato in Svezia per TPB oppure è legittimo come hanno deciso nel regno unito per Oink ed in Spagna. per quel sito di cui ora mi sfugge il nome, ma porterei anche altre istanze come quella della copia privata che già avevamo imbastito lo scorso anno.

Io ho fatto quello che posso fare...
PMEmail Poster
Top
Dilling
Inviato il: May 1 2011, 10:47 AM
Quote Post


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8752
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Reso visibile il forum agli utenti

Io ho fatto quello che posso fare...
PMEmail Poster
Top
toller58
Inviato il: May 1 2011, 04:07 PM
Quote Post


\"contribuente\"
\"visual\"
\"staffgrafica\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 1366
Utente Nr.: 212241
Iscritto il: 31-March 08



io la penso proprio come te, farei la prima mossa good.gif

Graphic's Lab

ATTENZIONE NON POSSO FARE IL RESEED DELE MIE RELEASES PERCHE' FULMINATO HD


La falsità fà il giro del mondo mentre la verità si sta ancora mettendo le scarpe.(Mark Twain)

"Nessun uomo è inutile se allevia il peso di qualcun altro" (Ghandi)
PM
Top
dproduzioni
Inviato il: May 1 2011, 05:29 PM
Quote Post


\"100rel\"

Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 467
Utente Nr.: 81394
Iscritto il: 27-July 06



¡Hola!
Perdonatemi la logorrea, ma mi scappa proprio winky.gif Chi volesse risparmiarsi il pippone pseudo-ideologico può passare direttamente alla sezione "operativa".

Premetto che non conosco le vicende passate (per esempio si è parlato di una "tregua": c'è stato un "accordo ufficioso" oppure solo TNT vede la questione in questo modo?), sicché vi prego di sorvolare le minchionate che di certo ci saranno nel seguito. Probabilmente criticherò alcuni principi e alcune pratiche che sono appannaggio di TNT da tempo, frutto dell'impegno di molte persone: lungi da me voler essere l'ultimo (bischero) arrivato che straparla su questo e quello, voglio soltanto farvi partecipi della mia opinione. Andiamo a incominciare.


+1 sull'informare l'utenza di quel che sta succedendo.
  • L'utente medio italiano è, a mio avviso, passivo. Non ha grosse difficoltà a comprendere la valenza politica del p2p; dalla mia esperienza, scaricano veramente tutti, dagli 8 agli 88 anni... Quando però si propone di entrare nel meccanismo un po' più a fondo, di partecipare, l'utente medio s'irrigidisce e "scappa".
    Potete riscontrare questo fenomeno più in generale quando ad esempio per la rivendicazione X una petizione online spopola, ma quando per la stessa rivendicazione X chiedi alla gente d'impegnarsi ad un livello un po' più profondo di un semplice click, scappa again.
  • È insita nella nostra identità culturale la convinzione che lo stato di cose attuale sia garantito da forze esterne: ad esempio, TNT c'è perché c'è, e non perché delle persone l'hanno costruito (e lo mantengono).
    Credo sia (anche) a causa di ciò che tante persone che ho interpellato circa episodi di censura / repressione_del_P2P mi abbiano risposto "che vuoi farci?", "va così", eccetera... senza che l'idea che potessero (re)agire li sfiorasse nemmeno.
Indi, un minimo di "responsabilità" (mi sembra di parlare come la mi nonna giggle.gif ) è necessario. E chi non vuole assumersela, va un po' "violentato"; non su di un piano legal-burocratic-scartoffario, ma su un piano politico.

Ecco cosa mi dice un ragazzo che lavora facendo musica "dal basso" e che vi assicuro non essere un demente:
QUOTE
[14.20.48] A****: a me non mi sta censurando nessuno, comincia a cambiare vocabolario o farai dell'ideologia bandiera di cazzate
[14.21.07] A****: se uno scarica illegalmente non viene censurato, capiscilo questo
[14.21.32] A****: non stiamo facendo il bene degli artisti a scaricargli i dischi
[14.21.43] A****: cioè, siamo noi i cattivi, accettalo


Ma più significativo mi pare il seguente
QUOTE
[14.33.21] A****: 1) infatti li compro i dischi (oppure me li regalano, ma questi sono privilegi di classe), e la Deutsche Grammphon continua a fare alcune delle copertine più belle che ci sono in giro insieme a mantenere uno standard di qualità audio superiore di gran lunga alla media.
[14.33.34] A****: E non è una sottile forma di censura tutto il resto, ma una palese forma di concorrenza
[14.33.37] A****: devi capire una cosa
[14.33.42] A****: è businness
[14.34.03] A****: a google di censurare o farti vedere una cosa non glie ne frega niente. Vuole avere bacino di utenza
[14.34.07] A****: come Assange
[14.34.25] A****: che di per se non gli importa una fava lessa di sputtanare i capi dei governi


Questa opinione diffusa non è (sempre IMHO) del tutto sbagliata. È vero che si tratta di business, che attualmente il sistema (mercato) della produzione/distribuzione/fruizione dei saperi è basato esclusivamente sui soldi. Però io credo che si possa scardinare questo meccanismo, emarginare (escludere?) editori/major/avvocati, rimettere al centro gli autori, le opere, i fruitori. Bypassare gli intermediari facendo sì che chi "produce" cultura dialoghi direttamente e si compenetri con chi "consuma" i saperi; questo permetterebbe di far emergere gli artisti e le opere per il loro valore culturale (e di far sparire nel cesso i Finley winky.gif ), ed eviterebbe molte speculazioni.

E poi, per inciso, l'Italia è un paese censurato.

Si dovrebbe mettere a nudo TNT di fronte agli internauti, rivelandone anche gli effetti sul "mercato" della conoscenza e quelli socio-culturali. Ad esempio potremmo far notare che riportiamo in vita opere ormai introvabili, che ospitiamo delle persone che si occupano di traduzioni e sottotitoli: un lavoro che sarebbe costosissimo in ambito commerciale...

Indi, credo si debba (parallelamente ad altre iniziative) puntare parecchio sull'informazione. Più che descrivere gli eventi, credo sarebbe utile far passare il concetto che casalinga o studente, operaio o avvocato, agricoltore o astronauta, siamo tutti partecipanti del processo creativo e di scambio culturale; non siamo spettatori.
Quando io decido di mandare una mail al musicista per chiedergli il disco, anziché andarmelo a comprare in negozio, faccio un gesto politico, che peraltro mi fa anche risparmiare dei bei soldini. Quando con uno sforzo di 4 minuti mi attrezzo col TOR per accedere a TPB è la stessa cosa. Io ci vedo molte analogie col consumo critico...

Un'altra cosa che mi duole è veder la gente utilizzare la Rete come una sorta di TV "evoluta", che in aggiunta al canale di ricezione ha un canale di trasmissione, che però viene usato soltanto per taggare una foto o modificare lo status message, e solo di rado per creare e gestire contenuti. Dovremmo allontanare le persone dalla TV, che io considero demoniaca, per avvicinarle ad un utilizzo partecipativo della Rete.


Concluso il pippone, via con le proposte.

Sull'informazione alzerei addirittura un po' il tiro: prepariamo un papier dettagliato qui sulla board, che sia accessibile pure ai non registrati, e poi anche un "riassuntino" che ci impegniamo a diffondere il più possibile all'esterno: blog, twitter, feisbuk, volantini, scritte sui muri dei cessi...
mi piacerebbe trasporre in luogo fisico le pratiche di P2P. Questa è un'idea di tempo fa che mi ronza ancora in testa. Un'altra cosa utile sarebbe tampinare musicisti/attori/registi/scrittori/eccetera: chieder loro se apprezzano il sistema editoriale e mediatico in cui lavorano, se conoscono le licenze libere (eventualmente "illuminarli"), pubblicare una sorta di "dossier" sul P2P/copyright/sapere_libero sotto forma cartacea/film/altro.

DIY. Sarà per le mie simpatiche inclinazioni, ma credo che la prima cosa da fare per abbattere un sistema malato sia uscirne. Qui c'è un esempio di quel che stiamo facendo per svincolare l'accesso alla Rete dalla gestione commerciale (e dall'infrastruttura) attuale(i).
**Il tracker ed i file .torrent costituiscono buona parte del patrimonio di TNT (poi ci sono gli utenti che costituiscono il resto, ovviamente), e per le finalità dello Statuto forse sarebbe bello rendere almeno i .torrent disponibili a prescindere da quel che dicono FPM, RIAA e compagnia bella. Parlo di rendere le release accessibili attraverso Osiris/servizio_nascosto_TOR/qualcos'altro_che_Paolo_di_certo_saprà_indicarci. Un'altra proposta è mirrorare TPB, sempre in modo distribuito ed eventualmente in maniera che appaia un'operazione slegata da TNT.

Poi una questione che riguarda direttamente il forum. La stragrande maggioranza degli utenti ignora il blog e la radio, fonti di informazione ma soprattutto di partecipazione. Non so se pinnare*** o cose del genere, ma in ogni caso dovremmo trovare un modo per invitare gli utenti a partecipare al dibattito che ci riguarda tutti.

QUOTE (Dilling)
[snip...]capire se sia meglio aspettare che siano loro ad avviare il contenzioso giuridico oppure anticiparli con una "autodenuncia", nel senso di portare davanti ad un magistrato la situazione per chiedere a lui se le minacce che mi stanno avanzando siano attendibile o non ci sia invece una sorta di intimidazione, portando in evidenza le loro gaffe fatte in queste richieste di cui non avevano nessuna titolarità a chiedere le rimozioni.

Io voto per l'"autodenuncia", non tanto per mettere in dubbio la legittimità delle richieste di rimozione, bensì per mostrare la vera faccia di TNT, il che forse riuscirebbe più difficile se ci lasciamo denunciare (e tirare fango) per primi.

QUOTE (Dilling)
Mi pare ovvio che se lo faranno si affideranno ad un Pubblico Ministero con cui avranno dei buoni rapporti per cercare di farci il maggior male possibile, con l'autodenuncia invece sarà il Procuratore Generale di Torino, o della città in cui decideremo di fare questa azione, a dare l'incarico ad in PM, e non è detto che costui sarà feroce come quello che si sceglieranno loro. Altro motivo per cui io sceglierei questa strada sarebbe quello che in questo modo probabilmente l'azione giudiziaria si concentra solo su di me, se interviene un PM da loro sollecitato c'è il forte rischio che almeno Pino venga da subito inquisito, con tutte le rogne che ciò comporta, sequestro di tutti i PC che gli trovano in casa e chissà che altro, infine ma no per ultimo probabilmente evita che ci sia un oscuramento o peggio un sigillo della GdF come successe a Colombo.

Giusterrimo. Però si potrebbe sentire se qualcun'altro oltre a Dilling vuole farsi carico della denuncia, facendo in modo che figuri tra i responsabili legali insieme al boss al momento della stessa; quanto più ampio e variegato è il gruppo sotto accusa, tantopiù grande sarà il rischio in termini d'immagine per le major.
Inoltre propongo di tutelare ad ogni costo i servizi di TNT, cosa che si discute già da tempo: dimostrare che anche in un periodo difficile l'operato della board non s'interrompe minimamente è un chiaro segnale di forza, come IMHO dimostrano le vicende TPB, Anonymous, l'oscuramento dei paesi del nord Africa in rivolta, eccetera...

Il problema principale dell'azione legale, più che le conseguenze sui denunciati, credo siano i soldi. Che a noi mancano mentre alle major no. Anche questo circolo culturale, che secondo me è vicino a TNT in termini di pratiche e finalità, è uscito pressoché indenne dai megaprocessi da cui è stato investito, ma è stato quasi ammazzato dalle spese. Propongo di sentire anche l'uomo che porta avanti l'inziativa fin dagli anni '90, perché avendo potuto conoscerlo in occasione di varie iniziative, credo potrebbe darci dei buoni consigli.

QUOTE (Raika)
Non si potrebbe, nonostante l'"arrivo" degli open tracker, mantenere la politica delle rimozioni? Ciò secondo me allungherebbe la vita di TNT e continuerebbe a differenziarci (oltre ovviamente allo Statuto) dal 99% degli altri siti torrent e\o mulo, che si nascondono dietro al "copie dimostrative o di backup" e che con questa scusa non rimuovono mai nulla.

(vedi anche **) Io invece propongo di smetterla con le rimozioni. Il nostro "compromesso" della politica delle rimozioni ci mette in ogni caso in una posizione di subalternità e, come dimostra quel che sta succedendo, non ci rende assolutamente "immuni" alle ritorsioni delle major.
Decidiamo: se il nostro obiettivo è rellare in pace e divertirci, continuiamo con le rimozioni e con tutte le altre misure che ci assicurano il quieto vivere. Se invece siamo consci che il problema è la formulazione attuale del diritto d'autore e lo strapotere delle aziende (che trattano una merce particolare: la cultura), allora dobbiamo attaccarli. Dove più loro duole, e cioè nel portafogli.

QUOTE (Raika)
Io sono fermamente convinto che quella predicata da TNT sia la migliore delle strade per il futuro, ma credo anche che tramite una procedura giudiziaria penale, anche se "di enorme impatto mediatico" come chiesto da Dilling all'avvocato Blengino, non riesca a smuovere abbastanza le acque da poter cambiare qualcosa IN MODO INCISIVO.

Perché? Forse (sentiamo prima il parere degli avvocati) ci sono i margini per una vittoria legale, il che sarebbe di certo il modo più incisivo di tutti per cambiare le cose. Del resto son d'accordo con te che la sfida più grande stia sul piano culturale, cambiare le cose nel senso di cambiare il modo di pensare delle persone; questo, se giochiamo bene le nostre carte, non è un'utopia.

QUOTE (Raika)
Sinceramente, rendendomi conto di come va avanti il mondo a livello macroscopico (guardando ossia al mondo politico), intendo il mondo politico (ossia quel mondo attraverso il quale deve NECESSARIAMENTE passare qualsiasi proposta di legge che si voglia diventi realtà, compresa qualsiasi legge volta a riformare il comportamento dello Stato in materia di Diritto d'Autore) come quasi completamente rivolto al sostegno delle Major e dei loro interessi.

Well è proprio questo il circolo vizioso che dobbiamo rompere: la politica e le major che si fanno favori vicendevolmente, grazie ad un potere che i cittadini gli hanno accordato, e che però hanno anche la possibilità di revocar loro.

QUOTE (Raika)
Non è stata una particolare sorpresa il più volte dichiarato atteggiamento del ministro Maroni (in quanto ho gran stima di quell'uomo), che sostiene sia necessario un portale da cui scaricare gratuitamente musica (e magari anche altro), sostenuto da introiti pubblicitari. Basterebbe anche, come più volte detto da Dilling stesso, in svariati post trovati in vari angoli del Forum, una tassa di scopo sulle connessioni ADSL atta a consentire il download libero di qualsiasi cosa, che andasse direttamente agli Autori i cui diritti sono protetti.

Ma queste proposte non vanno mica nella direzione della liberazione della conoscenza, anzi: costringono ancor di più lo scambio culturale in un ambito commerciale. Deve esserci necessariamente pubblicità (=lucro) su un sito che offre un servizio (pubblico) di scambio di opere culturali? Sul servizio pubblico di informazione televisiva? Sui giornali? Non potremmo invece pretendere di dividere il settore pubblicitario (che è un mercato) dai processi di creazione e di scambio culturale?
Infine, per garantire il giusto riconoscimento economico agli autori sarebbe sufficiente una misura di donazione (come quella che c'è su Jamendo); più che altro bisognerebbe far sì che il grosso del sostentamento economico degli autori venisse dalle performance o altro, non dalla vendita dei supporti, che potendo ottenersi un prodotto equivalente a costo praticamente nullo dalla Rete****, non ha semplicemente più senso.

In sintesi, io dico di alzare un polverone e di usare tutti gli strumenti a nostra disposizione: di gente in gamba e disposta a mettersi in gioco ne abbiamo in abbondanza.



Grazie per la pazienza e per aver sopportato i miei deliri.
Salute & pace.




**Mi è stato detto che su TNT siamo ipocriti nel mettere in statuto i limiti di tempo: se abbiamo intenzione di rilasciare (illegalmente) materiale sotto ©, che senso ha aspettare? Con lo stesso principio, perché sottostare alle richieste di rimozione se poi si possono ricaricare i .torrent dopo 2 mesi?
Ho provato a spiegare che la questione dei limiti di statuto servono per "rispettare" (parzialmente) gli artisti e per tenere una condotta "semi-accettabile" nei confronti dell'autorità; che il mio "danneggiare" gli autori non è dovuto al fatto che io condivida un disco ma al sistema editoriale che reprime e censura anziché stimolare e diffondere.

***
QUOTE (Raika)
Hanno sempre un nutrito numero di clic e non rischiamo di peggiorare le cose.

Non ho capito se questa era una domanda o un'affermazione.

****vedasi anche questo thread in radio.

tifiamo rivolta
PMEmail PosterUsers Website
Top
Dilling
Inviato il: May 1 2011, 09:36 PM
Quote Post


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8752
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



La tregua citata si riferisce il fatto che finora hanno "tollerato" la situazione, ma non c'è mai stato nessun accordo.

Concordo con il fatto che la grandissima parte degli utenti del P2P sono refrattari a fare qualcosa di concreto e che è sempre più in auge, non solo nel P2P, la filosofia dello "io speriamo che me la cavo e gli altri che si fottano", ma non credo che noi possiamo ribaltare questo stato di fatto, anche se eventualmente possiamo pensare ad una qualche iniziativa forte in un determinato momento per mobilitare almeno qualcuno, ad esempio mettere offline la board per un paio di giorni e far apparire solo un comunicato, ma è questa una azione estrema da giocare al momento opportuno per qualcosa di veramente importante.

Come ben dici l'Italia è un paese ove la censura è la prassi, ma non da adesso che c'è Berlusconi (Panella ed altri Radicali andarono in TV con bavaglio nel 78), quindi per riuscire ad avere visibilità ed ascolto bisogna riuscire a fare "scandalo" o azioni ad alto impatto mediatico (per questo la mia propensione alla "autodenuncia", comunque andrebbe meglio approfondita in quanto -partendo dal presupposto che in Italia non ci sono mai state sentenze di condanna per siti come TNT e quindi non illecito- sarebbe solamente una richiesta di parere al magistrato ed allo stesso tempo di denuncia nei confronti di FPM per le irregolarità che hanno commesso), altrimenti nel caso siano loro a muovere un magistrato la notizia che passa è quella di "chiuso sito (o denuciati amministratori) di sito pirata blablabla)" e noi giochiamo solamente in difesa, non siamo in Svezia che i media hanno dato molto spazio a Sunde, secondo me invece fargli questo contropiede li spiazzerebbe del tutto e ci darebbe, se ben gestito, una enorme visibilità mediatica ove far passare alcuni messaggi forti. Il fatto di ampliare il numero delle persone coinvolte nell'azione di denuncia non mi sembra una buona idea, non credo che metta più di tanto in difficoltà le major (a meno che siano personalità di alto livello politico ma lo stesso Blengino mi ha sconsigliato questa cosa, visto che tempo fa avevamo ricevuto una proposta di far entrare un politico "pesante" in amministrazione, anche se poi la cosa si è arenata e non a causa nostra, ma che eventualmente un appoggio politico lo dobbiamo trovare come esterno e possibilmente trasversale o almeno multipartitico), si rischia solamente di poi trovarci con dispersione della sitazione e magari anche con metodi operativi/comunicativi non compatibili o dissonanti.

Contattare gli musicisti/attori/registi/scrittori/eccetera è per noi una cosa molto ardua, sono tutte persone che hanno recapiti celati e filtrati, l'dea del "papier" invece mi sembra da prendere in buona considerazione.

Alternative concrete al baypass di eventuali censure mi pare che al momento la più concreta sarebbe quella di uscire dal web ed entrare nella I2p, osiris al momento è piuttosto di nicchia ed ha il limite di essere non opensource e non compatibile per MAC, ma l'obbiettivo principale è ovviamente quello di resistere comunque restando online nel web, e su questo faccio molto affidamento a ciò che Pino ha detto alla consultazione presso AGCom quando ha affermato che anche nella peggiore delle ipotesi TNT tornerebbe online entro tre giorni.

Io ho fatto quello che posso fare...
PMEmail Poster
Top
dproduzioni
Inviato il: May 1 2011, 11:55 PM
Quote Post


\"100rel\"

Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 467
Utente Nr.: 81394
Iscritto il: 27-July 06



Provo a rispondere con ordine.

QUOTE (Dilling)
... eventualmente possiamo pensare ad una qualche iniziativa forte in un determinato momento per mobilitare almeno qualcuno, ad esempio mettere offline la board per un paio di giorni e far apparire solo un comunicato, ma è questa una azione estrema da giocare al momento opportuno per qualcosa di veramente importante.

+1. Una cosa del genere forse farebbe "accendere la lampadina" nella testa di molti utenti, e probabilmente li spingerebbe a farsi e a fare domande, a lasciarsi coinvolgere maggiormente.
D'altronde, è un'iniziativa rivolta agli utenti di TNT, e peraltro FPM e compagnia bella non riceverebbero alcun danno, anzi.
Se, per ipotesi (quantomai assurda), incitassimo tutti i nostri conoscenti (ovviamente NON a nome di TNT) a masterizzare 5 dischi al giorno e a distribuirli a scuola, al lavoro, per strada, per me sarebbe un'azione incisiva nei confronti delle major (e dell'opinione pubblica).

Mai detto che la censura in Italia l'ha portata B., e non lo penso neanche. Quanto alla mia proposta di "affiancarti" nel prendersi le responsabilità penali (e civili, che poi son quelle con cui ti mandano sul lastrico, eventualmente), non era finalizzata certo a "far gruppo" per intimorire le major. Bensì per mostrare ai cittadini, che per adesso sono in fase dormiente ma dovrebbero essere i veri attori della vicenda, che non c'è una sola persona che gestisce un portale che s'è trovata nei guai con la legge, ma un folto gruppo rappresentativo di tutte le fasce d'età, opinioni politiche, religioni, ceti sociali, ecc...
Infine, credo che sarebbe soltanto uno spreco d'energie cercare l'appoggio di questo o quel politico, dacché mi sembra che partiti e politicanti oggi siano soltanto burattini senza la minima influenza, in mano al vero potere che sta fuori dal parlamento.

QUOTE (Dilling)
Contattare gli musicisti/attori/registi/scrittori/eccetera è per noi una cosa molto ardua, sono tutte persone che hanno recapiti celati e filtrati

Non sono sicuro che sia così; anche per questioni "frivole" come farsi spedire un ciddì non è molto difficile mettersi in contatto con gli artisti, perlomeno con quelli che ascolto io (tipo Frankie Hi-NRG è molto disponibile, non so se gente come Baglioni lo sarebbe altrettanto). Però con un po' di tempo e qualche contatto giusto, si dovrebbe riuscire ad arrivare a molti autori (non solo musicisti).

+1 sull'opzione I2P, e sul fatto che sia soltanto d'emergenza.

E prima me ne son scordato ma... Hands up for Dill&Pino che si sbattono (e rischiano?) il c**o per la comunità!

Bon nuit. lazy2.gif

tifiamo rivolta
PMEmail PosterUsers Website
Top
Dilling
Inviato il: May 2 2011, 11:52 AM
Quote Post


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8752
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Mobilitare le persone in assunzione di responsibilità penale e/o civile, dici molto bene in particolare per la seconda che rischia di mettere in grande difficoltà chi ha dei beni o una attività/reddito, mi pare molto difficile e rischia di coinvolgere pochi idealisti che magari come me non hanno beni e sono disoccupati senza prospettiva di lavoro e pensione. Credo che sarebbe più "facile" e forse efficace, anche se lo reputo lo stesso molto arduo in quanto tutti penserebbero "lo faccio ma sicuramente tutti gli altri no", una autodenuncia per aver scaricato qualcosa, con lo scopo di intasare le già oberate procure con processi del menga (ovvio che poi non bisognerebbe patteggiare ed andare avanti con l'appello e cassazione il che avrebbe costi e preoccupazioni non indifferenti), per far notare come le norme inserite dalla legge Urbani siano inadatte e controproducenti con l'obbiettivo di far quelle norme abrogare. Il rovescio della medaglia potrebbe essere che grazie ad azioni di questo genere, se veramente fatte di massa, andrebbero ad aiutare le prescrizioni dei processi importanti di coloro che hanno buoni ed influenti avvocati.
Quello che voglio dire è che questa ipotesi di mettere per qualche giorno offline la board e lasciare un comunicato di invito all'azione, deve essere un qualcosa di possibile per tutti senza rischiare nulla, altrimenti ci siamo sprecati l'occasione.

Posso capire il tuo scetticismo nei confronti della politica, fatto sta che chi può cambiare le leggi sono solo i politici e questi devono necessariamente essere coinvolti. Sono altresì d'accordo che sarebbe utilissimo creare uno schieramento di musicisti/attori/registi/scrittori/eccetera che appoggi i nostri ideali, sarebbe bello trovarne un gruppetto che sottoscriva un appello in contrapposizione a quello che qualche anno fa fecero alcuni altri, ma io ho provato a contattare qualcuno di quelli che abbiamo su questa lista (anche servirebbero nomi di italiani di maggiore impatto) ma il solo che mi ha risposto è stato Daniele Sepe in occasione della manifestazione del 2006, ho provato a cercare il contatto dei registi Valsecchi e Luchetti ma non ho trovato nulla. Sono quasi certo che Frankie Hi-NRG sarebbe disponibile e se tu hai un contatto diretto potresti provare a chiedergli se vuole aiutarci in questa impresa, io a suo tempo avevo buttare giù una bozza in antitesi a quella sopra linkata se lui la condivide, o contribuisce preparare un testo rimodulato o anche alternativo ma che serva alla nostra causa, e si da disponibile a diventare co-promotore della iniziativa, facendosi da primo fimatario e fornendoci contatti che noi non potremo avere, sarebbe una cosa molto interessante ed altamente significativa.

Questa la bozza che a suo tempo avevo scritto ma che può ovviamente essere riformulata parzialmente o totalmente.

QUOTE
SI condividere non è un furto

NO prospettare fallimenti a causa delle condivisioni senza scopo di lucro

SI il peer to peer sta facendo smettere le mafie di lucrare sulle nostre opere

NO chiamare ladri i nostri fans

Si quando le opere che produciamo sono valide, dopo averle scaricate, molti le comprano

NO considerare i nostri fans limoni da spremere

SI noi desideriamo che il nostro pubblico abbia l'accesso più ampio possibile alle nostre opere

NO al balzello dell'equo compenso che colpisce anche chi fa uso legittimo di supporti e strumenti tecnologici

SI alle licenze collettive come propone Electronic Frontier Foundation per legalizzare il peer to peer


Comunque se ottieni da Frankie Hi-NRG la disponibilità ad avviare un qualcosa di concreto su questo tema apriamo una discussione specifica eventualmente anche in altro forum più specifico di questo.

Io ho fatto quello che posso fare...
PMEmail Poster
Top
Dilling
Inviato il: May 2 2011, 12:19 PM
Quote Post


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8752
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



sempre in merito agli artisti eventualmente contattare ho trovato anche questa pagina

http://chartitalia.blogspot.com/2004/06/ar...-contro-la.html

tramite questo archivio

http://www.hitparadeitalia.it/blog/index.html#copyright

Io ho fatto quello che posso fare...
PMEmail Poster
Top
DarthRevan
Inviato il: May 2 2011, 05:48 PM
Quote Post


\"residente\"

Group Icon

Gruppo: V.I.P.
Messaggi: 38
Utente Nr.: 13
Iscritto il: 12-March 05



Dunque, alla fine, si sono mossi.

Bene, ma anche male, come direbbe il Veltroni.

Leggo già parecchi muri di testo, una manna per gli oculisti.

Condivido l'idea di una sospensione delle rimozioni per accertare la titolarità dei diritti (ma se ne occupa Blengino??) come condivido la preoccupazione per l'abuso dell'utilizzo dello strumento, pensato per tutelare tanto il sito quanto specifici diritti e non certo per permettere la cancellazione allegra del database.

Qui però si pone un primo problema di coerenza, ovvero, una volta stabilita con certezza la ragione delle richieste, come comportarsi. Mi pare di capire che si voglia abbandonare lo strumento, cosa che di fatto sposterebbe con facilità l'attuale problema da uno scambio infruttuoso di corrispondenza alle aule di un tribunale. Boh, nutro qualche perplessità sul fatto che sia la scelta "giusta".
Se quelle aule dovessero davvero essere punto d'approdo del progetto, sarebbe meglio raggiungerle con in tasca ben vivo e funzionante lo strumento di rimozione, a mio sommesso avviso.

Condivido anche la valutazione sulle possibilità di "appoggio di massa" al progetto.
Smuovere le chiappe delle persone per il destino di un forum, per quanto a noi caro, temo sia completa illusione. Questo già in condizioni normali, ora con la grassa e continua crisi si piazza tra le "meglio" utopie.

La stessa idea di restituire un comunicato anzichè il foro temo abbia egual successo, ovvero davvero misero.
Una nicchia nella nicchia del p2p comprenderebbe realmente il messaggio ed una ancor più ridotta nicchia ne trarrebbe le conseguenze auspicate, ovvero "smuovere le chiappe".

Sul "bucare" e sul trovar un qualche famoso sponsor Cultural-artistico, temo si tratti nuovamente di utopia.
Ci abbiam provato quando eravamo piccoli senza successo, ci avete provato, penso, da più grassottelli sempre senza successo, in piena tempesta con scogli in vista dubito possa andar meglio.
Direi di concentrare attenzioni e risorse altrove.

Venendo al giocar d'anticipo.
Da tennista posso dire che è fruttuoso e comodo, quando riesce.
Il rischio di steccare, però, aumenta.
Il Blengino che ne pensa??
Terra terra, non vorrei si concretizzasse in una semplice chiusura in anticipo.

Comunque, come sempre nella marea montante di escrementi, sai di poter contare sulla mia completa disponibilità, fosse anche come testimone della difesa. ^^

In bocca al lupo e pianificate bene le prossime mosse.



Ps.
Non lagnatevi, muro più muro meno. biggrin.gif
PMEmail Poster
Top
Raikages-son
Inviato il: May 2 2011, 07:03 PM
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Contribuenti
Messaggi: 9576
Utente Nr.: 486837
Iscritto il: 26-August 10



Ho letto tutti i post seguiti al mio, mi sono ricreduto su alcune (poche) mie tesi e mi rivelo profondamente d'accordo con Revan.
Riguardo allo shutdown del sito per qualche giorno con la sola visualizzazione di un messaggio, mi trovo d'accordo nel considerarla un'arma estrema da utilizzare con giudizio.

In quanto alla politica... utopia o cosa assurda sperare in un aiuto/sostegno, anche dietro le quite, del Ministro con gli Occhiali Rossi?

Volevo comunque dire che, comunque vadano le cose, sono con voi good.gif friends.gif

P.S. Ancora nulla da Blengino?

P.P.S. Darth, quando parli di muri ti riferisci alla lunghezza (adeguata) dei posts, a parte i "Siamo con te good.gif " ? biggrin.gif

P.P.P.S. Scusatemi per l'eventuale assenza\carenza di accenti, ma su questa tastiera finnica ho fatto fatica a trovare l'apostrofo, figuriamoci l'accento biggrin.gif

Messaggio modificato da Raikages-son il May 2 2011, 07:05 PM

Assistenza tecnica su richiesta. Se volete parlare inviate un MP. Il resto lo lascio qui sotto, sia mai che torni utile a qualcuno.

\[T]/


Librerie utili -> DirectX - Visual C++ 2005\2008\2010\2012\2013\2015 - OpenAL.dll

Drivers schede video -> AMD - nVidia - Intel - Prendete solo quelli adatti al vostro chip video!

Errori del tipo "Unarc.dll Error" o "It is not found any file specified for ISArcExtract" -> FitGirl Repacks Troubleshooting

Guida generica installazione videogiochi
PM
Top
Dilling
Inviato il: May 2 2011, 08:33 PM
Quote Post


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8752
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Non è detto che non fare le rimozioni ci porterebbe dritti in tribunale e comunque l'ho ipotizzata come possibilità nel caso noi passiamo al multitracker e disabilitiamo quello di TNT, ma dato che in settimana ho sentito Pino, che dal tono non mi pareva del tutto felice di questa scelta e che mi ha detto che lo avrebbe fatto sabato notte ed invece le cose continuano a restare come prima, per il momento ci fermiamo al contenzioso di pretendere delle spiegazioni e puntare al fatto che non ci possono imporre un sorveglianza preventiva sui titoli da non lasciare ricaricarire.

Per la questione di cosa ne pensa Blengino nel merito della "autodenuncia" non ci sono novità, è ovviamente una questione sulla quale andare con i piedi di piombo e come si suol di re mantenere calma e gesso smile.gif

Vi informo invece che, dopo avere girato a Blengino con l'ultima loro richiesta ed il messaggio che potete leggere nel post di aggiornamento che ho lasciato nel forum in cima al Centro Sociale, gli ho scritto questa mail
QUOTE
In attesa che tu gli mandi le tue considerazioni, pensi sia utile che io
risponda a questa ultima loro richiesta in questo modo?

Egregi signori di FPM,

credo che forse non volete afferrare la situazione; dato che ritengo mi
abbiate fatto rimuovere torrent che puntavano ad opere di cui non rappresentate
i titolari dei diritti connessi e che avete espressamente evitato di darmi
spiegazioni a mie precise contestazioni, ma ne avrei parecchie altre da fare di
cui mi riservo di esplicitarle in seguito (oltre alla perplessità del fatto che
vi dichiarate titolari delle richieste inerenti ai torrent di videogame), non
effettuerò altre disattivazioni -almeno- fino a quando non avrete soddisfatto
queste prime richieste di chiarimenti relative a  "STEFANO BOLLANI - JAZZ
ITALIANO LIVE 2006" "Concerto 1° Maggio 2009" "Verdena - Live @ Radio1" e mi
dite a nome di quale vostro associato avete chiesto le rimozioni dei numerosi
bootleg presenti nel totale delle richieste finora avanzato.

Vi segnalo inoltre che a questo punto mi dovete inviare -anche per i torrent
già disabilitati- un aggiornamento in cui mi specificate, oltre ai link ed al
titolo della scheda,  anche per conto di quale Vostro associato avanzate tali
richieste.

Concludo con il segnalarVi che non potete da me pretendere un controllo
preventivo per evitare che gli utenti ripresentino di nuovo altri torrent per
le opere di cui già avete ottenuto la disabilitazione, per me è già piuttosto
oneroso controllare che non puntino ad opere quando sono nella loro fase
commerciale primaria, vale a dire quei 18 mesi che, arbitrariamente, abbiamo
identificato sia per un approccio di tutela economica verso autori/artisti, sia
verso gli investitori che promuovono le opere, ma anche allo scopo di cominciare
ad "educare" gli utenti del P2P ad un minimo di rispetto nei confronti di chi
produce e commercializza opere dell'ingegno. Noto, purtroppo, che questa
iniziativa, improntata ad ottenere un "armistizio" ed inizio di dialogo
costruttivo, viene da Voi quanto meno non considerata, per cui potrebbe essere
che in futuro anche questo filtro venga abbandonato.

Cordiali saluti,
LDL


Mi ha risposto adesso Carlo dicendomi di aspettare almeno fino a mercoledì.

Io ho fatto quello che posso fare...
PMEmail Poster
Top
DarthRevan
Inviato il: May 2 2011, 09:35 PM
Quote Post


\"residente\"

Group Icon

Gruppo: V.I.P.
Messaggi: 38
Utente Nr.: 13
Iscritto il: 12-March 05



Secondo me, in questa attuale "diatriba", lo strumento di rimozione è centrale.

Di fatto è la discriminante fra "sito di piratozzi" e "service/content provider".
Ritengo peraltro che la bordata di richieste vada letta anche, ma non esclusivamente, sotto quest'ottica, ovvero quella di evidenziare la natura del sito stesso come covo di incalliti pirati. Basandomi su questa ipotesi, ne traggo la convinzione che la rimozione o non rimozione possa incidere in maniera considerevole sulle successive mosse FPM.

La stessa ultima intimidatoria missiva ricevuta tende a confermare questa lettura (mi riferisco a questa parte: Notiamo infine che nella valutazione della condotta di un service provider va dato rilievo ad una serie di elementi, atti a dimostrare la buona fede e l’applicazione dei parametri della correttezza professionale. Fra questi Vi è anche l’effettiva collaborazione alle legittime richieste dirette ad ottenere l’eliminazione, l’inibizione o la prevenzione di condotte obiettivamente illecite, come quelle che occupano. Ora – a tacere della Vostra arbitraria indicazione di 18 mesi per la rimozione dei contenuti illeciti, che è già sintomo di un chiaro intento illecito (e su cui ci riserviamo comunque ogni diritto ed ogni azione) - non possiamo non sottolineare che ci attendiamo da Voi per il futuro quantomeno una pronta e leale collaborazione finalizzata alla pronta ed effettiva totale rimozione (e non semplice disabilitazione) dei torrent in violazione da noi segnalati, così come alla prevenzione del caricamento di ulteriori simili torrent, richiedendoVi espressamente di astenerVi da richieste nei nostri confronti che appaiano chiaramente ultronee o di evidente intento defatigatorio (il che di per sé stesso sarebbe ulteriore e gravissimo indice del Vostro intento di perseverare nell’illecito, creando al soggetto segnalante tali e tante difficoltà nella segnalazione, da rendere evidente che la Vostra iniziativa intende di fatto ostacolare e/o comunque impedire la rimozione dei torrent illeciti).).
Peraltro ultronee è davvero un capolavoro. biggrin.gif

In effetti il vero paravento a livello giuridico è lo strumento di rimozione, non lo statuto, che vale quasi come il 2 di picche con briscola a cuori.

Concordo comunque, come vorresti scrivere ai presunti titolari, che una volta venuta meno la volontà/possibilità di rimuovere le opere dietro richiesta decada anche lo statuto, mutando il progetto iniziale in un sito pirata a tutti gli effetti.
Era qualcosa che avevamo già messo in conto anni fa, anche se fa specie il veder realizzarsi le nostre più cupe ipotesi.

Quanto all'accertamento della titolarità, da qui il mio interesse nel capire a chi toccasse l'ingrato compito, penso sia opera monumentale. Da quel che ne so, magari Blengino o Paolino potranno fornir certezze, non esiste un database centrale, nè localizzato nè mondiale, che aiuti nell'individuare i diritti e nel riconoscerli.
Non faccio fatica a credere che nemmeno FMP, o altro acronimo a difesa degli offesi, sappia con certezza assoluta quali opere possa o non possa tutelare (vavè, è quasi un paradosso, ma in Italia ...).



Ps

Yep, Raikages-son, mi riferisco proprio ai malloppazzi.
A me piacciono, ma so che alcuni subiscono improvvisi attacchi di orticaria in presenza di messaggi corposi.
Questa discussione deve essere traumatica per molti lettori. asd.gif

Messaggio modificato da DarthRevan il May 2 2011, 09:37 PM
PMEmail Poster
Top
Dilling
Inviato il: May 3 2011, 09:02 AM
Quote Post


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8752
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Io non mi sono rifiutato di fare le rimozioni, semplicemente pretendo che sia indicato il titolare dei diritti a loro associato per conto di cui fanno la richiesta.

La frase finale che ho inserito nella risposta che ho pensato di inviargli, ma che credo non sarà necessario in quanto penso che entro mercoledì gli risponde Blengino, è inserita come ipotesi diciamo un po "intimidatoria".

Credo invece, che aldilà del -eventuale- rifiuto di fare rimozioni -qualora si disabiliti il tracker di TNT- i 18 mesi sarebbero ancora un baluardo che sarebbe bene mantenere, anche se per via giuridica convengo valga niente ma anzi sia un handicap con il quale si dimostra di essere a conoscenza che i torrent puntano a opere coperte da copyright; Abolire invece i 18 mesi ma continuare a fare le rimozioni ci metterebbe in una condizione di maggiore garanzia giudiziaria ma sarebbe dichiarare la sconfitta totale del progetto di armistizio.

Io ho fatto quello che posso fare...
PMEmail Poster
Top
grisou
Inviato il: May 3 2011, 09:50 AM
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 464
Utente Nr.: 76489
Iscritto il: 27-May 06



QUOTE
Credo invece, che aldilà del -eventuale- rifiuto di fare rimozioni -qualora si disabiliti il tracker di TNT- i 18 mesi sarebbero ancora un baluardo che sarebbe bene mantenere, anche se per via giuridica convengo valga niente ma anzi sia un handicap con il quale si dimostra di essere a conoscenza che i torrent puntano a opere coperte da copyright; Abolire invece i 18 mesi ma continuare a fare le rimozioni ci metterebbe in una condizione di maggiore garanzia giudiziaria ma sarebbe dichiarare la sconfitta totale del progetto di armistizio.


non capisco : Lo statuto prevede di rimuovere i torrent da chi detiene il diritto d'autore o dai loro rappresentanti quindi i torrent si rimuove quando la FPM dimostra di esserne rappresentante e se lo è si deve farlo , la denuncia alle autorità può farla qualsiasi persona /associazione o altro . Che si sia a conoscenza che i torrent puntano a opere protette da copy è scritto nello statuto perchè ci si vuole nascondere ?

Abolire i 18 mesi TNT diventa una board pirata come le altre e non ha senso lo statuto.

Quello che salvaguarda TNT è lo statuto e lo scambioetico quello che si fa si fa in buona fede perchè si cerca un dialogo e si vuol dimostrare che non tutto il p2p è pirateria e si possa trovare una via che indica che il p2p può divenire legale tramite una tassa sulla banda o che ne so io .

Perchè disabilitare il tracker ? Che lo facciano le autorità visto che siamo in buona fede , poi si denuncerà nei vari forum p2p la censura effettuata e nel frattempo si riaprirà TNT2
Oppure che TNT diventi un sito pirata si aboliscano i 18 mesi , ma non è quello che volevate .

bhò sono confuso come al solito

Chi siete? Cosa portate? Si, ma quanti siete? 1 FIORINO!;

La vita è solo l'attesa di qualcosa di diverso da quello che stiamo facendo; e la morte è tutto quello che giustamente possiamo aspettarci.
PMEmail Poster
Top
Dilling
Inviato il: May 3 2011, 10:25 AM
Quote Post


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8752
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Credo che tu ti sei perso qualcosa nell'altro topic; la prospettiva (visto che ora hanno cominciato a richiedere rimozioni anche per i giochi e che presto potrebbero farlo anche per i film, magari anche invitando altri a seguire la loro strada) è quella di portare -senza rischiare di passare da un tribunale ove potrebbero (come nel Regno Unito e Spagna) perdere la causa- all'estinzione di TNT. Questo vorrebbe dire comunque il fallimento del progetto nella sua base principale che è quella di ottenere l'armistizio proprio sull'assunto principale dei 18 mesi. la disponibilità alla rimozione dichiarata nel proclama dello ScambioEtico dovrebbe essere intesa come eccezione per eventuali opere di cui eventualmente ci possa essere ancora una consistente fase commerciale (anche sulle richieste medusa etc abbiamo rimosso opere che di commerciale non hanno niente ma anche ora lo abbiamo fatto persino per cose di cui non avevano titolo a fare le richieste), se le rimozioni vengono considerate preminenti e ci si rassegna a rimuovere supinamente tutto ciò che viene richiesto, salta tutto l'impianto principale e lo scopo di TNT.

La disabilitazione del tracker di TNT ci metterebbe nelle condizioni in cui era il sito spagnolo per cui l'amministratore è stato assolto, non ci sarebbero servizi di TNT che direttamente mettono tra di loro in comunicazione i peer per favorire lo scambio (credo che ti sei perso anche questo passaggio nell'altra discussione), ci sarebbe semplicemente una indicizzazione di torrent che consentono agli utenti di scambiarsi le opere attraverso i servizi di altri tracker o in dht. So bene che l'ipotesi di favoreggiamento alla condivisione sarebbe lo stesso ipotizzabile per l'accusa ma sicuramente nel dibattito processuale questo avrebbe una certa influenza.

EDIT Comunque aldilà della disabilitazione del tracker di TNT che per il momento potrebbe anche non essere fatta, ci vuole poco eventualmente a spegnerlo, implementare il multi tracker secondo me sarebbe a questo punto utile per garantire comunque una vita delle release nella rete anche se non più presenti su TNT, quanto meno per quelle future che sarebbero tutte esportate in multi tracker, non solo quelle degli utenti che la preparano direttamente in multi e poi esportano il loro torrent o che aggiungono tracker prima di esportare.

Messaggio modificato da Dilling il May 3 2011, 11:36 AM

Io ho fatto quello che posso fare...
PMEmail Poster
Top
grisou
Inviato il: May 3 2011, 10:57 AM
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 464
Utente Nr.: 76489
Iscritto il: 27-May 06



mi ero perso pure che i vip ora son verdi biggrin.gif

good.gif

__________________________

Edit by Dilling

.... e che gli assistenti sono azzurrini smile.gif

Messaggio modificato da Dilling il May 3 2011, 11:01 AM

Chi siete? Cosa portate? Si, ma quanti siete? 1 FIORINO!;

La vita è solo l'attesa di qualcosa di diverso da quello che stiamo facendo; e la morte è tutto quello che giustamente possiamo aspettarci.
PMEmail Poster
Top
DarthRevan
Inviato il: May 3 2011, 11:20 AM
Quote Post


\"residente\"

Group Icon

Gruppo: V.I.P.
Messaggi: 38
Utente Nr.: 13
Iscritto il: 12-March 05



QUOTE (Dra-ghé)
Quello che salvaguarda TNT è lo statuto e lo scambioetico quello che si fa si fa in buona fede perchè si cerca un dialogo e si vuol dimostrare che non tutto il p2p è pirateria [cut]

Magari fosse così. Statuto, buona fede e buona volontà non contano, ahimè, nulla.
Sono una dichiarazione di intenti.
Funzionano, affidandosi ad un ottimistico calcolo delle probabilità, ad evitare l'attenzione degli offesi, che dovrebbero perseguire prima di TnT altri progetti che non attuano auto-limitazioni.
Una volta sotto i riflettori, a livello economico-giuridico, contano, mi ripeto, nulla o quasi.

Tutto ruota intorno alla rimozione e di conseguenza all'accertamento della titolarità, in particolare all'onere della prova della titolarità.
Qui, ammettendo e professando quasi completa ignoranza, mi sembra di ricordare che grandi imprese, come la stessa google, abbiano alla fine adottato strumenti automatici per la rimozione, salvo il reintegrare eventuali upload nel caso si dimostrasse un abuso. Come già detto non ho certezze in merito, eh, nè troppa voglia di informarmi in proposito (accidia rulez biggrin.gif).
La fregatura ovviamente sta nel fatto che una rimozione "aperta", come Gino ha fin troppo bene illustrato, potrebbe portare alla cancellazione del DB e quindi ad un fallimento del progetto prima che le autorità vengano coinvolte.
Per questo motivo, e per i precedenti illustrati, van soppesate molto bene le prossime mosse.

Infine un chiarimento, quando nel precedente messaggio mi son riferito al buttare a mare rimozione e statuto immaginavo uno scenario successivo ad una eventuale denuncia, eh, successivo anche ad un dibattimento in effetti.
Ovvero una volta che sia resa palese la completa rottura, la fine della tolleranza.

Per il momento, comunque, al di là dell'esprimere liberamente le proprie opinioni in merito, conviene aspettare che l'avvocato illumini meglio la querelle. ^^


Ps
Verdi ... ummm ... siam in attesa di un "interno"?? asd.gif

Messaggio modificato da DarthRevan il May 3 2011, 12:14 PM
PMEmail Poster
Top
grisou
Inviato il: May 3 2011, 01:52 PM
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 464
Utente Nr.: 76489
Iscritto il: 27-May 06



QUOTE (grisou @ May 3 2011, 11:57 AM)
mi ero perso pure che i vip ora son verdi  biggrin.gif

good.gif

__________________________

Edit by Dilling

.... e che gli assistenti sono azzurrini smile.gif

gli assistenti azzurini li avevo notati e che quando mi loggo mi metto trasparente se non era loggato darth ..... biggrin.gif

@darth adesso che l'hai spiegata tu capisco giggle.gif

grazie e scusate l'OT

___________________________

EDIT by Dilling

Però è un bel verdino luminescente biggrin.gif

Messaggio modificato da Dilling il May 3 2011, 03:29 PM

Chi siete? Cosa portate? Si, ma quanti siete? 1 FIORINO!;

La vita è solo l'attesa di qualcosa di diverso da quello che stiamo facendo; e la morte è tutto quello che giustamente possiamo aspettarci.
PMEmail Poster
Top
paolojustice
Inviato il: May 5 2011, 12:59 PM
Quote Post


\"gattofili\"

Group Icon

Gruppo: V.I.P.
Messaggi: 383
Utente Nr.: 232155
Iscritto il: 31-July 08



QUOTE (DarthRevan @ May 2 2011, 09:35 PM)
Quanto all'accertamento della titolarità, da qui il mio interesse nel capire a chi toccasse l'ingrato compito, penso sia opera monumentale. Da quel che ne so, magari Blengino o Paolino potranno fornir certezze, non esiste un database centrale, nè localizzato nè mondiale, che aiuti nell'individuare i diritti e nel riconoscerli.
Non faccio fatica a credere che nemmeno FMP, o altro acronimo a difesa degli offesi, sappia con certezza assoluta quali opere possa o non possa tutelare (vavè, è quasi un paradosso, ma in Italia ...).

Per quel che ne so non esiste, infatti. Anzi, so che fornitori di servizi online hanno difficoltà ad erogare servizi audiovideo nell'Unione Europea proprio per la frammentazione dei diritti che provoca l'obbligo di dover andare a trattare con più entità per ogni singolo Stato Membro.

Ciao,
Paolo

PMEmail PosterUsers Website
Top
Dilling
Inviato il: May 6 2011, 10:52 AM
Quote Post


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8752
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Giuso per aggiornare la situazione.

Ieri mattina Blengino mi ha scritto:

>Non mi sono dimenticato.
>Ci sto lavorando.
>C."

Io stamani gli ho risposto:

Immagino che non sia una cosa semplice replicare in modo serio e tale da riuscire ad arginare quello che è il loro obiettivo concreto, estinguere TNT senza passare dalla via giudiziaria ma paventando questa possibilità come intimidazione, ma quello che vorrei sapere e se ritieni che in questa attesa sia utile che io gli invii questa missiva, magari integrata da una premessa nella quale gli dico "Se l'Avvocato Blengino ancora non ha nel merito giuridico risposto è certamente dovuto al fatto che ancora non ha terminato le verifiche necessarie a formulare l'istanza, per cui in attesa che l'Avvocato abbia completato il suo lavoro mi sembra comunque utile comunicarVi... "

Se invece pensi che sia meglio che io semplicemente continui a non rispondere e non fare altre rimozioni per non ci sono problemi, non è che abbia la fregola di continuare a dialogare con costoro, basta che me lo dici chiaramente smile.gif

Buona giornata.
Gino



Io ho fatto quello che posso fare...
PMEmail Poster
Top
Dilling
Inviato il: May 7 2011, 10:39 AM
Quote Post


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8752
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Questa la risposta che è arrivata ora da Blengino

Caro Gino,
Io non risponderei affatto.
Non rimuovere più, se non su notifica del singolo produttore, su specifiche sue opere.

Ho a lungo meditato su come rispondere e ho capito per quale ragione non riesco a formulare una lettera che mi convinca: non credo sia utile fare una missiva che si concentri su alcuni torrent illegittimamente "notificati" o su polemiche sterili sulla protervia dei notificatori.

Bisogna andare al centro del problema.

1) TNT è costituito da una comunità di utenti che, per dare attuazione ai diritti costituzionali riconosciuti in Europa, senza alcun fine di lucro o anche solo di profitto, nel condividere opere della cultura moderna viola potenzialmente il diritto d'autore. Gli utenti pongono a disposizione di altri utenti opere tutelate (per la verità qualsiasi opera è tutelata!), nella convinzione: i) che tale messa in condivisione costituisca l'unica via per consentire l'accesso ad opere in gran parte non più reperibili (o non facilmente) reperibili sul mercato a condizioni eque; ii) che i diritti di sfruttamento economici su tali opere non siano di fatto più in grado di fruttare agli autori apprezzabili revenue (tant'è che non sono in molti casi reperibili nella distribuzione ufficiale ed è prevista una ampia finestra convenzionale); iii) che la diffusione di tali opere costituisca vantaggio per gli autori stessi, che vedono le loro opere fruite e riscoperte dagli utenti con inevitabili ritorni economici; iv) che non esiste alternativa lecita alla legittima fruizione e comunicazione della cultura.
Ognuno di questi punti meriterebbe un approfondimento.

2) Se il titolare di un diritto di sfruttamento chiede la rimozione, avendo autonomamente e concretamente valutato che la condivisione tra utenti privati costituisce per la sua opera una deminutio nello sfruttamento economico in atto, TNT riconosce la legittimità della richiesta e opera di conseguenza con la rimozione.

3) Per quanto detto al punto 1, che ritengo esser circostanza incontestabile e legittima, solo il titolare del diritto può valutare la sussistenza di un danno che sia per Lui prevalente sui benefici derivanti dalla condivisione, e dunque, richieste prive di tale concreta valutazione, avanzate in blocco, non dai titolari ma da associazioni di categoria che si surrogano in toto ai singoli titolari nella concreta gestione delle privative, ci pare fatto inaccettabile, che scardina ed abbatte ogni equilibrio tra titolari e fruitori, rectius cittadini-utenti.

4) Le liste infinite di torrent che puntano a opere certamente autorizzate alla condivisione ovvero pacificamente estranee alle possibili privative in capo a titolari di soli diritti connessi, inviate da soggetti che certamente non hanno la titolarità di tali diritti, a meno di non ipotizzare la creazione di una concentrazione di imprese contraria a qualsivoglia regola di mercato e attenzionabile dall’AGCM, rende le richieste inidonee a conferire ai contenuti citati l’attestato di illiceità che solo consente, o meglio obbliga, l’ISP di attivarsi per la rimozione.

Questi gli argomenti di massima, che bisognerebbe infarcire con un pò di note tecnico giuridiche per concludere poi: o la piantate o ne riparliamo nelle competenti sedi.

Magari nel week ti chiamo.

C.

Io ho fatto quello che posso fare...
PMEmail Poster
Top
toller58
Inviato il: May 7 2011, 11:25 AM
Quote Post


\"contribuente\"
\"visual\"
\"staffgrafica\"

Group Icon

Gruppo: Dirigenti
Messaggi: 1366
Utente Nr.: 212241
Iscritto il: 31-March 08



preziose, come sempre, le precisazioni di Blengino clap.gif birra.gif

Messaggio modificato da toller58 il May 8 2011, 03:06 PM

Graphic's Lab

ATTENZIONE NON POSSO FARE IL RESEED DELE MIE RELEASES PERCHE' FULMINATO HD


La falsità fà il giro del mondo mentre la verità si sta ancora mettendo le scarpe.(Mark Twain)

"Nessun uomo è inutile se allevia il peso di qualcun altro" (Ghandi)
PM
Top
dproduzioni
Inviato il: May 7 2011, 12:38 PM
Quote Post


\"100rel\"

Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 467
Utente Nr.: 81394
Iscritto il: 27-July 06



Ottima analisi! clap.gif

Tuttavia
QUOTE (Blengino)
i) che tale messa in condivisione costituisca l'unica via per consentire l'accesso ad opere in gran parte non più reperibili (o non facilmente) reperibili sul mercato a condizioni eque

concordo sulle opere oramai fuori mercato; però le opere rilasciate sotto una licenza libera sono facilmente reperibili a condizioni eque... Dovremmo spingere in quella direzione: un sistema di distribuzione interamente tutelato attraverso licenze libere.

Secondo me il punto 3 contraddice (in parte) il punto 1: siccome il diritto intellettuale tutela gli autori e non i fruitori delle opere, dovremmo adeguarci ogni volta che il titolare chiede una rimozione?
Sarebbe bene in occasioni del genere far notare all'artista che in questo modo non sta facendo i propri interessi (ne' tantomeno quelli del suo pubblico), bensì quelli del suo editore.

tifiamo rivolta
PMEmail PosterUsers Website
Top
ardeides
Inviato il: May 7 2011, 07:32 PM
Quote Post



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1186
Utente Nr.: 225406
Iscritto il: 8-June 08



La mail di Blengino dà degli ottimi spunti di riflessione birra.gif spero trovi presto le parole giuste per la risposta ufficiale good.gif
QUOTE (dproduzioni @ May 7 2011, 02:38 PM)
Sarebbe bene in occasioni del genere far notare all'artista che in questo modo non sta facendo i propri interessi (ne' tantomeno quelli del suo pubblico), bensì quelli del suo editore.

Concordo, ma ricordiamoci che l'autore è libero di rilasciare le proprie opere tramite la licenza che vuole, non pretendiamo neanche velatamente che cambi parere, limitiamoci a suggerirlo ed eventualmente portiamogli degli esempi funzionanti smile.gif

PMEmail Poster
Top
dproduzioni
Inviato il: May 7 2011, 07:44 PM
Quote Post


\"100rel\"

Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 467
Utente Nr.: 81394
Iscritto il: 27-July 06



QUOTE (ardeides)
limitiamoci a suggerirlo ed eventualmente portiamogli degli esempi funzionanti

Yeah, intendevo questo. Già che ci siamo potremmo anche chiedergli un parere su queste reazioni poliziesche (dalle quali non ricava alcun guadagno, per inciso).

tifiamo rivolta
PMEmail PosterUsers Website
Top
Dilling
Inviato il: May 8 2011, 06:27 PM
Quote Post


\"residente\"
\"curcoord\"
tesoriere & problemi legali
Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 8752
Utente Nr.: 151
Iscritto il: 22-March 05



Ho risposto ora questo a Blengino

Ciao Carlo,
mi attengo a quanto hai scritto hai scritto nelle prime due righe e lascio a te sviluppare l'articolato di quanto hai sintetizzato.

Mi chiedo se in conclusione possa essere utile segnalargli che invece di minacciarmi dell'azione legale non sarebbe meglio aprire una "trattativa" sull'ampliamento limitazioni che già abbiamo che possa quindi in qualche modo essere precursore della risoluzione Licenze Collettive, anche se so bene che per loro parlare di LC equivale a bestemmiare smile.gif

Resto in attesa di tue notizie e ti giro eventuali altre loro mail.

Gino

Io ho fatto quello che posso fare...
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
 

Topic Options Closed TopicStart new topic

 

Scambio etico - ethic share
 Debian powered site  Nginx powered site  Php 5 powered site  MariaDB powered site  xml rss2.0 compliant  no software patents  no software patents