Tnt village
tntvillage.scambioetico.org · Statuto T.N.T.      Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario

Donando consenti a TNT Village di non chiudere di fronte ad un'emergenza.

Puoi donare anche utilizzando PostePay, Per versare la tua donazione chiedi il numero di carta

Sostieni movimentopirati.org

 

  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussione

> Dixit - Montelungo cronaca di una battaglia, [DTTrip - DivX - Ita Mp3] Documentario [CURA] Ciclo II Guerra Mondiale
serman
  Inviato il: Mar 11 2012, 02:34 PM
Cita questo messaggio


\"250rel\"

Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 2743
Utente Nr.: 203980
Iscritto il: 27-February 08



user posted image
By serman

MONTELUNGO CRONACA DI UNA BATTAGLIA
di Andrea Falivena

user posted image

user posted image


:::->Scheda tecnica del filmato<-:::


Titolo: Monteleungo cronaca di una battaglia
Serie: Dixit Storia
Data: 04/02/2012
Genere: Documentario storico
Regia: Andre Falivena
Audio: Italiano
Sottotitoli: n.d.


:::->Cronaca<-:::


8 dicembre 1943, in località al confine fra Campania e Lazio, a sud di Cassino, vede il “battesimo del fuoco” del risorto Regio Esercito Italiano con la formazione del Primo Raggruppamento.
L’unità era stata costituita il 28 settembre 1943 con il 67° Reggimento fanteria, l’11° Reggimento artiglieria, il 51° Battaglione bersaglieri, il 5° Battaglione controcarri, la 51a compagnia mista del genio, con aggiunta di carabinieri, sanità militare e servizi: un nucleo di 5.000 uomini al comando del Generale Umberto Utili.
Dopo essere stati passati in rassegna in novembre da Vittorio Emanuele III sulla strada di Brindisi, accolti ovunque festosamente dalle popolazioni locali, l’8 dicembre 1943 il Primo Raggruppamento andava all’attacco di una munitissima posizione tedesca su Monte Lungo.
Solo a prezzo di alti sacrifici, fra lo scetticismo e a volte anche l’ostilità degli Anglo-Americani, dopo diversi giorni di combattimento, la posizione è conquistata.
Scriverà il gen. Utili : ”….il combattimento di Monte Lungo per il suo valore ideale appartiene non alla cronaca, ma alla Storia d’Italia… poiché esso permise che si diffondesse nel mondo la notizia che, per la prima volta, nella seconda guerra mondiale, i soldati italiani si battevano a fianco dei soldati alleati e si battevano con impeto e saldezza”[/b]
Nei ricordi dei testimoni l’unica presenza di incoraggiamento e di conforto era quella di Umberto di Savoia, che non verrà da quel momento mai a mancare ai nostri reparti nella campagna d’Italia : Egli in quei giorni si offrirà volontario per un volo di ricognizione sulle linee tedesche, missione che eseguì con competenza e sprezzo del pericolo tanto da essere proposto per la decorazione della “Silver Star” da parte del Comando americano.

:::->....dai partecipanti<-:::


Lungo Sulla statale n. 6, la Casilina, di fianco alla ferrovia Napoli Roma, vi è un’altura oblunga che sbarra la direzione a Mignano; è una dorsale isolata a tre gobbe, orientata nel senso dei meridiani, ha il vago aspetto di un enorme cetaceo in emersione. Uscendo in faccia ad esso, dal profondo della stretta di Mignano, la via Casilina e la ferrovia l’abbracciano dai due lati.
È una spina che s’innesta con la punta nella stretta, come un tappo nel collo della bottiglia: un dosso allungato, scoperto e roccioso, spezzato in una serie di ondulazioni d’altezza di 343 metri.
A vederlo così basso, spoglio, brullo, Monte Lungo, (questo il suo nome) lo si direbbe un monte carsico, un panorama della guerra 15/18. I tedeschi occupano i dossi più elevati di quella dorsale, mentre le pendici sud-orientali sono presidiate da truppe statunitensi del 141° reggimento fanteria.
La storia del primo intervento italiano in linea a fianco degli alleati comincia dunque in questa cornice. Alla fine di novembre, infatti, gli alleati, dopo un esame in piena regola hanno deciso di impiegare gli italiani, di dare loro il contentino che chiedono. Questa risoluzione è già stata presa fin dal giorno 29 del mese con un ordine del giorno stesso che dice testualmente: "Si prenderanno provvedimenti per attaccare, conquistare e mantenere Monte Lungo".
Sono in batteria, mattino 8 Dicembre 1943, giorno fatidico della battaglia di Monte Lungo.
Il 1° Raggruppamento Motorizzato Italiano facente parte della 5ª Armata Americana, agli ordini del generale Clark, ha il compito di conquistare Monte Lungo. Il monte era avvolto da una fitta nebbia, visibilità di circa 15 metri, i fanti erano immersi in un fango attaccaticcio, malvestiti, con armamento ridotto ed erano stati tutta la notte sotto la pioggia.
Tutta l’artiglieria (io comandavo la seconda sezione della 6ª Batteria del 2° Gruppo dell’11° Reggimento Artiglieria del 1° Raggruppamento Motorizzato Italiano) alle 5,30 concentra il fuoco contro le postazioni nemiche e fanti e bersaglieri, superata la base di partenza, infrangono le prime difese nemiche e puntano sulla parte alta del monte, quota 343.
Fin dal primo momento la lotta si manifesta aspra e cruenta.
La fitta nebbia fu una benedizione a metà, perché dette la possibilità alle compagnie principali di prendere il nemico di sorpresa, ma impediva il supporto dell’artiglieria necessario; l’ufficiale addetto al tiro, dall’osservatorio grida al Comando: "Chiedono fuoco... ma dove sparo se non so dove sono le avanguardie... non vedo niente!"
I fanti arrivano combattendo su un pianoro... ma... ahimè... la nebbia, di colpo sparisce, ed i poveri fanti e bersaglieri si trovano su un terreno senza alcun punto di difesa, allo scoperto e sono bersaglio facile per i tedeschi nascosti entro le loro buche e fortini, e giocano al tiro bersaglio come se fossero in un baraccone da fiera paesana.
Il capitano Enzo Corselli si lascia dietro un ostacolo dopo l’altro, lungo la linea di cresta, perdendovi però la totalità degli ufficiali e numerosi uomini di truppa.
Pier Antonio Muttoni, allievo ufficiale dei bersaglieri, con la sua compagnia viene sorpreso da un violentissimo fuoco di mitragliatrici e di mortai, si hanno i primi morti e feriti, sparano da tutte le parti, dalle postazioni che sono di fronte, dalle caverne, dal fianco, dal terrapieno, dalla linea ferroviaria e dire che il rapporto degli americani aveva detto ai nostri Comandi "Monte presidiato da alcune mitragliatrici c’è solo un velo protettivo" e Muttoni:... "alla faccia degli americani".
Ed io avendo combattuto per 18 mesi con loro dico: "Sempre faciloni questi americani... ma chi paga siamo noi". La 2ª Compagnia è letteralmente decimata, il Tenente Collina si abbatte al suolo con una scapola infranta. Il Tenente Camporota avanza alla testa di un gruppo lanciando bombe a mano ma dopo pochi metri si accascia con il cranio sfracellato da una granata nemica.
Pochi istanti dopo il Sottotenente Cederle è ferito gravemente ad un braccio, non molla e continua a risalirela china... grida più volte: "Avanti... avanti... la quota è nostra" e continua la sua corsa finché, nell’intento di balzare entro una caverna, una raffica da distanza ravvicinata lo falcia.
Il Sottotenente Gaj, milanese, attacca con bombe a mano, getta una bomba contro una postazione nemica e viene seguito da un gruppo di coraggiosi come lui..., un difensore tedesco gli si para avanti a mani alzate e viene da lui stesso catturato. Gaj, per consegnare il prigioniero, si volta indietro ma... non vede più nessuno dei suoi... sono morti o feriti dietro le sue spalle... la lotta continua e poco dopo anche Gaj cade.
Guido Branzoni da Erba, è perito chimico e il 1942, un anno prima l’azienda ove lavora, aveva chiesto il suo collocamento in congedo. Alla partenza, nel salire nell’ autobus per ritornare al suo paesino, i compagni lo avevano visto cupo, commossi addii, malinconia delle prime ore senza il loro Tenente.
Alla sera stessa Branzoni era ritornato pieno di allegria: aveva stracciato il foglio di richiesta della ditta. Ora dopo la battaglia viene trovato morto accanto ai corpi di quattro suoi soldati che lo avevano seguito all’attacco.
Cade l’allievo ufficiale Mario Cheleschi, studente universitario romano. Poco prima di partire per il fronte scrisse il suo testamento... presago: "Lascio da uomo questa vita, non inquieto, ma sereno".
Ludovico Luraschi di Pola, un volontario di soli diciassette anni arruolatosi in un reparto di pronto impiego dopo aver abbandonato l’accademia navale, muore senza un gemito, sotto i colpi della mitraglia.
Non mi dilungo, potrei citare altri episodi certi, ma non posso riportare quelli che nessuno riporterà; i protagonisti sono morti nella lotta senza che un compagno possa ricordare il valore del soldato italiano in questa tremenda battaglia.
Alla fine della giornata si contano 47 morti e 102 feriti, fu un vero salasso per le truppe italiane.
Di questo primo assalto a Monte Lungo delle truppe Italiane, il Medeghini, ufficiale nel mio Gruppo, scrive: "Vi fu da parte di chi ordinò l’azione una non lieve leggerezza, perché le truppe italiane furono spinte a incunearsi nel dispositivo nemico ancora saldamente tenuto senza che ai loro fianchi si fossero svolte o almeno si stessero svolgendo quelle azioni offensive che erano state preannunciate e che solo avrebbero potuto giustificare una fondata speranza di successo, su un obbiettivo particolarmente difficile quale quello di Monte Lungo.
Senz’altro quell’attacco era stato preparato e condotto con una tecnica da passeggiata, da effettuarsi lungo la linea di massima pendenza, e non si era tenuto conto degli eventuali imprevisti, anche di carattere meteorologico, che avrebbero potuto verificarsi durante lo svolgimento dell’azione".
:::->Screenshot<-:::

user posted image


Evidenzio
[ Info sul file ]

Nome: Montelungo cronaca di una battaglia-120204-Andrea Falivena.avi
Data: 16/02/2012 21:05:16
Dimensione: 603,047,936 bytes (575.111 MB)

[ Info generiche ]

Durata: 00:54:02 (3241.6 s)
Tipo di contenitore: AVI OpenDML
Streams totali: 2
Tipo stream n. 0: video
Tipo stream n. 1: audio
Audio streams: 1
ISFT: VirtualDubMod 1.4.13
JUNK: VirtualDub build 14328/release

[ Giudizi sulla qualità ]

Risoluzione: MOLTO ALTA (640 x 480)
Larghezza: multipla di 32 (BENE)
Altezza: multipla di 32 (BENE)
Qualità DRF medio: BASSA (7.290955)
Qualità deviazione standard: BASSA (1.775826)
Media pesata dev. std.: MEDIA (0.903766)

[ Traccia video ]

FourCC: divx/DX50
Risoluzione: 640 x 480
Display aspect ratio: 4:3 = 1.333333
Framerate: 25 fps
Frames totali: 81040
Bitrate: 1350.591073 kbps
Qf: 0.175858
Max key int: 300

[ Traccia audio ]

Audio tag: 0x55 (MP3)
Bitrate: 127.992 kbps CBR
Canali: 2
Frequenza: 48000 Hz
Stream size: 51,862,358 bytes
Ritardo: 0 ms

[ Info sulla codifica MPEG4 ]

User data: DivX503b2816p
Packed bitstream: Sì
Interlaced: No
Aspect ratio: Square pixels
Quant type: H.263
Frames totali: 81040
Frames corrotti: 0

I-VOPs: 1582 ( 1.952 %)
P-VOPs: 44056 ( 54.363 %) ##############
B-VOPs: 35402 ( 43.685 %) ###########

Max consecutive B-VOPs: 1

[ Analisi DRF ]

DRF medio: 7.290955
Deviazione standard: 1.775826
DRF max: 16

DRF<3: 0 ( 0.000 %)
DRF=3: 17 ( 0.021 %)
DRF=4: 1101 ( 1.359 %)
DRF=5: 10479 ( 12.931 %) ###
DRF=6: 24881 ( 30.702 %) ########
DRF=7: 9698 ( 11.967 %) ###
DRF=8: 9197 ( 11.349 %) ###
DRF=9: 19497 ( 24.058 %) ######
DRF>9: 6170 ( 7.614 %) ##


*Note[i]: Orari di seed 19,00-6,00 e banda disponibile 150kb

*Note: Tutte le mie rele sono anche RESEED ON REQUEST
*Note: Filmato compatibile con i lettori da tavolo
*Note: Le mie relle

-- Ringraziamenti --


Imageshak per l’hosting gratuito delle immagini
Rai Storia

Evidenzio
Questa release è stata adottata da serman; clicca QUI' per richiedere un reseed; se non ricevi conferma entro 48 ore invia un MP a questo LINK; tutte le mie ADOZIONI


Messaggio modificato da Boadicea il Feb 16 2013, 10:49 PM

> File Allegato
File Allegato   Montelungo cronaca di una battaglia.torrent
Completati: 309
Dimensione: 590 mb
Leechers: 0
seeders: 0
data ultimo seed: 2014-07-31 17:08:08
info_hash: 38dc99dc5dfca633ef4cb5815b23c6c37dca1d2a
Tracker: udp://tracker.tntvillage.scambioetico.org:2710/announce
Magnet: magnet link
Mostrami i peers di questa rel
Mostrami i dati del torrent

Impegnarsi per un mondo migliore, significa aiutare i giovani che hanno fame di democrazia e sete di cultura.

Diventa anche tu, releaser di TNT, e partecipa condividendo materiale

Informazioni per la richiesta di reseed dalle 24,00-06,00:
Le richieste vanno fatte nella release;per poter scaricare la mia banda disponibile per il reseed, e quindi per accorciarne i tempi, bisogna lasciare solo il torrent richiesto in upload, minimo a 40kb, e sospendere temporaneamente fino a completamento dello scarico tutti i rimanenti torrent in upload.
Dopo il completamento ricordarsi del vecchio detto popolare:
"Tanto ricevi ...... tando dai"; in realtà andrebbe scritto al contrario. A parte questo decidete voi quanto tempo rimanere in seed quando il torrent lo necessita, per permettermi nel frattempo di rilasciare nuovi documentari e soddifare altre richieste.
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
wolfark
Inviato il: Mar 11 2012, 02:41 PM
Cita questo messaggio


\"100rel\"

Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 1862
Utente Nr.: 128946
Iscritto il: 18-May 07



Tutto OK!! Grazie per la release!!
Sei subito in All!!
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
al1912
Inviato il: Mar 11 2012, 04:21 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 2324
Utente Nr.: 268245
Iscritto il: 27-February 09



Bello!!! Grazie!
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
batchman
Inviato il: Mar 11 2012, 07:15 PM
Cita questo messaggio


Unregistered









grazie.gif grazie.gif grazie.gif ciao.gif
Top
Maurizio1946
Inviato il: Mar 11 2012, 07:26 PM
Cita questo messaggio


\"tntripper\"
\"250rel\"

Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 1471
Utente Nr.: 121496
Iscritto il: 11-March 07



Grazie Sergio

clap.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
stranetarme
Inviato il: Mar 12 2012, 07:57 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 4692
Utente Nr.: 329972
Iscritto il: 14-September 09



grazie.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
farenaith911
Inviato il: Mar 12 2012, 06:15 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 262
Utente Nr.: 553609
Iscritto il: 5-February 11



oscar.gif bello
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
 

Opzioni Discussione Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussione

 

Scambio etico - ethic share
 Debian powered site  Nginx powered site  Php 5 powered site  MariaDB powered site  xml rss2.0 compliant  no software patents  no software patents