Tnt village
tntvillage.scambioetico.org · Statuto T.N.T.      Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario

Se hai dubbi non esitare a chiedere informazioni

Puoi donare anche utilizzando PostePay, Per versare la tua donazione chiedi il numero di carta

Sostieni movimentopirati.org

 

  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussione

> Dixit - Aria alla rapida, [DTTrip - DivX - Ita Mp3] Documentario[CURA] Mussolini
serman
  Inviato il: Nov 26 2011, 05:08 PM
Cita questo messaggio


\"250rel\"

Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 2775
Utente Nr.: 203980
Iscritto il: 27-February 08



user posted image

By serman

ARIA ALLA RAPIDA!
di Giovanni Minoli

user posted image

user posted image


:::->Scheda tecnica del filmato<-:::


Titolo: Aria alla rapida!
Serie: Dixit Storia
Genere: Documentario storico
Regia: Giovanni Minoli
Audio: Italiano
Sottotitoli: n.d.


:::->Sinopsy<-:::


Durante il periodo dal 1925 al 1940, la Regia Marina dedicò vaste risorse al rafforzamento delle forze subacquee introducendo 50 sommergibili oceanici, 89 di medio tonnellaggio, 2 da trasporto e 50 costieri. All'inizio delle ostilità l'Italia possedeva 117 unità di cui solo 7 erano categorizzate quali obsoleti.

Le prime unità medie furono quelle della classe Mameli di 830 tonnellate costruite nel 1929. Unità successive furono di stazza superiore. Nel 1932, l'Italia cominciò a costruire i sommergibili della classe 600, unità di sole 650 tonnellate. La stessa configurazione fu mantenuta sui Sirena (12 unità), sui Perla (10 unità) e sugli Adua (17 unità). La classe Platino, di cui furono costruite 13 unità, dislocò 710 tonnellate.
Dall'esperienza guadagnata durante i primi giorni del conflitto mondiale, la stazza delle nuove unità fu aumentata. Le 13 unità classe Tritone raggiunsero le 905 tonnellate. I primi sommergibili di larga stazza furono le 4 unità della classe Balilla. Queste unità a doppio scafo di 1.405 tonnellate furono varate nel 1928. Modelli successivi furono ridotti a 1.100 tonnellate con la sola eccezione dei 4 sommergibili oceanici della classe Ammiragli e dei due da trasporto della classe R.

Quasi tutte le unità medie e grandi erano dotate di un singolo cannone montato a prua della torretta. Alcune unità avevano un secondo cannone sulla torretta o immediatamente a poppa della medesima. Tubi lanciasiluri erano istallati a prua ed a poppa. Normalmente, unità di stazza media avevano due tubi a poppa e quattro a prua. Alcuni modelli avevano due complessi di quattro tubi mentre la classe Bragadin ebbe i tubi poppieri sostituiti da sistemi posamine.

Le unità più grandi avevano di norma otto tubi (quattro e quattro), ad eccezione dei Balilla che avevano solo due tubi poppieri. Il Foca, costruito quale posamine, avevano solo due tubi istallati sotto i dispositivi posamine poppieri. I sommergibili oceanici classe Ammiragli erano equipaggiati con sei tubi a prua e quattro a poppa, ma invece dei siluri da 533 mm, utilizzavano silurotti da 450 mm. La classe R, usata esclusivamente per il trasporto, non aveva tubi lanciasiluri.
Il sistema di propulsione era costituito da motori diesel per la navigazione di superficie e motori elettrici per quella sommersa. La classe Ammiragli e Balilla aveva un terzo motore diesel usato in superficie per generare elettricità ed azionare i motori elettrici, così permettendo lunghe crociere a bassa velocità.

Anche se sin dal 1922 la Marina aveva iniziato ricerche su sistemi di navigazione immersa usando i motori diesel (schnorchel), il sistema ideato dal Maggiore Pericle Ferretti non fu mai utilizzato. Anche quando la Regia Marina stava collaborando con la Marina tedesca, lo schnorchel, il sistema di origine olandese usato dai tedeschi non fu mai utilizzato impedendo così la propria utilizzazione dei sommergibili.
Dopo la caduta della Francia, l'Italia poté utilizzare la base atlantica di Bordeaux, così eliminando il pericoloso attraversamento dello Stretto di Gibilterra. L'Ammiraglio Donitz cercò di integrare le unità italiane nei quadri tedeschi, ma le deficienze tecniche delle unità italiane, incluso l'alto profilo e la lenta immersione, portarono queste unità ad operare indipendentemente principalmente nell'Atlantico centrale e meridionale.

:::->L'affondamento del Toti<-:::


È da tempo che se ne parla e sono state espresse anche opinioni contrastanti e accese, specialmente sul forum di www.sommergibili.com. Quindi ecco lo scoop, non tratto da documenti ufficiali ma solo da testimonianze di persone che hanno assistito al fatto: l’affondamento del Toti!

Il mattino del primo Luglio 1969 il sommergibile Enrico Toti, eponimo di una classe di 4 battelli che sono il primo frutto della cantieristica subacquea italiana dopo 1943 ed appena consegnata alla Marina Militare Italiana, entra in sosta manutenzioni dopo un impegnativo periodo di attività operativa che ne doveva testare le eccezionali qualità belliche. L’equipaggio è ancora ridotto all’osso (i primi aumenti alla tabella di armamento arriveranno tra qualche anno) e i turni di guardia sono stressanti quanto pochi sono i tipi di guardia effettuati: il battello non è presidiato a Bordo ma c’è solo una sentinella in banchina.
I lavori di questa sosta hanno lo scopo, oltre a “leccare le ferite” della prolungata attività, di verificare le strutture non normalmente controllabili ma che sono soggette a corrosione e tra queste vi è la "cassa espulsione". Questa cassa, resistente alla stessa quota massima del sommergibile ha diversi scopi:
- assieme alle casse zavorra è parte della riserva di spinta del sommergibile in superficie
- in caso di avaria alla pompa assetto funziona da polmone per effettuare l’assetto con l’aria compressa
- in caso di emergenza, per tramite delle valvole del sistema “margherita” consentiva l’espulsione fuori bordo del gasolio conservato in altre 5 casse contribuendo ad una ulteriore riserva di spinta per l’emersione.
Tale cassa è quindi un cilindro collegato col mare nella parte inferiore e rispettivamente con uno sfogo aria, con l’aria alta pressione, con le casse gasolio e con la tastiera assetto nella parte superiore: ovviamente tutte queste vie sono intercettate da valvole e mentre le superiori sono manuali quella a contatto col mare è manovrata oleodinamicamente (per maggiori informazioni pagina Classe Toti/Caratteristiche/immersione).
Ma torniamo al nostro battello che si è da poco ormeggiato alla banchina accumulatori della darsena interna dell’Arsenale della Spezia. L’efficiente equipaggio inizia subito i controlli previsti per la giornata e smonta il portello del passo d’uomo della cassa emersione, ma prima si assicura che la manovra oleodinamica sia in posizione di "bloccato chiuso" ed in tale posizione viene posto un lucchetto per impedire manovre non volute.
Il personale entra nella cassa ed inizia i controlli, ad iniziare dalla perfetta tenuta della valvola di allagamento (quella a contatto col mare). La valvola tiene bene e quindi possono iniziare i controlli sulla pittura, gli eventuali inizi di corrosione, la pulizia dei sensori del liquidometro. A mezzogiorno le manutenzioni all’interno della cassa non sono ancora finite ma è ora di pranzo e visto che la valvola è ancora in tenuta perfetta il passo d’uomo rimane aperto per guadagnare tempo sui lavori pomeridiani.
Ma a cavallo delle 13.00 il diavolo ci mette lo zampino: la manovra oleodinamica bloccata chiusa inizia a trafilare olio e la valvola di allagamento inizia ad aprirsi. Il mare invade la cassa espulsione, sempre più velocemente a causa dell’aumento del battente idrostatico sulla valvola. A bordo non c’è nessuno e la guardia in garitta è attenta a non consentire l’accesso, non certo a guardare il battello; nessuno si è ancora accorto del lento affondare del sommergibile. La fortuna, se così vogliamo dire, è che il battello ha un assetto leggermente appoppato e che 2 mastre delimitano il lago che si stà formando in manovra per cui l’acqua, tracimando dal passo d’uomo della cassa espulsione, scorre verso poppa. Il primo locale ad allagarsi è l’ausiliari addietro ed il battello si appoppa sempre di più, adesso l’acqua riesce anche a scavalcare la mastra del portello di accesso al locale macchina incidendo sempre più fortemente sull’appoppamento: ormai sono rimasti fuori solo la vela e la parte prodiera del battello con il portello di accesso all’interno del sommergibile, se l’acqua lo raggiunge il Toti si appoggerà definitivamente sul fondo! Ma non solo, le batterie che sono stivate a prora inizierebbero a produrre velenosissimo cloro che potrebbe anche esplodere.
Nel frattempo la sentinella si è accorta che i cavi di ormeggio sono anormalmente tesi e visto il battello che si stà appoppando sempre di più dà l’allarme: sono le 13.40 e all’interno del battello sono entrate diverse decine di tonnellate d’acqua. I più intrepidi, sprezzanti del pericolo, salgono a bordo dal portello di prora e riescono a chiudere il portello del passo d’uomo della cassa espulsione.
Due ore dopo il Toti è di nuovo a galla grazie all’opera congiunta del personale di bordo, dell’equipaggio di una unità vicina e del personale dell’Arsenale. I danni sono ingenti ma non irreparabili e consisteranno sostanzialmente nel "lavare" tutti i macchinari che sono stati sommersi dall’acqua di mare con particolare attenzione ai motori elettrici.
Da annotare che dopo numerose prove, anche e soprattutto su altri battelli, solo il manipolatore oleodinamico del Toti non forniva durevole garanzie di tenuta.

:::->Screenshot<-:::

user posted image


Evidenzio
[ Info sul file ]

Nome: Dixit-11114-Aria alla rapida.avi
Data: 25/11/2011 19:20:34
Dimensione: 611,416,064 bytes (583.092 MB)

[ Info generiche ]

Durata: 00:56:41 (3401.32 s)
Tipo di contenitore: AVI OpenDML
Streams totali: 2
Tipo stream n. 0: video
Tipo stream n. 1: audio
Audio streams: 1
ISFT: VirtualDubMod 1.4.13
JUNK: VirtualDub build 14328/release

[ Giudizi sulla qualità ]

Risoluzione: ALTA (624 x 368)
Larghezza: multipla di 16 (BENE)
Altezza: multipla di 16 (BENE)
Qualità DRF medio: BASSA (6.897999)
Qualità deviazione standard: BASSA (4.344844)
Media pesata dev. std.: BASSA (3.773398)

[ Traccia video ]

FourCC: divx/DX50
Risoluzione: 624 x 368
Display aspect ratio: 39:23 = 1.695652
Framerate: 25 fps
Frames totali: 85033
Bitrate: 1236.376750 kbps
Qf: 0.215366
Max key int: 967

[ Traccia audio ]

Audio tag: 0x55 (MP3)
Bitrate: 191.992 kbps CBR
Canali: 2
Frequenza: 48000 Hz
Stream size: 81,628,278 bytes
Ritardo: 0 ms

[ Info sulla codifica MPEG4 ]

User data: DivX503b2816p
Packed bitstream: Sì
Interlaced: No
Aspect ratio: Square pixels
Quant type: H.263
Frames totali: 85033
Frames corrotti: 0

I-VOPs: 5058 ( 5.948 %) #
P-VOPs: 48249 ( 56.742 %) ##############
B-VOPs: 30761 ( 36.175 %) #########

Max consecutive B-VOPs: 1

[ Analisi DRF ]

DRF medio: 6.897999
Deviazione standard: 4.344844
DRF max: 31

DRF=1: 402 ( 0.478 %)
DRF=2: 3562 ( 4.237 %) #
DRF=3: 10698 ( 12.725 %) ###
DRF=4: 15241 ( 18.129 %) #####
DRF=5: 9272 ( 11.029 %) ###
DRF=6: 11587 ( 13.783 %) ###
DRF=7: 4081 ( 4.854 %) #
DRF=8: 8418 ( 10.013 %) ###
DRF=9: 5551 ( 6.603 %) ##
DRF>9: 15256 ( 18.147 %) #####


*Note: Orari di seed 19,00-6,00 e banda disponibile 150kb
*Note: Tutte le mie rele sono anche RESEED ON REQUEST
*Note: Filmato compatibile con i lettori da tavolo
*Note: Le mie relle

-- Ringraziamenti --


Imageshak per l’hosting gratuito delle immagini
Rai Storia

Evidenzio
Questa release è stata adottata da serman; clicca QUI' per richiedere un reseed; se non ricevi conferma entro 48 ore invia un MP a questo LINK; tutte le mie ADOZIONI


Messaggio modificato da Boadicea il Apr 29 2013, 06:56 PM

> File Allegato
File Allegato   Dixit Aria alla rapida.torrent
Dimensione: 598 mb
Seeders:2
Leechers: 0
Completati: 497
Data ultimo seed: 2014-12-22 20:09:06
Info_hash: 68A72D00D6C70355174361C898C329A38FE7DE7D
Visualizza la lista dei peers
Visualizza i dettagli del torrent

Impegnarsi per un mondo migliore, significa aiutare i giovani che hanno fame di democrazia e sete di cultura.

Diventa anche tu, releaser di TNT, e partecipa condividendo materiale

Informazioni per la richiesta di reseed dalle 24,00-06,00:
Le richieste vanno fatte nella release;per poter scaricare la mia banda disponibile per il reseed, e quindi per accorciarne i tempi, bisogna lasciare solo il torrent richiesto in upload, minimo a 40kb, e sospendere temporaneamente fino a completamento dello scarico tutti i rimanenti torrent in upload.
Dopo il completamento ricordarsi del vecchio detto popolare:
"Tanto ricevi ...... tando dai"; in realtà andrebbe scritto al contrario. A parte questo decidete voi quanto tempo rimanere in seed quando il torrent lo necessita, per permettermi nel frattempo di rilasciare nuovi documentari e soddifare altre richieste.
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
serman
Inviato il: Nov 26 2011, 05:13 PM
Cita questo messaggio


\"250rel\"

Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 2775
Utente Nr.: 203980
Iscritto il: 27-February 08



Prossima uscita per gli amanti del teatro:

Massimo Ranieri - Questi fantasmi

a tutti un felice augurio di buona visione birra.gif .

serman peace[1].gif

Impegnarsi per un mondo migliore, significa aiutare i giovani che hanno fame di democrazia e sete di cultura.

Diventa anche tu, releaser di TNT, e partecipa condividendo materiale

Informazioni per la richiesta di reseed dalle 24,00-06,00:
Le richieste vanno fatte nella release;per poter scaricare la mia banda disponibile per il reseed, e quindi per accorciarne i tempi, bisogna lasciare solo il torrent richiesto in upload, minimo a 40kb, e sospendere temporaneamente fino a completamento dello scarico tutti i rimanenti torrent in upload.
Dopo il completamento ricordarsi del vecchio detto popolare:
"Tanto ricevi ...... tando dai"; in realtà andrebbe scritto al contrario. A parte questo decidete voi quanto tempo rimanere in seed quando il torrent lo necessita, per permettermi nel frattempo di rilasciare nuovi documentari e soddifare altre richieste.
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Marainos
Inviato il: Nov 26 2011, 05:22 PM
Cita questo messaggio


\"residente\"
\"250rel\"
\"coordinatore\"

Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 17206
Utente Nr.: 248737
Iscritto il: 6-November 08



grazie.gif per questa puntata, serman ok.gif

Sposto subito birra.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
anucera
Inviato il: Nov 26 2011, 08:33 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Contribuenti
Messaggi: 1460
Utente Nr.: 571622
Iscritto il: 23-March 11



grazie.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
ilNibbio
Inviato il: Nov 27 2011, 12:10 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 45
Utente Nr.: 601800
Iscritto il: 27-June 11



grazie.gif serman !!!
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
bazooka
Inviato il: Nov 27 2011, 11:04 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 659
Utente Nr.: 6064
Iscritto il: 26-June 05



grazie mille
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Maurizio1946
Inviato il: Nov 27 2011, 05:58 PM
Cita questo messaggio


\"tntripper\"
\"250rel\"

Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 1560
Utente Nr.: 121496
Iscritto il: 11-March 07



grazie.gif grazie.gif serman !!
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
The_Mod
Inviato il: Nov 27 2011, 06:05 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Contribuenti
Messaggi: 2170
Utente Nr.: 247345
Iscritto il: 28-October 08



Rella interessante.
Grazie 1000 serman.
birra.gif

Honi soit qui mal y pense !
Messaggio PrivatoIndirizzo EmailYahooMSN
Top
al1912
Inviato il: Nov 29 2011, 10:31 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Residenti
Messaggi: 2657
Utente Nr.: 268245
Iscritto il: 27-February 09



bellissima release: grazie!!!
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
lalchimista
Inviato il: Dec 1 2011, 02:40 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Contribuenti
Messaggi: 2142
Utente Nr.: 211648
Iscritto il: 29-March 08



grazie.gif clap.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
batchman
Inviato il: Dec 1 2011, 04:09 PM
Cita questo messaggio


Unregistered









Con 117 sommergibili (la piu' grande flotta del mondo) nel Mediterraneo non doveva circolare un ago e invece.....
grazie.gif grazie.gif grazie.gif ciao.gif
Top
maustar
Inviato il: Dec 1 2011, 06:18 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 310
Utente Nr.: 421840
Iscritto il: 22-February 10



grazie.gif grazie.gif grazie.gif

--
Se ti occorre un reseed di una release per la quale ho ringraziato, prova a contattarmi con un messaggio personale.
Messaggio Privato
Top
Taman
Inviato il: Dec 29 2012, 08:22 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 8
Utente Nr.: 512761
Iscritto il: 3-November 10



Ci ho messo 2 mesi a scaricarlo......ma ne valeva la pena!
se qualcuno ha bisogno di aiuto mi mandi un MP.
Buon Anno a Tutti! party.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
michelangelofi
Inviato il: Feb 3 2013, 11:04 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 90
Utente Nr.: 591756
Iscritto il: 24-May 11



grazie.gif
Ciao grande potresti rimettere in condivisione aria alla rapida e' una fatastica opera di rivisitazione militare grazie per la cortesia
MICHELANGELO
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Marainos
Inviato il: Feb 4 2013, 08:57 AM
Cita questo messaggio


\"residente\"
\"250rel\"
\"coordinatore\"

Group Icon

Gruppo: C.D.A.
Messaggi: 17206
Utente Nr.: 248737
Iscritto il: 6-November 08



Leechers: 7
seeders: 0
data ultimo seed: 2013-02-04 08:20:06

Percentuale
39.28
39.25
39.09
18.83
5.92
4.26
0.20

Con un po di pazienza forse potete completare il download angel1.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
 

Opzioni Discussione Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussione

 

Scambio etico - ethic share
 Debian powered site  Nginx powered site  Php 5 powered site  MariaDB powered site  xml rss2.0 compliant  no software patents  no software patents