Tnt village
tntvillage.scambioetico.org · Statuto T.N.T.      Aiuto      Cerca      Utenti      Calendario

Se hai dubbi non esitare a chiedere informazioni

Puoi donare anche utilizzando PostePay, Per versare la tua donazione chiedi il numero di carta

Sostieni movimentopirati.org

 

  Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussione

> La Notte di San Lorenzo - Fratelli Taviani, [XviD - Ita Mp3] Drammatico [CURA] II Guerra Mondiale
loris
  Inviato il: Jul 17 2008, 10:55 AM
Cita questo messaggio


\"1000rel\"

Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 14213
Utente Nr.: 43948
Iscritto il: 4-February 06




user posted image


user posted image


user posted image
user posted image
user posted image






La notte di San Lorenzo (1982) - IMDb




Cast: Omero Antonutti Margarita Lozano Claudio Bigagli Miriam Guidelli Massimo Bonetti Enrica Maria Modugno Sabina Vannucchi Giorgio Naddi Renata Zamengo Micol Guidelli Massimo Sarchielli Giovanni Guidelli Mario Spallino Paolo Hendel Leila Amodeo Beatrice Bardelli Sauro Baschieri Samanta Boi Luca Canadri Dario Cantarelli Sergi Dagliana Andrea Di Bari Marco Fastame Giuseppe Furia Graziella Galvani Edoardo Gazzetti Carlo Gensini Vinicio Gioli Andrea Giuntini Evelina Gori Antonella Guidelli Mirio Guidelli Titta Guidelli Giuseppe Lo Parco Laura Mannucchi Gianni Mantelli Norma Martelli Guido Marziali Luciana Mattioli Rinaldo Mirannalti Mauro Monni Carla Montemagno Lorenzo Montemagno Vito Montemagno Gianfranco Morandi Walter Pardini Donata Piacentini Franco Piacentini Roberta Pinzauti Antonio Prester Paolo Ricchi Beatrice Righini David Riondino Gianfranco Salemi Alessandra Toesca Maria Toesca Daniele Trambusti Titti Travaglino Giuseppe Valdisserra





imdb tag v2.0 14-02-13







TRAMA
È la notte del 10 agosto, San Lorenzo, e le stelle cadono nel cielo. In Toscana si dice che ogni stella esaudisce un desiderio. Cecilia ne formula uno: riuscire a raccontare all´amato figlioletto un´altra notte di San Lorenzo molto lontana, quella del 10 Agosto 1944. Nel corso di quell´estate, a San Miniato arrivano i tedeschi che ordinano a tutta la popolazione di riunirsi in chiesa. Prevedendo un possibile massacro, un gruppo di donne, uomini e bambini decide di disobbedire e, nel silenzio della notte, abbandona il villaggio per andare incontro agli americani, che stanno avanzando da sud. La loro odissea si svolge nello splendore della campagna toscana.
Intanto nella chiesa ha luogo il temuto massacro. Mentre i fuggitivi sono intenti a raccogliere il grano in compagnia di un gruppo di contadini legati alla Resistenza, essi vengono attaccati dai fascisti. Scene di orrore e di strage. Arrivano le truppe alleate. E´ la Liberazione. Nel corso della notte, il vecchio Galvano e la vecchia Concetta, divisi per tanti anni dalla vita, trovano finalmente l´amore. La mattina seguente, fanno tutti ritorno a San Miniato. Così la donna finisce di raccontare alla persona che più ama al mondo la favola della notte di San Lorenzo.

RECENSIONE

«Pioggia pioggia, corri corri, fammi andare via i porri» la filastrocca è tratta dall’ultimo film dei fratelli Taviani, presentato in corso ieri tra scroscianti e meritati applausi. La notte di San Lorenzo, colori così belli che non ci fai caso mentre li vedi, è un film magico e semplice. I porri, nella società contadina, li sapevano far sparire con fattucchiera semplicità. Così anche i Taviani hanno superato un incanto simile. Il film è straordinario non solo se lo si misura con il precedente, Il prato, opera di purificazione espressiva non necessaria, per togliersi di dosso le cattivissime abitudini di due cineasti troppo incatenati al proprio mondo. Sarà stata la presenza di Tonino Guerra, collaboratore allo scenario, ma il film è molto estroverso, solare, si apre come un fiore, anche se è una storia che più drammatica non si può.
Parla del 1944, un paese toscano, San Martino, che sarà per metà massacrato dai nazifascisti. Una parte della popolazione si salva zigzagando nella campagna. Azione, violenza, humour (gli ingredienti che piacciono tanto a chi, come noi, non crede sia spazzatura il cinema spazzatura) ci sono tutti. Il grande problema del nostro cinema, una lingua credibile, è risolto con un velo di toscano, certo finto, ma musicalmente aspro. Come quando, immaginate voi l’aspirazione, il contadino incita l’amico partigiano a sparare al fascista che ha appena perso il figlio: “Sparagli no, non vedi quanto patisce?”. Il film comincia con una scena emblematica, il racconto che una donna fa a qualcuno che ama, fuori campo davanti a una finestra aperta nella notte da «incontri ravvicinati». Appena dopo, la guerra, rappresentata da un albero tremante e dalle sue pere rotolanti («tremo perché sono in guerra»): il film (Rai) è a basso costo. Ma la prima impressione sgradevole passa, il film si libra in volo leggerissimo, anche dei flashback realizzati col carrello a movimento uncinato non hanno nulla di espressivamente posticcio. Tutte le cose di cattivo gusto che riempiono i film dei Taviani qui ci sono, ma tenute a guinzaglio, il tempo necessario (poco o tantissimo) per smagnetizzarsi.
Si ride molto davanti a queste immagini di guerra selvaggia, di massacri tragici, di parentele che si disintegrano, di nazisti che intonano Wagner, di amori che vivono a bagliori. I Taviani non hanno la crudeltà e la saggezza di Straub-Huillet che da Pavese e anche dalla Toscana hanno estratto un po’ di Dalla nube alla Resistenza. Ma il paesaggio toscano, il grano che i partigiani si preoccupano di tagliare tra un raid nazista e un altro, parla da solo. Mette ogni cosa a posto, in prospettiva. Nel film accadono incanti, a un certo momento si urla a squarciagola il desiderio d’America, la voglia di americani, in particolare siculo - americani (le nostre radici migliori lontane?) si odono filastrocche sudiste, due vecchi fanno finalmente all’amore, c’è tutto il neorealismo gonfiato di poesia.
Eppure la cosa funziona.
Una bimbetta odiosa fa gli occhi strabici, rompe le uova nel paniere, si aggira col fiocco bianco in testa, pericolosamente, durante la più sbilenca battaglia tra il grano mai vista: eppure quando riesce a portare in salvo i suoi orecchini, scatena tutte le commozioni. Sono tutti più soli alla fine del film, ma qualcuno non è morto, ha meno paura, è un sopravvissuto. Anche le storie vere possono finire bene. Staffilata contro Hollywood? Fossero tutte così non ci sarebbe da ubriacarsi per dimenticare. Anche i Taviani alla fine sono costretti a dire che hanno fatto un film di visioni e di falsità. Forse furono testimoni adolescenti di queste storie. Il falso a volte è più vero. Come diceva Kazan il cinema non registra, mostra in microscopia. Ma La notte di San Lorenzo sopravviverà a una visione microscopica?
Roberto Silvestri, "Il Manifesto", 19 maggio 1982

Una fiaba per raccontare la guerra. Ora madre di un bambino, Cecilia rievoca - per il figlio da addormentare - un episodio della ritirata tedesca dalla Toscana sotto l’incalzare della V Armata alleata. In tal modo, anche la guerra acquista i colori della fiaba, dove si può parlare degli omerici achei e immaginare che il più fellone dei fascisti cada trafitto dalle lance greche. Cecilia allora aveva sei anni e fu con i suoi occhi di bambina che registrò, e trasfigurò, l’orrore.
Dall’immaginario borgo di San Martino (in realtà, San Miniato nel pisano: la storia è per i fratelli Taviani autobiografica) fuggono gli abitanti. Non tutti, però, perché i tedeschi assicurano che a quanti si rifugeranno in chiesa non accadrà nulla. Invece, la fanno saltare in aria, e nella carneficina morirà anche la moglie incinta di uno dei fuggiaschi. I quali si aggirano lungo la linea del fronte, si uniscono a un gruppo di partigiani (che aiutano nella mietitura del grano) e sono coinvolti in una scaramuccia sanguinosa con un gruppo di fascisti. Riparano alla fine in un cascinale dove trascorrano la notte e dove il fattore Galvano, che ha guidato gli sbandati, potrà finalmente unirsi - ora che sono entrambi anziani - a quella signora Concetta di cui era stato invano innamorato. La fiaba termina all’alba, con l’annuncio che stanno arrivando gli americani. Piove col sole, tutti tornano a San Martino. Solo Galvano, ripensando alla sua notte d’amore, resta seduto sotto l’acqua.
Omero Antonutti (Galvano) e Margarita Lozano (Concetta) sono attorniati da attori improvvisati ed esordienti, e formano con loro un gruppo omogeneo. La delicatezza della immaginazione infantile e le brutalità della guerra si mischiano senza stridere, quasi naturalmente.
Fernaldo Di Giammatteo, Cento grandi film

SCREENSHOTS

user posted image

SCHEDA TECNICA:

AVI File Details [GSpot v2.60]
========================================

--- Informazioni sul File ---

Titolo:LA NOTTE DI SAN LORENZO.avi
Dimensione File (in bytes):732,172,288
Durata(hh:mm:ss):1:42:26
Numero di tracce Audio :1

--- Informazioni Video ---

Tipo di Codec:XVID
Nome Codec Video:XviD Dev ver. 25-Mar-03
Video Codec Status:Codec(s) are Installed
Numero Frame:153646
Larghezza Frame(pixels):512
Altezza frame(pixels):288
Display Aspect Ratio ("DAR"):1.778
FPS:25.000
Video Bitrate (kbps):840
QF:0.228

--- Informazioni Audio Traccia 1---

Codec audio:0x0055 MPEG-1 Layer 3
Stato:Codec(s) are Installed
Freq.audio (Hz):44100
Bitrate(kbps):100
Tipo:VBR
Canali:2

NOTE:

Audio = Italiano - Mp3
Sottotitoli = Nessuno
Cover = Non inclusa



Orari di seed e banda disponibile: 24H24 - 7/7 - 150 Kbs minimo

Messaggio modificato da Boadicea il Feb 14 2013, 02:24 PM

> File Allegato
File Allegato   Fratelli Taviani - La Notte Di San Lorenzo.torrent
Completati: 8449
Dimensione: 716 mb
Leecher: 1
seeders: 7
data ultimo seed: 2014-11-28 16:39:16
info_hash: 04656971711c8861a51e6082c8a630cf3cbecf14
Tracker: http://tracker.tntvillage.scambioetico.org:2710/announce
Magnet: magnet link
Mostrami i peers di questa rel
Mostrami i dati del torrent

FREE CULTURE: Visita la Sezione

I RESTAURI DEI CICLI E DEI PROGETTI HANNO COME SCOPO IL RECUPERO DELLE RELEASES PRIVE DI SEED : PUOI LIBERAMENTE PARTECIPARE COME RELEASER COME EXPORTER O COME BABY SITTER
Messaggio Privato
Top
loris
Inviato il: Jul 17 2008, 11:03 AM
Cita questo messaggio


\"1000rel\"

Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 14213
Utente Nr.: 43948
Iscritto il: 4-February 06



Da molti considerato il capolavoro dei F.lli Taviani è un film importante nella cinematografia italiana.
Contiene pagine di pura poesia, la battaglia nei campi di grano, è un pezzo di ci cinema che difficilmente si potrà dimenticare. Da ricordare la sceneggiatura di Tonino Guerra, la musica di Nicola Piovani e la straordinaria interpretazione di Omero Antonutti, grande attore purtroppo mai sufficientemente apprezzato.

Film che non poteva mancare su Tnt che rientra nel progetto La guerra degli Italiani.
Come sempre nei film che presento cerco di coinvolgere gli utenti ad esprimere qualche piccola considerazione, non abbiate nessuna timore o remora, l'intento è quello di creare un dialogo costruttivo, cerchiamo assieme di far si che la release possa vivere cercando di partecipare anche con poche parole, si instaurerà un dialogo sicuramente interessante.
In tal modo aiuterete il releaser ad essere sempre motivato, aiuterete il CURA e ovviamente Tnt
Grazie a tutti.

Da notizie reperite preciso che questo film è il remake del cortometraggio di 10 minuti (San Miniato, luglio'44)
opera sempre dei F.lli Taviani, datato 1954, che si ispira a vicende, realmente accadute a San Miniato e dintorni in quell'epoca.
L'amico marcoita ci ha fatto notare che abita vicino a San Miniato pertanto se avesse qualche notizia da darci sul film o altro ne sarei personalmente felice e darebbe sicuramente un contributo notevole ai nostri intenti che rimangono sempre quelli di divulgare il più possibile il cinema di valore.


Release che ho inteso riproporre per la notevole importanza culturale e storica. La vecchia release può andare nelle dismesse

http://forum.tntvillage.scambioetico.org/t...showtopic=89809


birra.gif birra.gif

FREE CULTURE: Visita la Sezione

I RESTAURI DEI CICLI E DEI PROGETTI HANNO COME SCOPO IL RECUPERO DELLE RELEASES PRIVE DI SEED : PUOI LIBERAMENTE PARTECIPARE COME RELEASER COME EXPORTER O COME BABY SITTER
Messaggio Privato
Top
pir8
Inviato il: Jul 17 2008, 11:05 AM
Cita questo messaggio


\"releaser\"
\"5000rel\"
\"tntripper\"
\"coordinatore\"
\"residente\"
\"babysitter\"
\"tnttv\"

Group Icon

Gruppo: Funzionari
Messaggi: 29780
Utente Nr.: 18178
Iscritto il: 9-October 05



:garzie: Loris.. Oramai le proposte che ci fai ogni giorno sono innumerevoli...
Passo in all.user posted image

Causa Problemi Al Server, Relle sospese. Riprenderò Il Prima Possibile. NO MP PLEASE

PER I MIEI MUX NON USATE WINZOZ MEDIA PLAYER - USATE VLC, BSPLAYER, MPC-HC

:::->TOPIC COORDINAMENTO DELLE MIE SERIE TV<-:::
:::->TOPIC COORDINAMENTO PACK SERIE TV<-:::

.:Ti piacerebbe sapere come muxare ma non sai da dove iniziare?
prova la mia guida.Potrebbe esserti utile:.
[/color]


:::->Vuoi sapere se questo torrent è stato adottato?<-:::Guarda qui!
Messaggio Privato
Top
loris
Inviato il: Jul 17 2008, 11:08 AM
Cita questo messaggio


\"1000rel\"

Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 14213
Utente Nr.: 43948
Iscritto il: 4-February 06



QUOTE (marcoita @ Jun 26 2007, 07:48 AM)
abitano vicino San Miniato,ragazzi consiglio vivamente questo film...
Ci sono ancora immagini immagazinate nella memoria delle persone aziane di questo stupendo paese(una di queste nonna della mia ragazza)che ha' vissuto all' interno della cattedreale in quei giorni,il film e' tale e quale vissuto dalle persone che hanno partecipato a questa fantastica e bellissima storia...

San Miniato al Tedesco, 22 luglio 1944. Nella piazza della cattedrale 56 abitanti dell'antico borgo ghibellino, li convenuti per ordine dei tedeschi, vengono sbrigativamente fatti entrare nel tempio. Non appena donne, vecchi e bambini sono all'interno della cattedrale, implacabili soldati di Hitler serrano portale e finestre e fanno saltare tutto. E' la strage di S. Lorenzo, o almeno con questo nome la ricordano tutti dopo l'uscita dell'omonimo film dei fratelli Taviani.
Costoro la storia di quell'eccidio nazista dovevano conoscerla molto bene: il loro padre, avvocato con una casa a S. Miniato, avrebbe infatti preso parte ai lavori della commissione comunale che, insediatasi il 21 settembre 1944, fu incaricata di far luce sull'orrenda esecuzione di massa. E se la conoscevano bene, oggi che è stato acclarato che i tedeschi non furono responsabili della morte di 56 cittadini di San Miniato, ora che non ci sono più dubbi sul fatto che la strage di San Lorenzo altro non è che una colossale e cinquantennale mistificazione a fini politici; anche i fratelli Taviani dovranno assumersi la loro parte di responsabilità in questa strana vicenda (ma, forse, neppure tanto strana in questo Paese cosi visceralmente affezionato alla vulgata resistenziale).

Cosa accadde il 22 luglio '44
Ma cosa successe veramente quel 22 luglio a San Miniato?
Il paese si trovava in quei giorni proprio sulla linea del fronte e la popolazione rischiava di rimanere coinvolta in un duello di artiglierie tedesche e americane.
I tedeschi invitarono la popolazione a riparare nei campi, dando appuntamento a tutti per le otto della mattina del 22 luglio in piazza dell'Impero.
Il vescovo, però, fece notare al comando tedesco che non tutti - soprattutto i vecchi, le donne e i bambini - avrebbero potuto giungere puntuali all'appuntamento, e suggeri di far concentrare la parte più debole della popolazione nella cattedrale. I tedeschi dettero il loro assenso, poi accadde la tragedia. Un proiettile americano, di quelli a scoppio ritardato, centrò il rosone della chiesa, fece un paio di rimbalzi all'interno della navata e deflagrò in aria, esattamente sopra le teste degli sventurati all'interno del tempio.
Una fatalità, insomma, la cui responsabilità, se di responsabilità si può parlare, ricade sugli americani.

Bellissimo Film,grazie Loris della citazione birra.gif

Considero questo post di marcoita estremamente interessante pertanto ho inteso trasferirlo dalla precedente release per dare a tutti l'opportunità di leggerlo

birra.gif birra.gif

FREE CULTURE: Visita la Sezione

I RESTAURI DEI CICLI E DEI PROGETTI HANNO COME SCOPO IL RECUPERO DELLE RELEASES PRIVE DI SEED : PUOI LIBERAMENTE PARTECIPARE COME RELEASER COME EXPORTER O COME BABY SITTER
Messaggio Privato
Top
Berjoska
Inviato il: Jul 17 2008, 01:05 PM
Cita questo messaggio


\"250rel\"

Group Icon

Gruppo: V.I.P.
Messaggi: 10565
Utente Nr.: 104451
Iscritto il: 11-November 06



export effettuato
Messaggio Privato
Top
momotor
Inviato il: Jul 17 2008, 05:27 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 209
Utente Nr.: 7831
Iscritto il: 20-July 05



veramente un bel film grazie.gif good.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
hideiden
Inviato il: Jul 18 2008, 01:22 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 82
Utente Nr.: 118391
Iscritto il: 14-February 07



Visto che ringraziare non fa male, anzi....

grazie.gif grazie.gif grazie.gif grazie.gif

lunga vita a te.

Un saluto a tutta la comunità.
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
el3kim
Inviato il: Feb 9 2012, 08:00 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 5
Utente Nr.: 193114
Iscritto il: 23-January 08



siamo fermi al 92% seed vi prego
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
educatamente
Inviato il: Mar 1 2012, 03:34 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 13
Utente Nr.: 367949
Iscritto il: 15-November 09



grazie.gif
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
shinata
Inviato il: Feb 24 2013, 05:15 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 238
Utente Nr.: 730697
Iscritto il: 7-May 12



GRAZIEE!!!!
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
slimbod
Inviato il: Aug 10 2014, 03:45 PM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Contribuenti
Messaggi: 51
Utente Nr.: 381387
Iscritto il: 8-December 09



Grazie. Al netto della verità storica, rimane un bel film. Penseremo alle sfortunate vittime di San Miniato e ricorderemo quelle di Sant'Anna di Stazzema.
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
veronick
Inviato il: Sep 6 2014, 11:05 AM
Cita questo messaggio



Group Icon

Gruppo: Domiciliati
Messaggi: 14
Utente Nr.: 1117893
Iscritto il: 9-February 14



GRAZIE!
Messaggio PrivatoIndirizzo Email
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :
 

Opzioni Discussione Rispondi a questa discussioneInizia nuova discussione

 

Scambio etico - ethic share
 Debian powered site  Nginx powered site  Php 5 powered site  MariaDB powered site  xml rss2.0 compliant  no software patents  no software patents